FacebookTwitterGoogle Bookmarks

Login Form

Dalla Foto Gallery

Eurobike Friedr...
Image Detail
G15_M0342_02_WH...
Image Detail
Eurobike Friedr...
Image Detail
Eurobike Friedr...
Image Detail
Eurobike Friedr...
Image Detail
C15_CM2450_01_B...
Image Detail

Eurobike 2014

Eurobike Friedr...
Image Detail
Eurobike Friedr...
Image Detail
Eurobike Friedr...
Image Detail
Eurobike Friedr...
Image Detail
Eurobike Friedr...
Image Detail
Eurobike Friedr...
Image Detail
 

Ciclonline.com

Filtro
  • La Fausto Coppi Selle San Marco elimina le griglie di partenza

     

     

    L’organizzazione della granfondo ciclistica LA FAUSTO COPPI SELLE SAN MARCO, in programma domenica 8 luglio 2012, con partenza da piazza Galimberti a Cuneo, ha deciso di abolire le griglie di partenza.

    O meglio, ci saranno sempre 150 corridori che si posizioneranno davanti ma questa volta, ai fini della lista, non saranno i nomi o i titoli sportivi a contare.

    Per questa XXV edizione infatti, LA FAUSTO COPPI SELLE SAN MARCO ha pensato ad un fine benefico: i 150 posti della griglia, saranno messi in vendita a 100 euro cadauno ed il ricavato verrà devoluto alla LILT, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori.

    Da sempre attenta all’aspetto sociale dello sport ed all’importanza di promuovere un’attività sportiva sana e pulita, LA FAUSTO COPPI SELLE SAN MARCO non è nuova a scelte “rivoluzionarie” di questo tipo. Fu la prima granfondo a schierarsi per l’applicazione ferrea della famigerata “lista rossa”: oggi tantissime altre manifestazioni hanno seguito il suo esempio.

    Da oggi il sogno di tanti amatori di partire in testa al gruppo si può avverare ed al contempo, si può dare un messaggio di speranza a chi è meno fortunato.

     

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

     

     

  • Ufficiale: il Giro del Trentino sulla vetta proibita

     

     

    Storie tramandate del ciclismo narrano che circa trent’anni fa (era il 1972) Vincenzo Torriani, storico patron del Giro d’Italia, fu invitato sul Lago di Garda, versante veronese, per visionare una salita terribile e sconosciuta. Torriani, che amava sorprendere con percorsi inediti e colpi di scena, non se lo fece ripetere due volte e aderì all’invito, ispezionò la famosa salita palmo a palmo ed alla fine emise il suo verdetto: “Non se ne fa niente – disse lapidario – troppo velenosa”.

    Quell’aggettivo è rimasto scolpito nella fantasia degli appassionati e la ambita vetta da raggiungere attraverso quella rampa infida fu così ribattezzata “Punta Veleno”, diventato nel corso degli anni un luogo “cult” per gli arrampicatori più estremi. Ogni anno vi si svolge una “Extreme Race” di 10 km, da percorrere in bici da corsa o MTB, considerata una specie di università per coloro che amano considerarsi scalatori. Ma mai, fino ad ora, una gara ciclistica per professionisti è salita fin lassù.

    Lo farà il 36° Giro del Trentino (17-20 aprile 2012) nella terza tappa, che giovedì 19 aprile muoverà dalla sede della Cooperativa Piccoli Frutti a Pergine per fare rotta verso Brenzone. Sarà l’unico sconfinamento del Giro del Trentino 2012 fuori del territorio provinciale, ma destinato a lasciare il segno: da Assenza comincia un’ascesa ininterrotta di 10 km esatti fino a quota 1156 di Punta Veleno, venti tornanti e una pendenza quasi costantemente oltre il 14%, con punte al 18, con una lieve spianata prima del Gran Premio della montagna “hors categorie”. Per la verità, la tappa si concluderà in località Prada, proseguendo dopo la cima con ulteriori 2,7 di discesa, non sufficienti comunque per colmare distacchi sicuramente pesanti.

    La Commissione Tecnica federale, insieme agli organizzatori del Giro del Trentino, ha già visionato il tracciato dando il proprio avallo. Sarà una tappa di grande spettacolarità e sicuramente un test severissimo per gli atleti lanciati verso un Giro d’Italia da protagonisti. “Su un tracciato simile il Giro del Trentino regalerà una giornata memorabile – commenta Stefano Ballardini, “motore” del comitato di tappa – in grado di richiamare un gran numero di appassionati. Questa non è una salita come tante altre, chi l’ha percorsa lo sa bene”. Un progetto divenuto realtà grazie all’entusiasmo dell’amministrazione comunale di Brenzone, guidata dal Sindaco Rinaldo Sartori. Nella giornata finale del Giro del Trentino la quarta tappa partirà sul lungolago, da Castellina di Brenzone.

    Una scelta controcorrente e coraggiosa, certo. Ma anche per questo il Giro del Trentino è diventato, nella sua storia ultratrentennale, un appuntamento di grido.

     

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

     

     

     

  • Farnese Vini Neri Sottoli, al via le danze per il 2012

     

     

    Tutto pronto per il primo ritiro stagionale della Farnese Vini Neri Sottoli, al lavoro per la costruzione della stagione 2012, una stagione in cui il team giallo - fluo punta alla conferma dei risultati ottenuti insieme al rilancio e alla conquista di altri, importanti, traguardi internazionali. Luca Scinto ha scelto le zone di casa per organizzare il primo stage di lavoro, per questo il team al gran completo si riunirà a Montecatini Terme, per allenarsi in un comprensorio conosciuto e familiare ai più. Dieci giorni di attività tra uscite in bicicletta, qualche seduta in palestra, saune e attività ludiche alternative, per creare il cemento della stagione a venire, tra atleti, staff e management. Il team building é infatti il grande segreto di ogni scelta fatta dal "Pitone" Luca Scinto: "Dieci giorni insieme, con poche divisioni di tavoli e tanta familiarità. Se riusciamo nel nostro progetto è solo perché crediamo fortemente nella forza del gruppo e questi primi ritiri sono la parte più importante e delicata della stagione. Qui gettiamo le fondamenta della nostra forza, e per questo ogni sera avremo riunioni, vedremo video e stare insieme confrontandoci. Saranno dieci giorni di lavoro non solo in bicicletta".

    Ancora venti giorni dunque e gli atleti Farnese Vini Neri Sottoli si riuniranno, per valutare già il lavoro a cui si stanno dedicando oggi. L'autunno é stagione piena, oggi, ma il riposo degli atleti é già finito da un pezzo e gli allenamenti per la conquista del 2012 stanno diventando già un appuntamento fisso quotidiano.

     

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

  • Video Bianchi Methanol SX2 9400

  • Giro d’Italia Amatori-Nel 2012 la prima edizione

     

     

     

    Dopo le prime indiscrezioni, che hanno suscitato grande interesse in questi ultimi giorni, il settore amatoriale avrà finalmente un suo Giro d’Italia e sarà la novità principale dell’anno 2012.

    Gli organizzatori dell’Asd Giro d’Italia Amatori, in sinergia con il consorzio di operatori turistici Costa dei Parchi della Provincia di Teramo, sono ora in grado di soddisfare la curiosità degli appassionati e degli amatori stessi sulla nuova manifestazione che andrà in scena tra il mese di febbraio e quello di settembre e che riguarderà principalmente la distanza media (mediofondo) e quella lunga (granfondo).

    Lo start ufficiale avverrà a Terni con la Granfondo Francesco Cesarini-Trofeo dell’Amore in programma il 26 febbraio; seconda prova l’11 marzo ad Ancona con la Granfondo del Conero-Cinelli; mese intenso quello di aprile scelto per abbinare la terza tappa alla Granfondo del Verdicchio a Serra dei Conti (Ancona) per domenica 22 e la quarta alla Granfondo Val Tidone e Val Luretta a Borgonovo Val Tidone (Piacenza) prevista per domenica 29; il 10 giugno il Giro approderà nel punto più a sud ovvero Fara in Sabina (Rieti) sede della quinta prova con la Granfondo delle Cerase-Moser; la sesta tappa più a nord, a Sedico (Belluno) con la Granfondo Bellunese Ridley in uno scenario di grande suggestione come le Dolomiti Bellunesi.

    Due mesi dopo, nelle giornate di venerdì 14, sabato 15 e domenica 16 settembre, le località costiere di Alba Adriatica, Martinsicuro, Tortoreto Lido e Giulianova, in provincia di Teramo, saranno il punto di riferimento delle tre giornate finali che i “girini” dovranno affrontare per mettere finalmente l’ipoteca sulla classifica finale (in primis assoluta ma anche quella di categoria).

    Ogni giorno verrà proposta una tappa diversa per percorso, lunghezza e difficoltà: 80 chilometri (grado di difficoltà: alto), 90 chilometri (medio) e 100 chilometri (basso).

    La prima edizione della corsa rosa per amatori avrà caratteristiche fortemente innovative dal punto di vista delle coreografie e delle iniziative collaterali oltre che da quello tecnico. Nelle tre giornate conclusive ci sarà spazio per il divertimento, l’intrattenimento e tante sorprese che, grazie al certosino lavoro del comitato organizzatore, porranno l’evento tra i più apprezzati del panorama nazionale.

    "Vorrei ringraziare particolarmente il consorzio Costa dei Parchi per il fattivo e indispensabile contributo all’organizzazione della manifestazione – ha dichiarato Fabio Zappacenere, presidente del comitato organizzatore – Ho dedicato veramente anima e corpo per questo evento che vuole guardare anche al futuro del ciclismo, ovvero i bambini. Tutti gli amatori che parteciperanno sono per la maggior parte genitori e il loro contributo lo rimetto ai propri figli. Sarà un’edizione particolare perché in ciascuna gara tutti si sentiranno al sicuro e lo spirito che animerà i partecipanti e i sostenitori del Giro d’Italia Amatori sarà quello di essere protagonisti di un’avventura con il sogno di aiutare i bambini e invogliarli a praticare questa disciplina sportiva. La formula sarà veramente innovativa e spettacolare anche grazie alla creazione di pacchetti turistico-sportivi per avvicinare la gente e per promuovere il territorio della Costa dei Parchi nelle tre giornate conclusive. Daremo spazio anche alle sei città di tappa con l’allestimento di stand dove avranno l’occasione di mettere in mostra le specialità locali".

    Il nuovo Giro d’Italia amatoriale verrà svelato attraverso una conferenza stampa prevista per sabato 14 gennaio 2012 ad Alba Adriatica (Teramo) in cui verrà illustrato l’articolato e ricco programma della manifestazione destinata a lasciare il segno e con un testimonial d’eccezione: Gilberto “Gibo” Simoni (professionista dal 1994 al 2010) a segno in due edizioni della corsa rosa (2001 e 2003) e che scelto di chiudere la propria carriera al Giro d’Italia dello scorso anno in occasione dell’ultima tappa a cronometro con arrivo nella cornice mozzafiato dell’Arena di Verona.

     

    PROGRAMMA UFFICIALE SEI PROVE DI QUALIFICAZIONE

    - Terni, domenica 26 febbraio: 3°Granfondo Francesco Cesarini-Trofeo dell’Amore (organizzazione Asd Il Salice)

    - Ancona, domenica 11 marzo: 16°Granfondo del Conero-Cinelli (organizzazione Pedale Chiaravallese)

    - Serra dei Conti (Ancona), domenica 22 aprile: 4°Granfondo del Verdicchio (organizzazione Gruppo Sportivo Pianello)

    - Borgonovo Val Tidone (Piacenza), domenica 29 aprile: 3°Granfondo Val Tidone e Val Luretta (organizzazione Asd Val Tidone e Val Luretta)

    - Fara Sabina (Rieti), domenica 10 giugno: 7° Gran Fondo delle Cerase - “Moser” (organizzazione Asd Pedala Piano)

    - Sedico (Belluno), domenica 8 luglio: 3°Granfondo Bellunese Ridley (organizzazione Cycling Team Bellunese)

     

     

    PROGRAMMA UFFICIALE TRE TAPPE FINALI

    Venerdì 14 settembre: Tortoreto-Alba Adriatica

    Sabato 15 settembre: Martinsicuro Alba Adriatica

    Domenica 16 settembre Giulianova-Alba Adriatica

     

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

     

  • Luca Scinto è tornato a casa e ringrazia tutti

     

     

    Il tamponamento in auto, l'amnesia, lo stato confusionale, la preoccupazione di familiari e amici: tutto è ormai alle spalle, anche se Luca Scinto è ancora alle prese con qualche postumo dell'incidente che ha subito martedì. A ricordarglielo è il dolore al collo, perchè tuttora il “Pitone” non ha alcun ricordo dell'accaduto, mentre ha recuperato a pieno la memoria sia di quanto successo prima che dopo. Disturbi che, a detta dei medici, spariranno presto, a patto che Luca Scinto rispetti i loro consigli: 10 giorni di riposo assoluto e di tranquillità. Dopo un giorno di degenza nell'ospedale di Lucca e tutti gli esami, che hanno rassicurato sulle sue condizioni, i medici hanno deciso di dimettere il Direttore Sportivo della Farnese Vini Neri Sottoli che oggi è tornato a casa e... a scrivere su Facebook. Anche tramite il social network, infatti, Luca Scinto vuole ringraziare tutti coloro che in questi giorni gli sono stati vicino. Tantissimi, infatti, sono stati gli auguri di pronta guarigione che ha ricevuto, non solo dagli amici e dai colleghi di una vita, ma anche da persone dalle quali non si sarebbe aspettato di ricevere un simile attestato di stima ed affetto: “Voglio ringraziare tutti coloro che si sono preoccupati per me – ribadisce il Direttore Sportivo giallo fluo – non mi aspettavo che così tante persone si interessassero delle mie condizioni. Ho ricevuto messaggi e telefonate anche da persone dalle quali non me lo sarei aspettato. Tanta attenzione e stima mi hanno davvero commosso”.

     

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

     

     

     

  • Trentino Mtb 2012 si presenta

     

     

     

    Se pensi alla mountain bike in Trentino, non puoi non prendere in considerazione quello che nei suoi primi tre anni di vita ha raccolto consensi e apprezzamenti in maniera unanime da addetti ai lavori, organizzatori e, soprattutto, dai bikers. Nel 2011 il circuito Trentino MTB è piaciuto a migliaia di atleti provenienti da ogni angolo della penisola e da oltre confine, e il prossimo anno sarà nuovamente al via con la quarta edizione dove, ad una prima occhiata, non mancano le novità.

    La voglia di tornare a pedalare dopo il lungo inverno sarà forte, ed ecco allora che la prima gara del challenge verrà anticipata al mese di aprile, precisamente a domenica 29, quando gli appassionati si ritroveranno per l’ormai “classica” ValdiNon Bike, prova di apertura a Cavareno, in Val di Non. Circa 40 km di saliscendi con dislivelli abbordabili attraverso i frutteti della zona e gli straordinari canyon di roccia, che consentiranno un morbido inizio di Trentino MTB ad ogni tipologia di biker.

    Trascorreranno solamente due settimane, e Trentino MTB salirà in sella alla novità senza dubbio più rilevante della sua quarta edizione. Domenica 13 maggio in Val di Ledro ci sarà il ritorno di una gara storica, al rientro nei circuiti della mtb che conta dopo un periodo sabbatico. Si tratta di una prova da un lato indubbiamente impegnativa, con dislivelli importanti e il passaggio per il celebre Passo del Tremalzo che farà una selezione naturale di classifica, ma, dall’altro, anche alla portata di tutti con panorami spettacolari e il Lago di Ledro a fare da sfondo suggestivo.

    Il mese di giugno sarà “affare” della 1000Grobbe Bike – 100 km dei Forti sugli Altipiani di Folgaria, Lavarone e Luserna che, come da tradizione, proporrà una tre giorni di gare tra venerdì 15 e domenica 17. Le prime due giornate saranno dedicate alle due gare di 30 km ognuna, che faranno da prologo alla leggendaria 100 km dei Forti della domenica, vinta lo scorso giugno da big come Mirko Celestino e Stefania Zanasca. Il 29 luglio Trentino MTB si sposterà tra i prati e i pascoli del Parco regionale dei Lessini, per una nuova edizione della Lessinia Bike. Una settimana più tardi (5 agosto) tutti in Val di Fiemme per la sempre affollatissima Vecia Ferovia dela Val de Fiemme, lungo l’antico tragitto del trenino che fino agli anni ’60 congiungeva la Val di Fiemme alla Valle dell’Adige.

    La chiusura del circuito sarà a dir poco…col botto, con un settembre a tutta bike. Domenica 9, Moena e il temuto-amato Lusia accoglieranno il treno dei bikers con la Polartec Val di Fassa Bike, mentre il 30 settembre si celebreranno i nuovi campioni e campionesse della quarta edizione in quel di Telve Valsugana, con la 3T Bike.

    Complessivamente, le gare del circuito in provincia di Trento rimarranno sette anche per il 2012, ed il regolamento è in fase di revisione da parte degli organizzatori, i quali intendono renderlo ancora migliore rispetto al passato. Da nord a sud, da est a ovest, il Trentino sarà invaso da migliaia di bikers che per cinque mesi infiammeranno ogni singolo evento. Nell’edizione conclusasi lo scorso ottobre, Trentino MTB ha registrato la bellezza di 6.500 iscritti complessivi, per un trend in aumento del 4% rispetto all’anno precedente.

    Dal punto di vista dei risultati, a ricevere gli allori 2011 sono stati Andrea Zamboni, ventinovenne trentino portacolori della ASD Petrolvilla – Bergner Brau, e Stefania Zanasca (Trek Stihl Torrevilla), vincitori assoluti, insieme all’inossidabile Silvano Janes (M6), agli altri trentini Ivan Degasperi (M1) e Lorenzo Zanghellini (Junior), agli altoatesini Georg Piazza (Open), Stefan Ludwig (M3) e Rolando Inama (M5), al forlivese Gilberto Perini (M4) ed al veronese Dimitri Modesti (M2), mentre fra le squadre ha vinto la GS Surfing Shop Sport Promotion.

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

     

     

  • Nove Colli 2012: si è aperta la fase di assegnazione delle griglie di partenza

     

     

    Con circa due mesi di anticipo rispetto all’edizione 2011 della Nove Colli, ha avuto inizio questa settimana l’assegnazione delle griglie di partenza. In occasione della Granfondo scorsa, l’organizzazione aveva dato il via a questa fase soltanto a gennaio, mentre quest’anno, dati i tempi record – poco meno di tre giorni – di chiusura delle iscrizioni, l’assegnazione è già cominciata. Ciò significa che già una buona parte dei preiscritti si è visto assegnare la griglia dalla quale il 20 maggio 2012 partirà per la 42ª edizione della Nove Colli.

    Dal punto di vista procedurale questo significa che se il nominativo della persona iscritta non appare più in “Verifica pre-iscrizione” è perché la griglia è già stata assegnata, cosicché la ricerca dovrà essere fatta nella sezione “Verifica pettorale”, poiché l’iscrizione è diventata definitiva. Proprio per quel che concerne l’aspetto dei pettorali, si precisa che questi saranno assegnati solo un mese prima della gara.

    Intanto resta attiva la lista d’attesa e vi è ancora la possibilità di sottoscrivere pacchetti hotel+pettorale. 

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

     

     

     

  • Team Nippo in ritiro nelle Marche

     

    Il Team Nippo è già al lavoro in vista dell’avvio della nuova stagione. Da ieri, mercoledì 23 novembre, tutta la squadra si trova in ritiro presso l’Hotel Borgo Lanciano a Castelraimondo, in provincia di Macerata, per i primi colloqui tra atleti e direttori sportivi sulla preparazione invernale e la definizione degli obiettivi in relazione al calendario agonistico del team.

    Oltre alle consuete visite mediche, i ragazzi avranno modo di conoscersi meglio e testare i nuovi materiali tecnici. Il preparatore atletico, Paolo Santello, effettuerà poi alcuni test di valutazione della loro condizione atletica.

    "Si tratta di una fase molto importante per programmare gli impegni della prossima stagione e studiare le tabelle di allenamento funzionali alle esigenze di ogni singolo atleta" spiega Andrea Tonti, Team Manager del Team Nippo. "Quasi certamente faremo un altro ritiro a dicembre e la nostra gara d’esordio sarà nel mese di gennaio. Per il 2012 puntiamo molto sull’italiano Fortunato Baliani e l’argentino Maximiliano Richeze, autori nel 2011 di una stagione ad altissimo livello grazie alle loro indiscusse doti rispettivamente di scalatore e velocista. Insieme a loro, a guidare la squadra, ci sarà il giapponese Sano Junya, più volte protagonista nelle gare nipponiche e terzo nella Japan Cup."

     

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

     

     

     

  • Delegazione Argentina, accordo ok per FIORENZUOLA 2012

     

     

    Il Direttore della 6 Giorni delle Rose Internazionale, Claudio Santi, ha incontrato a Buenos Aires i giovani scelti per la 6 giorni delle rose 2012 (10-15 luglio). Il velocista Julian Beccaglia, classe 1994 che correrà nella categoria Junior \ Under 21 e la promessa del ciclismo Argentino Lucas Gaday Orozco, classe 1993, che affiancherà l'idolo di Fiorenzuola, Sebastian Donadio, già sette volte protagonista della 6 giorni delle rose, vincitore di una 6 giorni di Torino con Marco Villa e di Cremona con il Campione Olimpico di Pechino 2008, Walter Perez. Più volte Campione Argentino e terzo in una prova di Coppa del Mondo, Sebastian è noto inoltre come ciclista cantante e sta incidendo un nuovo cd per il mercato Argentino. A Fiorenzuola tra una gara e l'altra oltre a essere autore e cantante della sigla musicale della sei giorni, dedicherà un omaggio al campione olimpico Attilio Pavesi e canterà -oltre a pezzi del suo cd- brani conosciuti di Tango Argentino. "L'accordo concluso per la delegazione 2012 -dice Seba- tutta di rappresentanti della Scuola di ciclismo Donadio, è per me un emozione e una soddisfazione incredibile, per le mie ultime gare e per il futuro della mia Scuola, che avrà un collegamento sempre speciale con la Città di Fiorenzuola e con il suo prestigioso velodromo, che mi ha fatto vivere momenti meravigliosi. Ci organizzeremo per avere un buon seguito di media in giornali, TV e internet in Argentina, Patria di moltissimi Italiani e che ha ospitato la vita del grande Attilio Pavesi". Piena soddisfazione di Claudio Santi che oltre all'accordo con i giovani ciclisti e Donadio ha incontrato la figlia del Campione Olimpico 1932 Patricia Pavesi, che ha confermato il rientro di Attilio entro Primavera per essere ricordato nel cimitero della sua Caorso.  

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

     

  • Giro for Ghisallo: donata la maglia di Bugno 1990

     

     

    Anche la rosa del 1990 è stata recuperata e sarà esposta al museo del Ghisallo. Con questa maglia indossata da Bugno Giro for Ghisallo raggiunge quota 25 maglie, un traguardo importante raggiunto in poco più di un anno.

    Il benefattore - a nome dell’intera famiglia Maderna - è Natale, famoso negli anni 80 per le sponsorizzazioni della Supermercati Brianzoli e, a seguire, della Chateau D’Ax. «Siamo all’Aprica per festeggiare la cavalcata di Gianni, quell’anno imprendibile. Mio figlio Gabriele ha da poco compiuto gli anni e si vede recapitare una delle rosa del campione monzese. Che bella serata, che bel Giro, che bei ricordi».«La prima volta che ho conosciuto Gianni correva da dilettante alla Supermercati Brianzoli, squadra che mi ero deciso a sponsorizzare grazie alla passione di un dipendente. Da quel momento, per quasi tre lustri, non ho potuto fare a meno del ciclismo. Sono uscito al momento giusto, nei primi anni 90: le cose cambiano, le persone pure. Ho preferito dare una mano in Lega, dove sono stato consigliere per 8 anni».

     

    I ricordi, però, non tramontano, rimangono intatti: «la cosa più bella, dopo le gare, sono le cene, soprattutto quelle arrangiate, organizzate all’ultimo. La sera prima del campionato del mondo a Stoccarda (1991), vinto poi da Gianni, ricordo una tavolata con Gimondi, Merckx e un Martini in vena di barzellette… Non capitano spesso situazioni del genere, in cui sono tutti a loro agio e le chiacchiere scorrono serene». La dedica sulla targa del Museo va «a tutti i compagni che mi hanno accompagnato negli anni del professionismo».

    Ricordiamo che chiunque può partecipare a Giro for Ghisallo: unica condizione è possedere una maglia effettivamente indossata da un corridore dal 1931 a oggi. Per ogni rosa recuperata, il Giro d’Italia provvederà a una donazione di 500 euro in favore della Fondazione del Museo del Ghisallo. Ecco la lista dei 22 donatori aggiornata a novembre 2011: Ivan Basso, Paolo Bettini, Andrea Noè, Fiorenzo Magni, Giorgio Cimurri, Pietro Illarietti, Piergiovanni Sciascia, Stefano Diciatteo, Pierangelo Meroni, Renzo Zanazzi, Renato Di Rocco, Paolo Savoldelli, Alfredo Martini, Aldo Colombo, Pasquale Golia, Moreno Argentin, Luca Fornara, Giovanni Visconti, Renzo Bordogna, Francesco Moser, Franco Bitossi, Natale Maderna.

     

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

     

  • Granfondo Liotto, in sella il 15 aprile

     

     

    La Granfondo Liotto - Città di Valdagno apre i battenti per il 2012.

    La 14.a edizione della classica granfondo primaverile, in calendario il 15 aprile, ha ufficialmente aperto le iscrizioni, confermando la bella iniziativa già realizzata nella scorsa stagione. Gli organizzatori dell’Asd Team Granfondo Liotto offriranno infatti ai granfondisti la possibilità di iscriversi al costo di 25 Euro, un prezzo agevolato e bloccato fino al 31 dicembre 2011, ideale anche per chi, con le festività in avvicinamento, voglia fare (o farsi) un bel regalo. Altro vantaggio da non sottovalutare è quello che riguarda la formazione delle griglie di partenza, dato che tutte le iscrizioni pervenute entro la fine dell’anno daranno automaticamente diritto all’inserimento in prima griglia.

    Per quel che riguarda gli aspetti tecnici del 2012, lo staff organizzatore è già al lavoro per definire percorsi e assetto logistico, ed è assodato che in linea di massima la gara manterrà la medesima veste della passata edizione. Stesso qualificato quartier generale a Valdagno, dunque, con stand espositivi e tutti i servizi del caso, e stessi percorsi, granfondo e mediofondo.

    I due tracciati, che lo scorso aprile hanno accolto in sella oltre 2.200 granfondisti, coprono le distanze di 130 km e 2.500 m. di dislivello nel “lungo” e 102 km e 1.450 m/dsl nel “medio”, quest’ultimo apprezzato soprattutto per chi, ad inizio stagione, non ha ancora chilometri sufficienti nelle gambe per impegnarsi con pendenze troppo impegnative. Entrambi i percorsi sono stati testati e pensati dagli organizzatori, a loro volta granfondisti in prima persona, ed offrono diverse “chicche”, dalle salite toste ai paesaggi unici, andando ad interessare le zone del vicentino ai piedi delle Piccole Dolomiti e alcune note località come Recoaro Terme e le valli del Pasubio.

    Anche alla 14.a Granfondo Liotto gli appassionati di circuiti avranno libero sfogo, la gara è stata scelta come prova d’apertura del Challenge Giordana, comprensivo di 6 rinomate gare tra Veneto, Trentino e Lombardia tra aprile e luglio 2012. La manifestazione vicentina sarà inoltre quarta prova del Campionato Italiano Granfondo e Mediofondo Udace, nonché tappa d’esordio del Campionato provinciale Udace della provincia di Vicenza.

    La rassegna del 15 aprile prossimo sarà per la 4.a volta “Memorial Gino Liotto”, in onore dell’indimenticato fondatore della Cicli Liotto Gino & Figli, azienda ora guidata dalla squadra familiare dei fratelli Pierangelo, Luigina e Doretta.

    A breve sul sito della manifestazione saranno disponibili le altimetrie e le tabelle di marcia dettagliate dei due percorsi, oltre a tutte le altre informazioni utili relative all’evento. Gli organizzatori in questi giorni stanno definendo il pacco gara e il sempre gradito gadget destinato ai concorrenti.

     

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

     

     

  • Coppa del Mondo di Ciclocross-Gli azzurri convocati per la prova di Koksijde

     

     

    Questa settimana la Coppa del Mondo di ciclocross farà tappa a Koksijde, in Belgio. Il Direttore Tecnico Fausto Scotti ha convocato gli atleti che difenderanno i colori azzurri in questo importante evento nel quale saranno schierate al via tutte le categorie: Donne, Junior, Under 23 ed Elite.

    Le gare che andranno in scena sabato 26 novembre sul tracciato sabbioso allestito sulla spiaggia belga rappresentano uno degli appuntamenti più suggestivi e importanti del calendario della Coppa del Mondo di Ciclocross.

    "Quella di Koksijde per noi rappresenta sicuramente una tappa fondamentale proprio perchè su questo stesso percorso a fine gennaio si disputeranno i campionati del mondo della specialità" spiega il D.T. Fausto Scotti. "Qui abbiamo già gareggiato anche lo scorso anno. Per questo motivo abbiamo deciso di fare del turn over in squadra, soprattutto tra gli juniores, dando la possibilità anche a chi non conosce ancora il percorso di poterlo testare. Ci presentiamo al via con un gruppo motivato e preparato. Tra gli Under 23 per Elia Silvestri la gara belga rappresenta una buona occasione per riproporsi ad alti livelli in campo internazionale dopo l’episodio accaduto ai campionati europei di Lucca. Per quanto riguarda gli Elite, Enrico Franzoi è il nostro punto di riferimento. Sta lavorando molto, ha appena terminato con la sua squadra di club, in accordo con i programmi federali, uno stage di allenamento proprio sulla sabbia e sta continuando nel migliore dei modi la preparazione finalizzata a raggiungere il top della condizione ai campionati del mondo."

    Queste le nazionali azzurre guidate dal D.T. Fausto Scotti con la collaborazione tecnica di Luigi Bielli:

     

    DONNE: Alice Maria Arzuffi (Selle Italia Guerciotti Elite), Vania Rossi (Centro Sportivo Esercito).

     

    UOMINI JUNIORES: Gioele Bertolini (Selle Italia Guerciotti Elite), Nadir Colledani (Work Service Brenta), Francesco Pedante (Iron Metal Cicli Protek), Federico Zurlo (Asd Postumia 73 Dino Liviero Cicli).

     

    UOMINI UNDER 23: Domenico Maria Salviani (Tss-Ciaponi Lubr.-A&V C.T.), Elia Silvestri (Selle Italia Guerciotti Elite), Igor Smarzaro (Carraro Team–Trentino).

     

    ELITE: Cristian Cominelli (TX Active Bianchi), Enrico Franzoi (Selle Italia Guerciotti Elite).

     

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

     

     

     

  • Maratona dles Dolomites – Enel: sorteggiati i partecipanti

     

      

    Ancora un successo per la Maratona dles Dolomites – Enel giunta alla 26. edizione. Dopo settimane di fermento che hanno movimentato il sito www.maratona.it attraverso il quale bisognava inoltrare la propria richiesta di partecipazione, il 17 novembre 2011 è avvenuto il sorteggio. Le richieste di partecipazione ammontano a ben 29.100 (di cui 2.570 donne). Un’altra cifra record, superando quella già pazzesca e oltre ogni aspettativa dello scorso anno con 28.000 richieste. Alla presenza del notaio, del patron Michil Costa e del direttore Claudio Canins, 25.019 concorrenti (lo scorso anno 24.035) si sono contesi i 4.800 posti disponibili di cui 2.400 riservati agli italiani e 2.400 agli esteri. I rimanenti posti sono destinati a coloro che hanno acquistato il pacchetto soggiorno tramite i Tour Operator di tutto il mondo o attraverso le iscrizioni di beneficenza. Interessante la percentuale di crescita anche quest’anno del numero dei partecipanti ammessi al sorteggio, un aumento del 4% rispetto all’anno scorso. In totale partiranno 9.000 ciclisti.

    Tra le novità del 2012 l’apertura della zona Expo “Villaggio Maratona” a S.Leonardo/Badia in prossimità della distribuzione pettorali già a partire dal giovedì sera.

    Sono 335 le iscrizioni a prezzo maggiorato destinato alla beneficenza. Ieri 22 novembre alle ore 18.00 c’è stata la vendita online delle prime 170 (150 Gold a 200 euro, 15 Platinum a 400 euro e 5 Crystal a 1.500 euro cadauna) il cui ricavato, detratta la quota di partecipazione di 83 euro, andrà a supportare due associazioni l’Assisport Alto Adige (www.sporthilfe.it) che sostiene veri talenti sportivi, ragazzi che non hanno la possibilità di finanziarsi le competizioni e l’Associazione Gruppi “Insieme si può” Onlus/ONG (www.365giorni.org) per la formazione e l’istruzione. Due sono i progetti scolastici che vengono finanziati all’estero: Sostegno scolastico in Togo a Agoè-Lomè e in Uganda tramite Masanafu Child And Family Support (MCAFS).

    Ulteriori 165 iscrizioni (150 iscrizioni GOLD e 15 iscrizioni PLATINUM) verranno riproposte online il 22 marzo 2012 su www.maratona.it. Con l'acquisto di un'iscrizione a prezzo maggiorato si avrà diritto ad un piccolo ricordo della manifestazione oltre che alla partenza in una griglia preferenziale.

    L’appuntamento per il prossimo anno è domenica 1 luglio 2012 e il tema dell’edizione è il Sorriso. La partenza sempre da La Villa con arrivo a Corvara, per i circa 9000 partecipanti, rigorosamente a numero chiuso, che affronteranno i tre classici percorsi: LUNGO 138 km con 4190 mt di dislivello, MEDIO 106 km con 3090 mt di dislivello e SELLA RONDA 55 km con dislivello di 1780 mt. Confermata anche la diretta televisiva su Raitre e la chiusura al traffico dei passi dolomitici durante lo svolgimento della gara.

    Di particolare interesse per i bambini dai 6 ai 12 anni è la speciale sessione di gara che vede anche loro protagonisti della MARATONA FOR KIDS SPORTFUL con la partecipazione di 400 bambini e con la collaborazione di Maria Canins.

     

    DESCRIZIONE APPROFONDITA PROGETTI BENEFICENZA 2012:

     

    PROGETTO 1: Sostegno scolastico in TOGO

    Il progetto di solidarietà principale “Sostegno scolastico” si attuerà ad Agoé-Lomè in Togo. Gli obiettivi del progetto sono:

    - promozione della formazione e dell’istruzione dei bambini poveri;

    - riduzione del tasso di dispersione scolastica e analfabetismo;

    - sostegno delle spese di apprendistato a chi ha abbandonato gli studi;

    - pagamento delle rette scolastiche per un gruppo di alunni delle scuole primarie e secondarie;

    - dotazione di libri di testo, quaderni e divise scolastiche.

    Nella regione di Agoè-Lomè la dispersione scolastica, l’abbandono delle classi, le numerose bocciature sono gravi problemi. Attualmente circa il 90% dei bambini inizia il ciclo di istruzione primaria, e in media, il 50% abbandona prima di aver concluso il quarto anno. L’istruzione e la formazione dei giovani sono l’elemento essenziale per costruire una società più preparata che progressivamente elimini la povertà e dia ad ogni persona la possibilità di trovare il necessario per vivere dignitosamente.

     

    PROGETTO 2: Sostegno scolastico in UGANDA MCAFS

    Masanafu Child And Family Support (MCAFS) è un associazione nata nel 1999 per far fronte al crescente problema della povertà e del degrado umano nella periferia di Kampala (Uganda), con particolare attenzione ai bambini e ai ragazzi. L’organizzazione è stata fondata a Namuwongo, un slum di 15.000 persone dove più della metà delle persone vive al di sotto della soglia di povertà. La maggior parte dei nuclei familiari ha una media di 6 figli e si guadagna da vivere attraverso lavori di fortuna.

    L’obiettivo principale di MCAFS è la lotta al sottosviluppo, attraverso l’istruzione e i corsi professionali.

    Le attività di MCAFS comprendono: una scuola professionale per una centinaio di ragazzi a rischio, nella quasi totalità orfani; supporto a 103 bambini (finanziamento delle tasse scolastiche e del materiale didattico); corsi di formazione; supporto alle famiglie e alla comunità attraverso progetti di agricoltura sostenibile.

    La scuola professionale di MCAFS è operativa dal 2003. Nel corso degli anni, grazie al Direttore Nicholas Yiga – anima intraprendente e molto responsabile della scuola e della comunità dei giovani locali - e con l’assistenza tecnica e i contributi di “Insieme si può…”, è diventata una delle scuole di formazione più rinomate dell’intera città. Attualmente vengono organizzati corsi di falegnameria, meccanica, motoristica, muratura, computer, sartoria, parrucchiera e manicure per oltre 100 ragazzi e ragazze. Lo scorso anno è stata realizzata anche un’ampia libreria che permette a centinaia di studenti di approfondire e sviluppare le proprie conoscenze.

    La scuola necessita di intraprendere ora un salto di qualità, per raggiungere gli standard previsti dal Ministero dell’Istruzione Ugandese ed essere parificata con le scuole pubbliche. Per ottenere tale riconoscimento (che renderebbe formali i diplomi rilasciati a fine corso) la scuola deve però dotarsi di aule vere e proprie. Al momento, infatti, esistono solo una serie di officine che vengono impiegate anche come classi per le lezioni teoriche.

    L’Ong “Insieme si può…”, in considerazione del grande valore umano e sociale che questa scuola ricopre a beneficio di giovani altrimenti condannati ad una vita di miseria e emarginazione, ha scelto di impegnarsi con Maratona Dles Dolomites- Enel nel sostegno a questo programma.

    Il progetto prevede la costruzione di un complesso scolastico, disposto su tre piani, comprensivo di aule scolastiche, di un ufficio per la direzione e gli insegnanti e di un salone espositivo in cui presentare e promuovere i lavori realizzati dai ragazzi nelle officine meccaniche e nelle falegnamerie.

    L’inizio dei lavori è previsto per l’aprile 2012 e il completamento dell’opera è atteso per il mese di aprile 2013.

    L’intenzione è di dedicare questa importante struttura alla memoria del Presidente di “Insieme si può…” Mario Fontana, venuto a mancare l’8 aprile di quest’anno. Mario, convinto sostenitore di questo progetto, sempre ha guidato l’azione concreta di ISP nel promuovere l’istruzione professionale come chiave per la lotta al sottosviluppo e alla povertà per i giovani nati e cresciuti nelle aree più povere del nostro pianeta.

     

    ALCUNE DATE DA RICORDARE:

    12 gennaio 2012: inizio regolarizzazione delle iscrizioni;

    22 marzo 2012: vendita delle restanti 165 iscrizioni a prezzo maggiorato sul nostro sito;

    12 aprile 2012: termine ultimo per la regolarizzazione delle iscrizioni;

    24 giugno 2012: Sella Ronda Bike Day

    8 luglio 2012: Cronoscalata Arabba - Passo Pordoi

    23 settembre 2012: Sella Ronda Bike Day

     

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

     

     

     

  • L’organico della Liquigas-Cannondale 2012 è completo

     

     

    Una rosa completa e ben assortita, costruita attorno a solide basi e con lo sguardo rivolto al futuro. Sono questi i tratti connotanti dell’organico della Liquigas-Cannondale che, per il 2012, si compone di 29 atleti. Diciotto gli atleti italiani, undici quelli stranieri e sei i nuovi innesti: gli italiani Federico Canuti e Daniele Ratto, i due neoprofessionisti (entrambi italiani) Stefano Agostini e Moreno Moser, i due colombiani Josè Sarmiento e Carlos Alberto Betancur. Quest’ultimo (che ha regolarmente sottoscritto un contratto con Liquigas Sport) non sarà però presente ai primi ritiri collegiali al Passo San Pellegrino e in Sardegna, in attesa che gli organi competenti si esprimano sulla vicenda contrattuale.

    Confermatissimo il nucleo storico del team a partire dai suoi capitani Ivan Basso, Vincenzo Nibali e il campione slovacco Peter Sagan. Insieme a loro affronteranno la stagione 2012: gli italiani Elia Viviani, Daniel Oss, Eros Capecchi, Valerio Agnoli, Damiano Caruso, Mauro Da Dalto, Tiziano Dall’Antonia, Paolo Longo Borghini, Alan Marangoni, Fabio Sabatini, Cristiano Salerno e Alessandro Vanotti; i polacchi Maciej Bodnar, Maciej Paterski e Sylwester Szmyd; gli americani Timmy Duggan e Ted King; lo sloveno Kristijan Koren, il tedesco Dominik Nerz e lo slovacco Juraj Sagan.

    «Il primo obiettivo che ci siamo prefissi pensando al 2012 era quello di confermare, per quanto possibile, il già competitivo organico dell’anno scorso» afferma il team manager Roberto Amadio. «Siamo riusciti nel nostro intento e, con gli inserimenti mirati di corridori affidabili e giovani, possiamo guardare alla prossima stagione con grande ambizione».

    Insieme agli atleti la Liquigas-Cannondale ha confermato per intero anche la squadra dei direttori sportivi: dagli storici Stefano Zanatta e Dario Mariuzzo, presenti sin dall’inizio dell’avventura di Liquigas Sport nel 2005, a Mario Scirea, Paolo Slongo (preparatore unico del team), Alberto Volpi e Biagio Conte, entrati in squadra negli anni successivi.

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

     

     

  • Video Time VRS Fluidity 2012

    Nel video la bici Time VRS Fluidity 2012

  • Video Cervélo R3 Team

  • Video Scott Foil 2012

    Video Scott Foil 2012

  • Video Ridley X-Fire 2012

    Video Ridley X-Fire 2012

  • Video Passoni Nero XL 2012

    Video Passoni Nero XL 2012

  • Fabio Felline firma per la Androni Giocattoli

     

     

    Liberatosi dal contratto che lo legava alla Geox, in seguito alla licenza negata dalla UCI alla squadra di Mauro Gianetti, Fabio Felline, assistito dal Procuratore Beppe Rivolta, ha firmato con Gianni Savio, Team Manager della Androni Giocattoli – Cipi, un contratto biennale con validità dal 1° gennaio 2012 al 31 dicembre 2013. Passato Professionista nella scorsa stagione a soli vent’anni, Fabio Felline ha già ottenuto quattro vittorie: due tappe e la classifica finale nel Circuit Lorraine e una frazione al Brixia Tour. “ E’ un talento naturale – ha dichiarato Gianni Savio – un giovane che ha già raggiunto un buon equilibrio psico-fisico e che nella nostra squadra potrà trovare l’ambiente ideale per realizzarsi completamente”.

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

     

     

  • Video Passoni Light Steel 2012

    Video Passoni Light Steel 2012

  • Video Orbea Orca Bronze 2012

    Video Orbea Orca Bronze 2012

  • Video Look 996 2012

    Video Look 996 2012

  • Video Look 586 UD 2012

    Video Look 586 UD 2012

  • Video Merida O.Nine Pro XT 2012

  • Video Look 566 2012

    Video Look 566 2012

  • Video Guerciotti Cartesio 2012

    Video Guerciotti Cartesio 2012

  • Video Guerciotti Eclipse Plus 2012

    Video Guerciotti Eclipse Plus 2012

  • Cambia il percorso alla Granfondo Laigueglia

     

      

    Dopo parecchi anni, il percorso della 13a edizione della Granfondo Internazionale Laigueglia, subisce un cambiamento profondo, perdendo la mitica scalata al Passo del Ginestro, la maggiore asperità di giornata.

    La modifica è stata doverosa a causa dei grossi problemi di viabilità che hanno interrotto il traffico sulla strada che porta al passo rendendolo così irraggiungibile.

    Il comitato organizzatore del GS Alpi, presieduto da Vittorio Mevio, non si è certo perso d'animo trovando un'alternativa che renderà ancora più affascinante l'ultima salita:

    si scalerà infatti l'ascesa al comune di Testico sul versante di Garlenda. Ovviamente non mancherà il tanto apprezzato Salsiccia Party!

    Il percorso misurerà 100km e presenterà un dislivello di 1651m, ponendo il GPM a quota 474m slm di Testico. Il traguardo sarà nuovamente posizionato a Colla Micheri, permettendo così un arrivo che garantirà il massimo della sicurezza per i ciclisti.

    Anche per questa edizione è stata richiesta una sospensione temporanea della circolazione per un tempo sufficiente ad assicurare la chiusura del traffico per tutti i partecipanti. Nei prossimi giorni gli enti preposti a confermare questa sospensione daranno il loro parere.

    E' invece in via di definizione il pacco gara, che promette comunque di essere ricco.

    E' stata anticipata la partenza alle 9.30 in modo di fare giungere anche gli ultimi partecipanti in un orario dove comunque il traffico sarà sicuramente ridotto.

    Si avvisa che, a differenza delle precedenti edizioni, non sarà possibile partire davanti ai tappetini. Coloro che non avranno il rilevamento sul tappetino di partenza saranno estromessi dalle classifiche.

    Le iscrizioni sono già aperte dal 1° novembre 2011 e si riceveranno fino alle ore 20,00 di sabato 4 febbraio 2012

    La quota d’iscrizione di € 30,00 comprende il pacco gara, ristori, docce, pasta party, assistenza meccanica (anche il sabato) e sanitaria.

    Non saranno più ritenute valide le iscrizioni pervenute dopo il 04/02 se non quelle effettuate sul posto nelle giornate di sabato 11/02 (09,00/12,00 – 14,30/19,30) e domenica 12/02 (06,30/09,00) con una sopratassa di € 5,00;

    La Granfondo Internazionale Laigueglia sarà valida come prova di apertura del Giro delle Regioni C-Perfomance, della Coppa Lombardia C-Performance, della Coppa Liguria e del Gran Trofeo.

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

     

     

     

  • Corratec Super Bow 29er 2012 Video

    Video Corratec Super Bow 29er 2012

  • Video Canyon Gran Canyon AL 29er 2012

    Nel video la bici Canyon Gran Canyon AL 29er 2012

  • Video Canyon Ultimate AL 2012

    Nel video la bici Canyon Ultimate AL 2012

  • Cinelli Laser 2012 Video

    Nel video la bici Cinelli Laser 2012.

     

    {flv}cinellilaser{/flv}
  • Video Obea Occam S10 2012

  • Corratec X-Force 2012 Video

    Nel video la bici Corratec X-Force 2012.

     

    {flv}corratec2circle{/flv}
  • Corratec Revolution 2012 Video

    Nel video la bici Corratec Revolution 2012.

     

    {flv}corratecsuperlight{/flv}
  • Granfondo fi’zi:k cambia look

     

     

    Tre, il numero perfetto, come le edizioni della Granfondo fi’zi:k. Il classico appuntamento di ciclismo su strada è in calendario il prossimo maggio, con una novità che riguarda innanzitutto la data, spostata dal 1° maggio a domenica 6 maggio 2012.

    Altra importante news riguarda la location, la sede di partenza e arrivo per la 3.a edizione della Granfondo fi’zi:k sarà la suggestiva città di Marostica, nel vicentino, bandiera arancione del Touring Club Italiano e famosa per la cultura, per le coltivazioni di ciliegie e per gli scacchi. Proprio la scenografica Piazza degli Scacchi, quella dove si disputa la nota “partita a scacchi” con personaggi viventi, ospiterà logistica e servizi della granfondo vicentina, come sempre attenta ai partecipanti, alla bellezza dei percorsi e alla qualità dell’organizzazione.

    La decisione di collocare lo start in una nuova sede nasce dalla volontà espressa dal “motore” stesso della manifestazione, l’azienda vicentina fi’zi:k, legata al mondo del ciclismo e nota soprattutto per la produzione di selle. In particolare, Marostica risponde all’esigenza di avvicinare l’evento alla sede della ditta, collocata appunto a Pozzoleone, a pochi km dalla nuova località di partenza. L’indiscussa bellezza della location, inoltre, conferisce una nota positiva ulteriore e un valore internazionale all’evento, consentendo anche ai ciclisti stranieri di godere di un’opportunità unica di soggiorno sportivo e soprattutto di domenica, fatto questo fondamentale per i corridori d’oltralpe.

    "Siamo sicuri che il colpo d’occhio regalato da Piazza degli Scacchi colma di ciclisti emozionerà tutti, sia chi prenderà parte alla gara sia chi la guarderà da fuori", ha commentato Gabriele Benedetti, responsabile fi’zi:k Italia, "senza dubbio si tratta di una delle piazze più incantevoli d’Italia. Prima di concentrare le energie sull’organizzazione della prossima edizione, è doveroso ringraziare ancora una volta il comune di Zanè, il comitato organizzatore e tutti i volontari che ci hanno supportato nel 2011, rendendo possibile una grande giornata di festa e di sport".

    La scorsa primavera la Granfondo fi’zi:k aveva festeggiato, in una splendida giornata di sole, la prova di quasi 2.000 granfondisti, ed in particolare Matteo Cappè e Marina Ilmer, vincitori del “lungo” di 149 km, insieme a Serena Gazzini e Marco Fochesato, primi nel “medio” di 89 km.

    Anche il prossimo maggio si prospetta dunque una gara da non perdere, dal punto di vista ciclistico la scelta di Marostica appare del tutto motivata, non solo per la vicinanza fisica all’azienda fi’zi:k ma anche per gli sportivi illustri legati alla località veneta, dove sono nati ad esempio il vincitore del Giro d’Italia 1981 Giovanni Battaglin e l’oro mondiale e bronzo olimpico a Pechino Tatiana Guderzo.

    L’appuntamento per tutti gli appassionati è quindi per il 6 maggio, a breve verranno ufficializzati anche i rinnovati percorsi, anche se è già certa una “chicca”, ovvero il passaggio in quota sull’Altopiano di Asiago per chi sceglierà il percorso lungo. Come la scorsa stagione, la Granfondo fi’zi:k è confermata all’interno dei maggiori circuiti nazionali di granfondo, e sarà seconda tappa sia del Challenge Giordana sia del circuito Nobili.

    Il nuovo evento sta dunque prendendo forma, e nei prossimi giorni saranno predisposte anche le varie iniziative collaterali.

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

     

     

  • Team Idea: pronta la squadra Continental di professionisti

     

     

    Ecco finalmente il “Team Idea 2010”, squadra professionisti del circuito “Continental” del general manager Pier Gaffuri, del team manager Davide Boifava e del direttore sportivo Mario Manzoni. Sono dieci gli atleti che compongo l'organico della nuova formazione equipaggiata da biciclette Carrera.

    "Contiamo su un gruppo molto affiatato – spiega dall’alto della sua esperienza il team manager Davide Boifava- che ha diverse individualità molto importanti a cominciare da Marco Frapporti, che ha già vinto tre corse fra i professionisti, dallo scalatore Alessandro Bisolti che avrà lo spazio per dimostrare il suo talento in salita, dai maturi De Maria, Barla e Ratti, dalla scommessa Cominelli che dopo la parentesi con il ciclocross esordirà su strada, e da giovani desiderosi di imparare come Dodi, Palini, Karimov e mio figlio Simone".

    Il Team Idea 2010, formazione milanese il cui progetto è nato da un’idea di Pier Gaffuri, è alla vigilia della sua prima stagione nella massima categoria che andrà ad affrontare con le idee chiare e chiare ambizioni. Gaffuri e tutti i suoi collaboratori hanno allestito un gruppo omogeneo formato da elementi con buone potenzialità il cui obiettivo sarà quello di essere protagonisti in corsa.

    "E’ una grande opportunità, per questi ragazzi, di far vedere quello che valgono in una squadra nuova e moderna come il Team Idea – conclude Boifava. Auguro a questi atleti di ottenere quello che vogliono". La squadra è consapevole delle proprie capacità e conscia degli aspetti che dovranno essere migliorati.

    C’è fiducia nei loro mezzi e nella possibilità di fare risultato.

     

    Roster 2012

    Barla Luca nato a Sanremo (Im) il 29-09-1987 (prof dal 2008);

    Bisolti Alessandro nato a Gavardo (Bs) il 07-03-1985 (prof dal 2009);

    Boifava Simone nato a Brescia il 26-07-1985 (prof dal 2011);

    Cominelli Cristian nato a Breno (Bs) il 22-05-1988 (neoprofessionista);

    De Maria Giuseppe nato a Varese il 30-08-1984 (prof dal 2009);

    Dodi Luca nato a Parma il 26-05-1987 (neoprofessionista);

    Frapporti Marco nato a Gavardo (Bs) il 30-03-1985 (prof dal 2008);

    Karimov Ruslan nato a Chirchik (Uzbekistan) il 22-05-1986 (neoprofessionista);

    Palini Andrea nato a Gardone Val Trompia (Bs) il 16-06-1989 (neoprofessionista);

    Ratti Aristide nato a Lecco il 07-06-1982 (prof dal 2008).

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

     

     

  • Corratec C-Time 2012 Video

    Nel video la bici Corratec C-Time 2012.

     

    {flv}corratectt{/flv}
  • Corratec X-Bow 2012 Video

    Nel video la bici Corratec X-Bow 2012.

     

    {flv}corratecxbow{/flv}
  • Graziato, neo-pro con la Lampre-ISD

     

     

    Per la Lampre-ISD, un neo professionista che ha già mostrato in blu-fucsia le sue qualità. Massimo Graziato, stagista nel 2011 con la squadra del general manager Saronni, passerà a tutti gli effetti nell'organico della Lampre-ISD come neo-pro: nato a Este (Padova) il 25/9/1988, Graziato ha ottenuto da dilettanti successi quali il Trofeo Edil 2010, la Vicenza-Bionde 2010 e la tappa di Pordenone nel Giro del Friuli 2011.

    Nella stagione 2011, il corridore veneto ha potuto farsi apprezzare dallo staff tecnico della Lampre-ISD e dai compagni di squadra nelle numerose corse disputate da stagista a partire dal Giro del Portogallo (contribuendo alla vittoria di due tappe da parte di Gavazzi) per arrivare alla Parigi-Tours.

    Comunicato Stampa

     

     

     

     

  • Eurobike 2011 - 5^ Parte

    In ordine di pubblicazione tutti gli articoli inerenti le novità del settore

    PowerTap 2012

    Enve 2012

    Fulcrum 2012

    Campagnolo 2012

    Tifosi 2012

    Salice 2012

    Sidi 2012

    Rudy Project 2012

    Busch+Muller 2012

    Elite 2012

    KHS Bicycles 2012

    Assos 2012

    Fondriest 2012

    Boo Bicycles 2012

    PowerBar 2012

    Trelock 2012

    Vittoria Shoes 2012

    Miche 2012

    Vittoria 2012

    Endura 2012

    Tacx 2012

    Shimano abbigliamento 2012

    Shimano 2012

    Rotor 2012

    Polar 2012

    Ortlieb 2012

    Geax 2012

    3T Cycling 2012

    Alpinestars 2012

    Deda Elementi 2012

    Ghost 2012

    ICE 2012

    Limar 2012

    Ritchey 2012

    DT Swiss 2012

    Schwalbe 2012

    Syncros 2012

    Sram 2012

    Sugoi 2012

    Vaude 2012

    Las 2012

    Mavic Abbigliamento 2012

    TranzX PST 2012

    Tern 2012

    Vaude 2012

    Selle Royal 2012

    Pearl Izumi 2012

    Ratio 2012

    San Marco 2012

    Selle Italia 2012

    Mavic Ruote 2012

    Las 2012

    Mavic Abbigliamento 2012

    Fondriest 2012 Foto Gallery

    Basil 2012

    Gore Bike Wear 2012

    Ambrosio 2012

    Endura 2012 Foto Gallery

    DMT 2012

    Alpinestars 2012 Foto Gallery

    Campagnolo SportsWear 2012

    Guerciotti 2012

    ICE 2012 Foto Gallery

    Kona 2012

    Eddy Merckx 2012

    Briko 2012

    Ratio 2012 Foto Gallery

    Orbea 2012

    Sugoi 2012 Foto Gallery

    Lapierre 2012

    Look Cycle 2012

    Gore Bike Wear 2012 Foto Gallery

    Mongoose 2012

    GT Bikes 2012

    Bergamont 2012

    Lapierre 2012 Foto Gallery

    Fuji Bikes 2012

    BH Bikes 2012

    GT Bikes 2012 Foto Gallery

    Mongoose 2012 Foto Gallery

    Corratec 2012

    Look Cycle 2012 Foto Gallery

    BMC Bikes 2012

    Stevens Bikes 2012

    Bergamont 2012 Foto Gallery

    Time Bikes 2012

    Kona 2012 Foto Gallery

    Time Bikes 2012

    Kona 2012 Foto Gallery

    Orbea Occam 2012

    Eurobike 2011 Foto Gallery Componenti-Abbigliamento-Ecc

    Eddy Merckx 2012 Foto Gallery

    Passoni 2012

    Guerciotti 2012 Foto Gallery

    Canyon Bikes 2012

    Fuji Bikes 2012 Foto Gallery

    Fuji Bikes 2012 Foto Gallery

    Diadora 2012

    Cube Bikes 2012

    BH Bikes 2012 Foto Gallery

    Diadora 2012 Foto Gallery

    Vredestein 2012: oltre 100 anni di successi e innovazione

    Bianchi 2012

    Corratec 2012 Foto Gallery Eurobike

    Garmin 2012

    Dedacciai Strada 2012

    Stevens 2012 Foto Gallery

    BMC Bikes 2012 Foto Gallery

    Eurobike 2011 - 5^ Parte

    Stevens 2012 Foto Gallery

    BMC Bikes 2012 Foto Gallery

    Passoni 2012 Foto Gallery

    Ambrosio Equilibrium 2012

    Centurion 2012

    Dedacciai Strada 2012 Foto Gallery

    Simplon 2012

    Time 2012 Foto Gallery

    Cinelli 2012 Foto Gallery

    Cipollini 2012

    Bianchi 2012 Foto Gallery

    Scapin 2012

    Canyon 2012 Foto Gallery

    Merida 2012

    Cube 2012 Foto Gallery

    Storck 2012

    Focus Bikes 2012

    BlackBurn 2012

    Ambrosio Equilibrium 2012

    Centurion 2012 Foto Gallery

    Scapin 2012 Foto Gallery

    Simplon 2012 Foto Gallery

    Cervélo 2012

    Bell Helmets 2012

    Ridley 2012

    Scott 2012

    Cipollini 2012 Foto Gallery

    Merida 2012 Foto Gallery

    Una Ridley confortevole

    Giro Guanti 2012

    Felt 2012

    Trek 2012

    Storck Bikes 2012 Foto Gallery

    Cervélo 2012 Foto Gallery

    Focus Bikes 2012 Foto Gallery

    Giro Scarpe 2012

    Viner 2012

    Specialized 2012

    Ridley 2012 Foto Gallery

    Scott 2012 Foto Gallery

    Felt 2012 Foto Gallery

    FRW HARDER 2012

    FRW Bike 2012

    FRW NAPA VALLEY 2012

    FRW 2012: video FRW Harder 2012

    FRW 2012: video FRW Napa Valley 2012

    Giro Helmets 2012

    Pinarello 2012

    Cannondale 2012

    Viner 2012 Foto Gallery

    Specialized 2012 Foto Gallery

    Trek 2012 Foto Gallery

    Giant 2012 Foto Gallery

    FRW 2012: il resto della gamma Road, Mtb ed Urban

    FRW LANCER 2012

    Easton 2012

    Pinarello 2012 Foto Gallery

    Cannondale 2012 Foto Gallery

    FRW SYCAMORE 2012

    FRW 2012: video FRW Sycamore 2012

    FRW 2012: video FRW Napa Valley Super Record 2012

    FRW 2012: video FRW West Lake 2012

    FRW 2012: video FRW Syrah 2012

    FRW 2012: video FRW Potrero Hills 2012

    FRW 2012: video FRW Saphir 2012

    FRW 2012: video FRW Syrah Carbon 29er 2012

    FRW 2012: video FRW Hunters Point 2012

    FRW 2012: video FRW Hunters Hill 2012

    FRW 2012: video FRW Gig Bear 2012

    FRW 2012: video FRW Canmore 2012

    FRW 2012: video FRW Diamond Heights 2012

    Selle San Marco 2012: Spid e Protek

    Michelin Mtb 2012: Wild Grip’R2 e Wild Race’R Ultimate

    Anteprima Ambrosio 2012

    Campagnolo 2012: Campagnolo Shamal Ultra 2012 – Campagnolo Eurus 2012

    Vision 2012

    FSA 2012

    MIC-Shimano 2012

    Shimano 2012

    Shimano 2012: Foto Gallery In prova: Rudy Project Zuma

    Anteprima Garmin 2012

    Anteprima Vittoria Shoes 2012


  • Cube Agree GTC 2012 Video

    Nel video la bici Cube Agree GTC 2012.

     

    {flv}cubeagree{/flv}
  • Cube Elite Super HPC 2012 Video

    Nel video la bici Cube Elite Super HPC 2012.

     

    {flv}cubeelite{/flv}
  • Il circuito “Marche in Bici” premia e si presenta

     

    "Marche da scoprire, Marche da pedalare" con questo motto ha preso ufficialmente il via la stagione ciclistica amatoriale marchigiana 2011. All’hotel Klass di Castelfidardo il circuito “Marche in Bici” ha festeggiato i protagonisti della passata edizione e chiuso il registro del 2010. Nell’occasione è stato presentato il nuovo “cartellone”, arricchito di una manifestazione. Il circuito passa da quattro a cinque prove e raggiunge l’assetto definitivo: variegare ulteriormente l’offerta ai partecipanti, senza vincolare troppo gli abbonati, è alla base della decisione degli organizzatori.

    La festa di “Marche in Bici” è stata la festa dei protagonisti, di quanti hanno pedalato lungo le strade marchigiane indipendentemente dal risultato. Sul palco sono saliti i vincitori delle varie categorie, ma l’applauso coinvolgeva e avvolgeva tutti i ciclisti, tutti i partecipanti. Perché non bisogna mai dimenticare lo spirito che è alla base di queste Gran Fondo: la voglia di pedalare in compagnia alla scoperta di un territorio ineguagliabile, per ciclisti e familiari al seguito. Manifestazioni dove la sfida con se stessi prevale sull’agonismo esasperato e il piacere della convivialità prende il sopravvento sulla ricerca del risultato assoluto.

    È uno spirito nuovo quello che la struttura amatoriale della Federciclismo marchigiana cerca di promuovere attraverso “Marche in Bici”, uno spirito che riallacci il mondo amatoriale alle radici profonde del ciclismo, della passione per lo sport più bello e coinvolgente del mondo. Uno sport fatto di fatica e del piacere di condividerla con chi ci pedala accanto. Uno sport che regala sensazioni uniche, al di là di una sterile classifica.

    La serata si è rivelata una sorta di incontro ecumenico fra tesserati dei vari enti di promozione: hanno, infatti, partecipato e sono stati premiati anche corridori e società non iscritte alla Fci. Perché il ciclismo è il simbolo della libertà, di uno sport senza steccati. E il dialogo fra chi pedala è indispensabile per progettare il futuro.

     

    Ecco le cinque prove di “Marche in Bici” 2011:

    -Domenica 13 marzo 2011 - GF del Conero Cinelli – Ancona - www.granfondodelconero.it

    -Domenica 17 aprile 2011 – GF Colline del Verdicchio - Serra De' Conti (An) - www.collinedelverdicchio.it

    -Domenica 1 maggio 2011 - GF Maremonti – San Benedetto del Tronto (Ap) - www.pedalerossoblu-picenum.it

    -Giovedì 2 giugno 2011 - GF 7 Muri Fermani - Fermo - www.7murifermani.it

    -Domenica 12 giugno 2011 - GF dell'Adriatico - Senigallia (An) - www.gfadriatico.it

     

    Questo l’elenco dei premiati

     

    Società:

    Ciclismo e Solidarietà, Ciclistica Recanati, Melania, Osimo Stazione , Pedale Fermano, Giudici di Gara Marche, New Limit, Pedale Aguglianese, Picenum Plast, Eco Services, Superbike Club, Team Ponte, Olimpia-Cicli Marocchi, Valenti Team, Team Cingolani, Fanese, Mobili Rimini, Gruppo Sportivo Esercito, Simoncini, Smirra Bike, Massi Club, Team Bici Sport, Picenum e Stella Bike.

     

    Atleti:

    Bartoli Federico, Giuliani Armando, Amabili Piero, Isidori Enzo, Mancini Bruno, Bufalini Lorenzo, Corallini Aldo, Miglionico Michele, Miniello Stefano, Montelpare Mauro, Pelliccetti Luca, Soldi Italo, D’andrea Alessandro, Lattanzi Pietro, Maurizi Manuel, Pierangelini Antonio, Rosario Vinicio, Sprecacè Primo, Pignocchi Davide, Battistelli Claudio, Conti Giulio, Bucci Glauco, De Carolis Fabio, Baldoni Roberto, Filippi Federico, Torriani Roberto, Frulla Claudio, Alessandrini Alessandro, Olivi Alessio, Capodaglio Luca, Marinozzi Michele, Mencaroni Luciano, Bevilacqua Luca, Rubechini Luca, Battistelli Emanuele, Pieroni Mauro, Zanca Leonardo, Mingroni Pietro Paolo, Ramazzotti Roberto, Ceselli Maurizio, Pierangelini Antonio, Antonioni Laura, Palazzo Lavinia, Schiavoni Orietta, Cataffo Giannamaria e Martina Scoppa.

     

     

     

     

     

     

  • Primo ritiro per il Geox-TMC, ...

    Primo ritiro per il Geox-TMC

     

    Il nuovo Team Geox-TMC si ritrova da domattina a sabato nella località di Hoznayo nella regione della Cantabria per il primo ritiro in vista del debutto agonistico nel 2011. I ventidue corridori confermati nella squadra di Mauro Gianetti avranno come quartiere generale durante le quattro giornate l’Hotel Villa Pasiega, dove saranno pianificati i programmi agonistici di ogni signolo ciclista. Inoltre, questo primo stage servirà per i test fisici e attitudinali, che saranno effettuati dallo staff medico del team. Alcuni responsabili di Diadora saranno presenti per verificare le misure dell’abbigliamento e delle innovative scarpe da competizione. I corridori riceveranno la nuova bicicletta Fuji, modello Altamira, con le quali inizieranno a preparare la prossima stagione agonistica, che per la squadra spagnola inizerà dal -18 al 24 di gennaio- con la partecipazione al Tour de San Luis in terra argentina.

     

    Ecco il primo ritiro 2011 delle Top Girls Fassa Bortolo

     

    E' già tempo di primo raduno ufficiale della stagione 2011 per le TOP GIRLS FASSA BORTOLO. Le portacolori bluarancio del team di Lucio e Cristina Rigato si ritroveranno infatti da giovedì a domenica a Spresiano per effettuare i primi importanti test fisici di valutazione e provare i primi materiali ufficiali.

    Questo primo raduno ufficiale sarà importante anche per cementare il giusto feeling tra le nuove portacolori bluarancio Simona Frapporti, Elisa Longo Borghini e Giulia Ronchi con lo "zoccolo duro" del team trevigiano rappresentato dalle confermate Elena Berlato, Valentina Carretta, Jennifer Fiori e Silvia Valsecchi. Non sarà della partita solo l'australiana Bridie O'Donnell, ultimo acquisto in casa Top Girls, che raggiungerà le compagne solo a inizio 2011.

    Uno dei momenti più importanti di questo primo ritiro ufficiale della stagione 2011 sarà rappresentato dai test di valutazione fisica, che per la prima volta in casa Top Girls Fassa Bortolo saranno svolti sotto la guida del tecnico Paolo Slongo, già direttore sportivo e responsabile della preparazione dei professionisti nel team Liquigas.

    Nelle stesse giornate, le Top Girls Fassa Bortolo si recheranno poi presso lo stabilimento Gaerne per provare le scarpe da corsa che calzeranno nella prossima stagione.

     

    Grande successo a Prima Porta con il Trofeo XX Municipio-Coppa Presidente Gianni Giacomini nel segno di Pizzo, Lenti, Tuia, Folcarelli senior e junior

     

    Nutrita partecipazione di atleti a Prima Porta (Roma) in occasione della seconda edizione del Trofeo XX Municipio-Coppa Presidente Gianni Giacomini organizzata dall’Asd GS Simonetti con il patrocinio del Ventesimo Municipio che si è corsa nel segno dell’allievo Emanuele Pizzo vincitore della batteria di 30 minuti, dello juniores Adriano Lenti incontrastato leader in quella di 40 minuti. E poi la “famiglia” Folcarelli con il master 2 Massimo e il G6 Antonio che si sono portati a casa rispettivamente quella di 60 minuti e quella promozionale di 20 minuti.

    Una giornata resa impegnativa dal fango e dalla pioggia copiosa caduta specialmente nella terza sessione di gara ma che non ha scoraggiato i 133 corridori in rappresentanza di 36 squadre provenienti da Lazio, Toscana ed Umbria. Osservati speciali gli atleti laziali, tra master e agonisti, che sono scesi in campo per conquistare le 22 maglie di campione regionale Fci della specialità.

    Location di gara il Parco Marta Russo a Colli d’Oro-Labaro al cui interno è stato ricavato il circuito di 2300 metri che prevedeva una serie di saliscendi, tratti di single track, un tratto di marciapiede che costeggiava Via Gemona del Friuli e una rampa sterrata di una decina di metri da affrontare a piedi. Un tracciato misto che ad ogni giro presentava ben 35 metri di dislivello.

    I primi a scendere in campo sono stati gli atleti delle categorie minori con esordienti ed allievi (durata 30 minuti) e la consueta batteria promozionale per i G6 (20 minuti). Dominatori della scena gli allievi Emanuele Pizzo (Guazzolini Coratti-Fassa Bortolo) e Yuri Brocchetti (UC Anagni-Cicli Nereggi) con la sorpresa Federico Proietti (Asd Soriano Ciclismo) che non solo si è piazzato terzo assoluto ma è risultato il migliore tra gli esordienti. Emanuele Pizzo ha deciso la gara nei due giri conclusivi portandosi a casa vittoria e titolo regionale. Un avvio in salita nonostante una caduta che lo ha costretto ad inseguire il diretto rivale Brocchetti e il campione laziale uscente Eros Capati (Mtb Grotte di Castro) che si è arreso nelle battute iniziali per l’influenza: “all’inizio ho fatto una buona partenza ma vista l’irregolarità del terreno era difficile mantenere le posizioni – ha affermato l'allievo di secondo anno Emanuele Pizzo - Sinceramente mi sono trovato in difficoltà e non riuscivo a tenere la ruota di Eros Capati. Uscito di scena lui, è calato il ritmo e sono passato in testa ma sono scivolato sul fango e Brocchetti mi ha superato. Poi sono riuscito a recuperare terreno su Brocchetti e a mantenere un buon ritmo e un buon margine fino alla fine”.

    Alla prima gara stagionale al Cross Cup Lazio, l’esordiente di secondo anno Federico Proietti ha conquistato il terzo gradino del podio e il titolo regionale dopo quello di cross country ottenuto nel mese di luglio a Nemi: “Sono partito subito bene tanto da ritrovarmi al comando per un breve scorcio di gara. I due allievi che sono arrivati prima di me avevano una marcia in più ma avevo come punto di riferimento Brocchetti”.

    Neo campionessa laziale l’allieva di primo anno Emanuela Di Lorenzo (Il Biciclo Team New Limits) che ha fatto meglio di Giorgia Fraiegari (Acqua&Sapone-Moser), figlia dell’M4 Massimiliano, alla seconda gara in carriera dopo l’esordio a Modena al Giro d’Italia di ciclocross. “Sono reduce dalle tre tappe al Giro d’Italia di cross ed era la prima volta che mi sono confrontata a livello regionale. Sto attraversando un periodo di forma non eccezionale ma anche dal punto di vista emotivo. Oggi mi sono ripresa abbastanza e ci tenevo a regalare un titolo prezioso alla mia nuova squadra di appartenenza, Il Biciclo Team New Limits” commenta felice Emanuela Di Lorenzo campionessa Intersud e laziale di cross country nel 2010.

    Prossimi al passaggio tra gli esordienti di primo anno, Antonio Folcarelli, Diego Guglielmetti, Andrea Pizzo e Maria Laura Tufi sono stati i quattro protagonisti della batteria promozionale dei G6. Bottino doppio per Folcarelli junior caduto per ben tre volte riuscendo a staccare l’avversario di turno Guglielmetti negli ultimi due giri e a prendersi la maglia. Maria Laura Tufi unica donna al via è risultata la campionessa della sua categoria di appartenenza.

    Poi spazio alla gara di 40 minuti con juniores, donne (open/master) e le categorie maschili dai master 4 ai master 8. Protagonista assoluto lo juniores di secondo anno Adriano Lenti (Cicli Montanini) recente maglia azzurra ai campionati europei di Francoforte che ha corso in perfetta solitudine “senza alcun inconveniente su un percorso tecnico e molto impegnativo per i continui rilanci e il troppo fango ma avevo una grande voglia di conquistare la maglia di campione regionale”. Dietro l’inarrestabile Lenti, che nel corso della gara è riuscito ad accumulare un vantaggio massimo di circa due minuti, si è scatenata la lotta per il secondo e il terzo gradino del podio andato rispettivamente all’M4 Massimiliano Fraiegari (Acqua&Sapone-Moser) e all’M5 Giuseppe Zamparini più il titolo laziale di categoria per entrambi. Giù dal podio l’M4 Paolo Casconi del Team Fullmonty (“sono stato più per terra che in bici ed ogni volta che aumentavo il ritmo andavo nuovamente a terra”) e l’M5 Armando Mattacchioni (Asd Impredil). Per entrambi è svanita la possibilità di rientrare in gioco per il terzo posto quando a due giri dalla fine erano distanziati da Zamparini per soli 20 secondi.

    Tra gli M6, M7, M8 e i master juniores le maglie sono andate rispettivamente a Luciano Quintarelli (Pro Bike Riding Team), Vincenzo Cestra (Team Fullmonty), Laurindo Casaccia (Cicli Montanini) e al giovane Luca Proietti (Ciociaria Bike) già campione anche nel cross country. Unica concorrente al via tra le donne juniores Veronica Bucci (Atletico Uisp Monterotondo) che si è regalata un prezioso alloro al suo primo anno agonistico nel fuoristrada. In campo femminile Maria Adele Tuia (“percorso reso duro dal maltempo e spero che questa vittoria sia un buon segno per l'italiano e continuerò ad allenarmi nel migliore dei modi”) e Deborah Mascelli, entrambe portacolori della Pro Bike Riding Team, hanno fatto bottino doppio tra le master woman 1 e le donne elite mentre tra le master woman 2 a trionfare è stata Elisabetta Dani (Mtb Santa Marinella). “Durante la settimana mi sono portata dietro i sintomi influenzali e nonostante tutto mi ritengo abbastanza soddisfatta anche se non ho conquistato la vittoria assoluta che ho lasciato alla mia preziosa compagna di squadra Maria Adele Tuia. Mi consolo con il titolo regionale dopo aver vinto in stagione quello provinciale di Roma nel cross country. D’ora in poi ci si prepara per i campionati italiani di Roma e sto cercando di arrivarci in piena forma” ha dichiarato Deborah Mascelli vice campionessa italiana juniores su pista nel 2004.

    A metà mattinata spazio alla batteria dei big con elite, under 23, open e i master sport, 1, 2, 3 che hanno gareggiato per 60 minuti dove a far capolino sugli atleti è stata la pioggia. Nella prima fase di corsa la leadership è stata conquistata dall’elite Stefano Capponi (Acqua&Sapone-Moser) assieme agli under 23 Alessandro Valerio Lenti (Cicli Montanini) e Domenico Maria Salviani (Gruppo Made) con il drappello degli immediati inseguitori di Massimo Folcarelli (Pro Bike) e Angelo Mirtelli (Ciociaria Bike) che accusava un ritardo di 16” nelle prime due tornate. A meno sei giri dalla fine è avvenuta la rimonta di Folcarelli su Capponi e i due hanno viaggiato assieme per una sola tornata prima di lasciar spazio al consueto Folcarelli show. A tre tornate dalla conclusione Folcarelli era riuscito ad accumulare 27” su Capponi, 1’15” su Lenti, 2’10” su Salviani, 2’17” su Mirtelli, 3’00” su Calanca e 3’25” su Tempestini e Viola.

    "Il percorso di oggi si è rivelato ancora più duro perché la pioggia caduta durante la gara ha allentato molto il terreno. Mi trovo a mio agio correre con tantissimo fango e mi sono divertito tantissimo salvo un piccolo inconveniente a metà gara quando ho forato e cambiato subito la bici. In generale si può dire che abbiamo ricavato un bel percorso da cross al Parco Marta Russo" ha dichiarato Massimo Folcarelli campione italiano-europeo-mondiale di cross country nel 2010.

    Dietro Folcarelli, per l’elite Stefano Capponi e l’under 23 Valerio Alessandro Lenti (fratello minore dello junior Adriano) non solo il podio assoluto ma anche la certezza di vestire la maglia: “Un percorso bello e tecnico a causa delle molte curve alcune delle quali in contropendenza. Ho perso la ruota di Capponi a causa di una caduta che mi ha costretto a cambiare bici ma Stefano aveva un altro passo e non l'ho più ripreso” ha spiegato Alessandro Valerio Lenti.

    Per quanto riguarda le altre categorie impegnate in quest’ultima batteria i titoli sono andati ad Angelo Mirtelli tra gli M1, Rocco Cavaliere (Drake Team Cisterna) tra i Master Sport e Paolo Tempestini (Mtb Santa Marinella) tra gli M3.

    "Ringrazio tutti gli atleti e gli addetti ai lavori per la partecipazione e il sostegno. Siamo come sempre vicini allo sport e sono pronto a sostenere qualsiasi altra iniziativa sportiva. Visto il successo di quest’anno e i giudizi positivi su questo percorso il Parco Marta Russo potrebbe diventare una sorta di palestra per il ciclocross e ci metterò il mio impegno" ha affermato entusiasta il Presidente Gianni Giacomini che ha consegnato un trofeo speciale intitolato a suo nome ai vincitori assoluti di ciascuna batteria ovvero Emanuele Pizzo, Adriano Lenti, Massimo Folcarelli e Maria Adele Tuia in ambito femminile.

    "Abbiamo avuto oltre 130 corridori e questo significa che abbiamo fatto un’ottima promozione del nostro movimento e dei nostri sforzi organizzativi. Vogliamo ringraziare il Jolly Sporting Club e il suo titolare Paolo Savioli perchè sono parte integrante della nostra organizzazione per l’accoglienza e l’ospitalità di tutta la carovana non solo per questo evento di ciclocross ma anche in occasione del Trofeo Rolando Simonetti per esordienti. Nel corso delle premiazioni abbiamo consegnato all'allievo Emanuele Pizzo e allo junior Adriano Lenti un riconoscimento messo in palio dall’On. Antonio Zanon per continuare la tradizione dell’omonimo trofeo dedicato alle categorie giovanili che ha alle spalle 34 edizioni” hanno commentato soddisfatti gli organizzatori dell’Asd GS Simonetti.

    Tra le autorità presenti nel corso della gara e della cerimonia di premiazione il Presidente FCI Renato Di Rocco con il direttore tecnico della nazionale azzurra di ciclocross Fausto Scotti; l’Assessore alla Sicurezza e agli Enti Locali della Regione Lazio Pino Cangemi; per il comitato Lazio FCI il presidente onorario Bruno Vallorani, il presidente Angelo Caliciotti, il vice presidente Mauro Tanfi, Enrico Rizzi (responsabile settore fuoristrada), Marcello Capobianchi (responsabile settore giovanile), Gildo Pagliaroli (responsabile struttura tecnica) i consiglieri Sandro Bianchi e Paolo Imperatori; per il Ventesimo Municipio il presidente Gianni Giacomini con i consiglieri Cristiano Pasero e Cesare Lelli; l’Onorevole Antonio Zanon, il consigliere di Roma Capitale Roberto Cantiani e il Presidente dell’ASD GS Simonetti Cesare Riccitelli; per il comitato provinciale FCI Roma il presidente Mauro Pirone con il vice Giancarmine Iannotti e il consigliere Fulvio Fazolo.

    Un dato statistico curioso: su 22 maglie di campione laziale assegnate non figurano atleti della provincia di Rieti. Roma è la provincia regina con 12 titoli (Pizzo, i fratelli Lenti, Di Lorenzo, Bucci, Tempestini, Quintarelli, Casaccia, Mascelli, Dani, Folcarelli senior e junior); segue quella di Latina con 4 rappresentanti (Cestra, Fraiegari, Capponi e Cavaliere) ed infine quella di Frosinone (Proietti, Mirtelli e Tufi) e Viterbo (Proietti, Tuia e Zamparini) a quota 3.

    L’appuntamento con il Cross Cup Lazio è per mercoledì 8 dicembre a Broccostella (Frosinone) all’interno del Campus Laurita sede della quarta prova organizzata dalla MGM Organizzazioni Ciclistiche di Massimo Pisani, Mauro Benacquista e Giuseppe Greci.

     

    ORDINE D’ARRIVO ASSOLUTO PRIMA BATTERIA

    1° Emanuele Pizzo (Guazzolini Coratti-Fassa Bortolo – 1°Allievi)

    2° Yuri Brocchetti (UC Anagni-Cicli Nereggi – 2°Allievi)

    3° Federico Proietti (Asd Soriano Ciclismo – 1°Esordienti)

    4° Samuele Puleggi (Time Bike Alto Lazio Civitavecchiese - 3°Allievi)

    5° Daniele Panzarini (Pro Bike Riding Team - 4°Allievi)

    6° Alessio Franco (Atletico Uisp Monterotondo - 5°Allievi)

    7° Daniele Capati (Mtb Grotte di Castro - 2°Esordienti)

    8° Francesco Retarvi (UC Anagni-Cicli Nereggi - 3°Esordienti)

    9° Francesco Pizzo (Guazzolini Coratti-Fassa Bortolo - 6°Allievi)

    10° Pierfrancesco Orlandi (Guazzolini Coratti-Fassa Bortolo - 7°Allievi)

    11° Alessio Chiofalo (Pro Bike Riding Team - 8°Allievi)

    12° Andrea Cacciotti (UC Anagni-Cicli Nereggi - 9°Allievi)

    13° Emanuela Di Lorenzo (Il Biciclo Team New Limits - 1°Donna Allievi)

    14° Jacopo Galantucci (Guazzolini Coratti-Fassa Bortolo - 10°Allievi)

    15° Fabrizio Galeno (Mtb Santa Marinella - 4°Esordienti)

    16° Giorgio Crocesi (As Lido Bike - 5°Esordienti)

    17° Dario Latini (Atletico Uisp Monterotondo - 11°Allievi)

    18° Giorgia Fraiegari (Acqua&Sapone-Moser Cycling Team - 2°Donna Allievi)

    19° Antonio Folcarelli (Pro Bike Riding Team - 1°G6)

    20° Diego Guglielmetti (Ciociaria Bike - 2°G6)

    21° Veronica Bucci (Atletico Uisp Monterotondo - 1°Donna Junior)

    22° Andrea Pizzo (Capobianchi Cicli Moto Sport - 3°G6)

    23° Maria Laura Tufi (Garofalo Mobili-Team Claudio Nereggi - 4°G6)

     

    ORDINE D’ARRIVO ASSOLUTO SECONDA BATTERIA

    1° Adriano Lenti (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw – 1°Jun) tempo 43’18”

    2° Massimiliano Fraiegari (Acqua&Sapone Moser -1°M4)

    3° Giuseppe Zamparini (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw – 1°M5)

    4° Armando Mattacchioni (Asd Impredil - 2°M5)

    5° Paolo Casconi (Team Fullmonty - 2°M4)

    6° Emanuele Crisi (AS Roma Ciclismo – 2°Jun)

    7° Serghey Usyk (Cicli Fatato – 3°M4)

    8° Alfio Sciuto (Punto Bici Aprilia – 4°M4)

    9° Luciano Quintarelli (Pro Bike Riding Team – 1°M6)

    10° Vincenzo Scozzafava (Team Fullmonty – 3°M5)

    11° Dario Valenti (Mtb Santa Marinella – 4°M5) a 1 giro

    12° Emilio Miralli (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw – 5°M5)

    13° Michele Luigi Rubeis (Ciclistica L’Aquila – 5°M4)

    17° Lorenzo Tonietti (Sezze Ortopedia Salati – 3°Jun)

    22° Marco Valentini (GS Fracor – 2°M6)

    26° Lorenzo Grossi (Cicli Fatato – 3°M6)

    27° Luca Proietti (Ciociaria Bike – 1°MJun)

    29° Marco Rastelli (Pro Bike Riding Team – 4°Jun)

    31° Diego Cedroni (Center Bike – 1°M7)

    36° Vincenzo Cestra (Team Fullmonty – 2°M7)

    38° Fausto Cecconi (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw – 3°M7)

    40° Laurindo Casaccia (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw – 1°M8) a 2 giri

    41° Luigi Lupidi (Cicli Sorgente – 4°M7)

    42° Danilo Dominizi (Asd Impredil – 4°M6)

    49° Augusto Sciosci (Pro Bike Riding Team – 5°M6)

    51° Vittorio Emili (GS Elettrofonteiana – 2°M8)

    52° Simone Felici (Mtb Santa Marinella – 5°Jun)

     

    ORDINE D’ARRIVO ASSOLUTO DONNE SECONDA BATTERIA

    1° Maria Adele Tuia (Pro Bike Riding Team – 1°MW1)

    2° Deborah Mascelli (Pro Bike Riding Team – 1°Elite)

    3° Vanessa Casati (Team B Mad – 2°MW1)

    4° Roberta Galvani (Team Fullmonty – 3°MW1)

    5° Claudia Cantoni (Gruppo Mtb Pedalando – 1°MW2)

    6° Elisabetta Dani (Mtb Santa Marinella – 2°MW2) a 1 giro

    7° Barbara Pizzuti (Ciociaria Bike – 4°MW1)

    8° Anna Critelli (Mtb Santa Marinella – 3°MW2)

     

    ORDINE D’ARRIVO ASSOLUTO TERZA BATTERIA

    1° Massimo Folcarelli (Pro Bike Riding Team – 1°M2)

    2° Stefano Capponi (Acqua&Sapone-Moser – 1°Elite)

    3° Alessandro Valerio Lenti (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw – 1°Under 23)

    4° Angelo Mirtelli (Ciociaria Bike - 1°M1)

    5° Lorenzo Calanca (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw - 2°Under 23)

    6° Paolo Tempestini (Mtb Santa Marinella – 1°M3)

    7° Roberto Crisi (AS Roma Ciclismo – 2°Elite)

    8° Gianni Panzarini (Drake Team Cisterna – 2°M3)

    9° Paolo Viola (Giant Bikextreme – 2°M1)

    10° Jeferson Benato (Team B Mad – 1°MSport)

    11° Rocco Cavaliere (Drake Team Cisterna – 2°Msport)

    12° Salvatore Battista (Mtb Santa Marinella – 3°M3)

    13° Alessandro Pasquali (Centro Italia Bike Montanini – 3°M1)

    14° Vladimiro Tarallo (Team B Mad – 2°M2)

    15° Lorenzo Benetton (Scott Nw Sport – 3°MSport)

    16° Giuseppe Calò (Pro Bike Riding Team – 3°M2)

    17° Luca Ursino (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw - 3°Under 23)

    18° Carlo Greco (Nuova Larianese – 4°M1)

    19° Emiliano Miserini (Sunny Bike Roma – 5°M1)

    20° Paolo Appodia (Mtb Santa Marinella – 4°M3)

    22° Massimiliano Guglielmetti (Ciociaria Bike – 4°M2)

    23° Fabrizio Dionisi (Pro Bike Riding Team – 5°M3)

    25° Tiziano Faiola (Asd Sant’Anastasia – 3°Elite)

    26° Gaetano Romaggioli (Marco Pantani Caffè Mokambo – 4°Elite)

    27° Massimo Iafisco (Pro Bike Riding Team – 5°M2)

    31° Claudio Nunzi (Team B Mad – 4°MSport)

    37° Giovanni Sciosci (Pro Bike Riding Team – 5°MSport)

    38° Marco Grossi (Nuova Fracor – 5°Elite)

     

    I CAMPIONI LAZIALI DI CICLOCROSS 2010-2011

    G6 uomini: Antonio Folcarelli (Pro Bike Riding Team)

    G6 donne: Maria Laura Tufi (Garofalo Mobili-Team Claudio Nereggi)

    Esordienti uomini: Federico Proietti (Asd Soriano Ciclismo)

    Allievi uomini: Emanuele Pizzo (Guazzolini Coratti-Fassa Bortolo)

    Allieve donne: Emanuela Di Lorenzo (Il Biciclo Team New Limits)

    Juniores uomini: Adriano Lenti (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw)

    Juniores donne: Veronica Bucci (Atletico Uisp Monterotondo)

    Under 23 uomini: Valerio Alessandro Lenti (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw)

    Elite uomini: Stefano Capponi (Acqua&Sapone-Moser Cycling Team)

    Elite donne: Deborah Mascelli (Pro Bike Riding Team)

    Master Juniores: Luca Proietti (Ciociaria Bike)

    Master Sport: Rocco Cavaliere (Drake Team Cisterna)

    Master 1: Angelo Mirtelli (Ciociaria Bike)

    Master 2: Massimo Folcarelli (Pro Bike Riding Team)

    Master 3: Paolo Tempestini (Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini)

    Master 4: Massimiliano Fraiegari (Acqua&Sapone-Moser Cycling Team)

    Master 5: Giuseppe Zamparini (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw)

    Master 6: Luciano Quintarelli (Pro Bike Riding Team)

    Master 7: Vincenzo Cestra (Team Fullmonty)

    Master 8: Laurindo Casaccia (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw)

    Master Woman 1: Maria Adele Tuia (Pro Bike Riding Team)

    Master Woman 2: Elisabetta Dani (Mtb Santa Marinella)

     

    IL CALENDARIO DEL CROSS CUP LAZIO 2010-2011

    8 dicembre: Broccostella (Frosinone)

    12 dicembre: Roma – Parco Pineta Sacchetti

    26 dicembre: Lariano (Roma)

     

     

     

     

     

     

  • Rafael Andriato miglior ciclista brasiliano, ...

    Rafael Andriato miglior ciclista brasiliano

     

    Il Comitato Olimpico del Brasile ha attribuito a Rafael Andriato il premio “Brasil Olìmpico 2010” nel ciclismo su strada. Il corridore ventitreenne originario di San Paolo, vincitore quest’anno di due competizioni con la Trevigiani Dynamon Bottoli, è stato giudicato il ciclista più rappresentativo del ciclismo brasiliano da una giuria composta da giornalisti, dirigenti, ex atleti e personalità dello sport.

    Rafael Andriato si è aggiudicato la 55^ Medaglia d’Oro Frare De Nardi di Vittorio Veneto e il G.P. Del Rosso di Montecatini. Nel 2010 ha ottenuto anche sette secondi e cinque terzi posti, con un totale di 26 risultati entro i primi dieci.

    In attesa di transitare nel professionismo, nel 2011 correrà con la Petroli Firenze.

     

    Trofeo Il Cappello D’Oro

     

    Una bella e interessante manifestazione di ciclismo è andata in scena ad Osimo, presso il Teatro Campana, in occasione della Premiazione del “19° Trofeo Il Cappello D’Oro”, rinomata challenge per Elite e Under 23 organizzata dalla A.S.D. Il Cappello D’Oro, con sede a Montappone, la cittadina marchigiana famosa nel mondo per l’industria dei cappelli.

    La giornata contrassegnata dal tempo inclemente ha distolto molti invitati e diversi sportivi e tuttavia il pubblico presente al significativo appuntamento era molto numeroso e composto da tutti appassionati veri e competenti.

    Dirigevano le operazioni Demetrio Iommi e il sottoscritto, i due responsabili e coordinatori della challenge, mentre ha presentato l’esperto Umberto Martinelli affiancato da Tania Belvederesi, nota e valida ciclista che da anni milita ad ottimi livelli tra le Elite.

    A rappresentare il Comune di Osimo c’erano il Sindaco Stefano Simoncini e l’Assessore allo Sport, Sandro Antonelli mentre il Comitato Regionale Marchigiano era rappresentato dal vicepresidente, Piero Agostinelli, e da vari consiglieri. Per il CONI di Ancona è intervenuto il presidente Fabio Luna.

    Tra gli ospiti d’onore insediati sul palcoscenico c’erano Franco Chioccioli, vincitore del giro del 1991 e tecnico del Futura Team Natricardi, l’ex-professionista Elio Aggiano, che rappresentava la squadra riscana della Bedogni Monsummanese assieme all’altro d.s. Fabio Trinci, il bravo professionista chiaravallese Simone Stortoni e il neo professionista recanatese Henry Frusto, e inoltre l’artista Enzo Marinelli, che ha realizzato la statua del Trofeo Il Cappello D’Oro e varie litografie relative a questo trofeo.

    In apertura di manifestazione è stato effettuato un collegamento con Michele Scarponi, il forte professionista della zona che, per rispondere alla prima convocazione della Lampre, in extremis aveva dovuto declinare l’invito; per impegni sopraggiunti non è potuto essere presente neanche il professionista osimano Andrea Tonti ed anche con lui ci si è collegati telefonicamente.

    Premiati con omaggi alcuni promettenti dilettanti della zona, come l’osimano Francesco Lasca, della Bedogni, il filottranese Corrado Lampa, della SCAP Foresi, campione marchigiano degli Under 23, e il recanatese Roccardo Stacchiotti, della Reda Mokador. Premiata anche la gioane ciclista passatempese Ilaria Ghergo e due bravi amatori osimani, Roberto Torriani, campione italiano di Gran Fondo, e Monica Gabbanelli, da anni protagonista di rilievo del mountain bike.

    Sono intervenuti anche Mirko Persanti, emergente general manager dell’unica società professionistica marchigiana (che nel 2011 sarà sponsorizzata dalle ditte Farnese Vini e D’Angelo& Antenucci) e Vincenzino Santoni, ex-general manager professionistico sulla cresta dell’onda fino a pochi anni fa (grazie soprattutto alle imprese di Cipollini).

    Dopo la interessante passerella degli ospiti, è seguita un’altra importante parentesi con la consegna degli omaggi ai vari esponenti di società organizzatrici di gare del calendario del 19° Trofeo Il Cappello D’Oro; in particolare gli organizzatori della challenge hanno apprezzato la presenza degli organizzatori della Ciclistica Marane Palazzo di Marane di Sulmona, con il presidente Centofanti e Di Cosimo, venuti ad Osimo da lontano, nonostante il maltempo. Presenti anche gli organizzatori del V.C. Montecassiano, del G.S. Capodarco, della S.C. Centro Internazionale del Cappello di Montappone e Massa Fermana, del Giro del Pratomagno, della SCAP per la Classica di Colbuccaro, della S,C. Rubbianellese, di Giuseppe Matricardi per la gara di Monte San Pietrangeli e la Tre Giorni del Fermano, dello stesso Vega Prefabbricati Montappone per la gara iniziale di Molini di Fermo. Premiata anche la ASD Pretola di Pretola di Perugia con Fabio Zappacenere, dinamico direttore dell’Atlantide Vidoservice.

    E’ poi giunto il momento clou della Premiazione del 19° Gran Premio Mille Cappellini per società e del 19° Trofeo Il Cappello D’Oro. Queste due challenges, direttamente collegate tra di loro, sono state aggiudicate quest’anno sulla base dei risultati di 52 gare per Elite e Under 23, che hanno coinvolto 9 regioni, tutte quelle del Centro Italia più la Puglia, la Campania e anche la bassa Lombardia (con l’Oltrepo Pavese e Cremona).

    Il 19° Gran Premio Mille Cappellini è andato alla toscana S.C. Bedogni Grassi Natalini U.C. Monsummanese, diretta dai d.s. Elio Aggiano e Giuseppe e Fabio Trinci, che ha raggiunto questo importante traguardo dopo il 4° posto del 2008 ed il 3° posto del 2009. La Bedogni del presidente Pasqui è la prima società non marchigianaad aggiudicarsi questo trofeo.

    Il premio per la piazza d’onore è stato consegnato al Team Futura Team Matricardi, società tosco-marchigiana rappresentata nell’occasione dallo sponsor marchigiano Giuseppe Matricardi e dal d.s. Franco Chiocccioli, noto ex-professionista.

    Di tutto rilievo, anche ai fini dello spessore nazionale di questa challenge, è il terzo posto dello squadrone veneto del G.S. Zalf Desirèe Fior, dei d.s. Luciano Rui e Gianni Faresin, che però, per altri impegni, non era presente all’appuntamento di Osimo.

    In compenso è stata presentata sul palco la squadra marchgiana del Team Vega Prefabbricati dii Montappone, che si è classificata al quarto posto (dopo il 5° posto del 2009); gratificati i bravi tecnici Maurizio Frizzo ed Elpidio Seghetti, festeggiati dallo stesso presidente Demetrio Iommi, organizzatore di questa challenge.

    Si è giunto così al grande finale con la consegna dei premi ai primi tre classificati del “19° Trofeo Il Cappello D’Oro”. Le luci della ribalta si sono accese sul vincitore Fabio Piscopiello, del Team Vega Prefabbricati Montappone, al quale Enzo Marinelli ha consegnato l’artistico trofeo da lui realizzato.

    La conquista del Cappello D’Oro da parte di Fabio Piscopiello è avvenuta con la raccolta di 84 punti attraverso ben 14 risultati in gare della challenge; tra questi vanno segnalati il suc cesso nella Coppa della Pace – Trofeo F.lli Anelli e le piazze d’onore di Caivano e Folignano,

    L’alfiere del Team Vega ha 25 anni, è pugliese di Melissano ed è un corridore completo, continuo e dotato di un apprezzabile spunto veloce. E’ un corridore di qualità e nel 2009 ha vinto la tappa di montagna di Feltre del GiroBio. Qust’anno si è anche laureato campione marchigiano Elite.ù

    Nella challenge del 2009 si era classificato al 4° posto. Nel 2011 Piscopiello sarà professionista con la De Rosa Ceramica Flaminia.

    Premiato anche il suo d.s. Maurizio Frizzo.

    Non era presente il secondo classificato, il colombiano Julian Moreno Arredondo, distanziato di pochi punti da Piscopiello dopo vivace lotta. Il ragazzo, che in questo periodo è in Colombia, ha 22 anni ed ha concluso pochi punti al di sotto di Piscopiello, dopouna bella lotta con Piscopiello. Corridore coriaceo e combattivo, nel 2010 Arredondo è stato molto spesso in prima fila; da rimarcare la sua vittoria nell’internazionale di Folignano e la sua partecipazione ai MOndiuali Under 23 in Australia.

    Il terzo premio era per Francesco Manuel Bongiorno, giovane promessa del Futura Team Matricardi. Il ragazzo, di origini calabresi ma residente in Toscana, ha 20 anni e alla sua seconda stagione tra i dilettanti ha fatto egregie cose, sfiorando la maglia azzurra. Irresistibile il suo finale di stagione con le vittorie nella Coppa Placci, nella gara di Perignano, nell’internazionale di Terranuova Bracciolini e nella gara di Montegranaro

     

     

     

     

     

     

  • Video Pinarello Kobh 2011

    Nel video la bici Pinarello Kobh 2011

      

  • Tour dell’Umbria: cambiano due tappe

    Il 1° Tour dell’Umbria Udace-Csain, che si correrà dal 26 al 31 luglio, prevede sei tappe, che si correranno la mattina. La cronometro del secondo giorno non si svolgerà a Piediluco, ma da Arrone a Polino, mentre l’ultima tappa non si terrà a Lidarno ma a Ponte Felcino. L'iscrizione sarà di 100,00 euro e comprende pasta party dopo ogni tappa e pranzo l'ultimo giorno durante le premiazioni finali. La manifestazione sarà organizzata dai Comitati provinciali di Perugia (guidato da Gabriele Bazzucchi) e Terni (guidato da Antonio Anselmi) in collaborazione con Quelli che lo Sport, Team Off Road Giovannini Costruzioni, Livingstone Cycling Team, Franchi-Valcelli, Veloce Club Tiberino, Circolo Aics de La Bruna e Cicli Saccarelli.

     

    CALENDARIO

    1^ tappa martedì 26 luglio – Terni, gara in linea

    2^ tappa mercoledì 27 luglio – gara a cronometro da Arrone a Polino

    3^ tappa giovedì 28 luglio – Pietralunga, gara a circuito

    4^ tappa venerdì 29 luglio – La Bruna di Solfagnano, gara a circuito

    5^ tappa sabato 30 luglio – Marsciano, gara a circuito

    6^ tappa domenica 31 luglio – Ponte Felcino, gara a circuito

     

     

     

     

     

     

  • Da domani per Garzelli & Co scatta il primo raduno 2011

    Il team Acqua&Sapone D’Angelo&Antenucci apre la stagione 2011 con il primo raduno tecnico.

    Domani e dopodomani il nuovo organico del team si ritroverà a Fondi, in provincia di Latina, dove sotto la guida del nuovo medico sociale il Dott. Tamburrini saranno effettuate le visite di idoneità i test di valutazione ed i relativi esami.

    Un organico ridimensionato dal punto di vista numerico ma non dal punto di vista qualitativo (come dimostra la classifica redatta dall’UCI in data due novembre dove la squadra occupa la 25 posizione prima delle professional italiane), dove vanno ad inserirsi delle figure, come quella del velocista Napolitano, del vincitore del Giro Bio Betancour nonchè l’innesto di Taborre che completano l’assetto del team.

    La guida della squadra rimane affidata ai due DS Cenghialta e Gini che da domani cominceranno a definire in dettaglio gli appuntamenti del calendario 2011.

     

     

     

     

     

  • La lituana Modesta Vzesnauskaite al quartier generale Forno d'Asolo-Colavita, ...

    La lituana Modesta Vzesnauskaite al quartier generale Forno d'Asolo-Colavita

     

    Atterrata a Bergamo, giunta direttamente in Italia dalla Lituania, breve visita di Modesta Vzesnauskaite al quartier generale del team Forno D'Asolo-Colavita, nel cuore delle colline Astigiane e permanenza in una location diventata punto fisso per il team manager Franco Chirio: il castello di Cortanze, simbolo di molteplici incontri illustri per la squadra. In splendida forma e molto entusiasta dell'accoglienza riservatale del suo nuovo team, la campionessa lituana ha commentato: "Sono contenta e soddisfatta di aver contribuito alla riuscita della collaborazione nata tra il marchio americano Colavita e la mia nuova squadra. Franco Chirio inoltre, mi ha presentata ad alcuni suoi storici sponsor ed è stato subito tutto magnifico. Ho percepito che in questa struttura è sicuramente essenziale il lato sportivo, ma ho visto che non viene minimamente tralasciato il lato commerciale e lavorativo".

    Preso atto anche del programma gare per la stagione ventura, che sarà inevitabilmente articolato prevedendo la presenza sia in Europa che negli Stati Uniti, per Modesta Vzesnauskaite c'è stato anche un momento dedicato allo shopping all'Outlet di Serravalle Scrivia, in provincia di Alessandria, terra dei Campionissimi Fausto Coppi e Costante Girardengo e una visita all’azienda Tre Colli, prima di incontrare a cena a Gavi al ristorante “Cantine di Gavi”, il patron Tarcisio Persegona e la moglie Gabriella. I precedenza era passata alla Sidi (nuovo partner tecnico del team) a salutare Rosella Signori, figlia del fondatore Dino, e per ritirate le nuove scarpette consegnate da Antonio Rossetto.

    Con Fabio Gallina, presidente della Forno d'Asolo, storico sponsor del team, l'incontro invece è stato rinviato. Nei gironi scorsi infatti, il dottor Gallina si è concesso una vacanza a Guadalupe: “A breve – ha tenuto a precisare Franco Chirio - ci sarà sicuramente un’altra occasione per potere presentare Modesta. Dovrà tornare in Italia per sottoporsi alle visite mediche e ai test del Centro di Medicina Sportiva di Torino. Penso che Modesta - ha aggiunto Chirio -, con un po' di serenità e sopratutto maggiore tranquillità, possa tornare ai livelli che più le competono. Ad esempio come quando riuscì a fare classifica al Giro d'Italia. Le qualità di un’atleta certamente non cambiano col tempo. Al suo fianco in squadra ritroverà Andrea Dvorak, poi Theresa Cliff Rayan, Cat Catley oltre alla ds Rachel Heal con cui nella passata stagione negli Stati Uniti, ka Colavita ha vinto davvero tutto".

     

    La Trevigiani Dynamon Bottoli in ritiro a Spresiano

     

    Inizia martedì 30 novembre il primo raduno collegiale dell’U.C. Trevigiani Dynamon Bottoli. Mirko Rossato e Marco Milesi riuniranno i componenti della formazione 2011 a Spresiano (Treviso) per un programma di training fatto di corsa a piedi al mattino e, nel pomeriggio, di palestra e piscina.

    Gli atleti potranno usufruire delle strutture del Centro Sportivo Le Bandie, messo a disposizione da patron Remo Mosole.

    Il ritiro si concluderà sabato 4 dicembre e coinciderà con il taglio del nastro del nuovo ristorante “Bocon Divino”, che verrà inaugurato dalla famiglia Mosole nel complesso Le Bandie.

    Nel corso del raduno saranno effettuate le visite mediche di idoneità e verranno consegnati i primi materiali.

    La preparazione in bicicletta inizierà formalmente il prossimo 3 gennaio con la trasferta di gruppo a Villasimius, in Sardegna.

     

    Hard Rock Team: buona la prima

     

    L'Hard Rock Team ha aperto ieri la stagione della nuova holding nata con l'Infotre Leecougan con la prova di Ciclocross valida per il Trofeo Lombardia.

    Una gara, quella di Brugerio, condizionata dal fango che ha visto l'esordio del nuovo acquisto Judith Pollinger.

    L'atleta altoatesina, al suo debutto nel ciclocross, ha raccolto un buon quinto posto assoluto, nonostante le condizioni atmosferiche proibitive e la mancanza di esperienza in questa specialità.

    La conterranea Anna Oberparleiter ha dovuto rinviare l'esordio a causa della febbre. Il trainer Domingo nei prossimi giorni monitorerà il suo stato di forma per prepararla al meglio per il prossimo appuntamento.

    In campo maschile discreta prova di Martino Di Pierdomenico e Francesco Niccoli che, nonostante abbiano appena ripreso la preparazione, hanno concluso la gara a ridosso dei primi dieci.

    Un buon esordio per la holding Hard Rock - Infotre Leecougan che sta gettando le basi per una stagione che la potrà vedere protagonista della grande mountain bike.

     

    Asolo Bike Poggiana ringrazia e guarda avanti

     

    Si terrà venerdì prossimo, 3 dicembre, presso il ristorante Rino Fior di Salvarosa di Castelfranco Veneto (Tv) la consueta cena di ringraziamento allestita da Asolo Bike Poggiana a conclusione di un'altra stagione trascorsa all'insegna dei grandi appuntamenti.

    Una serata, quella castellana, nella quale Giampietro Bonin e il proprio staff riunirà amici e sostenitori per dire il proprio grazie per quanto è stato realizzato nell'annata appena conclusa. Dopo l'arrivo del Giro d'Italia ad Asolo, che ha premiato un campione come Vincenzo Nibali, è letteralmente sbocciata la stagione delle organizzazioni per gli uomini di Bonin: prima i campionati italiani femminili, realizzati con pieno successo a Riese Pio X, poi il doppio appuntamento con il Giro Donne che ha vissuto due giornate indimenticabili sulle strade della Marca Trevigiana ed, infine, come una ciliegina sulla torta, la riuscitissima 35^ edizione del Gp Sportivi di Poggiana che ha richiamato ancora una volta il pubblico delle grandi occasioni sul percorso della classica d'agosto.

    Successi organizzativi frutto della lungimiranza e della passione di Giampietro Bonin, di tutto il suo staff e del pool di sostenitori coalizzato a favore del mondo delle due ruote; una sinergia importante che non ha nessuna intenzione di fermarsi al 2010 ma che ha già iniziato a lavorare in vista del 2011.

    Una serata di festa, dunque, quella che si aprirà venerdì sera alle ore 20, ma anche di importanti annunci che servirà per celebrare i successi targati 2010 e per aprire la strada alle novità già in cantiere per il prossimo anno.

    In foto il podio di Poggiana (Photo Credits Riccardo Scanferla)

     

    L’Uc Foligno guarda al 2011

     

    Presentate nei giorni scorsi al negozio Lu Ciclone di Foligno, sponsor tecnico dell’Uc Foligno Start e dell’Uc Foligno, le bici Bh Speedrom e Bh Prisma, fornite dall’omonima azienda spagnola. Il primo modello sarà quello con cui correranno Esordienti di secondo anno e Allievi, mentre il secondo sarà usato dagli Juniores, squadra che l’Uc Foligno sta allestendo per la stagione 2011. Una nuova pagina di storia si apre dunque per l’Uc Foligno, nato alcuni anni fa per riportare il ciclismo giovanile nel folignate. Quattro, dunque, le categorie del 2011: Giovanissimi, Esordienti, Allievi e Juniores. Tornando alla presentazione di domenica, questa si è svolta alla presenza di genitori, amici, sponsor, dirigenti, tecnici e rappresentati della Federciclismo regionale, con in testa il presidente Carlo Roscini, ed è trascorsa tra risate, commenti tecnici e buon cibo. Tutto nel segno dello sport e dello stare insieme, con l’intento di dare sempre più compattezza alla grande famiglia ciclistica folignate.

     

    Nerio Marabini è il nuovo presidente dell’Uc Bergamasca 1902

     

    Cambio al vertice societario della Uc Bergamasca 1902. Lo scorso mercoledì 24 novembre nella sede della società al Lazzaretto di Bergamo si è riunito il Consiglio Direttivo. L’assemblea presieduta dal Comm. Fedele Bettoni, 92 anni il prossimo aprile, presidente in carica negli ultimi 43 anni, si è aperta alla presenza dei soci tesserati.

    Tra i punti principali: la nomina del Comm. Fedele Bettoni a Presidente Onorario della società; la nomina di Nerio Marabini, già Vice Presidente, come nuovo Presidente dell’UCB che ha accettato l’incarico con la promessa da parte di Gianluigi Stanga, eletto Vice Presidente, che riceverà la consegna di Presidente nel centodecimo anno di storia della società (nella foto Rodella, lo stendardo storico dell’Uc Begamasca, a sinistra il neo presidente Nerio Marabini e a destra il presidente uscente e neo presidente onorario Comm. Fedele Bettoni).

    "Tiro la volata a Gianluigi Stanga – ha commentato la sua elezione Nerio Marabini –. Io appartengo all’UCB del XX secolo. Sono entrato in società nel 1957 come corridore per due anni e poi ne sono diventato dirigente senza soluzione di continuità, prima come direttore di corsa e dal 1975 ad oggi come Vice Presidente. Per il futuro ed il bene della Bergamasca deve essere condotta da dirigenti della nuova generazione. Credo che Gianluigi Stanga sia la persona giusta perché possiede le credenziali per riportare l’UCB ai fasti che le competono. Io mi ritengo semplicemente un traghettatore".

    Le altre tematiche affrontate nel corso della serata, sono state in primis il già noto passaggio di categoria della squadra nella stagione agonistica 2011: dalla categoria Elite/Under 23 a quella Juniores. L’Uc Bergamasca dunque nel 2011 avrà una squadra composta da 14 corridori di età compresa tra i 17 e i 18 anni, tutti bergamaschi. Sette atleti del secondo anno e sette atleti del primo anno. I corridori indosseranno maglie rosso-gialle come quella del centenario. Il progetto sarà sostenuto dagli sponsor Astro di Carlo Cremaschi, dalla Cesab di Nerio Marabini, dalla Semperlux dei fratelli Denis e Cristian Lunghi e da Marifarma. Sponsor tecnici sono il maglificio Rosti dei fratelli Alborghetti, le biciclette Ridley con l’interessamento del Responsabile Commerciale Europa Luca Brischetto e i caschi della Las di Roberto Ghilardi.

    Altra novità per la stagione 2011 riguarda la 59esima edizione del Trofeo Bettoni. La classica che fino allo scorso anno era riservata ai Dilettanti, il prossimo 2 giugno 2011 sarà riservata agli atleti della categoria Juniores e sarà una gara in linea. La partenza sarà data da Bergamo, nei pressi del Lazzaretto dove risiede il neo presidente onorario Comm. Fedele Bettoni, mentre l’arrivo sarà posto in quel di Oneta di San Giovanni Bianco dove lo stesso Bettoni trascorre le proprie vacanze estive.

    Tra gli obbiettivi della società anche la volontà di rilanciare il gruppo cicloamatoriale che da sempre è una forza dell’UCB anche in termini di volontariato per l’appoggio dato in termini di organizzazione delle gare nella provincia di Bergamo.

    Tra le iniziative programmate per il 2011, l’allestimento, durante la due giorni di passaggio del Giro d’Italia a Bergamo, di una mostra fotografica che racconterà l’ultracentenaria storia dell’Uc Bergamasca 1902.

    L’Uc Bergamasca, nata 5 anni prima dell’Atalanta, è tra le più longeve realtà sportive bergamasche e dal 2005 è iscritta all’UNASCI (Unione Nazionale Associazioni Sportive Centenarie d’Italia).

    Nel 2010 a livello di ciclismo Under 23 è risultata la terza migliore squadra italiana e questo rappresenta un risultato importante e un riconoscimento che premia l'impegno di tutti gli sponsor e gli addetti alla gestione dell’unica squadra ciclistica italiana che riesce a mantenere il nome di origine ad ottimi livelli sia nazionali che internazionali.

    E l’intento ultimo del nuovo Consiglio Direttivo è proprio quello di garantire ancora nel corso dei prossimi anni il perdurare della denominazione Uc Bergamasca 1902.

    Nella foto (Rodella) lo stendardo storico dell’Uc Begamasca, a sinistra il neo presidente Nerio Marabini e a destra il presidente uscente e neo presidente onorario Comm. Fedele Bettoni.

     

    Oscar Freire con Sidi sport anche nel 2011

     

    Continua e si rafforza il rapporto tra Sidi Sport e Oscar Freire. Le calzature Sidi accompagnano da sempre il forte corridore spagnolo che nella sua straordinaria carriera ha conquistato per tre volte la maglia iridata (Verona 1999 e 2004, Lisbona 2001) senza dimenticare le tre Sanremo e le numerose altre vittorie (tra le quali una Gand-Wevelgem, una Paris-Tours, una Vattenfall Cyclassics, tre tappe al Tour più la maglia verde e sette tappe alla Vuelta) che impreziosiscono il suo prestigioso palmares. Un’unione vincente che continua da molti anni e che vedrà Sidi al fianco di Freire anche nel 2011.

    Giovedì 25 novembre c’è stata la visita del campione presso la sede Sidi di Maser (Treviso). Ad accogliere Oscarito l’abbraccio caloroso, tra foto e autografi, di tutto lo staff Sidi e della famiglia Signori con la stretta di mano di Dino Signori.

    "Freire ha tutta la nostra stima e ammirazione – dice Dino Signori -, ce ne sono pochi di campioni così in gruppo. Oscar ha regalato a Sidi Sport tante vittorie importanti e inoltre con la sua lunga e brillante carriera rappresenta un valido esempio per tutti i giovani che si avvicinano al mondo del ciclismo".

    Per Freire una visita completa del quartiere generale Sidi dalla produzione, dove è custodita la forma del piede di Freire per realizzare le sue scarpe su misura, alla showroom Sidi dove l’asso spagnolo sempre attento e curioso si è soffermato a lungo sugli stivali utilizzati dai campioni Sidi della motoGP e del motocross.

    Nel 2011 con Freire ci saranno le calzature Ergo 2 Carbon Lite, il top di gamma della collezione Sidi Sport. “Il prossimo anno potrebbe essere la mia ultima stagione, comunque farò il possibile per correre ad alti livelli – dice Oscar Freire, classe 1976, spagnolo di Torrelavega ma residente in Canton Ticino -, mi piacerebbe continuare fino alle Olimpiadi di Londra 2012. Con Sidi e la famiglia Signori ho un bellissimo rapporto che va oltre il lavoro e il ciclismo. Non posso che ringraziarli per tutto quello che hanno sempre fatto per me. Nel 2011 molto probabilmente prenderò parte al Giro d’Italia. Per me sarebbe la prima volta alla Corsa Rosa. Una corsa che mi piace molto ma alla quale non sono mai riuscito a prendere parte, ci tengo molto a fare bella figura sulle strade italiane dove ho già vinto due mondiali e tre Sanremo, sempre accompagnato da Sidi Sport. Adesso a dicembre – continua Freire - ci sarà il primo ritiro con la mia squadra, il Team Rabobank, e lì decideremo il mio programma che come il solito dovrebbe prevedere il debutto al Challenge Mallorca, poi la Vuelta Andalusia e l’avvicinamenti al Giro con la Tirreno-Adriatico. Il prossimo anno il mondiale si corre in Danimarca, a Copenaghen, su un circuito molto veloce, adatto ai velocisti. Non so quale sarà la mia condizione ma anche quest’anno in Australia sono sempre rimasto li davanti con i migliori fino alla fine. Il mondiale è una corsa alla quale tengo moltissimo e anche nel 2011 avrà un ruolo importante nella mia stagione”.

     

    Dopo il successo organizzativo iridato, Offida prepara la nuova sfida

     

    La macchina organizzativa di Offida si è rimessa in moto per una nuova, invitante sfida nell'allestimento di un altro importantissimo impegno agonistico: i Campionati Europei 2011, in programma sulle strade della provincia di Ascoli Piceno dal 14 al 17 luglio: "in pratica non ci siamo mai fermati - ha sottolineato Gianni Spaccasassi, presidente della Sca Offida - la stessa sera in cui si sono conclusi i campionati del mondo junior siamo stati in ricognizione con Roland Hofer , segretario generale dell'Unione Europea del Ciclismo, per le modifiche da apportare al circuito che questa volta vedrà impegnati corridori Junior e U23, uomini e donne, nelle specialità strada e cronometro individuale. Saranno otto gare ancora più impegnative dei mondiali junior sia per l'organizzazione che per il territorio che ha superato a pieni voti la prova del mondiale dello scorso agosto".

    La presentazione ufficiale della rassegna continentale si svolgerà domenica 12 dicembre, nel corso della tradizionale festa di fine anno della Società Ciclistica Amatori Offida.

     

    Ilya Gorodnichev punta di diamante per la Coppi Gazzera Videa 2011

     

    Sarà Ilya Gorodnichev, 23 anni, russo di Penza, nel dipartimento del Volga, a fare la differenza nella “rinnovata” formazione che il tecnico Renato Bonso ha predisposto per il 2011 con l’avvallo dei Dirigenti dell’U.S. F. Coppi Gazzera. Passista scalatore alto 1 metro e 92 cm, studente universitario alla Scuola dello Sport, In Italia da 2 anni, al Gruppo Lupi San Marino nel 2009 ed alla toscana Gragnano Sporting Club nel 2010, dopo un passato nella Premier (formazione Continental) e nella Nazionale Russa, l’atleta dell’Est, desideroso di passare al professionismo, si è avvicinato al Team mestrino poco prima di rientrare in patria per un periodo di vacanza forte delle vittorie nella Gara Milionaria Internazionale di Montappone e nel G.P. Camon e dei secondi posti alla Ciociarissima, al Trofeo A. Leoni ed alla Gara elettrica in Toscana oltre a numerosi altri piazzamenti di rilievo in gare a carattere internazionale; i suoi obiettivi: ben figurare nel GiroBio e passare al professionismo. Del resto la formazione che vestirà la classica casacca bianco-rosso-blu è stata allestita proprio in virtù delle nuove regole che prevedono la qualificazione al Giro d’Italia Under 27 passando dalla Coppa Italia per Società che prevede impegno su pista, strada e cronosquadre. Ecco quindi giustificato l’arrivo del “veneziano” Nicolò Rocchi: per l’atleta di Spinea è un ritorno a casa dopo l’esordio da giovanissimo con il G.C. Maerne Olmo ed una carriera fin qui ancora breve ma costellata di successi fra i quali spiccano le 4 maglie tricolori su oista, quella azzurra più volte indossata sia su strada che su pista, anche in occasione dei mondiali juniores di Città del Capo e di Mosca e degli europei di Pruszkow e di Minsk con la conquista dell’argento nell’americana; Nel 2010 il passaggio alla categoria Under 23 con la Marchiol Pasta Montegrappa ed un bel finale di stagione culminato nel 2° posto al Giro del Veneto. In quest’ottica si aggiungerà anche il giovane emiliano di origini pugliesi Maurizio Damiano, proveniente dall’Italia Nuova Borgo Panigale, campione d’Italia dell’americana juniores 2010 a Mori e medaglia d’argento nel quartetto con la rappresentativa emiliana, buon passista, ha vinto quest’anno a San Martino (MO) ottenendo poi numerosi piazzamenti, in particolare nelle corse a cronometro. Di tutto rispetto anche l’arrivo del salzanese Leonardo Masiero dal Postumia 83 Dino Liviero, nonché dei 2 più esperti atleti Nicola Lazzarotto, padovano della Fenice-Zema Utensilnord e Giacomo Zucchini, emiliano, quest’anno in Toscana con il Gruppo Made. Per il D.S. Renato Bonso “Gorodnichev era la ciliegina che mancava perché la torta fosse completa. Ora lavoriamo per preparare la nuova stagione e guardiamo già al primo ritiro che effettueremo la settimana antecedente di Natale ai Cà de Lac a Tarzo come consuetudine”. Il grazie del presidente Renato Marin va, in questa operazione, ad un ex ciclista degli anni Settanta, Maurizio Corò, manager del Mobilificio Corò Umberto di Marano di Mira e suo amico personale che darà il proprio contributo alla F. Coppi Gazzera occupandosi dell’ospitalità dell’atleta russo.

    Il nuovo organico dell’U.S. F. Coppi Gazzera Videa sarà pertanto costituito da Ivan Balykin, Maurizio Damiano, Mattia De Marchi, Ilya Gorodnichev, Nicola Lazzarotto, Antonio Marchiori, Gianluca Marcon, Leonardo Masiero, Marco Mazzetto, Mattia Moresco, Nicolò Rocchi, Giacomo Sartore, Giacomo Zucchini.

     

    Frana a Fane, percorso 2011 in dubbio

     

    E' un inverno decisamente difficile nel Veneto alluvionato e ora sferzato dai primi freddi della stagione: in questo quadro drammatico, anche la Valpolicella non fa eccezione ed è chiamata a fare i conti con frane e smottamenti.

    A preoccupare, in particolare, è la frana che si è verificata tra gli abitati di Prun e Fane, che ha coinvolto anche le strade del Palio del Recioto; “Abbiamo fatto un sopralluogo in questi giorni e la strada che collega Prun a Fane è momentaneamente interrotta. Il fango e i detriti che sono scesi sulla strada rendono, al momento, impossibile il transito e altrettanto difficile la valutazione dei danni causati dal maltempo” hanno spiegato Marco Guardini e Gianfranco Coato, gli ideatori dei percorsi del palio“Non appena sarà possibile liberare la strada valuteremo con chi di dovere se si potrà transitare in piena sicurezza altrimenti troveremo una soluzione alternativa.”

    Al Palio del Recioto numero 50 mancano ormai poco meno di 5 mesi: sarà, infatti, il 26 aprile 2011, quando il gotha del ciclismo dilettantistico si riunirà a Negrar per rinverdire una tradizione che ogni anno richiama atleti e appassionati da tutte le parti del mondo “Abbiamo tutto il tempo che serve per vagliare il tracciato ideale per la prossima edizione, non escludiamo di ricorrere a qualche opzione innovativa” ha concluso Stefano Bonfioli.

    Tra le ipotesi a disposizione di Grandi Eventi Valpolicella, infatti, ci sarebbero diverse strade che da Negrar si inerpicano sulle colline della Valpolicella e, vista la particolarità della ricorrenza che si celebrerà nel 2011, una delle varianti più suggestive potrebbe essere rappresentata proprio da una strada bianca da inserire nel tratto in salita. Una possibilità, questa, che permetterebbe di evitare il transito nel tratto colpito dalla frana senza stravolgere le caratteristiche di un circuito che nel 2010 si è rivelato selettivo ed altamente spettacolare.

    In attesa che la morsa del maltempo si allenti, lo staff presieduto da Stefano Bonfioli è già al lavoro per la definizione di tutti i dettagli che andranno a comporre un anniversario degno del blasone e del fascino che da sempre caratterizzano il Palio del Recioto.

     

     

     

     

     

     

  • L’Associazione dei ciclisti professionisti prende decisioni importanti per il futuro della categoria

    Si è svolto nei giorni scorsi a Milano il Comitato Direttivo del CPA (l’Associazione dei Ciclisti Professionisti) che, sotto la guida del presidente Gianni Bugno, ha preso posizioni precise riguardo a questioni di primaria importanza per i ciclisti professionisti.

    In primo luogo si è discusso del rapporto presentato dall’AMA (l’associazione mondiale antidoping) nel quale si suggeriva all’UCI di controllare i corridori sospetti in piena notte e di effettuare controlli più aggressivi e meno prevedibili..

    Gianni Bugno, che aveva già scritto una lettera personale a Pat Mac Quaid per manifestare la sua assoluta contrarietà ai controlli notturni, ha apprezzato la recente smentita dell’AMA riguardo agli stessi in quanto, se fossero stati inseriti nel regolamento UCI, sarebbero stati in netto contrasto con le leggi a tutela della persona. Gianni Bugno ha inoltre ricordato che i ciclisti professionisti sono tra i pochi e veri utilizzatori del sistema ADAMS (il sistema d’amministrazione e di gestione antidoping), che, facilitando la trasmissione da parte degli atleti di informazioni precise sulla loro localizzazione, consente già di effettuare controlli fuori gara e senza preavviso dalle 6 alle 22.

    Il CPA si è trovato d’accordo nel costituire una Commissione d’atleti come richiesto dal CIO a tutte le federazioni sportive e proporrà nei prossimi giorni all’UCI dei corridori (uno per ogni nazione rappresentata nel CPA) che potranno fare parte di questo organismo.

    Gianni Bugno si è detto inoltre molto favorevole a integrare in seno al CPA dei corridori rappresentativi dei professionisti dei paesi emergenti ancora privi di associazioni nazionali.

    Riguardo la questione dell’accordo paritario il CPA chiederà all’UCI di fare il punto urgentemente sulla situazione dei contratti dei corridori indipendenti che sono illegali in molti paesi CEE e che provocano grandi disparità nell’ambiente sportivo, per il problema di costi fiscali completamente sproporzionati e per le diverse coperture sociali che hanno i corridori nei loro paesi di residenza.

    Infine il Comitato Direttivo del CPA ha stabilito che verrà redatto un nuovo regolamento del Fondo di Soldarietà. Per quest’anno ancora si è deciso di riconoscere il pagamento dei premi del Fondo anche ai corridori trovati positivi ai controlli anti doping, nonostante l’Associazione dei Corridori sia contraria a questa soluzione (che risulta al momento l’unica praticabile per legge).

    In seguito alla riforma del Fondo di Solidarietà però il problema verrà risolto perché ogni corridore sospeso per doping perderà immediatamente il diritto ad incassare il premio del fondo.

    Comunicato Ufficio Stampa CPA

     

     

     

     

     

     

     

  • Video Wilier Granturismo Ultegra

    Nel video la bici Wilier Granturismo Ultegra.

    Vai alla Foto Gallery

    Vai a: "In prova: Wilier Granturismo Ultegra"

    Vai alle Pagelle

      

  • Video De Rosa Steel 2011

    Nel video la bici De Rosa Steel 2011

      

  • Video Cannondale SuperX 2011

    Nel video la bici Cannondale SuperX 2011  

  • GF Giordana

    Sul calendario mancano ufficialmente ancora alcune settimane, ma ai 1.852 metri del Passo del Mortirolo, così come sul non lontano Passo Gavia, è inverno già da un po’. Le temperature continuano la loro corsa al ribasso, mentre una spessa coltre bianca ha iniziato ad ammantare tutto l’ambiente circostante, per la gioia degli appassionati degli sport invernali che sulle montagne vicine trovano da sempre …piste per i propri sci.

    Fino alla primavera prossima, invece, i due passi alpini del Mortirolo e del Gavia rimarranno solamente un “sogno” per gli amanti delle due ruote che, non potendo saltare in sella e attaccare i tornanti dal vivo, lo potranno fare col pensiero, e l’unica corsa possibile sarà quella per iscriversi alla Granfondo Internazionale Giordana, di scena domenica 26 giugno 2011 all’Aprica (Sondrio).

    A sette mesi dal via della prova lombarda su strada, i partecipanti che hanno già prenotato il proprio pettorale sono ben 1.200, provenienti da 12 nazioni diverse. Inutile sottolineare la soddisfazione di Vittorio Mevio e del suo GS Alpi, che per il prossimo anno intende confezionare un evento memorabile, andando ad infrangere il muro dei 3.000 corridori visti in gara nel 2010.

    Ad allettare ancor più i partecipanti alla GF Internazionale Giordana 2011, oltre agli straordinari itinerari della corsa, ci sarà un prezioso pacco gara il cui contenuto verrà ufficializzato a breve, ma che, tuttavia, assicura la presenza di una maglia celebrativa gialla all’interno dello stesso, raffigurante i monumenti che contraddistinguono l’evento, ovvero il Gavia, il Mortirolo e la scultura dedicata a Marco Pantani dell’artista Alberto Pasqual, posta all’ottavo chilometro dell’ascesa al Mortirolo.

    Conosciuta anche come Granfondo Internazionale dell’Aprica, e per anni intitolata al “Pirata” Marco Pantani, la GF Internazionale Giordana si è guadagnata negli anni una notevole fama nel panorama delle granfondo italiane. La gara parte e si chiude all’Aprica, dove per il prossimo giugno è previsto anche un grande spettacolo volto a coinvolgere atleti, famiglie e amici, con coreografie innovative e festaiole che faranno da preludio allo spettacolo da vivere poi in gara.

    Per il 2011 sono confermati i tre percorsi della precedente edizione, ovvero il “Fondo” di 85 km e 1.850 metri di dislivello, il “Mediofondo” con i suoi 155 km e un dislivello di 3.600 metri, e il “Granfondo” di 175 km e 4.500 metri di dislivello. Tre itinerari di gara che attirano diverse tipologie di corridore, affinché la GF Internazionale Giordana sia davvero per tutti i gusti e per ogni …gamba. Dopo pochi chilometri “scaldamuscoli”, le varianti Mediofondo e Granfondo prevedono l’ascesa del Gavia da Ponte di Legno, e lassù a 2.650 metri ci sarà il primo GPM che consegnerà anche un premio speciale al primo atleta transitato. La discesa successiva porterà verso Santa Caterina Valfurva e Bormio, per poi attaccare il Mortirolo da Mazzo. Di lì a poco si attraverserà Aprica e i mediofondisti avranno concluso le proprie fatiche, mentre ad attendere i corridori del “lungo” ci sarà ancora il valico di Santa Cristina, prima di dirigersi definitivamente al più che meritato traguardo.

    La granfondo marchiata Giordana vanta il supporto di amministrazione e pro loco locali, i cui volontari saranno ancora una volta schierati in prima fila per un evento che anche nel 2011 sarà un successo.

     

     

     

     

     

     

  • Il Gran Gala saluta e dà l’appuntamento al 2011

    Sarà ancora una volta il ristorante “Rino Fior” a Salvarosa di Castelfranco Veneto ad ospitare, venerdì 26 novembre, la serata di chiusura del 26° Gran Gala Ciclistico Internazionale, con i saluti di rito alla stagione conclusa e con un primo sguardo ad un 2011 che porterà alla 27a edizione del tradizionale evento ciclistico di Conegliano Veneto.

    Autorità, sponsor ed esponenti della stampa si uniranno all’organizzazione del Gran Gala, guidata dalle “colonne” Dino Netto e Gianni Biz, per celebrare un’edizione 2010 coronata dallo splendido successo della serata finale del 17 ottobre, trasmessa in diretta su Rai Sport 1, che ha visto partecipare i più grandi protagonisti della stagione appena trascorsa, e per dare l’appuntamento ad una nuova annata che condurrà il Gran Gala sempre più vicino al traguardo del 30° anno di storia.

    Un’occasione preziosa per ritrovarsi insieme e gioire del successo di un evento nato e cresciuto sulla passione per le due ruote, e affermatosi negli anni come uno dei must fra gli avvenimenti di fine stagione, con l’augurio che questo piccolo miracolo organizzativo possa continuare a ripetersi per tanti e tanti anni ancora.

     

     

     

     

     

  • GF Città di Garda - Trofeo Paola Pezzo già in sella

    Non sarà di certo l’inverno ormai alle porte a placare la voglia di mtb della campionessa Paola Pezzo. Domenica 28 novembre infatti l’atleta veronese salterà in sella per testare l’inedito percorso della Granfondo Città di Garda - Trofeo Paola Pezzo, il prossimo anno di scena il 17 aprile a Garda (Verona), con la 10.a edizione.

    Gli organizzatori del Velo Club del Garda guidati da Maurilio Cavalieri hanno deciso di svelare qualche segreto sulla manifestazione primaverile con alcuni mesi di anticipo, per rendere il tutto ancora più allettante e l’attesa meno dura per gli appassionati di off-road.

    Così domenica mattina ci si ritroverà presso il lungolago di Garda (partenza ore 9,30) e al fianco di Paola Pezzo saranno schierati anche altri fuoriclasse delle ruote grasse, come l’argento mondiale Mirko Celestino, il veronese Dimitri Modesti, l’ex campione del mondo marathon Massimo Debertolis e gli esperti biker Marzio Deho, Alessandro Checuz, Filippo Belloni e Camilla Bertossi. Sarà una bella pedalata, libera e gratuita per tutti, alla scoperta del nuovo tracciato della granfondo, sempre suggestivo e divertente, ma che rispetto alla passata edizione sarà accorciato di 5 km.

    Dopo il via da Garda, ai concorrenti si presenterà subito la scenografica salita di 3 km sul Monte Lenzino, che nella gara 2010 si trovava a circa metà percorso. Giunti “in cima” si dovranno lasciar correre veloci le bici in discesa verso la Val Longa, da cui si risalirà nei pressi di Albisano e si muoverà in direzione della Spighetta. Altro tratto inedito sarà la successiva discesa verso Crero e, una volta raggiunto l’abitato, si risalirà verso San Zeno di Montagna, la salita più impegnativa e allo stesso tempo spettacolare di tutta la GF Città di Garda 2011.

    Poco prima di San Zeno ci si addentrerà nella boscaglia nuovamente verso la Spighetta, e il nuovo tratto panoramico sul basso Lago di Garda porterà ai piedi del Monte Canforal. Mulattiere e sterrati accoglieranno qui i bikers che toccheranno in sequenza il Golf Club Ca' degli Olivi, la Val dei Mulini e infine la sempre amata quanto temuta Rocca di Garda. Da qui rimarrà solamente la stuzzicante discesa in direzione del traguardo, ancora a Garda, per concludere i 38,5 km complessivi di gara.

    Le iscrizioni alla GF Città di Garda - Trofeo Paola Pezzo 2011 si apriranno mercoledì 1° dicembre e le quote variano a seconda del periodo di registrazione. Nello specifico, si verseranno € 28 fino al 27 marzo 2011, dopodiché la tariffa subirà un piccolo ritocco e salirà a € 32 fino al 13 aprile, giorno di chiusura ufficiale. I “ritardatari”, sempre che ci siano ancora posti disponibili, potranno registrarsi anche sabato 16 aprile presso la segreteria di gara al costo di € 35.

    La GF Città di Garda - Trofeo Paola Pezzo 2011 fa parte dei circuiti Prestigio 2011, Garda Challenge e fi’zi:k.

     

     

     

     

     

     

  • A Prima Porta conto alla rovescia per i Campionati Laziali di Ciclocross

     

     

    Mancano pochi giorni all’appuntamento clou del ciclocross nel Lazio: a Prima Porta (Roma) è tutto pronto per la seconda edizione del Trofeo XX Municipio-Coppa Presidente Gianni Giacomini organizzato dall’ASD GS Simonetti con il patrocinio del Ventesimo Municipio e la collaborazione della Pro Bike Riding Team in programma domenica 28 novembre p.v.

    Per l’occasione verranno assegnati i titoli laziali di ciclocross FCI sia per le categorie agonistiche sia per quelle amatoriali per un totale di circa venti maglie.

    Un appuntamento voluto in prima persona dal Presidente del XX°Municipio Gianni Giacomini dopo il successo dell’edizione 2009 “per portare avanti l’impegno che l’ASD GS Simonetti sta mettendo nel promuovere lo sport delle due ruote nel nostro territorio nel ricordo di Rolando Simonetti a cui è intitolato l’omonimo trofeo per le categorie esordienti che si disputa tradizionalmente a maggio. È un onore per noi ospitare tanti corridori provenienti da tutto il Lazio e non solo perché le politiche del nostro Municipio sono sempre vicine allo sport. Sono orgoglioso che il nostro Municipio possa essere al centro dell'attenzione per una gara di ciclocross”.

    La novità di quest’anno è la location di gara che non sarà più al Parco Villa di Livia (celeberrima residenza imperiale di Livia, moglie di Augusto) a seguito di una frana della collina tufacea dove è posta l’omonima villa ragion per cui non può essere garantita la sicurezza ai corridori e al pubblico presente.

    La kermesse avrà luogo all’interno del Parco Marta Russo sito tra Viale Gemona Del Friuli, Largo Povoletto e Via Magnano in Riviera nella zona di Colli d’Oro-Labaro: “Il Parco Marta Russo che è stato inaugurato una decina di anni fa si presta benissimo all’ospitalità ed è un’area molto vasta che abbiamo ritenuta idonea allo svolgimento della manifestazione. Il Parco confina con Via Gemona del Friuli dove a maggio è sede del traguardo della gara su strada degli esordienti. La volontà di portare il campionato regionale di ciclocross in questa nuova location è un segno di continuità del Trofeo Rolando Simonetti” conclude lo stesso Presidente Gianni Giacomini.

    Dal punto di vista tecnico all’interno del parco è stato ricavato il circuito di 2300 metri completamente sterrato che prevede una serie di saliscendi, tratti di single track, un tratto di marciapiede che costeggia Via Gemona del Friuli e una rampa sterrata di una decina di metri da affrontare a piedi. La gara è articolata in tre partenze: alle 10,00 la batteria per esordienti, allievi e i G6; alle 10,45 i master 4-5-6+ uomini, juniores, donne open e master; alle 11,45 i master sport-1-2-3 assieme agli open uomini.

    Il ritrovo e le operazioni di verifica licenze avranno luogo a partire dalle 8,00 presso il Jolly Sporting Club in Via Concesio 16. Nello stesso luogo saranno garantiti servizio docce, pasta party a partire dalle 13 offerto dalla società organizzatrice ed infine la cerimonia di premiazione dalle 14 con la vestizione delle maglie di campione regionale. Prima della partenza è possibile effettuare una ricognizione del percorso dalle 9,00 alle 9,45.

     

     

     

     

     

     

     

  • Gatto e Bandiera: festa dei fans club sabato 27 a Castelfranco Veneto

     

     

    Tutto in famiglia. La festa di fine anno del Fans Club Oscar Gatto (presieduto dall'instancabile Roberto Favretto) e quello di Marco Bandiera (guidato dall'appassionatissimo Nicola Mabilia) andrà in scena in un hotel – ristorante che di ciclismo vive: l'Hotel Fior, della medesima famiglia Fior che da anni presiede il più importante team under 23 Italiano. Un team che ha cresciuto anche i due giovani talenti veneti ora professionisti, che sabato 27 dicembre dalle ore 20, festeggeranno insieme a tanti colleghi e a tutti gli appassionati loro fan la stagione appena conclusa. Oscar Gatto, classe 1985, una vittoria all'attivo quest'anno (il Gp Città di Stresa) e tanti piazzamenti – insieme a tante cadute, come quella al Giro di Sardegna con Petacchi – sarà dun que festeggiato dai suoi tifosi, insieme a quelli di Marco Bandiera, fedelissimo di Pozzato alla Katusha ora in partenza per una nuova squadra (e nuovi, importanti obbiettivi) ancora straniera, la Quick Step di Tom Boonen. I due, amici da sempre, avranno con se anche i propri cari, e alcuni colleghi amici che non faranno di certo mancare brindisi, buon auspici e anche qualche burla per condire una serata che si preannuncia scoppiettante. Al tavolo dei corridori ci saranno infatti Alessandro Ballan, Marzio Bruseghin, Matteo Tosatto, Angelo Furlan, Gianluca Brambilla e Davide Rebellin. Infine, direttamente dalla Toscana, salirà anche il direttore sportivo di Gatto, Luca Scinto, che quest'anno ha deciso di non perdersi la festa del suo pupillo veloce, cui l'anno prossimo chiederà un salto di qualità importante, da costruire già da sabato sera.

     

     

     

     

     

  • Roma si prepara ai Campionati Italiani tra sport, arte, cultura e intrattenimento

     

    Dal 6 al 9 gennaio 2011 all’interno dell’Ippodromo delle Capannelle di Roma dovremmo abituarci non a vedere cavalli al galoppo o al trotto ma circa 1200 corridori provenienti da ogni parte d’Italia in sella alla propria bici: si svolgeranno i campionati italiani di ciclocross.

    Sarà un evento prestigioso che mancava dalla Capitale da tempo: Roma vanta solo tre precedenti: 1943, 1951 e l’ultima nel 1977. Mai, comunque, nello spettacolare palcoscenico dell’ippodromo delle Capannelle: «Tutto ciò ci rende orgogliosi e allo stesso tempo impegnati nel confezionare un prodotto sportivo all'altezza dei parametri imposti dalla Federazione Internazionale, senza dimenticare l'importanza di una città come Roma», afferma Fausto Scotti commissario tecnico della nazionale azzurra di ciclocross e presidente del comitato organizzatore Asd Romano Scotti.

    Assieme ai suoi collaboratori non hanno pensato solo alle gare: «Roma è la città ideale per andare anche oltre lo spettacolo strettamente sportivo: organizzeremo gite turistiche e diversi eventi collaterali che attraverso l’arte, l’intrattenimento e la cultura, faranno da cornice alla kermesse. Per atleti e accompagnatori abbiamo raggiunto un accordo con l’Opera Romana Pellegrinaggi per alloggiare a prezzi scontatissimi vicino all’ippodromo e partecipare alle gite turistiche e ai diversi eventi collaterali che attraverso l’arte, l’intrattenimento e la cultura, faranno da cornice ai campionati italiani».

    I Tricolori avranno numeri imponenti: oltre 1200 atleti rappresenteranno 800 società di tutta Italia e le persone coinvolte nell'organizzazione saranno più di 6000. Si svolgeranno complessivamente 19 gare e si assegneranno in tutto 32 titoli nazionali, così suddivisi: in ambito federale 7 per le categorie maschili e femminili (esordienti 1° e 2°anno, allievi 1° e 2°anno, juniores, under 23 ed elite) e 8 per quelle amatoriali (master sport, 1, 2, 3, 4, 5, 6+, donna). Parallelamente saranno disputati anche i campionati italiani assoluti di ciclocross dei Vigili del Fuoco (con 10 titoli in palio tra open e dai master 1 ai master 6) che saranno di supporto, unitamente all’Esercito ed al Corpo Forestale dello Stato, alla realizzazione dell’intero evento.

    Al di là dell’aspetto pienamente sportivo ci saranno parallelamente alcuni eventi collaterali: premiazione del Giro d’Italia del ciclocross 2010-2011, rassegna fotografica in memoria dell’ex CT della nazionale Franco Ballerini e del campionissimo Fausto Coppi e saranno coinvolte alcune scuole elementari e medie del Lazio protagoniste di un progetto ecologico pilota sul ciclismo, finalizzato all’utilizzazione della bici nelle famiglie. Sarà una kermesse che andrà oltre l'evento sportivo: verranno organizzate anche serate a tema tra ambiente, arte e cinema.

     

     

     

     

     

     

     

  • Marche in Bici celebra i suoi protagonisti, ...

    Marche in Bici celebra i suoi protagonisti

     

    Il ciclismo marchigiano si è rimesso in movimento. In attesa di riprendere la preparazione su strada i corridori “pedalano” da una festa all’altra, fra cene e premiazioni. Tra le serate imperdibili di quest’anno c’è la festa di “Marche in Bici”, il circuito di Gran Fondo allestito dalla Federazione Ciclistica Italiana.

    L’appuntamento è per venerdì 26 novembre presso l’hotel Klass di Castelfidardo. Una serata per celebrare i protagonisti della prima edizione della challenge federale: quattro “maratone” che hanno deciso di unire il loro impegno accomunati dall’esigenza di offrire un alto standard organizzativo, con l’imperativo di garantire sicurezza ai partecipanti, spettacolo e quella calorosa accoglienza tipica di una regione con una innata vocazione turistica. Manifestazioni che sono riuscite a soddisfare le esigenze delle diverse tipologie dei partecipanti, dall’agonista incallito al più irriducibile dei cicloturisti.

    E lo sforzo degli organizzatori è stato premiato da un alto numero di abbonati (imprevedibile alla vigilia) e di partecipanti (in costante aumento in tutte le Gran Fondo).

    In questa festa del ciclismo amatoriale marchigiano saranno premiati anche tutti i protagonisti della passata stagione, dalla strada al cross., ad iniziare dal campione del mondo ed europeo Vinicio Rosario. A seguire saliranno sul palco le maglie tricolori di Wladimiro D’Ascenzo, Angelo Menghini, Piero Amabili, Roberto Torrioni e Federico Filippi. Poi sarà la volta dei campioni regionali e di quanti hanno indossato la maglia azzurra fino ai vincitori delle singole categorie di “Marche in Bici”: Michele Miglionico, Fabio De Carolis, Michele Marinozzi, Luciano Mencaroni, Luca Rubechini, Mauro Pieroni, Michele Ridolfi, Pietro Paolo Mingroni, Maurizio Ceselli, Roberto Righini, Donatella Giudici e Orietta Schiavoni. In seguito sfileranno i corridori che hanno vinto gli altri titoli messi in palio da una stagione federale intensa e coinvolgente.

    Infine, le luci dei riflettori saranno tutte per le società che si sono distinte nei diversi settori dell’attività. La serata è, naturalmente, aperta a tutti gli atleti degli enti di promozione.

    Nell’occasione sarà presentata l’edizione 2011 di “Marche in Bici”, circuito che si è arricchito di un appuntamento: San Benedetto del Tronto. Le tappe sono, così, diventate cinque, il numero perfetto per quanti vogliono approfittare dei forti sconti garantiti dall’abbonamento al circuito senza vedersi “blindare” il calendario stagionale.

      

    Il Cross Country nel Lazio si chiude nel segno di Luigi Ferritto ed Arianna Pagotto a segno nella Sperlonga Bike

     

    Con un assolo negli ultimi 6 chilometri Luigi Ferritto (Frw Giannini Bike’s) ha voluto chiudere in bellezza il 2010 vincendo in solitudine la Sperlonga Bike-Trofeo San Leone staccando l’avversario di turno Guido Cappelli portacolori della Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi. È calato il sipario sulla stagione del cross country nel Lazio grazie alla manifestazione curata dal punto di vista organizzativo dalla Sperlonga E20 di Paolo Lancerin, Luca D’Agostino e Cristiano Tammaro che si sono avvalsi della collaborazione tecnica della Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi.

    Ben 70 corridori in rappresentanza di 26 squadre provenienti da Lazio e Campania hanno scelto di pedalare per l’ultima volta in stagione sulla propria bici da fuoristrada cimentandosi sul collaudato percorso di 6 chilometri (170 metri di dislivello a giro) in uno scenario naturale mozzafiato: lo spettacolare sentiero della Grotta di Tiberio a picco sulla mare, la spiaggia della Valle dei Corsari e del Fortino e il belvedere di Piazza Europa sede del traguardo finale. Le categorie master-amatoriali hanno ripetuto per 5 volte il circuito fatta eccezione per le donne master e gli allievi (3 giri) e gli esordienti uomini (1 giro) con un tratto iniziale di lancio lungo 1500 metri comune a tutte le categorie.

    Un fortissimo vento che veniva dal mare ha accompagnato e non solo reso difficile la partenza data nella zona litoranea di Sperlonga dove gli atleti oltre al vento hanno dovuto fare i conti con l’ascesa che conduceva in pieno centro storico. In questo frangente i primi big a conquistare la testa della gara sono stati Ferritto (Frw Giannini Bike’s) e Cappelli (Nw Sport Conte) che sono riusciti a fare il vuoto da subito lasciando Parente (Asd Il Pirata) a 12”, Adipietro (Formia Mtb Club) a 16”, Faiola (Asd Sant’Anastasia) a 54” e lo juniores Mellozzi (Nw Sport Conte) a 1’14”. A metà corsa i distacchi tra la coppia al comando e i più immediati inseguitrori si sono ulteriormente dilatati ma la gara è entrata nel vivo nel corso del penultimo giro quando Ferritto è riuscito a staccare Cappelli (10” il suo ritardo all’inizio dell’ultima tornata) mentre subito dietro Adipietro (3’00”) e Faiola (4’00”) hanno recuperato e sorpassato Parente (4’25”) con quest’ultimo che è scivolato in quinta posizione assoluta. In perfetta solitudine negli ultimi 6 chilometri Ferritto ha tagliato il traguardo coprendo i 32 chilometri del percorso col tempo di 1.35’42” alla media di 20,121 km/h facendo registrare un tempo medio sul giro di circa 18 minuti.

    "Una gara molto combattuta con un avversario che sempre mi ha fatto sudare e da quando corro con Guido ci alterniamo sempre nelle posizioni di vertice ed è migliorato tantissimo. Mi sono preparato abbastanza per questa competizione e il forte vento ci ha dato fastidio nel tratto verso la Grotta di Tiberio" ha commentato entusiasta Luigi Ferritto, originario di Piedimonte Matese (Benevento). Nato il 23 maggio 1980, di professione pneumologo alla Clinica Villa dei Pini della sua città di nascita, ha iniziato a correre in mountain bike nel 2003 con la sua attuale società di appartenenza tesserata a Casapulla (Caserta) creata assieme a Massimo Giannini e a Claudio Brusi titolare della Frw. In carriera ha collezionato 61 vittorie (terza stagionale) con in cima il titolo regionale campano nel 2004, e il titolo di campione Intersud cross country e quello molisano ottenuti nel 2008.

    "Al penultimo giro è mancata la benzina poiché avevo smesso la preparazione 15 giorni fa dopo aver vinto la Staffetta del Vino Novello. Ho cercato di stare dietro a Luigi ma mi sono mantenuto a distanza" ha affermato Guido Cappelli vincitore a settembre della granfondo alla Marathon dei Monti Aurunci.

    "Sono partito bene con i primi ma ho perso contatto da loro nei primi due giri faticando a trovare il ritmo e tutto sommato va bene così perchè sto iniziando la premiazione" ha commentato Luca Adipietro che 2 settimane fa è stato compagno di squadra di Guido Cappelli vincendo la Staffetta del Vino Novello con la Nw Sport I Galletti.

    "Il percorso era duro e tecnico, bisognava pedalare tanto. La gamba inizia a rispondere bene e riesco a metabolizzare la fatica perché ho alle porte una lunga stagione a cominciare dal campionato regionale di ciclocross e dai campionati italiani di Roma senza contare che corro anche su strada" ha spiegato Tiziano Faiola che si è commosso mandando una dedica speciale al suo compagno di squadra Fabrizio Di Somma (campione mondiale e olimpionico alle Paralimpiadi di ciclismo nello specifico guida in tandem per i non vedenti) investito in allenamento circa 20 giorni fa a Latina "un ciclista appassionato, serio e leale che sta facendo un enorme passo avanti con la guarigione, risponde bene, pensa addirittura al recupero e ad allenarsi presto. Grande Fabrizio!"

    Non ha avuto avversari l’unica atleta femminile al via ovvero Arianna Pagotto (Bike Friends Pontinia) che ha conquistato il suo secondo successo stagionale al suo primo anno di attività nel fuoristrada dopo la classifica finale del Circuito Agro Pontino Ciociaro. In campo giovanile Dario Latini (Atletico Uisp Monterotondo) ha festeggiato in solitaria l’ultimo successo tra gli esordienti prima di passare definitivamente tra gli allievi di primo anno. Al prossimo cambio di categoria i due allievi della Nw Sport Cicli Conte Franco Maria Di Russo e Federico Di Vozzo rispettivamente primo e secondo davanti a Matteo Mandatori (Full Bike Terracirce). Di Vozzo e Di Russo nel 2011 difenderanno nuovamente i colori della propria squadra di appartenenza da juniores di primo anno “divertendosi in una bella e sfiancante gara” hanno commentato entrambi.

     

    Presenti nel corso della gara e della cerimonia di premiazione per il comitato FCI Lazio il responsabile del settore fuoristrada Enrico Rizzi e i consiglieri Francesco Tallarini e Paolo Imperatori. La Sperlonga E20 e la Nw Sport Cicli Conte hanno voluto mettere in risalto “la macchina organizzativa funzionata alla perfezione in sinergia con vigili urbani, carabinieri, guardiaparco del Parco della Riviera di Ulisse, i volontari della Croce Rossa Italiana di Sperlonga e Itri. Vorremmo riproporci nel 2011 entrando a far parte del circuito del cross country nel Lazio”.

    Un bilancio positivo per la Sperlonga E20 un’associazione giovane e dinamica che ha come obiettivo l’organizzazione di eventi, di carattere principalmente sportivo, il cui scopo è quello di avvicinare i giovani alle varie discipline sportive. Visto il grande successo riscontrato alla sua prima edizione con oltre 300 iscritti ed un notevole interesse da parte dei media, la Sperlonga E20 riproporrà la CorriSperlonga gara podistica competitiva in programma domenica 20 febbraio 2011. La gara si svilupperà su di un percorso cittadino della lunghezza di 10 km, con partenza in Corso San Leone e arrivo in Piazza della Repubblica.

     

    ORDINE D’ARRIVO ASSOLUTO UOMINI

    1° Luigi Ferritto (FRW Giannini Bike’s – 1°M1) 1.35’42”

    2° Guido Cappelli (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi – 1°M2) a 2’04”

    3° Luca Adipietro (Formia MTB Club – 2°M1) a 4’56”

    4° Tiziano Faiola (ASD Sant’Anastasia – 1°MSport) a 5’42”

    5° Mirko Parente (ASD Il Pirata – 2°MSport) a 5’58”

    6° Francesco Mellozzi (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi – 1°Jun) a 5’58”

    7° Carmine Amendola (ASD Bike&Sport Team – 3°Msport) a 7’29”

    8° Maurizio Spalletta (ASD Il Biciclo – 2°M2) a 8’13”

    9° Marcello Rotunno (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi – 3°M1) a 9’50”

    10° Antonio Fusco (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi –1°M5) a 10’13”

    11° Raffaele Ginocchio (Sinuessa Mondragone – 1°M4) a 11’26”

    12° Raffaele De Prizio (Drago on Bike – 2°M4) a 12’11”

    13° Simone Cardinali (Bikefriends Pontinia – 4°M1) a 13’48”

    14° Luciano Spada (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi – 3°M4) a 16’21”

    15° Luca Proietti (Ciociaria Bike – 1°MJun) a 16’42”

    16° Antonio Bufalini (Ciociaria Bike – 1°M6) a 17’41”

    17° Ezio Biasillo (Green Riders – 4°M4) a 19’37”

    18° Alfredo Schioppa (Full Bike Terracirce – 5°M1) a 20’31”

    19° Angelo Miele (Giant Bikextreme – 3°M2) a 21’14”

    20° Andrio Migliori (Ciociaria Bike – 1°M3) a 22’58”

    21° Roberto Danieli (Ciclistica Olimpica – 5°M4) a 23’31”

    22° Salvatore Maggiacomo (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi – 2°M3) a 1 giro

    24° Cesidio Leone (Ironbike San Donato Val Comino – 4°Msport)

    25° Paolo Di Florio (Bike Plus 99 Racing – 5°Msport)

    26° Fabio Quattrocchi (Ciociaria Bike – 2°M5)

    28° Sandro Sambucci (Nuova Larianese – 3°M3)

    29° Alfonso Terracciano (Full Bike Terracirce – 4°M2)

    31° Vincenzo Cestra (Team Fullmonty – 2°M6+)

    32° Michele Delfino (Bikefriends Pontinia – 5°M2)

    34° Ugo Ziroli (Rampilatina Team – 3°M5)

    36° Francesco Zuccaro (Ciociaria Bike – 4°M5)

    38° Fabio Pitotti (Ciclistica Cantalupo – 4°M3)

    42° Fernando Fusco (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi – 5°M3)

    46° Arianna Pagotto ((Bikefriends Pontinia – 1°MWoman)

    50° Paolo Nunziante (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi – 5°M5) a 2 giri

    54° Francesco Pisu (Pro Bike Riding Team – 2°Jun)

     

    ORDINE D’ARRIVO ESORDIENTI

    1° Dario Latini (Atletico Uisp Monterotondo)

     

    ORDINE D’ARRIVO ALLIEVI

    1° Franco Maria Di Russo (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi)

    2° Federico Di Vozzo (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi)

    3° Matteo Mandatori (Full Bike Terracirce)

     

    ORDINE D'ARRIVO JUNIORES

    1° Francesco Mellozzi (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi)

    2° Francesco Pisu (Pro Bike Riding Team)

     

    ORDINE D'ARRIVO MASTER JUNIORES

    1°Luca Proietti (Ciociaria Bike)

     

    DOMENICA 28 NOVEMBRE IL CAMPIONATO LAZIALE DI CICLOCROSS E LA PREMIAZIONE DI GIRO DELLE ABBAZIE, CROSS CUP LAZIO 2009-2010 E I LAZIALI DEL POINT TO POINT

     

    Sarà all’insegna delle due ruote la giornata di domenica 28 novembre nella zona nord di Roma: al mattino avrà luogo a Prima Porta la seconda edizione del Trofeo XX Municipio-Coppa Presidente Gianni Giacomini (terza prova del Cross Cup Lazio 2010-2011) valevole per l’assegnazione del campionato regionale di ciclocross per master ed agonisti. Location di gara il Parco Marta Russo in Via Gemona del Friuli con partenze scaglionate a partire dalle ore 10,00 mentre il ritrovo e le operazioni di verifica licenze avverranno presso il Jolly Sporting Club in Via Concesio 16.

    Nel pomeriggio a partire dalle ore 17,00 presso l’Aula Magna del CONI Acqua Acetosa in Via dei Campi Sportivi 48 avverrà la premiazione del Giro delle Abbazie, Santuari e Castelli nel Lazio di cross country. Con l'occasione verranno premiati anche i vincitori del Cross Cup Lazio 2009-2010 e ci sarà anche la vestizione delle maglie di campioni regionali del circuito Point To Point (Gran Fondo MTB).

     

     

     

     

     

     

  • GF di Laigueglia sempre più di Prestigio

    Ormai è ufficiale: la Granfondo di Laigueglia 2011, sarà la prima prova del Prestigio 2011.

    "Un grande successo per questa manifestazione - asserisce Vittorio Mevio, organizzatore della prova ligure - che ottiene un riconoscimento ambito da tutto il mondo granfondistico".

    Saranno ben cinque i circuiti che prenderanno il via a Laigueglia. Il Prestigio chiude la serie composta dal Giro delle Regioni, Coppa Lombardia, Coppa Liguria e Gran Trofeo.

    "Prevediamo una griglia partenti senza precedenti - continua Mevio - che sfiorerà le 4000 presenze. Non temo di dovermi smentire". Un successo che sarebbe veramente storico per la prova rivierasca, promuovendola così la Regina d'inverno delle Granfondo.

    "Stiamo lavorando per potenziare tutti i servizi - assicura Mevio - che dovranno tenere conto di questo grosso flusso di persone. Potenzieremo al massimo la sicurezza sul percorso, soprattutto nell'ultimo tratto".

    Sarà richiesta la chiusura al traffico nel senso di marcia sul tratto di strada che da Andora porta a Laigueglia, mentre il traffico dal lato opposto, sarà incanalato sulla destra, lasciando un'ampia corsia riservata ai ciclisti.

    L'Aurelia, ahimè, non il Campolongo, per cui è impensabile una chiusura totale, che paralizzerebbe il traffico ligure, ma una chiusura parziale è possibile usando come sfogo il tratto di Colla Micheri; una corsia sull'Aurelia e una sulla collina.

    Un grande sforzo da parte dell'organizzazione, ma anche da parte della amministrazione locale e dei servizi di ordine pubblico, che avranno però la necessità del buon senso da parte dei ciclisti.

    Questi, infatti, primi o ultimi che siano, avranno a disposizione una vasta corsia, che dovranno usare senza tentare di invadere quella riservata al traffico. Birilli, transenne e volontari su tutto il percorso assicureranno tutto questo.

    Una piccola accortezza (che non limiterà certo la tanto agognata volata), che manterrà tutti in massima sicurezza.

    Prossimi gli aggiornamenti su tutti i potenziamenti relativi ai vari servizi, in primis le convenzioni alberghiere, grazie agli accordi con le associazioni degli albergatori di Laigueglia e Alassio.

    Visto il grande afflusso di iscrizioni che sta giungendo in segreteria, si consiglia di affrettarsi, al fine di ottenere la griglia migliore.

     

     

     

     

     

     

  • Confermata la sentenza di primo grado nel processo di appello per la morte di Marco Pantani

    La seconda sezione penale della Corte d’Appello di Bologna ha rigettato ieri, 23 novembre 2010, l’appello proposto dall’imputato Fabio Carlino, condannato in primo grado il 14 gennaio 2008 nell’ambito del processo per la morte di Marco Pantani.

    Il Carlino fu in realtà l’unico a scegliere la via del processo penale, preferendo non ricorrere ai riti alternativi invece adottati dagli altri imputati.

    La condanna a lui inflitta, una volta riconosciuto colpevole di concorso in spaccio di sostanze stupefacenti e della morte di Marco Pantani come evento non voluto in seguito allo stesso reato di spaccio, fu allora di 4 anni e 6 mesi di reclusione, cui si aggiunsero il pagamento delle spese processuali, la pena accessoria di 5 anni di interdizione dai pubblici uffici e un risarcimento per danni morali di 150 mila euro ciascuno per Ferdinando e Tonina Pantani, genitori del campione.

    L’atto d’appello presentato da Carlino verteva su presunti vizi procedimentali e contestava nel merito il contenuto della sentenza.

    L’appello è stato tuttavia rigettato, con la conferma integrale della sentenza di primo grado. Questo il dispositivo,mentre per avere le motivazioni dello stesso occorrerà attendere i 75 giorni a disposizione della Corte.

    Tonina Pantani, presente con suo marito Ferdinando in aula a Bologna, entrambi assistiti dall’avvocato Umberto Salerno, ha accolto la sentenza con moderata soddisfazione, facendo tuttavia notare che essa poco contribuisce a chiarire nella complessa e inquietante catena di eventi, tuttora oggetto di approfondimenti, che portarono alla morte del figlio Marco il 14 febbraio del 2004.

     

    Comunicato stampa

     

     

     

     

     

     

     

  • Domenica 2° Pink Day al Santuario del Ghisallo, ...

    Domenica 2° Pink Day al Santuario del Ghisallo

     

    Torna il Pink Day al Santuario del Ghisallo a conferma della perfetta simbiosi, sorta un anno fa, tra il ciclismo femminile e la chiesetta lariana di Magreglio - dedicata dal 1949 alla Vergine Protettrice Internazionale dei corridori -nella ricerca di valori profondi al di la della pura valenza agonistica.

    Domenica 28 novembre il Gruppo Sportivo ''Madonna del Ghisallo'' presieduto da Domenico Macri' ricevera' la visita di Eleonora Patuzzo, punto di forza della nazionale azzurra nella fortunata trasferta ai Mondiali di Melbourne 2010, che donera' al Santuario la casacca iridata conquistata tre anni fa su strada tra le juniores sulle alture messicane di Aguascalientes.

    Patuzzo, 21 anni, sara' affiancata nella trasferta al Ghisallo dalla sua compagna nel team Safi-Pasta Zara Alona Andruk, la forte atleta ukraina plurivincitrice nella stagione appena conclusa.

    Le ragazze della formazione guidata da Maurizio Fabretto e Diana Ziliute consegneranno alla ricchissima raccolta del Santuario anche una maglia siglata da Marina Romoli, talentuosa ciclogirl marchigiana della Safi-Pasta Zara tuttora impegnata nella sfida delicatissima del recupero dal doloroso incidente di allenamento causatole da un'automobilista incosciente, lo scorso 1 giugno, sulle strade lecchesi.

    ''Il nostro e' un messaggio di speranza, doveroso, per Marina che sta rivelando una tenacia straordinaria meritevole della massima attenzione e dell'incitamento piu' forte - ha spiegato Macri' - Lo sport e' edificato soprattutto sulle vicende nascoste, a torto, dai titoloni roboanti e che, al contrario, invitano alla riflessione''.

    La linea verde scelta per il 2° Pink Day si allunghera' con l'attribuzione di un premio a Sara Brambilla, giovane leader di Epinike, la societa' organizzatrice del Giro d'Italia femminile: anche la maglia rosa della statunitense Mara Abbott, vincitrice dell'edizione 2010 della massima corsa a tappe italiana, entrera' da domenica nella collezione del Ghisallo per essere esposta a tempo indeterminato tra quelle dei campioni che hanno segnato la storia dello sport a due ruote.

    Riconoscimenti ulteriori anche ad Anna Mei, campionessa internazionale endurance autentica stakanovista del pedale, e per operatori dell'informazione di settore, attribuiti da Ciclismoinrosa, realta' che collabora alla riuscita dell'evento

     

    Il programma

     

    h 11,15 celebrazione al Santuario con donazioni maglie

     

    h 12,30 pranzo con premiazioni presso ristorante Antico Borgo della Madonnina di Annone Brianza (Lecco)

     

    Nuovo ingaggio per le Top Girls Fassa Bortolo-Ghezzi

     

    Dopo quello delle tre giovani azzurre Simona Frapporti, Elisa Longo Borghini e Giulia Ronchi, il team TOP GIRLS FASSA BORTOLO-GHEZZI ufficializza un nuovo ingaggio in vista della prossima stagione agonistica. A rinforzare l'organico 2011 del team di Spresiano arriva infatti l'australiana Bridie O'Donnell, atleta esperta e specialista delle cronometro.

    Classe 1974, nativa di Brisbane e residente a Melbourne - sede con Geelong degli ultimi mondiali su strada - oltre che in Italia dove ha recentemente concentrato la propria attività professionistica, Bridie O'Donnell vanta nella stagione appena conclusa i titoli di vice campionessa australiana sia su strada che a cronometro. L'australiana raggiunge così le nuove compagne di avventura Elena Berlato, Valentina Carretta, Jennifer Fiori, Simona Frapporti, Elisa Longo Borghini, Gloria Presti, Giulia Ronchi e Silvia Valsecchi.

     

     

     

     

     

     

  • Lodi capitale della mobilità ciclistica italiana

    La città di Lodi ospiterà sabato prossimo, 27 novembre, la Conferenza dei Presidenti delle associazioni aderenti alla FIAB, la principale organizzazione italiana no profit, da venticinque anni in prima linea nella tutela e nella promozione della mobilità ciclistica nel nostro Paese.

    Più di un centinaio di dirigenti provenienti da tutta Italia, in rappresentanza di 15.000 iscritti e oltre 120 associazioni aderenti presenti in tutte le regioni, si troveranno per discutere su politiche e azioni concrete in materia di trasporto urbano e turistico in bicicletta.

    La Conferenza annuale dei Presidenti, che gode del sostegno dall'Amministrazione comunale, rappresenta una importante e democratica occasione di confronto tra le associazioni e gli organi dirigenti della FIAB e contribuisce a determinare scelte strategiche per la vita e lo sviluppo del movimento cicloambientalista in Italia.

    L'assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Lodi, Simone Uggetti, dichiara: "l'Amministrazione comunale di Lodi è ben lieta ed onorata di ospitare un nuovo evento nazionale della FIAB. Non è la prima volta che succede. Ormai la FIAB è di casa a Lodi dove, peraltro, da anni tra l'Amministrazione comunale e la locale associazione FIAB, Ciclodi, esiste un rapporto di critica costruttiva e di collaborazione. Anzi, il supporto di Ciclodi Fiab è per noi motivo crescita e rappresenta un pungolo per raggiungere risultati prestigiosi sia in termini di infrastrutture ciclabili che di rafforzamento della cultura della mobilità sostenibile".

    L’incontro, che si terrà presso la Sala "Carlo Rivolta" del Teatro alle Vigne via Cavour, 66 verterà sul tema: "MODERAZIONE DEL TRAFFICO E CICLABILITÀ DIFFUSA - ESPERIENZE CONCRETE E BUONE PRATICHE DI COMUNICAZIONE". Tra gli argomenti trattati, aree pedonali, ZTL, zone 30 e a traffico moderato. E poi, oltre le piste: bici in corsie bus, in controsenso, sui marciapiedi, in aree pedonali, intermodalità. Infine l'importanza della comunicazione negli interventi di moderazione del traffico. Esempi e buone pratiche.

    Pina Spagnolello, presidente dell'Associazione Ciclodi Fiab, dichiara: "Ancora una volta la Fiab ha scelto la città di Lodi per parlare di bicicletta. Il tema che la Conferenza dei Presidenti affronterà è un tema strategico per la mobilità sostenibile e soprattutto per gli spostamenti in sicurezza dei cittadini che usano la bicicletta quale mezzo di trasporto quotidiano. L'evento sarà un momento di crescita culturale e consapevolezza sia per i soci di Ciclodi FIAB che per tutti i cittadini che vedono nella bicicletta un mezzo necessario per una città più vivibile. Ringrazio l’amministrazione comunale per la disponibilità e la sensibilità dimostrata a queste problematiche".

    Domenica 28, sempre a Lodi, stesso luogo, si terrà la riunione del Consiglio Nazionale FIAB, con inizio alle 9:30.

    Sia il convegno che la conferenza sono aperti ai membri del direttivo e ai soci delle associazioni, e non solo al Presidente delle associazioni FIAB.

     

     

     

     

     

     

  • Lampre-ISD in Vallecamonica dal 28 Novembre all'1 Dicembre, ...

    Lampre-ISD in Vallecamonica dal 28 Novembre all'1 Dicembre

     

    Ritorno in Vallecamonica per il Team Lampre (dal 2011 Lampre-ISD) per il primo raduno di squadra in vista della stagione 2011.

    Quest'anno il collegiale dei blu-fucsia è reso possibile grazie alla collaborazione tra la squadra del General Manager Giuseppe Saronni e un gruppo di sponsor riunitisi attorno alla AS Boario di Ezio Maffi, senza dimenticare il patrocinio del Comune di Darfo Boario Terme: Cunego, Petacchi, Scarponi, Gavazzi e compagni potranno usufruire delle valide strutture di un albergo che ha fortemente voluto ospitare il team Lampre-ISD, ovvero l'Hotel San Martino di Darfo Boario Terme, già base di partenza per la squadra blu-fucsia per vittoriose stagioni passate.

    Il Team Lampre-ISD sarà presso l’Hotel San Martino da domenica 28 novembre fino a mercoledì 1 dicembre: il raduno rappresenta l’occasione per testare il materiale tecnico, per completare le valutazioni e i test fisici grazie alla presenza dei responsabili del Centro Mapei e per definire la programmazione del 2011, oltre che per conoscere i nuovi arrivati e creare sin dall’avvio di stagione un vincente spirito di squadra. In programma anche incontri informativi tra i corridori e gli sponsor tecnici del team.

    Il ritiro sarà arricchito da un appuntamento particolare che vedrà protagonisti Damiano Cunego, Alessandro Petacchi, il bresciano Matteo Bono, Giuseppe Saronni, il ds Fabrizio Bontempi e il responsabile della comunicazione Andrea Appiani: nella mattinata di martedì 30 novembre, il gruppo blu-fucsia incontrerà gli studenti della scuola media di Angolo Terme (dalle 9 alle 10,30) e della scuola media di Darfo Boario Terme (dalle 11 alle 12,30), entrambe appartenenti all'Istituto Comprensivo Darfo 2.

    "E' con piacere che ritorneremo a Darfo Boario Terme: proprio dall'Hotel San Martino abbiamo costruito, nelle stagioni passate, grandi successi - ha commentato Giuseppe Saronni - Sappiamo che la struttura alberghiera è perfetta per le nostre esigenze e l'ospitalità è ottima: potremo quindi svolgere al meglio tutti i lavori previsti dal programma del raduno. Per l'organizzazione del ritiro, il nostro ringraziamento va alla AS Boario e agli sponsor riuniti da Ezio Maffi che hanno voluto dare il loro contributo per avere la nostra squadra in Vallecamonica. Il primo raduno è un momento importante per gettare le basi della stagione, per conoscere meglio i nuovi elementi della rosa dei corridori e dello staff, per iniziare a integrare nella squadra la nuova anima ucraina, per valorizzare la nostra presenza sul territorio che ci ospita partecipando a iniziative quali la visita ai ragazzi delle scuole".

     

    L’impegno dell’ACCPI per l’educazione giovanile

     

    Andrea Noè e Daniele Callegarin saranno protagonisti dell’incontro <<Sport & fede nella famiglia>>, appuntamento previsto domani nel corso del <<Programma concorso giornalistico sportivo San Francesco di Sales>>.

    I due atleti professionisti hanno risposto con entusiasmo all’invito del Centro Salesiano San Domenico Savio recapitato all’ACCPI (Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani).

    La conferenza, che avrà come mediatore d’eccezione Bruno Pizzul, si terrà mercoledì 24 novembre presso la Sala Teatro “Peppino Lodigiani” del Centro Salesiano San Domenico a Savio di Arese (MI) e avrà come destinatari gli studenti della Scuola media sperimentale Salesiani Arese, che potranno domandare curiosità e aneddoti ai due ospiti di giornata.

    Alla vigilia dell’evento il Presidente dell’ACCPI Amedeo Colombo esprime la disponibilità dell’associazione che rappresenta ad aderire a iniziative rivolte ai ragazzi: <<Il futuro del ciclismo deve passare attraverso i giovani e la loro educazione. L’ACCPI è felice di supportare iniziative come questa ed è orgogliosa della partecipazione diretta degli atleti, che possono davvero insegnare qualcosa e far avvicinare al fantastico mondo delle due ruote i più giovani!>>.

     

    Grande interesse per la Settimana Internazionale di Coppi e Bartali – Trofeo Unicredit Banca 2011

     

    Mentre proseguono i sopralluoghi nelle località e sui percorsi che ospiteranno, dal 22 al 26 marzo prossimi, la Settimana Internazionale di Coppi e Bartali – Trofeo UniCredit Banca, il Gruppo Sportivo Emilia proprio in questi giorni sta ricevendo segnali importanti per quanto riguarda l'edizione 2011 della gara a tappe.

    Ad oggi, infatti, sono già oltre venti le squadre che hanno inoltrato la richiesta di partecipazione alla gara che, come da tradizione, si aprirà con il doppio appuntamento di Riccione (frazione in linea mattutina e cronosquadre pomeridiana) per concludersi, cinque giorni dopo, a Sassuolo.

    Per l'ente organizzatore presieduto da Adriano Amici questo grande interesse da parte di squadre, soprattutto straniere, è la miglior conferma dell'alto livello che la gara ha raggiunto e consolidato nel corso degli anni.

     

    Ecco Edoardo Bonetto, neo acquisto del GIANT Italia Team

     

    Presentiamo ufficialmente Edoardo Bonetto, ultimo neo acquisto del GIANT Italia Team. Sulle spalle una maglia di Campione Nazionale MTB ai Campionati Giovanili e tanta voglia di dimostrare il proprio valore.

    Last but not least si usa dire in inglese. E' la volta di presentare Edoardo Bonetto, ultimo acquisto della formazione internazionale di mountain bike GIANT Italia Team. Il General Manager Gianfranco Bechis, come già ricordato in precedenza, punta sui giovani," perchè sono la linfa di questo movimento. Bisogna puntare sulle nuove leve, farle crescere con intelligenza, permettendo loro di sbagliare perchè, proprio da questi errori, arrivano gli stimoli giusti capaci di farli diventare veri campioni".

    Edoardo Bonetto, Junior 2° anno, proveniente dal Team Gebi Sistemi come il compagno di squadra Denis Fumarola, ha conquistato ai Campionati Nazionali Giovanili 2009 di Montoggio, Genova, la maglia di Campione Nazionale nella categoria Allievi. E proprio con Denis Fumarola, consegue un secondo tricolore ai Campionati Italiani a staffetta per Comitati Regionali disputati a Torre Canavese.

    Giovane talento della mountain bike, si mette in mostra in diverse occasioni, garantendosi la vittoria del Campionato regionale piemontese e conquistando il Trofeo interregionale ES-AL Tanti Biker, il Trofeo Parco Oasi Zegna e la Coppa Italia con la rappresentativa regionale del Piemonte.

    Nel 2010, al primo anno nella categoria Juniores, chiude al 4° posto assoluto il Campionato Nazionale Italiano a Torre Canavese ed è selezionato per partecipare alla Coppa del Mondo a Commezzadura in Val di Sole.

    "Mi sento onorato di essere stato scelto dal GIANT Italia Team, perchè in una formazione di tale levatura potrò gareggiare ed esprimermi ad altissimi livelli, confrontandomi con tutti gli esponenti internazionali della mia categoria" ha dichiarato Bonetto, proseguendo "spero di potermi migliorare, gareggiando al fianco di persone più esperte dalle quali ho solo da imparare".

    Come atleta, Bonetto vuole arrivare in alto, sempre più alto. Il GIANT Italia Team gliene darà la possibilità, "facendomi gareggiare in molte competizioni internazionali, garantendo che io possa confrontarmi contro i più forti atleti al mondo della mountain bike". Con un sogno nel cassetto: arrivare al livello di José Antonio Hermida, il Campione del Mondo 2010, "che stimo. Credo che la sua simpatia, la sua professionalità e umiltà ne facciano un atleta da prendere a modello. E' un simbolo per la nostra disciplina e mi piacerebbe, un giorno, potergli assomigliare".

     

    Il Team Campione d’Italia Ciclocross compie l’impresa

     

    La formazione Campione d’Italia Ciclocross ha letteralmente impressionato in quel di Lucca, seconda tappa del Giro d’Italia Ciclocross, ed in un sol colpo rientra nei giochi per il tricolore di Società: infatti, riuscendo ad andare a risultato in ben 7 delle 8 categorie in gara, si aggiudicano la Classifica a Squadre di tappa distanziando nettamente tutti i team avversari… 1° GS Cicli Fiorin Despar con 185 punti; 2° DD Team con 102 punti e 3° il Team Selle Italia Guerciotti con 98 punti… e risalendo addirittura sino alla 2° posizione in Classifica Generale, alle spalle della “sorella maggiore”, il Team Selle Italia Guerciotti, di cui il team sevesino Campione d’Italia è da quest’anno il vivaio a livello giovanile.

    Dopo due tappe infatti, il Team Selle Italia Guerciotti conduce il Campionato Italiano con 198 punti, ma la brianzola GS Cicli Fiorin Despar , con una sola tappa, ha già raggiunto quota 185 punti mentre al terzo posto si trovano i veneti della Mosole di Treviso con 180 punti, con i valtellinesi del DD Team al 4° posto a quota 175 punti. Più staccati gli altri sodalizi.

    A livello individuale invece, da segnalare che Alice Maria Arzuffi (GS Cicli Fiorin Despar-Eurotarget-Guerciotti-Skoda Galimberti-FSA) ha vestito la “maglia rosa” di leader nella categoria Donne Juniores, lei che proprio qui, nel 2007, si laureò Campionessa Italiana fra le Donne Esordienti 1° anno… categoria in cui, i Campioni d’Italia hanno messo a segno addirittura una doppietta grazie al 2° posto della Campionessa Europea Omnium su Pista Chiara Vannucci (GS Cicli Fiorin Despar-Eurotarget-Guerciotti-Skoda Galimberti-FSA).

    Molto bene è andata anche nella cat. Donne Allieve dove i sevesini salgono nuovamente sul podio con due atlete, ma questa volta si tratta del 2° e 3° gradino del podio, grazie a due primo anno, la Campionessa Italiana di specialità dello scorso anno fra le Donne Esordienti 2° anno Laura Bellucco (GS Cicli Fiorin Despar-Eurotarget-Guerciotti-Skoda Galimberti-FSA), che al suo rientro agonistico dopo un infortunio patito a fine settembre in una gara di Triathlon, conquista un’ottima medaglia d’argento, e la Campionessa Italiana su Strada Donne Esordienti 2° anno, l’orobica Claudia Cretti (GS Cicli Fiorin Despar-Eurotarget-Guerciotti-Skoda Galimberti-FSA), che giunge al 3° posto. Vittoria alla valtellinese Jenny Fontana (Melavì Tirano Bike).

    Un altro podio per i sevesini arriva a livello maschile, nella categoria Juniores, dove Riccardo Redaelli (GS Cicli Fiorin Despar / AS Ciclamanti Senago) pur partendo in coda, dopo una gara stratosferica, riesce addirittura a conquistare un’ottima terza piazza alle spalle degli azzurri Zurlo (Postumia), 7° la settimana precedente al Campionato Europeo, e Scapolan (Mosole).

    Podio sfiorato invece fra le Donne Elite dove la due volte tricolore Donne Juniores Elena Valentini (GS Cicli Fiorin Despar / AS Ciclamanti Senago) si è ottimamente comportata, sfiorando letteralmente il podio, perso solo nell’ultima parte dell’ultimo giro in favore della Rossi (Esercito), chiudendo così in 4° posizione. Doppietta della Selle Italia Guerciotti con la coppia Cucciniello – Vecchio.

    Ma per i sevesini sono stati fondamentali anche i risultati di Giorgia De Laurentis (GS Cicli Fiorin Despar-Eurotarget-Guerciotti-Skoda Galimberti-FSA), giunta 5° nella categoria Donne Esordienti… Gabriele Bellan (GS Cicli Fiorin Despar / AS Ciclamanti Senago), giunto 6° nella categoria Allievi e Matteo Trambaiolli (GS Cicli Fiorin Despar / AS Ciclamanti Senago), giunto 7° nella categoria Esordienti.

    Prossima tappa, la terza, domenica 21 novembre, al Parco Enzo Ferrari di Modena, località che da sempre porta bene ai sevesini che proprio qui hanno conquistato il Campionato Italiano a Squadre nelle edizioni 2007 e 2008 e dove, nel 2009 furono protagonisti di un vero e proprio record… la conquista di ben 5 titoli tricolori nella medesima edizione dei Campionati Italiani !!!

    E chissà, viste queste premesse, che non possa avvenire proprio qui l’eventuale “sorpasso” ed il ritorno al vertice del Campionato Italiano a Squadre per i sevesini…

     

    A Modena i Campioni d’Italia si scatenano nuovamente andando al comando del Tricolore a Squadre

     

    La formazione sevesina Campione d’Italia Ciclocross, sulle ali dell’impresa compiuta a Lucca la scorsa settimana... concede il bis… e si aggiudica anche la 3° tappa del Campionato Italiano Ciclocross a Squadre svoltasi domenica 21 novembre al Parco Enzo Ferrari di Modena, totalizzando la bellezza di 184 punti davanti al DD Team (121 punti) ed il Centro Sportivo Esercito (74 punti).

    Grazie a questa ennesima ottima prestazione corale (ndr: è andato a risultato in tutte e sette le categorie in cui si è presentato ai nastri di partenza), il GS Cicli Fiorin Despar ha completato la “rincorsa” al vertice del Tricolore Ciclocross di Società edizione 2011 nonostante non avesse partecipato alla 1° tappa… un obiettivo che sembrava difficilmente raggiungibile se non con un “arrivo al fotofinish” al termine delle sei tappe previste e che invece è stato subito raggiunto già al “giro di boa” grazie ad una compattezza e solidità della formazione sevesina andata oltre ogni più rosea aspettativa degli stessi dirigenti sevesini: infatti il team diretto dal Prof. Daniele Fiorin conduce ora la Classifica del Campionato Italiano di Società con ben 369 punti contro i 296 dei valtellinesi del DD Team, saliti dal 4° al 2° posto, ed i 258 punti della “sorella maggiore” Selle Italia Guerciotti, che a sua volta preede di una manciata di punti i veneti della Mosole (253 punti).

    Come giù successo a Lucca, ben 5 sono stati gli atleti sevesini saliti sul podio in questa tappa del Giro d’Italia Ciclocross, con la sola differenza che stavolta le vittorie sono state addirittura due !!!

    Già perché se in casa sevesina ci si poteva anche aspettare la vittoria di Alice Maria Arzuffi (GS Cicli Fiorin Despar-Eurotarget-Guerciotti-Skoda Galimberti-FSA) nella categoria Donne Juniores (ndr: vestita nell’occasione con uno splendido body bianco-rosa regalatole per il suo compleanno dallo sponsor Paolo Ratti della Pierre che gli lo ha fatto trovare a sorpresa poco prima della partenza), autrice di prestazione superlativa, che l’ha portata addirittura sul podio della Classifica assoluta Donne Open, cedendo il 2° posto alla leader del Giro d’Italia della categoria superiore Francesca Cucciniello (SelleItalia Guerciotti) solo nel corso dell’ultima tornata… lei che in realtà è appena al suo debutto nella categoria Juniores… certo non appariva così scontata la splendida vittoria di Matteo Angelo Trambaiolli (GS Cicli Fiorin Despar / As Ciclamanti Senago) che ha dominato a sorpresa la prova relativa alla categoria Esordienti, precedendo l’orobico Rossi (Tx Active Biacnhi) ed il veneto, leader del Giro d’Italia, Montagner (Mosole), che fin qui aveva dominato al “Giro”. L’alfiere dei patron Fiorin & Ballabio è infatti solo alla sua 2° vittoria stagionale, ma sul bellissimo quanto insidioso percorso modenese, sembrava avere una “marcia in più”.

    Gli altri tre podi sevesini, portano in dote tutti una medaglia di bronzo… a conquistarle la Campionessa Italiana Ciclocross Laura Bellucco (GS Cicli Fiorin Despar-Eurotarget-Guerciotti-Skoda Galimberti-FSA) fra le Donne Allieve, gara in cui la compagna di scuderia Claudia Cretti (GS Cicli Fiorin Despar-Eurotarget-Guerciotti-Skoda Galimberti-FSA) ha chiuso in 7° posizione … la Campionessa Europea su Pista Chiara Vannucci (GS Cicli Fiorin Despar-Eurotarget-Guerciotti-Skoda Galimberti-FSA) nella categoria Donne Juniores, dove le compagne di scuderia Alice Codeluppi e Ana Maria Covrig hanno chiuso rispettivamente al 6° e 7° posto… e lo juniores Riccardo Redaelli (GS Cicli Fiorin Despar / As Ciclamanti Senago) che si è confermato a livelli di eccellenza dopo il podio conquistato domenica scorsa a Lucca nonostante un piccolo inconveniente prima della partenza lo abbia costretto a partire dall’ultima posizione, lui che avrebbe invece dovuto “scattare” dalla prima fila, costringendolo ad inseguire i migliori sin dai primi metri di gara. Una prestazione la sua, che non è sicuramente sfuggita agli addetti ai lavori e che, sommata a quella fornita sette giorni prima a Lucca, potrebbe anche aprirgli, prima del termine della stagione, una “possibilità” in chiave azzurra… specie se ci dovesse essere un’ulteriore conferma nel breve periodo e se si considera che è solo al primo anno nella categoria…

    Sevesini che ottengono inoltre punti preziosissimi anche grazie alla due volte tricolore Ciclocross Elena Valentini (GS Cicli Fiorin Despar-Eurotarget-Guerciotti-Skoda Galimberti-FSA), giunta 5° fra le Donne Elite, che via via sta crescendo di condizione… a Gabriele Bellan (GS Cicli Fiorin Despar / As Ciclamanti Senago) giunto 7° fra gli Allievi, che si conferma così uno fra i migliori esponenti della categoria… ed ai due neo-acquisti Elena Bissolati, Campionessa Italiana Velocità su Pista, e Marica Romano (GS Cicli Fiorin Despar-Eurotarget-Guerciotti-Skoda Galimberti-FSA) giunte rispettivamente al 7° ed 8° posto fra le Donne Esordienti.

    Da ricordare infine che, nelle gare promozionali di contorno il sodalizio sevesino ha conquistato altre due vittorie: nella cat. G5 Femminile con Laura Vecchio (GS Cicli Fiorin Despar) e con Allegra Maria Arzuffi (GS Cicli Fiorin Despar) nella cat. G6 Femminile, dove la compagna Irene Ronchi si è classificata al 3° posto.

    Prossimo appuntamento con il Giro d’Italia Ciclocross il giorno 8 dicembre, quando si correrà a Faè di Oderzo (Treviso), quando i sevesini saranno chiamati a confermare e rafforzare, se possibile, la propria leadership nel Campionato Italiano Ciclocross a Squadre.

     

     

     

     

     

     

     

  • Cipollini alla Katusha

     

     

    Mario Cipollini sarà consulente per il Team Katusha nello specifico compito di far crescere i giovani velocisti Russi. L’ex campione del mondo avrà il compito di preparare mentalmente e tatticamente gli sprinter delle squadre del progetto Katusha: Pro-Tour, Continental e Under 23.

    "La nostra organizzazione diventa sempre più articolata e avere con noi un’ex campione del mondo come Cipollini non può che esserci utile" dice il presidente del gruppo Andrei Tchmil. "Tutti hanno conosciuto il suo valore come sprinter quando correva e penso che la sua esperienza possa apportare un valore aggiunto. Sarà la chioccia per i giovani velocisti coinvolti nel nostro progetto globale".

     

     

     

     

  • Video Merida Matts Twenty Nine 2011

    Nel video la bici Merida Matts Twenty Nine 2011

      

  • Granfondo Alta Valtellina: definito il tetto delle iscrizioni

    Si fermeranno a quota 2000 le iscrizioni alla granfondo Alta Valtellina di Bormio in calendario il 31 luglio 2011, tetto stabilito dal Comitato organizzatore per garantire a tutti gli effetti una gara, e dei servizi di altissima qualità.

    Una scelta opportunamente ponderata, visto la crescita considerevole dei partecipanti in soli 3 anni, con lo scopo di mantenere la notevole immagine che ha contraddistinto l’evento a livello nazionale. Una granfondo esclusiva, “preziosa”, che per gli stessi partecipanti vuole rappresentare un’ambizione ed un’emozione unica, dove l’importante.... è esserci !

    Un tetto che vuole permettere la realizzazione di una serie di “esclusività”: dal pacco gara, definito “pacco premio” per l’elevato valore dei suoi contenuti, all’attenta organizzazione e dimensionamento dei servizi pre e post gara ed ad una logistica all’altezza di un grande evento.

    Un favoloso pacco gara che va sicuramente ben oltre le aspettative, per la ricchezza del suo contenuto appositamente confezionato dal Comitato organizzatore quale inedita attrattiva, che come da tradizione rappresenterà un riconoscimento, un premio a tutti i partecipanti per aver scelto la granfondo valtellinese.

    Sarà un nuovissimo capo d’abbigliamento, griffato granfondo Alta Valtellina dal design e confort unico estremamente versatile sportivo e casual che caratterizzerà il pacco premio 2011 riservato a tutti coloro che si iscriveranno in esclusiva alla kermesse valtellinese (senza formula abbonamenti).

    Un pacco premio con un capo d’abbigliamento sempre della collezione granfondo Alta Valtellina di gamma differenziata, sarà riservato anche a coloro che sceglieranno la soluzione economicamente più vantaggiosa con la formula degli abbonamenti (circuiti); ben presto saranno svelati tutti i particolari di questi inediti capi.

    Anche quest’anno la granfondo Alta Valtellina rafforzerà la propria immagine e promozione con l’adesione a tre importanti circuiti dei quali due nazionali, il Nobili Windtex e l’IMA Scapin ed uno regionale il neo Lombardia Overland.

    Sono davvero tante le opportunità da non perdere….il consiglio è quello di seguire le imminenti prossime news, perché a breve sarà comunicata l’apertura delle iscrizioni, e ed è bene pensarci, il tetto limite è alto (2000) ma, come si suol dire, chi ha tempo non aspetti tempo!

     

     

     

     

     

  • Prime anticipazioni sul Giro del Trentino 2011

     

     

    Il GS Alto Garda-Arco svela il primo dei due arrivi in salita che caratterizzeranno la 35a edizione del Giro del Trentino, recentemente inserito dall'Unione Ciclistica Internazionale nella categoria 2.HC, a testimoniare la costante crescita della manifestazione sul piano internazionale.

    La breve corsa a tappe trentina, in programma dal 19 al 22 aprile prossimi, raggiungerà Fai della Paganella a conclusione della terza giornata di gara (giovedì 21 aprile), grazie all'accordo raggiunto tra gli organizzatori Nerino e Lina Ioppi e la società Touristline - GraphicLine, responsabile della promozione e della comunicazione dell'Altopiano della Paganella, rappresentata da Maurizio Tasin (Sport & Events Promoter) e Sandro Mazza (Project Manager).

    Località sciistica particolarmente rinomata e attrattiva sia per gli scorci panoramici mozzafiato che per le numerose opportunità di divertimento offerte, Fai della Paganella ospiterà il primo arrivo in quota del 35° Giro del Trentino al termine di una salita di oltre 10km con pendenza media del 7.4% e punte massime che arrivano al 12%. La tappa prevede la doppia ascesa a Fai della Paganella: dopo un primo passaggio, infatti, i corridori transiteranno da Andalo per poi discendere verso la Val di Non e riaffrontare la salita che porterà al traguardo, posto a 989m di altezza. E intanto è già stata individuata a Fai della Paganella la sede del quartiere tappa all'interno della nuova struttura "Al Sole Hotel Beauty & Vital" che verrà inaugurata nei prossimi giorni.

    Da Andalo ripartirà quindi la quarta ed ultima tappa. La sede della frazione conclusiva, che come nella tradizione del GS Alto Garda-Arco sarà ancora una volta in una località di grande prestigio, verrà svelata nelle prossime settimane.

     

     

     

     

     

     

  • Maratona dles Dolomites 2011

    La fase delle preiscrizioni ha decretato l’ennesimo successo per la Maratona dles Dolomites 2011 giunta alla 25. edizione. Le richieste di partecipazione hanno raggiunto la cifra record, finora mai sfiorata, di 28.000 domande (l’anno scorso erano state 25.000), di cui 2.500 sono donne. Il 18 novembre sono stati ammessi al sorteggio alla presenza del notaio, di Michil Costa e del direttore Claudio Canins, 24.035 concorrenti che si sono contesi i 6.000 posti disponibili di cui 3.000 riservati agli italiani e 3.000 agli esteri. I rimanenti 3.000 posti circa sono destinati a coloro che hanno acquistato il pacchetto soggiorno tramite i Tour Operator di tutto il mondo.

    Il numero dei partecipanti al sorteggio rappresenta un aumento dell’11% rispetto all’anno scorso per un successo oltre ogni aspettativa ottenuto grazie alla decisione presa con le altre 4 Granfondo appartenenti alla Five Stars League (Nove Colli, la pinarello cycling, Granfondo Dolomiti Sportful, GF Felice Gimondi) di chiudere la partecipazione agli ex professionisti. A seguito di centinaia di richieste da parte degli amatori, le rispettive organizzazioni si sono decise a fare questo importante passo. L’accordo di questo consorzio si estenderà anche alla tutela dell’ambiente e dei partecipanti durante le diverse manifestazioni.

    Il prossimo 24 novembre a partire dalle ore 18.00 ci sarà la vendita di 170 iscrizioni a prezzo maggiorato il cui ricavato andrà in beneficenza: 150 Gold al prezzo di 200, 00 euro ciascuna, 15 Platinum al prezzo di 400,00 euro e 5 iscrizioni Crystal al prezzo di 1.500 euro. Il secondo appuntamento è invece per il 24 marzo 2011 con la vendita di 150 Gold e di 10 Platinum. Tali iscrizioni sono in vendita solo online e pagabili solo con carta di credito sul sito www.maratona.it.

    La beneficenza della prossima edizione abbraccerà progetti diversi che stanno a cuore del comitato organizzatore che da anni si distingue per le sue nobili azioni.

    I progetti verranno curati dall’Associazione Gruppi di Belluno “Insieme si può” Onlus/ONG, il fondo di solidarietà rurale „Südtiroler Bäuerlicher Notstandsfond“, l’Associazione “La Strada - Der Weg” e l’Associazione Tumori Alto Adige.

    L’appuntamento per il prossimo anno è domenica 10 luglio 2011, è sempre con partenza da La Villa e arrivo a Corvara, per i quasi 9000 partecipanti, rigorosamente a numero chiuso, che affronteranno i tre classici percorsi: LUNGO 138 km con 4190 mt di dislivello, MEDIO 106 km con 3090 mt di dislivello e SELLA RONDA 55 km con dislivello di 1780 mt. Confermata anche la diretta televisiva su Raitre e la chiusura al traffico dei passi dolomitici durante lo svolgimento della gara.

    I festeggiamenti per la 25. edizione sono già in fase organizzativa e si susseguiranno agli eventi collaterali in programma sia durante lo svolgimento della gara, sia nei giorni antecedenti e successivi. Di particolare interesse per i bambini dai 6 ai 12 anni è la speciale sessione di gara che vede anche loro protagonisti della MARATONA FOR KIDS SPORTFUL con la partecipazione di 400 bambini e con la collaborazione di Maria Canins.

    Un’ultima doverosa precisazione in merito al caso Michele Maccanti. In seguito al deferimento da parte del CONI dell’atleta al Tribunale Nazionale Antidoping in data 4 novembre per la riscontrata positività al termine del Campionato Mondiale Crono Individuale, svoltosi il 15 maggio 2010, l’organizzazione della Maratona dles Dolomites conferma la cancellazione del risultato della scorsa edizione di Michele Maccanti annullando la sua vittoria alla 24° Maratona dles Dolomites del 4 luglio 2010. È anche stato cancellato il suo risultato alla Granfondo Dolomiti Sportful.

     

     

     

     

     

     

     

  • Granfondo "Maratona del Deserto" a Sharm el Sheikh

     

    La settimana della Granfondo è articolata in un programma di allenamenti, gara e VACANZA che si svolgono fin dal primo giorno di soggiorno a Sharm El Sheikh (Mar Rosso) presso Domina Coral Bay, Hotel, Resort, Spa & Casino’

    La manifestazione è aperta a tutti purché tesserati alla F.C.I e Udace.

    Le iscrizioni si ricevono presso Dada Viaggi Snc (vedi pro-gramma dettagliato sul sito www.dadaviaggi.it) oppure telefo-nicamente allo 0371/425695 Angela e Alessandra saranno a disposizione.

    QUOTA D'ISCRIZIONE alla gara: EURO 40,00 per prenota-zioni entro 30/10/2010 Comprendente il pacco gara, ristori, assistenza meccanica e sanitaria.

    MODALITA' DI PAGAMENTO: Bonifico Bancario IBAN: IT79 G03336 56980 000000001569 del Credito Bergamasco intesta-to a World Bike a.s.d . Inviare via fax 0371/548771 o via email info@dadaviaggi.it copia dell'avvenuto pagamento e della tes-sera.

    QUOTA PARTECIPAZIONE PACCHETTO VIAGGIO:

    Domina Coral Bay Oasis – 8 giorni 7 notti volo dai principali aeroporti italiani + soggiorno con trattamento All Inclusive + trasferimenti + tasse aeroportuali + visto + assicurazione me-dico– bagaglio totale per persona Euro 750,00 trasporto bici Euro 80,00

    MODALITA' DI PAGAMENTO: Bonifico Bancario IBAN: IT03 B 05164 20302 000000000643 Banca Popolare di Lodi Inviare via fax 0371/548771 o via email info@dadaviaggi.it copia dell'avvenuto pagamento

    TERMINE ISCRIZIONE E PRENOTAZIONE VIAGGIO EN-TRO 30/10/2010 dopo tale data verranno accettate prenotazioni solo su richiesta previa disponibilità.

    PROGRAMMA DI VIAGGIO:

    PARTENZE 22 e 23 gennaio 2011

    Partenze sabato e domenica dai principali aeroporti italiani di tutti i partecipanti con consegna pacco gara al Check-in

    Trasferimenti dall'aeroporto all'hotel e viceversa

    Assegnazione camere presso Domina Coral Bay con tratta-mento di All Inclusive, giornata libera a disposizione

    Lunedì ore 10:00 breefing sulle informazioni tecniche relative alla corsa, verifica tessera + presentazione escursioni facoltative e servizi offerti per la settimana di soggiorno. Inizio prova percorso.

    Martedì-mercoledì e giovedì prova del percorso con i corridori Professionisti ospiti della manifestazione. Al rientro della prova percorso i meccanici saranno a disposizione di tutti i partecipanti. Pomeriggio libero

    Venerdì gara di Granfondo con percorso di 155 chilometri. Pomeriggio libero e la sera cena di Gala con premiazioni finali.

    Sabato e domenica giornate libere e rientri in Italia.

     

     

     

     

     

     

     

  • Tour 3 Regioni FRW

     

     

    Domenica 3 Ottobre a Sinalunga (Si) con la 6^ e ultima prova la “SINALUNGA BIKE “, si è concluso il circuito di Gran Fondo Tour 3 Regioni FRW di Mountain Bike 2009, una stagione ricca di soddisfazioni che ha visto un incremento delle presenze con oltre n° 5.700 atleti.

    Il motto coniato per il circuito FRW, “Con il circuito Tour 3 regioni FRW il Centro Italia si muove in MTB“ si è rivelato quanto mai azzeccato, per la risposta avuta dalle Società e atleti della Toscana. Marche ed Emilia-Romagna, con i 428 abbonati al circuito.

    Già pronto il calendario della stagione 2011, e nell’ultima settimana, si è mossa la organizzazione delle premiazioni finali, programmate nella giornata di Sabato 20 Novembre 2009 presso la sede della Freewelling (Sponsor del Circuito) in Via Barsanti 10 (Ravenna), condotta dal giornalista Stefano Bertolotti, con la presenza di oltre 180 concorrenti accompagnati dai familiari e tanti graditi ospiti.

    La giornata si è conclusa con un piccolo buffet, nella sala espositiva, nella quale facevano da padrone i vari modelli della stagione 2011 targati FRW, con il Patron Claudio Brusi, pronto ad illustrare i nuovi modelli, rispondendo ai vari quesiti tecnici, altro ancora.

     

    Classifica finale Tour 3 Regioni FRW 2011

    DONNE Barbara Genga I Briganti

    ESORDIENTI Luca Celli Team Errepy FRW

    ALLIEVI Giovanni Bellocci Team Errepy FRW

    JUNIOR Leonardo Caracciolo Cetro Bici Team

    ELMT Federico Ricci Scott Pasquini

    M1 Mikhailousky Serghei MTB Durantini

    M2 Marco Minucci Mondo Bici

    M3 Fabrizio Pezzi Tartana Bike

    M4 Mario Rossi Scorpion Bike

    M5 Alviero Scattini Testi Cicli

    M6 Massimo Burzi Scott Pasquini

     

    SOCIETA’ A PUNTEGGIO 1^ Classificata MONDO BICI

    2^ Classificata TEAM FRW ERREPY

    3^ Classificata SCOTT PASQUINI

     

     

    Calendario Tour 3 Regioni - FRW 2011

     

     1^ Prova D 27 MARZO “ RAMPICHIANA “ Sant’Andrea a Pigli (Ar)

    2^ Prova D 17 APRILE “ 9 FOSSI “ Cingoli (Mc)

    3^ Prova D 08 MAGGIO “ IL CARPEGNA MI BASTA “ Carpegna (pu)

    4^ Prova D 12 GIUGNO “ G. F. MONTE CUCCO “ Costacciaro (Pg)

    5^ Prova D 18 SETTEMB. “ RAMPICONERO “ Camerano (An)

    6^ Prova D 02 OTTOBRE “ SINALUNGA BIKE “ Sinalunga (Si)

     

     

     

     

     

     

  • Video Ridley Noah RS Ultegra

  • Video Cannondale E-Bike 2011

    Nel video la bici Cannondale E-Bike 2011

      

  • Video Merida One Twenty

    Nel video la bici Merida One Twenty 2011

      

  • Con la Sperlonga Bike si chiude ufficialmente il 2010 del Cross Country nel Lazio

     

     

    Sarà intitolata a San Leone, patrono di Sperlonga (Latina), la Sperlonga Bike che domenica 21 novembre p.v. chiuderà ufficialmente la stagione agonistica del cross country nel Lazio in un periodo dell’anno in cui gli atleti hanno inforcato la bici da ciclocross. Alla sua prima edizione organizzata dall’ASD NW Sport Cicli Conte Fans Bike in stretta sinergia con l’associazione Sperlonga Eventi, la gara si snoda per il centro storico di Sperlonga per poi raggiungere lo spettacolare sentiero della grotta di Tiberio che è a picco sulla mare con un panorama mozzafiato e sulla spiaggia della valle dei corsari e del Fortino. Lasciata la spiaggia si risalirà leggermente per affrontare una serie di scalinate che condurranno in pieno centro di Sperlonga. Dal punto di vista strettamente tecnico la partenza si effettuerà in Via Valle all'ingresso di Sperlonga per lasciare la parte vecchia transitando per Corso San Leone dove sarà posto l'arrivo. Lo sterrato domina per il 60% anche se sono presenti cemento e stradine di pietre cementate (Torre del Nibbio) ed anche un tratto di 30 metri su delle passerelle in legno posizionate sulla spiaggia della Valle dei corsari non transitando sulla sabbia. Nella sua totalità misura 6 chilometri circa con un dislivello di 170 metri a giro. Le categorie master lo ripeteranno 5 volte più un giro di lancio comune anche alle categorie agonistiche che misura 1500 metri.

    "La gara nasce dal fatto che a Sperlonga anni fa già si svolgeva una gara ciclistica. Noi non abbiamo fatto altro che riprenderla e riproporla apportando alcune modifiche al circuito ringraziando la Nw Sport Cicli Conte di Fondi che ci affianca per il supporto tecnico" commenta il team della Sperlonga Eventi.

    Il ritrovo è fissato dalle ore 7.45 alle 9:30 presso il Bar Trani sito in piazza della Repubblica a Sperlonga con partenza alle 9:45 da Via Cristoforo Colombo presso hotel l’Amyclae.

    Nel pomeriggio di domenica 21 novembre a partire dalle ore 17,00 al Palacavicchi di Ciampino (Roma) sito in via Bandinelli 130 avrà luogo la premiazione del circuito Marathon Pago Lazio alla presenza di autorità, società e atleti. Per l’occasione il consorzio Marathon Lazio 2010 ringrazia gli oltre 4500 iscritti (secondo i dati ufficiali Champion Chip), i 367 abbonati, il Main Sponsor e gli Sponsor Tecnici.

     

     

     

     

     

  • Il Granducato apre al cicloturismo

    Una partenza con il botto per la tredicesima edizione del circuito più apprezzato della Toscana.

     

    Calendario

    Innanzi tutto è stato definito il calendario gare con le seguenti prove:

    27-02 – Cronosquadre di San Vincenzo

    20-03 - GF Inkospor “Terme di Casciana” (ex-Folgore)

    03-04 - GF Città di Grosseto

    17-04 - GF Paolo Bettini - La Geotermia

    15-05 - GF della Vernaccia

    29-05 - GF 7 Rocche Toscane

    05-06 - GF del Castello

     

    Percorso cicloturistico "alla francese"

    Altra grossa novità è l'apertura del circuito ai ciclisti che non amano la fretta e la competizione, che troveranno un percorso a loro dedicato, potendo pedalare senza assilli, godendosi il panorama.

    Per ogni prova verrà predisposto un percorso con uno tracciato compreso tra i 65 e gli 80km, solamente cicloturistico.

    Ai cicloturisti verrà consegnato il cartellino sul quale andrà apposto il timbro alla partenza, al ristoro e all'arrivo.

    La partenza sarà "alla francese", con una finestra che andrà da mezz'ora prima a mezz'ora dopo la partenza della granfondo, dando così la possibilità, a chi ne avesse piacere, di vedere partire la corsa.

    Eco ristoro

    Il primo ristoro che si incontrerà sui tre percorsi, sarà ecologico. Qui, i cicloturisti saranno obbligati a fermarsi per farsi timbrare il cartellino, mentre, chi vorrà fare rifornimento, sarà obbligato comunque a fermarsi, in quanto non verrà effettuato il servizio volante, al fine di evitare il disseminarsi di migliaia di bottigliette per decine di chilometri.

    Abbonamenti e Promozione Natalizia

    Come è ormai d'usanza, l'abbonamento al Granducato resta uno dei più convenienti sul panorama nazionale.

    Dal 1 dicembre fino al 31 dicembre, ci si potrà abbonare, grazie alla Promozione Natalizia, a soli 100 Euro per le sei granfondo (la Cronosquadre resta anche per il 2011 come opzione a latere), mentre dal 1 gennaio l'abbonamento salirà a 120 Euro, riducendo quindi la quota a granfondo a soli 16.6 Euro nel primo caso e 20 Euro nel secondo.

    Sarà ovviamente possibile iscriversi alle singole prove, al costo di 25 Euro l'una.

    Anti-doping

    Senza andare a inventarsi strani e arzigogolati regolamenti, il Giro del Granducato di Toscana, per quanto riguarda il discorso "doping" opererà come segue:

    - alle manifestazioni sono ammessi tutti i ciclisti in regola con il tesseramento, ex-pro ed ex-dilettanti compresi

    - non verranno ammessi tutti i ciclisti che terminano la squalifica nel 2011

    - chi verrà trovato positivo durante la stagione 2011, anche in altre manifestazioni, verrà estromesso dal Circuito, non potrà ovviamente partecipare a nessun'altra prova e non verrà MAI PIU' ammesso al Giro del Granducato di Toscana.

    Terme per tutti

    La Granfondo della Folgore cambia nome e località. Si trasferirà a Casciana Terme (PI), ridente e amena località delle colline pisane, appoggiata su una fonte termale, e prenderà il nome di Granfondo Inkospor "Terme di Casciana".

    Saranno disponibili 50 pacchetti “Granfondo+Hotel”, messi a disposizione dall’Hotel San Marco.

    Il pacchetto prevede l’iscrizione alla granfondo con pettorale da prima griglia, pernotto con utilizzo della piscina termale + sauna + bagno turco+ Kit SPA (ciabattine e accappatoio), Cena del Ciclista, colazione, “Pranzo party” dedicato in Hotel (antipasto, primo, secondo con contorno, frutta, acqua vino e caffè), possibilità di utilizzo della camera per la doccia.

    Il tutto a 90 Euro per gli iscritti alla singola gara, 70 Euro per gli abbonati, 75 Euro per gli accompagnatori.

    Alla Cena del Ciclista del sabato sera, potranno partecipare tutti i ciclisti al costo di 12 Euro (gratuita ai possessori del pacchetto turistico), dove verranno serviti 200gr di pasta al pomodoro, 50gr di grana, un mix di verdure fresche, una fetta di crostata alla frutta, acqua, vino o bibita e caffè.

     

     

     

     

     

     

     

  • Visconti all'Expobit di Catania, ...

    Visconti all'Expobit di Catania

     

    All'apertura ufficiale dei lavori per la stagione 2011 della sua squadra, la Farnese Vini – Neri Sottoli, Giovanni Visconti partirà per una gradita trasferta a Catania, dove il Campione Italiano è stato invitato per la presentazione della tappa siciliana del Giro d'Italia, all'Expobit 2010. Il Salone Euromediterraneo dell'Innovazione Tecnologica avrà un ospite speciale: presso lo stand di Rai Trade la presentazione della suggestiva nona frazione della corsa rosa 2011, la Messina – Etna, di 159 km. La tappa che già ha riscosso elogi dai più importanti rappresentanti del mondo del ciclismo, avrà dunque “battesimo” domani alle 12, nella conferenza di presentazione ufficiale organizzata insieme ad RCS Sport e alle istituzioni loca li. Con l'amministratore delegato di Rai Trade, Carlo Nardello, ci sarà ovviamente anche Angelo Zomegnan, il patron del Giro d'Italia che nell'occasione avrà dunque a disposizione il campione Italiano Giovanni Visconti per parlare del legame tra la Sicilia, il ciclismo e la corsa rosa. Il “Marine” di Palermo, ormai prossimo all'inizio della preparazione invernale, rientrerà poi a Verona, dove ad attenderlo ci sarà tutta la Farnese Vini Neri Sottoli, riunita per il primo stage di lavoro, con la consegna dei programmi di allenamento e l'inizio ufficiale delle attività. “Tornare in Sicilia per me è sempre una grande emozione – ha commentato Visconti - Ogni volta che ci vengo, anche per allenarmi, sento che mi restituisce sensazioni uniche. Sarà per l'affetto dei miei corregionali, dei tanti tifosi e delle radici che tengo sempre nel cuore, o forse un insieme di tutti questi elementi, ma quando torno, è s empre un evento speciale. La Tappa di Messina sarà uno dei momenti più belli del Giro 2011, dirà tanto su questa bella regione, sui sui paesaggi e i sui percorsi”.

     

    Alessio Fazzolari fa “en plein” a Montichiari

     

    Nonostante venisse da un periodo di meritato riposo e quindi non potesse essere al meglio della condizione, sabato scorso, 13 novembre, Alessio Fazzolari (AS Ciclamanti / Cicli Fiorin Despar) ha nuovamente “dettato legge” nel Trofeo Fattoria la Regina svoltosi sul velodromo coperto di Montichiari (Bs).

    L’alfiere della categoria Esordienti dei patron Ballabio & Fiorin, Campione Lombardo Velocità nonché Gara a Punti su Pista, ha infatti fatto “en plein” andando a vincere tutte e tre le prove disputate (Scratch, Eliminazione, Gara a Punti) determinanti la Classifica Finale della manifestazione, svoltasi con la formula Omnium.

    In particolare, nella prima prova in programma, quella dello Scratch, la vittoria è arrivata precedendo nell’ordine l’orobico Cretti (Barblanco) ed il ligure Lochtmans al termine di una volata perentoria… nell’Eliminazione invece il successo è giunto grazie ad un affondo solitario a pochi giri dal termine che gli ha permesso di precedere nell’ordine i due orobici Cretti e Brescianini (Barblanco)… medesimo ordine d’arrivo anche nell’ultima prova in programma, la Gara a Punti dove, ancora una volta, tutti gli avversari hanno dovuto inchinarsi ai suoi sprint, per poi controllare al meglio nel finale di gara un attacco portatogli dall’orobico Brescianini.

    Classifica Finale Omnium che ha quindi visto Alessio Fazzolari (AS Ciclamanti / Cicli Fiorin Despar) prevalere con 3 punti, davanti all’orobico Cretti (Barblanco) con 6 punti, forte del 2° posto in tutte e tre le specialità, ed al suo compagno di scuderia Brescianini (Barblanco) con 11 punti, forte di due 3° ed un 5° posto… tutti premiati, per l’occasione, dal professionista della Liquigas Doimo Elia Viviani, appena tornato dai Campionati Europei su Pista di Pruszkow in Polonia.

    Prossimo appuntamento con la Pista, sabato 27 novembre, sempre sul velodromo coperto di Montichiari.

     

     

     

     

     

     

  • L'Eroica 2011 avrà un numero limitato di partecipanti

    Si parla di numero chiuso per i partecipanti all'Eroica 2011, in programma per il 2 ottobre, le cui iscrizioni si apriranno il 1 febbraio. Gli organizzatori, solo sei settimane dopo lo straordinario successo registrato quest'anno, hanno già iniziato a progettare la prossima edizione della cicloturistica d'epoca che suscita forte fascino per le sue bellezze intramontabili, sia in Italia che all'Estero.

    L'Eroica si caratterizza per la bellezza del territorio, per i valori condivisi con i suoi partecipanti, per le splendide biciclette che la rendono l'appuntamento per eccellenza dei veri amanti del ciclismo di ogni epoca: "Questo evento ha raggiunto ora la sua dimensione ideale - hanno dichiarato gli organizzatori - così una quota di partecipanti non superiore a quella dell’edizione 2010 ci sembra la più idonea per garantire a tutti la migliore qualità dei servizi che intendiamo continuare a garantire. Abbiamo pensato di utilizzare il nostro sito internet per offrire l'opportunità ad italiani e stranieri di potersi assicurare il proprio numero di partenza ma sicuramente garantiremo anche a chi non ha familiarità con la tecnologia la stessa opportunità".

    Attendiamo quindi ulteriori informazioni sulle modalità di iscrizione.

     

     

     

     

     

  • Cobo e Gutiérrez con Geox-TMC

    Il nuovo Team Geox-TMC continua il rafforzamento della squadra in vista della stagione 2011, è notizia di oggi gli acquisti dei due cantabri, Juanjo Cobo (Caisse d’Epargne) e David Gutiérrez Gutiérrez (Footon-Servetto-Fuji). La squadra di Mauro Gianetti si rinforza dunque con un corridore di livello internazionale come Cobo e con un ciclista come Gutiérrez, capace nel 2010 di una grande crescita nella sua prima stagione da professionista, dove ha dimostrato grandi qualità nelle corse di un giorno (top-20 a Amorebieta, Naranco, Llodio e Rioja), oltre ad essere un grande lavoratore per la squadra, dote che l’ha portato a partecipare alla Vuelta di Spagna, che ha di fatto chiuso la sua prima stagione da professionista.

    "Tutti conosciamo le grandi qualità sportive di Cobo –spiega Gianetti-. Ha dimostrato di poter essere con i migliori sia in salita che a cronometro, sarà un aiuto importante per i due leader della squadra. Con noi ha avuto un ottimo rendimento quest’anno ha conosciuto varie sfortune ma siamo sicuri tornerà protagonista. David Gutiérrez ha dimostrato ottime qualità in tutta la stagione, serietà e professionalità, dunque ha guadagnato la nostra fiducia. I due rinforzi sono un passo importante per la nostra collaborazione con la regione della Cantabria, che da sempre è al nostro fianco".

    Cobo riconosce che questa è un’opportunità importante "riscoprire il piacere del ciclismo. Ho trascorso un anno molto difficile sul piano psicologico, sono un corridore che deve avere la necessaria armonia per stare bene e dare il massimo . Ritrovo il gruppo con il quale ho avuto il periodo migliore della mia carriera, ci conosciamo molto bene, sia nel bene che nel male e questo sono sicuro mi farà tornare ai massimi livelli come le ultime tre stagioni prima del 2010 ". Con i suoi 29 anni, Cobo si prepara all’ottava stagione da professionista, tutte in squadre di primissimo livello come Saunier Duval-Prodir, Fuji-Servetto e Caisse d’Epargne, nelle quali ha ottenuto otto vittorie molto importanti, tutte in tappe di montagna: Vuelta in Spagna (2009), Tour de France (2008), Volta a Portugal (2009), Vuelta al País Vasco (2006, 2 tappe e generale), Vuelta a Castilla a León (2009) e Vuelta a Burgos (2008).

    I rinforzi di Cobo e Gutiérrez si aggiungono ai confermati: Denis Menchov (RUS), Carlos Sastre (ESP), Daniele Colli (ITA), David Blanco (ESP), Mauricio Ardila (COL), David de la Fuente (ESP, 29), Giampaolo Cheula (ITA, 31), Dmitriy Kozontchuk (RUS) e i giovani Valls (ESP, 23 ann), Durán (ESP, 24), Gianetti (SUI, 20), Felline (ITA, 20), Corti (ITA, 24), Brändle (AUT, 20), Duarte (COL, 24), Pelucchi (ITA, 21), Kump (ESL, 21), Marcel Wyss (SUI, 24), Alberio (ITA, 21) e Ratto (ITA, 21).

     

     

     

     

     

     

     

  • Chiuse le iscrizioni alla 41ª Granfondo Nove Colli

    Bruciati in due settimane esatte i pettorali disponibili per prendere parte alla quarantunesima edizione della Granfondo Nove Colli di Cesenatico che vedrà sulla linea di partenza i ciclisti il prossimo 22 maggio 2011.

    Ebbene nella nottata tra martedì e mercoledì si sono chiuse le iscrizioni, raggiungendo i 10.500 pettorali disponibili per quanto riguarda le cosiddette “iscrizioni libere”.

    Restano invece ancora disponibili i 1.500 pettorali riservati ai sottoscrittori del pacchetto “hotel+Nove Colli”.

    In ogni caso le speranze non sono tutte perse, dal momento che contestualmente alla chiusura delle iscrizioni libere, è stata inaugurata la lista d’attesa – già oltre una cinquantina coloro che sono stati inseriti nel database – che permetterà in caso di defezioni tra i 12mila, un ripescaggio.

     

     

     

     

     

     

  • Liquigas Sport si prepara per il 2011

    La nuova sfida di Liquigas Sport avrà il suo battesimo il 29 novembre 2010, giorno in cui inizierà il primo ritiro collegiale. I 29 corridori che compongono la formazione 2011, insieme al management del team, allo staff medico, ai meccanici e ai massaggiatori, soggiorneranno per il terzo anno al Passo San Pellegrino, località dolomitica che ospiterà anche gli stage in altura previsti durante l’estate. Le quattro giornate di ritiro offriranno un primo approccio con la stagione 2011, oltre che prevedere un’esperienza di team building attraverso l’orienteering tra i boschi del Passo.

    Il secondo step avverrà invece nel mite clima della Sardegna. Sarà lì che, dal 9 al 22 dicembre, i corridori daranno inizio alla preparazione in sella alla propria Cannondale.

    L’ultimo appuntamento prima dell’esordio agonistico, che avverrà il 16 gennaio 2011 alla Cancer Council Classic (Australia), sarà la presentazione ufficiale del team prevista per lunedì 10 gennaio a Milano.

     

     

     

     

     

  • Pozzato si mobilita per gli alluvionati del Veneto: “Un piccolo gesto per ricostruire la speranza"

     

     

    "Vedere allagate le strade di casa mia, quelle sulle quali ho imparato ad andare in bicicletta, mi ha dato grande tristezza. Per questo non potevo restare con le mani in mano...".

    Dopo Baggio e la Jolie, anche Filippo Pozzato si mobilita per dare un aiuto concreto alle popolazioni alluvionate del Veneto. Il campione del Team Katusha, infatti, ha deciso di devolvere 10mila euro agli enti che si occuperanno della ricostruzione delle abitazioni lesionate dalle esondazioni, abbinando anche un'iniziativa benefica organizzata in collaborazione con la ditta vicentina Scicon di Massimo Fantin. Da questa partnership è infatti nata la Pippo Pouch, ovvero un sacchetto in microfibra leggerissima (30x40) dall'impiego multifuzionale, che può contenere abbigliamento di ricambio, scarpe, caschi od essere utilizzato in viaggio come laundry bag.

    L'articolo - disponibile in circa 5000 esemplari, sarà in vendita a breve su www.sciconbags.com a 10 euro con la firma originale di Pozzato ed il ricavato andrà a favore degli alluvionati veneti: “Oggi vivo a Montecarlo - conclude Pozzato - ma il mio cuore resta saldamente piantato nella mia terra d'origine. Non sono abituato a pubblicizzare i miei gesti benefici, ma qui si trattava di

    sensibilizzare l'opinione pubblica rispetto ad un disastro sul quale non si può rimanere impassibili. Per questo oggi dico a tutti gli sportivi: comprate quella borsa e qualche famiglia, che oggi ha perso tutto, vi dirà grazie".

     

     

     

     

     

  • Si allargano le fila del GIANT Italia Team. Svelato l'ingaggio dello junior Denis Fumarola

     

     

    Classe 1994, di Chieri (TO), Denis Fumarola, già atleta del Team Gebi Sistemi, raggiunge gli altri neo-acquisti Pietro Sarai e Giacomo Antonello nella squadra diretta da Gianfranco Bechis.

    L'accordo con il giovane piemontese lo legherà al GIANT Italia Team nell'anno del passaggio di categoria, da Esordiente a Juniores, "un passo obbligato se voglio crescere ed esprimermi al meglio in ambito internazionale, dove ho già potuto conquistare qualche buon risultato" è il primo commento alla sigla del contratto.

    I risultati più importanti, Denis Fumarola li fa' registrare nel 2008, con la medaglia d'argento ai Campionati Nazionali Giovanili, la vittoria del Campionato Italiano d'Inverno, il primo posto nella Roc d'Azur e la seconda piazza nella prova degli Internazionali d'Italia a Montichiari (BS).

    Di poche parole, ma ben chiare, il giovane chierese, "penso che questa nuova esperienza possa farmi crescere sotto diversi punti di vista, sia fisicamente sia mentalmente. Imparerò a gestire la preparazione alla gara e l'approccio con la medesima".

    Come ricordato precedentemente, Fumarola è il terzo neo-acquisto del GIANT Italia Team. Denis troverà ad accoglierlo una squadra ben collaudata, composta da tre veterani, "con i quali spero di poter instaurare un rapporto solido e durevole. Se si è affiatati, si lavora meglio. E di conseguenza si ottengono risultati migliori. In un Team di livello internazionale bisogna lavorare all'unisono, aiutandosi l'un l'altro, lungo e fuori il terreno di gara".

    Della prossima stagione, Denis Fumarola teme soprattutto il passaggio di categoria, da Esordiente a Juniores. "Penso che inizierò ai primi di febbraio, ma stiamo ancora definendo insieme il calendario gare. Vorrei partecipare alle prove di Coppa del Mondo in Europa anche se è un traguardo ambizioso. Mi piacerebbe essere selezionato per li Campionato Europeo e per il Mondiale, ma innanzitutto devo prepararmi al meglio. Con il supporto dello staff di Reparto Sport penso che potrò differenziare la mia preparazione nel corso della stagione". Obiettivi ambiziosi per questo giovane atleta piemontese, che vorrebbe "ottenere un piazzamento in ambito internazionale, magari ripetermi alla Roc d'Azur. Ma il sogno nel cassetto è l'Olimpiade, penso che tutti gli sportivi sognino di parteciparvi e di vincere una medaglia".

    Particolarmente ambizioso ma, come si è detto, con la testa sulle spalle. E con un atleta-simbolo al quale far riferimento, Valentino Rossi, "caratterialmente ci assomigliamo molto. Mi piace il suo essere sincero ed esuberante, sembra che nulla lo possa fermare. Anche se il più completo al momento è senz'altro Julien [Absalon, ndr], il mio modello nella mountain bike. E certo non va dimenticato Marco Aurelio Fontana, un atleta carismatico".

     

     

     

     

     

  • Inizia la collaborazione tra ASD Bici Camogli e Golfo Paradiso, ...

    Inizia la collaborazione tra ASD Bici Camogli e Golfo Paradiso

     

    Dopo svariati incontri di approfondimento le due società ciclistiche di Camogli e Recco, rispettivamente ASD Bici Camogli e ASD Golfo Paradiso 08 Pro Recco Bike, hanno stretto un patto di collaborazione con l’auspicio di giungere, in un prossimo futuro, alla costituzione di un gruppo unico di cui si deciderà a suo tempo costituzione e forma.

    La vicinanza delle due cittadine, le esigenze di ottimizzare gli sforzi e ottenere economie di scala, la possibilità di unire le capacità, da finalizzare al raggiungimento di nuovi importanti risultati, hanno condotto a questa decisione che si concretizzerà in una serie di iniziative congiunte nei prossimi mesi. In caso di esito positivo i due gruppi dirigenti formulano l’auspicio di formalizzare il nuovo gruppo già per l’estate del 2011.

    Momenti culminanti di questa cooperazione saranno sicuramente la gara ciclistica GranFondo Città di Camogli che si svolgerà il 27 febbraio 2011, manifestazione tra le prime nel campo amatoriale in Liguria e di forte richiamo per le regioni limitrofe, e la competizione mountain bike, che con molto probabilità si svolgerà nel mese di giugno, organizzata dalla locale società ciclistica di Recco. Ma già per domenica prossima, 21 novembre, sulla passeggiata a mare di Recco i due team si presenteranno congiuntamente, tempo permettendo, per una prova su strada della produzione di biciclette, sia da corsa che mountain bike, della ditta francese Lapierre fornitrice della squadra professionistica Francaise de Jeux (Pro Tour). In particolare, grazie all’autorizzazione concessa dall’Ente Parco Monte di Portofino, gli amanti dell’off road potranno provare i mezzi sui sentieri dell’area protetta.

    La decisione di iniziare questo processo di cooperazione tra le due società è stata indubbiamente agevolata dall’assenza di campanilismi storici tra i due gruppi, contrariamente a quanto sta avvenendo nel campo della pallanuoto, e questo ha permesso di affrontare l’iniziativa con immediato spirito di fattiva collaborazione fin dai primi incontri e senza ostacoli se non quelli strettamente inerenti la diversa natura delle due società, delle loro attività e attuali orientamenti.

    I due gruppi, credendo fermamente nella necessità ma anche nelle nuove opportunità che tale cooperazione può suscitare, si augurano di poter dare un ulteriore segnale positivo a favore di un processo peraltro già iniziato in campo culturale con l’importante impegno di spesa del Comune di Recco a favore del ristrutturando Teatro Sociale di Camogli. Con questo minore, ma non meno significativo esempio, anche il mondo dello sport tenta di fare la sua parte.

     

    Agli Altopiani di Arcinazzo dominano Folcarelli senior e junior, Mascelli, Casconi assieme alle matricole Pizzo e Retarvi

     

    Il verde degli Altopiani di Arcinazzo (Roma) appesantito dal fango e dall’umido ha esaltato le doti del master 2 Massimo Folcarelli (in perfetta sintonia su percorsi di tipo tecnico rispetto a quello di Fondi), del master 4 Paolo Casconi (che ha scelto la progressione nel finale per sbarazzarsi di Fraiegari e Zamparini), della elite Deborah Mascelli (una conferma in campo femminile), del G6 Antonio Folcarelli (a suo agio sullo sterrato come il padre Massimo). Oltre a loro quattro, esperti in materia di ruote grasse, due sorprese: l’allievo Emanuele Pizzo (che ha emulato Folcarelli scegliendo la soluzione di forza) e l’esordiente Francesco Retarvi (alla prima corsa di ciclocross in carriera). Sono questi sei atleti che hanno dominato la scena in occasione della seconda prova del Cross Cup Lazio Fci 2010-2011 organizzata dall’UC Anagni Cicli Nereggi con il patrocinio del comune di Arcinazzo Romano e il supporto degli sponsor tecnici Linea Oro, Leda Sport e Capogna Premiazioni.

    Un’ottantina di corridori in rappresentanza di 30 squadre provenienti da Lazio, Abruzzo, Umbria e Campania hanno dato spettacolo nel maestoso scenario verde degli Altipiani di Arcinazzo a 900 metri di altitudine dove è stato ricavato il circuito di 2000 metri in sterrato disegnato per l’occasione da Luigi Nereggi, Pierluigi Terrinoni, Sebastiano e Salvatore Retarvi.

    Di buon mattino la giornata si è aperta con la batteria di 40 minuti in cui sono stati protagonisti juniores, donne (open/master) e le categorie maschili dai master 4 ai master 8. Una gara dominata dai rappresentanti delle categorie master 4 e 5: Fraiegari (Acqua&Sapone-Moser), Mattacchioni (Asd Impredil), Zamparini (Cicli Montanini), Garofalo (Team B Mad), Usyk (Polisportiva Fatato), Casconi e Scozzafava (Team Fullmonty). Da questo drappello sono saliti in cattedra nei giri successivi Casconi, Fraiegari e Zamparini che sono riusciti a sbarazzarsi dei compagni di fuga. A differenza di Fondi, in occasione dello sprint per l’arrivo, Casconi è riuscito a prendere il tempo a Fraiegari nei 150 metri conclusivi e a vincere con un piccolo margine su Fraiegari e Zamparini. Dietro il terzetto per soli 8 secondi era giunto Mattacchioni che poteva rientrare in gioco per il podio finale. “Il percorso era bellissimo ma allo stesso tempo tecnico. Eravamo a 900 metri di altitudine e avevo difficoltà a respirare. Avevo buone possibilità di giocarmela ancora una volta in volata ma questa volta per non sbagliare sono partito molto lungo. Adesso c’è la missione Modena tappa del Giro d’Italia dove per due volte mi sono fermato in carriera e stavolta ci vado per vincere la sfortuna. È l’occasione migliore per confrontarmi con i big del nord per i prossimi campionati italiani a Roma” afferma Paolo Casconi che tra i Vigili del Fuoco è stato iridato su strada nel 2007 e medaglia d’argento ai mondiali di mountain bike nel 2008. Nel 2010 si è piazzato quarto ai tricolori Master 3 a Castel di Lama e ha vestito la maglia azzurra ai Mondiali Master di St.Johhan in Tirol in Austria.

    Nella mischia dei veterani si è messo in luce lo junior di secondo anno Lorenzo Tonietti (Sezze Ortopedia Salati) che ha trovato un “tracciato sconnesso che non permetteva di spingere bene ma era molto bello anche dal punto di vista paesaggistico”. Lo stesso Tonietti, romano del quartiere di Primavalle, ha battuto i coetanei Marco Rastelli (Pro Bike) e il campione laziale di cross country Luca Proietti (Ciociaria Bike).

    L’elite Deborah Mascelli (Pro Bike) non ha avuto rivali: dietro la polivalente atleta di Tivoli (Roma) si è piazzata la migliore master donna 1 Roberta Galvani (Team Fullmonty) che ha vinto la sua categoria di appartenenza su Laura Sopranzi (Centro Bici Team Terni) e Barbara Pizzuti (Ciociaria Bike). Unica rappresentante nonché vincitrice tra le master donna 2 Anna Critelli (Mtb Santa Marinella).

    La seconda batteria della durata di 30 minuti per esordienti ed allievi si è corsa nel segno di Emanuele Pizzo, allievo di secondo anno della Guazzolini Coratti-Fassa Bortolo, che ha battuto Daniele Panzarini (Pro Bike) e Samuele Puleggi (Time Bike Alto lazio). Emanuele Pizzo ha deciso la gara attaccando alla partenza con “le gambe che giravano bene e tentare l’assolo. Ho corso su un tracciato tecnico ed impegnativo, non c’è stato tempo per recuperare. Dopo l’ottima partenza sento che questa vittoria sia di buon auspicio per fare bene al campionato italiano di ciclocross a Roma”. Una curiosità su Emanuele Pizzo: in gara c’erano anche il fratello minore Francesco che è un allievo di primo anno della stessa formazione (quarto all’arrivo), Andrea portacolori della Capobianchi Cicli Moto Sport che ha partecipato alla batteria promozionale dei G6 e suo padre Alessandro direttore sportivo.

    In casa UC Anagni Cicli Nereggi con l’allievo Yuri Brocchetti in difficoltà sin dalle battute iniziali per una foratura, sono stati gli esordienti a mettersi in luce con Francesco Retarvi e Marco Cardarilli a fare bottino pieno per la prima volta in assoluto nel ciclocross. “Alla partenza avevo capito che potevo andare bene trovandomi subito avanti Al mio fianco ho trovato un ottimo compagno di avventura ovvero Marco Cardarilli. Appena ho sentito che le gambe erano buone sono riuscito a staccare il mio compagno di squadra. Se devo essere sincero mi aspettavo molto da Marco che gli scorsi anni ha vinto e conquistato tanti piazzamenti – ha commentato il vincitore Francesco Retarvi nato a Roma nel 1997 e residente ad Anagni (Frosinone) che con il ciclismo ha cominciato da G4 con il GS Fontana Anagni per poi vestire la maglia dell’UC Anagni da G6. Tra gli esordienti il terzo gradino del podio è stato completato da Giorgio Crocesi (As Lido Bike).

    Come a Fondi si è svolta anche la batteria promozionale per i G6 (che per regolamento passeranno esordienti di primo anno nel 2011) in cui ha vinto Antonio Folcarelli (Pro Bike) figlio di Massimo, davanti a Nicholas Bettin (Vigili del Fuoco), Piergiorgio Cardarilli (UC Anagni-Cicli Nereggi), Diego Guglielmetti (Ciociaria Bike), Salvatore Palmieri (Team D’Aniello-Città di Sarno) e il già citato Andrea Pizzo.

    A metà mattinata spazio alla batteria dei big con elite, under 23, open e i master sport, 1, 2, 3 che hanno gareggiato per 60 minuti. Un avvio in salita per Folcarelli (Pro Bike) il quale ha dovuto fare i conti nelle prime due tornate con la rottura del tubolare posteriore cambiando la bici nel momento in cui si era portato al comando Mirtelli. Dopo il problema meccanico è iniziata la consueta rincorsa di Folcarelli (11” il suo ritardo da Mirtelli alla conclusione della terza tornata) che ha riagguantato la testa della corsa negli ultimi sette giri. Il pluri-campione di Anzio ha lasciato alle sue spalle nell'ordine Capponi (Acqua&Sapone-Moser), Mirtelli (Ciociaria Bike), Cavaliere e Panzarini (Drake Team Cisterna), Tempestini (Mtb Santa Marinella), Viola (Giant Bixextreme) e Pasquali (Centro Italia Bike). Non solo il Folcarelli show ma c’è stato anche il sorpasso di Capponi su Mirtelli a cinque tornate dalla fine per giocarsi il secondo posto finale. Buon quarto posto di Cavaliere che nei primi due giri è stato virtualmente sul terzo gradino del podio per poi mollare nella seconda metà di gara nel momento cui Capponi aveva deciso di accelerare per andare a caccia della seconda piazza. “Il tracciato è quello che piace a me con sterrato e fango, da vero campionato italiano. Non era cominciata bene per me quando mi si è sfilato il tubolare posteriore andandosi a incastrare col telaio. Oltre a fermarmi ho perso una quarantina di secondi per sistemare il tutto ma colgo l’occasione per ringraziare Lorenzo Benetton che ai box ha fatto subito a riparare il tubolare nel momento in cui ero salito sulla bici di scorta per un giro” ha commentato Massimo Folcarelli alla vittoria stagionale numero 36.

    Il sodalizio organizzatore dell’UC Anagni-Cicli Nereggi nella persona di Luigi Nereggi, Amedeo Cardinali e Gianni Zangrilli hanno voluto ringraziare “il comune di Arcinazzo Romano e Sandro Biferi per il sostegno, i fratelli Callari titolari del Ristorante Sor Paiolo per la gentile concessione dei locali in occasione della verifica licenze. Mi aspettavo qualcosa di più dalle categorie giovanili a livello di partecipazione”.

    Svestiti i panni dell’organizzatore lo stesso Luigi Nereggi ha colto l’occasione per commentare la prestazione dei suoi esordienti ed allievi: “Gli esordienti erano tutti alla prima esperienza in una disciplina per loro nuova. Tra gli allievi mi dispiace per la nostra punta Yuri Brocchetti che ha bucato in partenza e ha inseguito a lungo le prime posizioni dove mi ha sorpreso Cacciotti che ha fatto quinto nella morsa degli atleti della Guazzolini Coratti. Un plauso anche a Diego Polletta ed Andrea Fiorini che da un anno a questa parte hanno cominciato ad andare in bicicletta”.

    Presenti nel corso della gara e della cerimonia di premiazione per il comune di Arcinazzo Romano il sindaco Giacomo Troja e il vice-sindaco Roberta Miozzi; per il comitato Fci Lazio il responsabile della struttura tecnica del ciclocross Pierluigi Vacca; per il comitato Fci Roma il consigliere Fulvio Fazolo.

    Il Cross Cup Lazio 2010-2011 riprenderà con la terza prova in programma domenica 28 novembre a Prima Porta (Roma) sede della seconda edizione del Trofeo XX°Municipio-Coppa Presidente Gianni Giacomini organizzato dal GS Simonetti con il patrocinio del ventesimo Municipio. Per l'occasione verranno assegnati i titoli laziali agonisti e master nella location del Parco Marta Russo sito in Via Gemona del Friuli (partenze scaglionate a partire dalle 10,00) mentre il ritrovo è fissato alle 8,00 presso il Jolly Sporting Club in Via Concesio 16.

     

    ORDINE D’ARRIVO ASSOLUTO PRIMA BATTERIA

    1° Paolo Casconi (Team Fullmonty – M4)

    2° Massimiliano Fraiegari (Acqua&Sapone-Moser – M4)

    3° Giuseppe Zamparini (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw – M5)

    4° Armando Mattacchioni (Asd Impredil – M5)

     

    ORDINE D’ARRIVO ASSOLUTO SECONDA BATTERIA

    1° Emanuele Pizzo (Guazzolini Coratti-Fassa Bortolo – Allievi)

    2° Daniele Panzarini (Pro Bike Riding Team – Allievi)

    3° Samuele Puleggi (Team Bike Alto Lazio – Allievi)

     

    ORDINE D’ARRIVO ASSOLUTO TERZA BATTERIA

    1° Massimo Folcarelli (Pro Bike Riding Team – M2)

    2° Stefano Capponi (Acqua&Sapone-Moser – Msport)

    3° Angelo Mirtelli (Ciociaria Bike – M1)

    4° Rocco Cavaliere (Drake Team Cisterna – Msport)

    5° Gianni Panzarini (Drake Team Cisterna – M3)

    6° Paolo Tempestini (Mtb Santa Marinella – M3)

    7° Paolo Viola (Giant Bikextreme – M1)

    8° Alessandro Pasquali (Centro Italia Bike – M1)

     

    VINCITORI DI CATEGORIA

    G6: Antonio Folcarelli (Pro Bike Riding Team)

    Esordienti: Francesco Retarvi (UC Anagni-Cicli Nereggi)

    Allievi: Emanuele Pizzo (Guazzolini Coratti-Fassa Bortolo)

    Juniores: Lorenzo Tonietti (Sezze Ortopedia Salati)

    Open: Michele Salza (CoBo Pavoni)

    Master Juniores: Luca Proietti (Ciociaria Bike)

    Master Sport: Stefano Capponi (Acqua&Sapone-Moser)

    Master 1: Angelo Mirtelli (Ciociaria Bike)

    Master 2: Massimo Folcarelli (Pro Bike Riding Team)

    Master 3: Gianni Panzarini (Drake Team Cisterna)

    Master 4: Paolo Casconi (Team Fullmonty)

    Master 5: Giuseppe Zamparini (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw)

    Master 6+: Luciano Quintarelli (Pro Bike Riding Team)

    Master Donna 1: Roberta Galvani (Team Fullmonty)

    Master Donna 2: Anna Critelli (Mtb Santa Marinella)

     

    LE TAPPE DEL CROSS CUP LAZIO 2010-2011

    28 novembre: Roma-Prima Porta (campionato regionale master ed agonisti)

    8 dicembre: Sora – località Broccostella (Frosinone)

    12 dicembre: Roma-Pineta Sacchetti

    26 dicembre: Lariano (Roma)

     

     

     

     

     

     

  • Stac Plastic resta al fianco di Bordonali e di De Rosa Ceramica Flaminia

    L’azienda torinese Stac Plastic, che opera a livello internazionale nel campo chimico, ha siglato l’accordo che lo lega al pool di sponsor del team DE ROSA CERAMICA FLAMINIA di Fabio Bordonali.

    E’ la grande passione per il ciclismo con la quale Vittorino Montini presidente dell’azienda è entrato nel mondo delle due ruote, ed è con la stessa passione che porge continuità credendo fortemente nel progetto di Bordonali e dando fiducia ai giovani che la compongono. “Il nostro è un attestato di fiducia verso il ciclismo - ha detto Montini - continuiamo per crescere con tutta la squadra, quindi proseguiamo per passione, perchè è uno sport che regala tante emozioni”.

    Da parte sua il Team Manager Bordonali soddisfatto commenta – “Sono veramente soddisfatto e onorato di continuare la collaborazione con l’amico Vittorini proprietario di Stac Plastic. Ritengo di aver allestito una formazione giovane ma molto ambiziosa, che guarda al calendario agonistico desiderosa di offrire risultati di assoluto rilievo per condividere con i propri sponsor le forti emozioni che il ciclismo sa dare. Mi impegnerò al massimo per ripagare la fiducia accordata”.

     

     

     

     

  • Giro d’Italia 2011: domani a Bergamo presentazione della due giorni orobica

    Domani alle ore 11 presso lo Spazio Viterbi della Provincia di Bergamo, in Via Tasso 8 a Bergamo, verranno presentate le due tappe che godranno di alcuni scenari “bergamaschi” al Giro d’Italia 2011: la 18a tappa Morbegno – San Pellegrino Terme (152 chilometri) e la 19a tappa Bergamo – Macugnaga (211 chilometri) che si correranno rispettivamente il 26 e 27 maggio 2010.

    In particolare sarà rivelata la modifica al percorso precedentemente presentato della 18a tappa con l’inserimento del passaggio da Bergamo Alta prima di raggiungere il traguardo di San Pellegrino Terme.

    Interverranno: l’Assessore allo sport, ai giovani e promozione turistica della Regione Lombardia, Monica Rizzi, il Presidente Onorario del Comitato di Tappa (nonché del tre volte vincitore del Giro d’Italia 1967 -1969 – 1976 oltre che del Tour de France 1965 e della Vuelta Espana 1968 e del Campionato del mondo 1973) Felice Gimondi, il Presidente della Provincia di Bergamo, Ettore Pirovano, l’Assessore alla caccia, pesca e sport della Provincia di Bergamo, Alessandro Cottini, il Sindaco di Bergamo, Franco Tentorio, del Sindaco di San Pellegrino Terme, Gian Luigi Scanzi, il Presidente di Promoeventi Sport, Giovanni Bettineschi ed il Direttore eventi ciclismo di RCS Sport, Angelo Zomegnan.

     

     

     

     

     

  • Il Gs Domus e la Bianchi hanno regalato una nuova MTB al vescovo di Bergamo Mons. Beschi

     

     

    Il Gruppo Sportivo Domus in collaborazione con la Bianchi, gloriosa azienda bergamasca costruttrice di biciclette, hanno regalato questa mattina al vescovo di Bergamo Monsignor Francesco Beschi una MTB Bianchi Pulse, modello top gamma celebrativo del 125° anniversario della fondazione.

    Per l’evenienza hanno fatto visita al vescovo Stefano Civettini presidente del Gs Domus, il vice presidente della Federazione Ciclistica Italiana Gianni Sommariva, in rappresentanza della

    Bianchi c’erano l’amministratore delegato Bob Ippolito, Fred Morini product marketing, Fabio Belotti designer e il testimonial Felice Gimondi che si è incaricato di spiegare in prima persona il funzionamento della modernissima mountain bike. Presenti anche il sindaco di Bergamo Franco Tentorio, il Cav. Rosino Santini dell’omonimo maglificio sportivo e il noto team manager Gianluigi Stanga (nella foto Rodella, tutti gli ospiti con il Vescovo).

    "Quando siamo venuti a conoscenza della sua grande passione per il ciclismo – ha spiegato il presidente della Domus Stefano Civettini durante l’udienza privata concessa dal vescovo – insieme agli amici della Bianchi abbiamo pensato di farle un presente".

    Regalo fortemente apprezzato da Sua Eccellenza che non ha mai nascosto il suo feeling particolare con le due ruote. Ma non solo la bicicletta è stata data in dono al Vescovo. Sempre Civettini ha consegnato l’opera in bronzo dedicata alla memoria di Don Aldo Nicoli per anni presidente onorario della società organizzatrice della Settimana Ciclistica Lombarda by Bergamasca, che proprio la Domus ha commissionato nei mesi scorsi all’artista bergamasco Cav. Luigi Oldani. Il Cav. Rosino Santini invece ha dato in dono al vescovo ed al sindaco la maglia iridata di campione del mondo.

    "E ora non mi resta che pedalare" ha detto con soddisfazione Monsignor Beschi che interloquendo con i suoi ospiti ha ricordato come fin da bambino abbia sempre avuto un legame forte con la bicicletta ed in particolare con il marchio Bianchi.

    Ha poi concluso congedandosi dai suoi ospiti: “Molto gradito il ricordo di Don Aldo Nicoli, la bicicletta è meravigliosa, una “Ferrari”, che acquista ancora più valore perché celebra un anniversario così importante come i 125 anni di storia della Bianchi e un altro grande regalo personale è avere avuto qui oggi Felice Gimondi che per me è stato un idolo per le sue capacità sportive, ma soprattutto umane”.

    Alla fine il sindaco di Bergamo Franco Tentorio, un altro grande appassionato di ciclismo, prova a strappare una promessa a Gimondi e al vescovo. “Adesso possiamo accordarci per uscire a fare qualche pedalata insieme?” Nessun impegno formale per il momento, ma anche solo per la passione che li accomuna non è escluso di vederli presto tutti e tre in sella.

    Foto Rodella

     

     

     

     

     

  • Iscrizioni alle battute finali per la 41ª Nove Colli

    La richiesta è davvero altissima, dall’apertura delle iscrizioni, lo scorso 3 novembre, con un ritmo incessante il sito www.novecolli.it, ha accolto le adesioni dei tantissimi appassionati.

    I pre-iscritti ad oggi che si sono garantiti un pettorale tra i dodicimila al via il prossimo 22 maggio, hanno raggiunto quota 10.349 (dato aggiornato alle 12 di oggi, martedì 16 novembre) e gli organizzatori del G.C. Fausto Coppi si aspettano di chiudere le adesioni già domani.

    Nel dettaglio gli uomini sono 9.895, contro le 454 donne. Gli italiani sono 9.590 e gli stranieri 759, inoltre le squadre sono 1.706, tra le quali la più numerosa è il Gs Sportissimo Top Level della provincia di Modena, con 104 iscritti.

    Quanto alla provenienza, le regioni più rappresentate ad oggi sono l’Emilia Romagna (1.806), la Lombardia (1.567), il Lazio (1.166), la Toscana (907) e la Campania (797).

    Sul piano internazionale, gli stranieri giungono per lo più da Svizzera (171), Germania (164), Belgio (100), Regno Unito (66) e Svezia (63).

    Spiccano anche americani, australiani, cubani, venezuelani, paraguaiani e filippini.

     

     

     

     

     

  • Presentato il Circuito degli Italici 2011 e premiati i protagonisti del 2010

     

    Presentato domenica all’auditorium della scuola primaria Patrono d’Italia, a Santa Maria degli Angeli, il Circuito degli Italici 2011. La nuova edizione vedrà l’ingresso della Knut Knudsen e della Granfondo Bcc dei Comuni Cilentani, gara jolly che non prevede l’assegnazione di punti di classifica ma solo un punteggio di partecipazione. Dieci manifestazioni, dunque, che da marzo a settembre toccheranno sette regioni italiane: Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Toscana e Umbria. «Il Circuito 2010 – commenta il coordinatore Alfredo Molendi – è cresciuto sia come abbonati sia come numero di partecipanti e questa è la conferma che stiamo lavorando nella direzione giusta. Di fatto il Circuito è ormai una famiglia e tutti ragioniamo come fossimo un unico organizzatore».

    Così Enzo Boriosi, direttore tecnico del Circuito degli Italici: «Credo che tutti noi organizzatori dobbiamo sentirci orgogliosi di far parte del Circuito degli Italici, che ha come obiettivi la qualità dei servizi, la sicurezza dei partecipanti, l'accoglienza degli accompagnatori e la visibilità dei territori e delle loro peculiarità sociali, artistiche e culinarie e che dà però priorità ai partner economici di livello nazionale che ci consentono di realizzare i nostri obiettivi. Stiamo lavorando per accrescere ancora il livello qualitativo dell’edizione 2011, così da portare sempre più partecipanti sulle strade delle nostre manifestazioni e delle nostre regioni».

    Nel corso della manifestazione, a cui sono intervenuti come ospiti Daniele Martellini, assessore allo Sport del Comune di Assisi, e Carlo Roscini, presidente del Comitato regionale umbro della Federciclismo, è stata presentata anche la nuova mascotte del circuito, un coniglietto che ha in mano un cuore, simbolo dello slogan “Circuito degli Italici: il mio grande amore”. Per l’anno prossimo, inoltre, il circuito sta stringendo un accordo di collaborazione con l’associazione dei ciclisti con diabete.

    La nuova edizione di questa kermesse, che nel corso dei mesi fa incontrare ciclisti di diverse regioni italiane, ha quindi tutti i presupposti per essere ancora una volta un successo.

    Terminata la presentazione, si sono invece svolte le premiazioni dei protagonisti del 2010, con la vestizione delle maglie da parte dei vincitori delle diverse categorie.

    «Come Amministrazione – sottolinea l’assessore Daniele Martellini – siamo stati molto felici di aver ospitato per la prima volta la premiazione di questa importante kermesse cicloamatoriale. E’ stata un’ennesima occasione per portare persone da fuori nel nostro territorio e per fare qualcosa di importante per lo sport».

    Una sintesi dell’evento sarà trasmessa domenica 28 novembre alle 19,30 su AB Channel (canale 920 Sky, 97 digitale terrestre nazionale, 40 Tivù Sat) nel corso de L’ora del Ciclismo.

     

    IL CALENDARIO

    13 marzo - Gf del Conero-Cinelli (Ancona, Marche)

    27 marzo - La Sagrantino (Montefalco, Umbria)

    1 maggio - Gf Le Strade di San Francesco (Ponte San Giovanni, Umbria)

    8 maggio - Gf Chianciano Terme (Chianciano Terme, Toscana)

    5 giugno - Maratona degli Appennini - Gf Città di Sansepolcro (Sansepolcro, Toscana)

    12 giugno - Gf Città di Fara San Martino (Fara San Martino, Abruzzo)

    3 luglio - Gf Bcc dei Comuni Cilentani (Torchiara, Campania)

    21 agosto - Giro Alto Lazio-Knut Knudsen (Vasanello, Lazio)

    4 settembre - Gf Valdarbia (Monteroni d’Arbia, Toscana)

    11 settembre - Gf Pantanissima-Mercatone Uno (Cesenatico, Emilia Romagna)

     

    DICHIARAZIONI DEGLI ORGANIZZATORI

    Lino Secchi (Gf del Conero-Cinelli, Marche): «La 15^ edizione della granfondo si pone l'obiettivo di crescere ancora come partecipazione (dobbiamo arrivare a 1500 partecipanti) e di migliorare il coinvolgimento della città di Ancona. Molto probabilmente l’amministrazione comunale dedicherà quella domenica alla bicicletta e all'ambiente: quindi auto ferme e pedali in movimento anche per i cittadini grandi e piccoli, per i quali organizzeremo una granfondina, cioè una passeggiata di cinque chilometri per le vie cittadine. Sarà insomma una giornata dove la bicicletta non sarà un ostacolo alla viabilità ma la regina del muoversi».

    Alfredo Molendi (La Sagrantino, Umbria): «La manifestazione torna alla sua data originaria, il 27 marzo. Come l’anno scorso non saranno ammessi le ammiraglie al seguito e il cambio ruote, così come sarà vietato gettare a terra i rifiuti. Saranno poi squalificati gli atleti in caso di taglio di percorso o di traino dietro mezzo a motore. Tutto ciò nell’ottica di fare sempre più della Sagrantino una vera festa del ciclismo, che si svolge in un territorio suggestivo, ricco di bellezze artistiche e naturali e di tradizioni enogastronomiche, tra cui spiccano il vino e l’olio».

    Gabriele Grilli (Gf Le Strade di San Francesco, Umbria): «Sarà una seconda edizione ricca di novità. Ci sarà un’ampia area espositiva con stand di aziende del settore e i tracciati saranno modificati a tutto vantaggio sia del fondo stradale che della panoramicità dei paesaggi. Il pacco gara sarà ancora più ricco per non smentire la tradizione di questa manifestazione. Inoltre, il pasta party sarà offerto anche agli accompagnatori. Anche i premi saranno davvero importanti, sia per gli atleti che per le squadre. Come l’anno scorso sarà possibile visitare gratuitamente musei e ci saranno sconti per acquisti in cantine e frantoi. Vi aspettiamo il primo maggio a Ponte San Giovanni».

    Antonio Falcone (Gf Chianciano Terme, Toscana): «Quest'anno la Gf Chianciano Terme si sposta a domenica 8 maggio per evitare, il 25 aprile, la concomitanza con le festività pasquali. I percorsi rimarranno invariati, mentre il look, anche quest'anno, presenterà delle sorprese inedite legate soprattutto all'evento Waiting The Granfondo di sabato 7. Chi si iscriverà entro il 31 dicembre pagherà solo 15 euro».

    Enzo Boriosi (Maratona degli Appennini-Gf Città di San Sepolcro, Toscana): «Per l’edizione 2011, che sarà il 5 giugno e non più il 2, prevediamo innanzitutto di aumentare le adesioni dei partecipanti e poi puntiamo a una più intensa collaborazione con il Circuito degli Italici. Il percorso sarà quello dell’anno scorso. Ci stiamo organizzando per offrire delle belle novità ai partecipanti».

    Roberto Nanni (Gf Città di Fara San Martino, Abruzzo): «L’esperienza organizzativa, ormai consolidata, ha portato la nostra gara a una grande notorietà. La corsa partirà dal centro di Fara San Martino. Due i percorsi: uno di 102 chilometri, che si snoderà lungo le falde della Majella e in tutto il territorio del Parco della Majella, e uno di circa 130 chilometri. Il dislivello minimo di 1.800 metri e il profilo altimetrico altalenante e nervoso invitano i corridori a impostare lo sforzo con giudizio. Una lunga serie di salite, intervallate da leggeri tratti in discesa in cui recuperare, seguite da tratti in falsopiano prima e dal tratto finale in discesa fino a Fara, consigliano di amministrare nel migliore dei modi le forze».

    Tony Del Verme (Gf Bcc dei Comuni Cilentani, Campania): «Il coinvolgimento della Granfondo Bcc dei Comuni Cilentani nel Circuito degli Italici arricchisce ulteriormente la portata dell’evento rendendolo non solo una manifestazione sportiva ma prima di tutto un’occasione di promozione del territorio attraverso la passione per la bicicletta. La kermesse campana, che partirà da Torchiara (Salerno) il 3 luglio 2011, darà l’opportunità ai ciclisti e ai loro accompagnatori di pedalare e ammirare il rinomato Parco Nazionale del Cilento. Il Comitato organizzatore, forte dei consensi ricevuti nelle passate edizioni, promette una quarta edizione davvero sorprendente».

    Amedeo Formica (Giro Alto Lazio-Knut Knudsen, Lazio): «Anche in questa quinta edizione ci proponiamo di far crescere la manifestazione e di migliorarne i punti forti (pasta party, premiazioni e accoglienza per tutti gli iscritti), nell’ottica di fare di questa una delle migliori gare del Lazio. L'ingresso nel Circuito degli Italici e in quello Interforze e il far parte del Campionato italiano Udace senza dubbio daranno un valore aggiunto all’evento e ci aiuterà a farlo crescere».

    Luciano Fusi (Gf Valdarbia, Toscana): «La 16^ Gf della Valdarbia, nel segno della tradizione, offrirà ai partecipanti dell’edizione 2011 la possibilità di pedalare sugli affascinanti percorsi che si sviluppano nel cuore delle Crete Senesi, un suggestivo paesaggio collinare punteggiato da poderi, cipressi e sterminati campi coltivati a cereali. Confermati i tre percorsi dello scorso anno e la particolare classifica a coppie maschile e femminile che contraddistingue la manifestazione».

    Tonina Pantani (Gf Pantanissima-Mercatone Uno): «Per l’edizione 2011 della Pantanissima ci saranno tante novità. I percorsi cambiano e tornano quelli del 2009, più faticosi ma molto più belli. Il lungo sarà di 157 chilometri e il corto di 106 chilometri. Abbiamo ampliato le premiazioni e intendiamo migliorare l’organizzazione per accontentare le esigenze di ogni partecipante e per fare una granfondo unica e perfetta».

     

    CLASSIFICHE CATEGORIE 2010

     

    LUNGO

    Categoria A: 1) Francesco Gustinicchi (Bikeland Team Bike 2003), 2) Marco Ottobretti (Il Girasole), 3) Stefano Tommaso Marazza (Ferentino Bike), 4) Giulio Tironzelli (Velo Club Gubbio), 5) Marco Chiucchi (Pedale Spellano).

     

    Categoria B: 1) Gabriele Tironzelli (Velo Club Gubbio), 2) Daniele Lucaroni (Velo Club Santa Maria degli Angeli), 3) Federico Bartoli (Cicl. Solidar. Lega Filo d' Oro), 4) Michele Fiorucci (Bikeland Team Bike 2003), 5) Francesco Grelli (Grifo Bike Perugia).

     

    Categoria C: 1) Luca Tomassini (Uc Petrignano), 2) Andrea Bellucci (Velo Club Gubbio), 3) Gianni Ghiandai (Cavallino Tenti Ciclismo), 4) Stefano Vagnarelli (Velo Club Gubbio), 5) Roberto Pistolesi (Cicli Effe Effe).

     

    Categoria D: 1) Massimiliano Servo (Severi Bikes), 2) Rocco Ceccano (Velo Club Sora), 3) Gianluca Rulli (Grifo Bike Perugia), 4) Giovanni De Angelis (Bertucci), 5) Emiliano Frediani (Cavallino Tenti Ciclismo).

     

    Categoria E: 1) Luigi Pontremoli (Team Eurobici Orvieto), 2) Dario Banelli (Cavallino Tenti Ciclismo), 3) Alessandro Fornari (Edil. Centro Italia), 4) Dino Peluzzi (Bikeland Team Bike 2003), 5) Giovanni Tardocchi (Bici Club Spoleto Ternana Caravan).

     

    Categoria F: 1) Giancarlo Rivaroli (Battistelli Extreme), 2) Enzo Gigliarelli (Circolo Dipendenti Perugina).

     

    Categoria G: 1) Michela Gorini (Cavallino Tenti Ciclismo), 2) Laura Vagheggi (idem).

     

    Categoria H: 1) Floriana Fusco (Olimpica Pompei).

     

    MEDIO

     

    Categoria A: 1) Roberto Pascazi (Velo Club Sora), 2) Valerio Corradi (Gs Bertucci), 3) Alessandro Vitali (Team Off Road Giovannini Costruzioni), 4) Mirko Fioretti (New Team Essebi), 5) Enrico Bianchi (Cerqueto Team).

     

    Categoria B: 1) Giordano Mattioli (Team Monarca Trevi), 2) Nicola Roggiolani (Cavallino Tenti Ciclismo), 3) Emiliano Bolletta (Disoflex), 4) Giordano Di Vita (Cicli Clementi), 5) Simone Zugarini (Ciclistica Senese).

     

    Categoria C: 1) Andrea Pezzotti (Team Off Road Giovannini Costruzioni), 2) Gianfrancesco Cecera (Team Monarca Trevi), 3) Massimo Caroli (Pedale Spellano), 4) Stefano Carletti (Cicli Clementi) 5) Lucio Francia (Battistelli Extreme).

     

    Categoria D: 1) Mario Mariano Panichi (Team Maté), 2) Alberto Di Antonio (Team Off Road Giovannini Costruzioni), 3) Vincenzo Palumbo (Disoflex), 4) Claudio Biancucci (Bikeland Team Bike 2003), 5) Roberto Piattelli (Ciclistica Senese).

     

    Categoria E: 1) Claudio Barbagli (Ciclistica Senese), 2) Marco Peresso (Team Eurobici Orvieto), 3) Marco Vittori (idem), 4) Enzo Gianfranceschi (Team Off Road Giovannini Costruzioni), 5) Luigi Genovesi (Portalandia).

     

    Categoria F: 1) Mario Luciani (Ciclorapida), 2) Luciano Salciarini (Grifo Bike Perugia), 3) Mauro Alessandrini (Battistelli Extreme), 4) Eugene Fontana (Ciclo Club Fiano Romano), 5) Franco Alessi (Battistelli Extreme).

     

    Categoria F1: 1) Alfredo Tomassini (Battistelli Extreme), 2) Duilio Baldelli (Team Saccarelli Anastasi Mobili), 3) Lamberto Formiconi (Orvietana), 4) Mario Apostolico (Team Bike Ponte), 5) Alberto Pancrazi (Orvietana).

     

    Categoria G: 1) Laura Silei (Team Bike Ponte), 2) Arianna Frasinetti (Bicimania Terni), 3) Roberta Chiappini (Velo Club Santa Maria degli Angeli), 4) Sabina Marinucci (Team Eurobici Orvieto).

     

    Categoria H: 1) Simona Tribbioli.

     

    CLASSIFICA SOCIETA’: 1) Cavallino Tenti Ciclismo, 2) Velo Club Gubbio, 3) Bikeland Team Bike 2003, 4) Gs Cicli Effe Effe, 5) Gruppo Sportivo Esercito, 6) Team Off Road Giovannini Costruzioni, 7) Gs Battistelli Extreme, 8) Team Eurobici Orvieto e Cicli Clementi, 10) Ciclistica Senese.

     

    CLASSIFICA TROFEO 6 REGIONI: 1) Umbria, 2) Lazio, 3) Toscana, 4) Marche, 5) Emilia Romagna, 6) Abruzzo.

     

    Credit Foto-Alex Farinelli

     

     

     

     

     

     

  • MCipollini Giordana, un team da mondiale

    E' nata nel cuore di Giordana & APG, le due grandi aziende patron Federico Zecchetto, l'avventura in campo femminile della MCIPOLLINI – GIORDANA, team professionistico al debutto nella categoria Elite che per la stagione d'esordio ha subito scelto le migliori atlete del palcoscenico internazionale, con un proverbiale legame ai campionati del Mondo, cui probabilmente il team punterà già dal 2011. Tra le atlete ingaggiate, infatti, figurano le Campionesse iridate del duemilasette-otto-e-nove; in ordine rigorosamente cronologico, Marta Bastianelli, Nicole Cooke e Tatiana Guderzo. Tre atlete conosciute a livello mondiale, che sono già arrivate al più importante primato agonistico e che con il team guidato da Walter Ricci Petitoni tenteranno di riconquistare quei traguardi, oltre a guardare a tutti gli altri importanti obiettivi del calendario internazionale. Insieme a loro, otto atlete di primissimo ordine, che vanno a completare la formazione, per un totale di undici cicliste. Rossella Callovi (Campionessa del Mondo Junior), Monica Baccaille (Campionessa Italiana 2009 e 2010), Marta Tagliaferro, Rossella Gobbo, Samantha Galassi, Frisoni Elisa a completare il novero di Italiane, insieme a Jennifer Hoch (Campionessa Svizzera 2009) e Julia Blindiuk, quest'ultima direttamente dalla Russia. Due i direttori sportivi che guideranno il team, Renato Valle e Francesco Fabbri, affiancati dal dottor Ugo Monsellato e dagli osteopati Martina Ricci Petitoni e Luca Mariconda, che completano il pool di professionisti al seguito delle atlete. Una formazione di prima fascia, dunque, a cui non poteva mancare un debutto di prestigio: l'inizio della stagione è fissato in Quatar, a Febbraio, dove anche g ran parte dei cugini maschi fanno il proprio esordio ufficiale. A segu ire poi, tutte le prove di Coppa del Mondo, il Giro d'Italia quale obiettivo primario per ben figurare e tutte le altre prove del calendario UCI. Il “taglio”, viste le sue protagoniste, è quello di una formazione da corse per un giorno, per questo la MCIPOLLINI GIORDANA non mancherà al via del Giro delle Fiandre, Freccia Vallone ed ogni altra corsa del grande nord, aspettando poi il Mondiale in Danimarca. Lì, di sicuro, il team avrà almeno tre assi da giocare, tutti e tre già una volta iridati.

     

     

     

     

     

     

     

  • Il Gruppo Sportivo Emilia al lavoro per il 2011

    Calato il sipario sulla stagione 2010 il Gruppo Sportivo Emilia è già al lavoro per allestire gli appuntamenti che caratterizzeranno il prossimo anno, primo tra tutti la Settimana Internazionale di Coppi e Bartali – Trofeo UniCredit Banca in programma dal 22 al 26 marzo.

    Proprio in questi giorni lo staff tecnico del GS Emilia sta effettuando i primi sopralluoghi nelle località che ospiteranno le partenze e gli arrivi delle tappe della gara che conferma il proprio avvio con il doppio appuntamento (tappa in linea e cronosquadre) di Riccione e che si concluderà come da tradizione sul traguardo di Sassuolo.

     

     

     

     

     

     

     

     

  • Donare alla FIAB fa bene al cuore

    Una campagna di raccolta fondi denominata "Donare fa bene al cuore" è stata lanciata dalla FIAB onlus per finanziare due progetti specifici sulla diffusione dell'uso della bicicletta come mezzo di trasporto sano ed ecologico.

    Le donazioni, anche di importo modesto, potranno essere effettuate tramite carta di credito con il sistema on line per il no profit di Vita Donazioni, ritenuto veloce e sicuro. L'importo delle somme donate è fiscalmente deducibile e/o detraibile.

    La diffusione dell'uso della bicicletta per gli spostamenti urbani o nel tempo libero, contribuisce alla promozione e alla tutela della salute individuale e collettiva. La bicicletta aiuta a prevenire e a curare le malattie cardiache e quelle legate all'obesità e al diabete. La bicicletta aiuta a combattere la vita sedentaria. Rendere popolare l'utilizzo della bicicletta per andare ogni giorno a scuola o al lavoro o per trascorre il tempo libero è un obiettivo della FIAB.

    Per questo la FIAB lancia una pubblica raccolta di fondi. "Ognuno può versare anche cifre modeste - spiega Antonio Dalla Venezia, Presidente nazionale FIAB onlus - che concorreranno a finanziare almeno uno dei due progetti specificamente individuati allo scopo: progetto Gallimbeni e progetto Scuola".

    Di che si tratta? "Il progetto Gallimbeni - chiarisce Dalla Venezia - consiste nella produzione di quaderni tecnici per lo sviluppo della mobilità ciclistica in tutte le sue forme. I quaderni Gallimbeni sono nati per tenere viva la memoria di un dirigente Fiab, Riccardo Gallimbeni di Torino, investito tragicamente nel 2002, mentre pedalava sulla Via Aurelia per tracciare un itinerario della Rete ciclabile nazionale Bicitalia. Questi quaderni si sono rivelati uno strumento prezioso per diffondere conoscenze ed esperienze a beneficio di progettisti, amministratori pubblici e attivisti volontari. Il progetto Fiab Scuola "Bambini in bicicletta", invece, consiste nella produzione di attività, materiali didattici e promozionali, utili a sensibilizzare grandi e piccini sull'importanza che i più piccoli inizino ad usare la bicicletta anche per andare da soli a scuola e che siano create, allo scopo, le condizioni affinchè le strade non siano sempre e solo per le auto ma anche per bambini, pedoni e ciclisti".

     

     

     

     

     

     

  • Video Merida O.Nine 2011

    Nel video la bici Merida O.Nine 2011

      

  • Tour 3 Regioni FRW 2011

    Il Tour 3 regioni FRW ha già comunicato le date della prossima stagione, con la gara di aperturai con la “RAMPICHIANA“, in programma Domenica 27 Marzo, in località Sant’Andrea a Pigli (Ar), di seguito il 17 Aprile, la 9 Fossi di Cingoli (Mc), il 8 Maggio con Il Carpegna mi Basta Carpegna (Pu), il 12 Giugno con la G.F. Monte Cucco in località Costacciaro (Pg), il 18 Settembre la Rampiconero, Camerano (An) e finire il 2 Ottobre con la Sinalunga Bike, Sinalunga (Si).

    Uno scarto disponibile per entrare in classifica, con la possibilità di abbonarsi entro il 28 Gennaio, con la iscrizione cumulativa a € 100,00 che da diritto al numero fisso personalizzato, ingresso in prima griglia e in omaggio la Borraccia Water + Gel.

    Dal 29 Gennaio al 4 Marzo l’abbonamento costerà € 110,00

    Iscrizione gratuita per Esordienti, Allievi e Junior.

    Nelle Giornate del Sabato, alle ore 16,30, spazio per i più piccoli con un mini circuito per ragazzi da 6 a 12 anni.

     

     

     

     

     

  • Definito il Tour dell’Umbria Udace-Csain di fine luglio

    Definito il calendario del 1° Tour dell’Umbria, giro a tappe cicloamatoriale che si correrà dal 26 al 31 luglio. La manifestazione, in sei tappe, sarà organizzata dai Comitati provinciali Udace-Csain di Perugia (guidato da Gabriele Bazzucchi) e Terni (guidato da Antonio Anselmi) in collaborazione con le ASD Veloce Club Tiberino, Quelli che lo Sport, Team Off Road Giovannini Costruzioni, Livingstone Cycling Team, Marsciano Bike e Franchi-Valcelli.

     

    CALENDARIO

    1^ tappa martedì 26 luglio – Terni, gara in linea

    2^ tappa mercoledì 27 luglio – Piediluco, gara a cronometro

    3^ tappa giovedì 28 luglio – Pietralunga, gara in linea

    4^ tappa venerdì 29 luglio – La Bruna di Solfagnano, gara a circuito

    5^ tappa sabato 30 luglio – Marsciano, gara a circuito

    6^ tappa domenica 31 luglio – Lidarno, gara a circuito

     

     

     

     

     

     

  • Un Lessinia Tour 2011 tutto da pedalare

    Voglia di pedalare sui sentieri di grandi campioni come Paola Pezzo, Damiano Cunego, Filippo Belloni e i fondisti Fulvio e Sabina Valbusa? Voglia di mettersi alla prova, a contatto con la natura, in un paesaggio ancora incontaminato e a volte aspro di un parco naturale tra i piu' belli d'Italia?

    Il nuovo Lessinia Tour 2011 permetterà di esaudire al massimo questo desiderio, offrendo la possibilità di partecipare ad importanti eventi, che si svolgeranno intorno al massiccio roccioso delle suggestive Piccole Dolomiti, a cavallo tra Trentino e Veneto, nel Parco della Lessinia.

    Nato soprattutto per valorizzare il territorio, facendo leva sull’importante connubio fra turismo e attività sportiva, il Tour può contare su cinque manifestazioni organizzate con cura e soprattutto su un comitato coordinatore con le idee chiare; manifestazioni che possono vantare una storia ricca di successi riconosciuti dalle migliaia di bikers che, durante gli anni, vi hanno preso parte.

    Ad aprire il lungo viaggio in Lessinia sarà la XIV^ edizione della Granfondo Tre Valli. Organizzata dal BiBike Team Andreis, la prova si svolgerà a Tregnago il 27 marzo e fungerà da vero apripista dell'intero movimento off road italiano. Nel 2010 la Tre Valli ha portato ai nastri di partenza più di 1500 atleti, guadagnandosi così meritatamente il titolo di “primo grande appuntamento della stagione”.

    Il viaggio proseguirà poi a San Giovanni Ilarione, dove il 3 di aprile si correrà la IX^ edizione della Granfondo del Durello. Come da tradizione sarà una gara dura, con sentieri impegnativi ricavati in valli profonde: per veri amanti del ciclismo fuoristrada.

    La terza tappa del Tour sarà invece la IX^ edizione della Divinus Bike: una classica del mountain bike amatoriale. Monteforte d’Alpone si vestirà a festa e il 22 maggio le strade del paese saranno invase da ciclisti colorati e festanti. Ottima l’organizzazione, perfetto il percorso come da tradizione!

    Sarà quindi la volta di una leggenda della mountain bike: Lessinia Legend, che il 2 giugno 2011 spegnerà la sua quindicesima candelina. Per l’occasione, e per dare nuovo slancio a quella che è stata e rimane una delle perle che non può e non deve mancare nel carnet di un vero biker, un nuovo comitato organizzatore che sposterà la zona di partenza e d’arrivo a Velo Veronese, punterà su sicurezza e servizi e proporrà percorsi rinnovati.

    A chiudere il viaggio in Lessinia sarà il 12 giugno la Soave bike, una festa dei bikers con partenza ed arrivo nel borgo antico della città murata e giro di boa in località Collina, a 800 metri s.l.m.. Dalla prima edizione nel 1991 ad oggi, la Soave Bike è cresciuta molto, ed ora è pronta a farsi conoscere al grande pubblico nazionale.

    Il Tour non prevede una classifica finale, ma offre l’opportunità a chi ama la mountain bike di partecipare alle cinque manifestazioni con una vantaggiosa offerta cumulativa. Inoltre, ai primi 500 iscritti verrà consegnato in omaggio un fantastico gadget tecnico che coprirà quasi per intero la quota di iscrizione e che varrà presto svelato.

    Lessinia Tour 2011: un’occasione da non perdere, per programmarsi un fantastico viaggio, lungo quattro mesi e tanti, tanti chilometri di divertimento a portata di mano!

     

     

     

     

     

     

     

  • Granfondo Vigneti d'Oltrepo Marathon

    L'unione fa la forza. Un detto che si sposa alla perfezione con la filosofia della 1^ Granfondo Vigneti d'Oltrepo Marathon, che si terrà a Broni (PV), il prossimo 2 giugno, Festa della Repubblica.

    La nuova manifestazione nasce dall'unione di due realtà già ben consolidate nel territorio da alcuni anni: la “Gran Tour dei Vigneti” (3 edizioni con oltre 1000 partenti) e la “Granfondo dell’Oltrepo Pavese e della Val Tidone” (8 edizioni con oltre 1000 partenti), organizzate rispettivamente dal Team Bike Oltrepo e il Pedale Bronese.

    Una manifestazione che nasce con l’intento di superare, per numeri e prestigio, entrambe le manifestazioni: “papà” Granfondo e “mamma” Grantour, che daranno vita così a una creatura nuova, capace sia di dar valore al territorio oltrepadano, sia di diventare un punto di riferimento nel calendario ciclistico dal 2011 in poi.

    Saranno tre i percorsi che i ciclisti potranno affrontare.

    Il primo, la Granfondo vera e propria, si sviluppa su 150 km di colline con un dislivello di 2300 metri: è pensato per i puristi delle corse ciclistiche, quelli che vogliono vivere fino in fondo le emozioni e la fatica di un grande appuntamento.

    Presente anche la Mediofondo , di 100 km con 1300 metri di dislivello: meno impegnativa, ma che richiede comunque tenacia e preparazione atletica di buon livello. In questa edizione, sarà presente un terzo percorso dedicato specificamente ai cicloturisti, con un percorso di 65 km e 900 metri di dislivello positivo. Tutte e tre le versioni si snoderanno su percorsi collinari, tra vigneti e piccoli paesi, spaziando dalla Valtidone alla Valversa e dalla Vallescuropasso fino alla Valle Staffora, col suggestivo passaggio a Varzi e la maestosa bellezza della salita al Monte Penice.

    La manifestazione sarà inserita nel Campionato Italiano Udace e nella Coppa Lombardia.

    Dall'esperienza accumulata nelle passate edizioni di Granfondo e Grantour, le società si pongono come obiettivo la creazione di qualcosa di unico: il territorio, con le sue colline, è il luogo ideale per mettersi alla prova su salite e discese spettacolari.

     

     

     

     

     

     

     

  • La Granfondo Fi’zi:k nel 2011 si sposta a Zanè

    Fi’zi:k è sinonimo di qualità e successi da quasi 15 anni. L’azienda veneta leader nella produzione di selle di alta gamma, con i propri atleti quest’anno ha vinto Giro d’Italia, Vuelta di Spagna e Mondiale, rispettivamente con Ivan Basso, Vincenzo Nibali e Thor Hushovd.

    Fi’zi:k è anche un prodotto ricercato ed apprezzato dai normali clienti e dai granfondisti più esigenti. Proprio per questo dal 2010 fi’zi:k è “title sponsor” di un evento che il prossimo 1° maggio festeggerà la sua 2.a edizione. La Granfondo fi’zi:k, nel 2011 in scena a Zanè in provincia di Vicenza, ha fissato come primo obiettivo quello di confermare il successo dell’edizione di debutto, quando alla partenza si presentarono oltre 2.200 partecipanti.

    La scorsa edizione è andata in scena a Schio, per il 2011 cambia location di partenza e arrivo spostandosi a Zanè. La manifestazione sarà la seconda delle dieci prove del circuito Nobili e Supernobili ed inserita nuovamente nel Challenge Giordana, preceduta dalla “vicina” GF Liotto, e seguita dalla trentina Marcialonga Cycling e dalle veronesi GF Damiano Cunego e GF Eddy Merckx. L’inserimento in questi circuiti è la conferma della qualità e della bellezza dei percorsi.

    Cambiando località di partenza, anche i percorsi sono stati ritoccati e misurano 149 km con 3.000 metri di dislivello (il lungo) e 89 km con 1.570 metri di dislivello (il medio). Sia il percorso Granfondo che Mediofondo conservano la splendida salita della Barcarola che aveva caratterizzato la scorsa edizione.

    Come detto, la variazione di maggiore importanza in ogni caso è lo spostamento della zona partenza da Schio – dove nella medesima data si svolge la storica Valleogra fi’zi:k MTB Race – a Zanè, presso gli impianti sportivi. Nonostante il cambiamento si resta comunque a pochi km dalla sede dell’azienda.

    L’edizione 2010 della GF fi’zi:k è stata “affare” del lituano Dainius Kairelis, vincitore qualche settimana più tardi anche della Nove Colli, il quale ha preceduto all’arrivo il compagno di squadra Hubert Krys. In campo femminile invece, Fabiana Luperini ha dominato dall’inizio alla fine, staccando di oltre venti minuti Daniela Passalacqua. Nel percorso “Mediofondo” Adriano Lorenzi ha vinto in volata su Luca Manfredi, mentre tra le donne il successo è andato alla vicentina Martina Zanon.

    Secondo il regolamento 2011 della GF fi’zi:k, saranno premiate le prime 10 società con maggior numero di iscritti, i primi tre assoluti del percorso Medio e Granfondo, sia maschile sia femminile e i primi 5 di ogni categoria dei due percorsi, ovvero Cadetti, Junior, Senior, Veterani, Gentlemen, Supergentlemen, Donne W1 e Donne W2.

    La quota di partecipazione alla Granfondo Fi’zi:k 2011 è di € 30 per chi si iscrive fino al 27 aprile, dopodiché fino al giorno di svolgimento della competizione la quota passa ad € 40. Il pacco gara sarà composto da un paio di calzini fi'zi:k, prodotti alimentari, integratori Multipower e prodotti WD40. Le iscrizioni sono già aperte e l’organizzazione è curata, come l’anno scorso, dall’ASD Racing 2010.

     

     

     

     

     

  • GF Damiano Cunego 2011

    Verona è sempre stata un richiamo “prestigioso” per gli amanti della bici, sia per i grandi campioni con un indimenticabile Mondiale e con la tappa conclusiva del Giro d’Italia, ma soprattutto per i granfondisti.

    Con l’inverno alle porte, risulta forse difficile pensare a lunghe pedalate, tuttavia la Granfondo Damiano Cunego 2011 ha già messo in moto la macchina organizzativa, perché l’edizione in cantiere vuole essere a tutti gli effetti un evento di cartello. Ci sono novità in vista, ma in particolare gli organizzatori vogliono smussare le spigolosità del passato facendo tesoro delle esperienze maturate.

    Con ogni probabilità Damiano Cunego sarà al via del prossimo Giro d’Italia - lo ha dichiarato lui stesso alcune settimane fa alla presentazione della corsa rosa. Ciò che è certo al 100%, invece, è la sua presenza la settimana dopo la fine del Giro allo start della sesta edizione della sua Granfondo in programma il 5 giugno, ovviamente a Verona.

    In primo luogo, i corridori al via della prova del prossimo giugno potranno scegliere tra due sole varianti di percorso, il “medio” di 98 km e circa 1900 metri di dislivello e il “lungo” con 150 km spalmati su un dislivello di oltre 3.500 metri. I ciclisti si ritroveranno in un elegante parterre nel cuore della città e per lo start sarà utilizzato il sistema real time, in modo da evitare la concitazione solita di ogni partenza.

    Per scaldare un po’ i muscoli, nei primi chilometri ci sarà l’originale passerella attraverso vie e piazze a velocità controllata, per poi scaricare tutte le energie sui pedali appena fuori dal centro storico. Al primo tratto in falsopiano farà seguito la salita che conduce ad Erbezzo, dove è prevista la stuzzicante cronoscalata di 10 chilometri sulla strada che conduce a Ronconi, e che andrà a premiare i grimpeur più veloci, sia al maschile che al femminile. A quel punto avrà inizio un continuo saliscendi che andrà a vivacizzare la corsa toccando la Lessinia, tra Boscochiesanuova e Velo Veronese, e porterà sulla “cima Coppi” della gara a Campofontana.

    In quel preciso punto i corridori avranno già percorso metà della distanza, per poi lasciar correre le proprie bici lungo la veloce e per questo impegnativa discesa di 17 km in direzione Bolca e Vestenanuova, prima di risalire verso Collina, raggiungendo il bivio SS. Trinità, San Mauro e San Rocco. Come di consueto quella di San Rocco sarà l’ultima fatica che attenderà i concorrenti della GF Damiano Cunego 2011, i quali potranno poi lanciarsi in picchiata nuovamente verso il traguardo di Verona.

    Per quanto riguarda i corridori del percorso “medio”, subito dopo Velo si staccheranno dai colleghi granfondisti per proseguire verso Bettola “copiando” nuovamente il “lungo” sulle ascese di San Mauro e San Rocco, prima di tornare in città, a Verona.

    L’albo d’oro della GF Damiano Cunego legge nomi di spessore come quelli di Roberto Cunico (primo nel 2008 e nel 2007), del bielorusso Antolij Chaburka o di Monica Bandini, vincitrice nel 2006, 2007 e 2009.

    Alla gara dello scorso giugno presero parte 3.500 corridori e ad alzare le braccia al cielo sul traguardo di Verona furono, nel percorso medio, Giuseppe Corsello e Martina Zanon, entrambi al debutto in questa gara, e Matteo Cappè e Fabiana Luperini nel percorso lungo. In gara nella scorsa edizione c’era ovviamente anche Damiano Cunego, che ha pedalato sul percorso medio in tutta tranquillità, senza chip, fermandosi ai ristori e chiacchierando con gli amici ed i suoi fans.

    Per quanto riguarda le iscrizioni alla GF Damiano Cunego del 5 giugno prossimo, sono previste diverse tariffe a seconda del periodo di registrazione. Nello specifico, si verseranno 30 Euro (uomini) e 25 Euro (donne) fino al 31 marzo, dopodiché ci sarà un ritocco di 5 Euro, mentre dal 1° al 29 maggio la quota da versare sarà di 40 e 35 Euro.

    La data ufficiale di apertura iscrizioni sarà il 1° dicembre prossimo, ma Sergio Bombieri e Dario Bergamini, a capo del comitato organizzatore della B&B.Org, sono già pressati da molte richieste e probabilmente l’apertura delle adesioni sarà anticipata, soprattutto perché è previsto un numero chiuso.

    Per il primo anno la GF Damiano Cunego 2011 sarà inserita nell’ambito circuito Prestigio, e per il secondo anno consecutivo farà anche parte di due importanti circuiti nazionali, il Challenge Giordana e l’Unesco Cycling Tour. Nel primo, la gara veneta si affianca alle vicentine GF Liotto e GF Fi’zi:k, alla trentina Marcialonga Cycling e all’altra veronese GF Eddy Merckx, mentre nel circuito che si svolge attraverso alcuni preziosi scenari patrimonio dell’umanità la GF Cunego è accompagnata dalla GF della Vernaccia a San Gimignano, dalla GF Sportful di Feltre, dalla Straducale di Urbino e dalla GF delle 5 Terre in Liguria.

     

     

     

     

     

  • TX Active-Bianchi: definita la formazione per la stagione 2011, ...

    TX Active-Bianchi: definita la formazione per la stagione 2011

     

    Saranno cinque gli atleti sui quali il team TX Active-Bianchi farà affidamento per la prossima stagione. I due nuovi acquisti, già annunciati, Gerhard Kershbaumer e Tony Longo vanno infatti ad aggiungersi ai confermati Stephane Tempier, Cristian Cominelli e Ricardo Marinheiro per completare una formazione giovane e altamente competitiva con un’età media di 22 anni.

    Si conclude invece, consensualmente, il rapporto con i due colombiani specialisti delle prove marathon Leonardo Paez e Julio Caro, entrambi già rientrati nel proprio paese. Dopo tre anni contraddistinti da intensi momenti e successi in campo internazionale, il pluricampione nazionale Paez si dedicherà, almeno per la prossima stagione, alle competizioni su strada, in attesa di recuperare completamente dai postumi dell’incidente sofferto lo scorso aprile. L’ex biker della TX Active-Bianchi aveva infatti riportato una complessa frattura alla mano sinistra che non gli ha più permesso di tornare a competere ad alti livelli in MTB su percorsi sterrati e particolarmente sconnessi. “Abbiamo condiviso momenti molto belli insieme a Leonardo e Julio e li ringraziamo per l’importante contributo che hanno dato al team”, ha commentato il team manager Massimo Ghirotto. “Auguriamo ora ad entrambi il meglio per il prosieguo della loro carriera”.

    Il team TX Active-Bianchi ha concluso la stagione 2010 portando per 15 volte al successo la Bianchi Methanol SL e raccogliendo numerosi podi in competizioni nazionali ed internazionali. La squadra, forte di alcuni dei migliori talenti al mondo nella MTB, è ora al lavoro per preparare la prossima stagione e prosegue nell’ambizioso progetto Olimpico di Londra 2012.

     

    2011: la Trevigiani Dynamon Bottoli scopre le carte

     

    Sciolte anche le ultime riserve, la Trevigiani Dynamon Bottoli è pronta a togliere il drappo alla formazione che schiererà nella stagione agonistica 2011. Una squadra di 27 corridori, necessariamente rimaneggiata (se non altro per i numerosi passaggi al professionismo), che tuttavia ricalcherà il potenziale del collettivo forte quest’anno di ben 57 successi.

    I confermati sono Enrico Barbin, Mattia Cattaneo, Marco Coledan, Massimo Coledan, Andrea Dal Col, Christian Delle Stelle, Michele Gazzara, Massimo Graziato, Mario Sgrinzato, Patrick Facchini, Filippo Fortin, Gianluca Remondi, Mattia Mosole, Mattia Sinigaglia, Eugert Zhupa, Alessandro Stocco.

    Fra i rinforzi i più esperti sono Edoardo Costanzi e Matteo Collodel, in arrivo dalla Zalf, il ceko Jakub Novak dalla Dal Fiume, l’italo-rumeno Andrei Nekita dalla Ort Reale Mutua, Roberto D’Agostin dalla Marchiol, Fabio Tomassini dalla Reda. Gli innesti più significativi sono rappresentati dallo sprinter Costanzi, che ha all’attivo cinque vittorie, e dal cronoman Novak, che ha chiuso il 2010 con sei affermazioni.

    Dalla categoria juniores approdano alla Trevigiani Dynamon Bottoli cinque ragazzi di indiscusso valore: Andrea Zordan, proveniente dalla Brenta Workservice, Luca Chirico (Brugherio), Rino Gasparrini (Progetto Immobiliare), Michele Scartezzini (Azzanese), e Liam Bertazzo (La Torre).

    Il vicentino Andrea Zordan nel 2009 è stato campione italiano su strada. Quest’anno ha vinto cinque corse, fra cui l’internazionale di Solighetto e la prima tappa del Giro di Germania, bissando la vittoria dell’anno prima al Trofeo Buffoni.

    Michele Scartezzini, veronese, dopo essere stato vice-campione europeo nell’americana al primo anno, nel 2010 ha vinto tre corse su strada, laureandosi campione europeo nella corsa a punti e vice-campione europeo nello scratch e nell’inseguimento a squadre. Suo il tricolore nella corsa a punti.

    Il varesino Luca Chirico porta in dote alla Trevigiani Dynamon Bottoli le sue vittorie al Gran Premio internazionale dell’Arno, al campionato lombardo su strada, alla 3Tre Bresciana e alla seconda tappa del GP Gèneral Patton in Lussemburgo.

    Proviene da San Benedetto del Tronto Rino Gasparrini, sei vittorie nel 2010. E’ campione italiano su pista in quattro specialità ed è tornato dagli europei si pista con tre medaglie d'argento.

    Liam Bertazzo, padovano, è il fratello minore di Omar, cresciuto ciclisticamente sotto l'ala protettrice di Mirko Rossato. Da junior ha vinto tre titoli italiani in pista, un secondo posto al campionato europeo e un quinto al campionato del mondo nell’inseguimento a squadre, oltre a quattro vittorie su strada.

    La schiera dei passisti della Trevigiani Dynamon Bottoli 2011 vede in prima linea il cremonese Edoardo Costanzi, classe 1988, assieme a Filippo Fortin, Christian Delle Stelle e Fabio Tomassini. Il giovane Gasparrini sarà il velocista da far crescere e maturare in un'ottica pluriennale, ma visto il suo curriculum non sarà improbabile vederlo con le braccia al cielo sin dalla stagione del debutto.

    Barbin, Cattaneo, Gazzara, Sgrinzato, Stocco, Novak, Nekita e Collodel saranno uomini per le gare selettive e le corse a tappe. Stesse consegne per Remondi, Sinigaglia e per Facchini, al rientro dopo la frattura di un femore.

    Gli specialisti del cronometro sono Marco e Massimo Coledan, Jakub Novak, Andrea Dal Col, Eugert Zhupa e Alessandro Stocco.

    In ammiraglia il team manager Mirko Rossato sarà affiancato anche quest'anno da Marco Milesi.

    E' una Trevigiani Dynamon Bottoli attrezzata su tutti i fronti, che darà la caccia ai trofei più ambiti del calendario, senza trascurare la pista.

    Nella prima parte della stagione in testa ai "desiderata" ci saranno la Coppa San Geo e la Popolarissima, che non a caso sono le gare più amate da Remo Mosole e Angelo Bottoli. "Siamo onorati e orogliosi di rappresentare due personaggi così importanti per la storia del ciclismo italiano - afferma Mirko Rossato -. Faremo del nostro meglio per gioire assieme a Mosole e Bottoli, e agli altri nostri sponsor, nei traguardi che a loro stanno più a cuore".

     

    Zalf Desirèe Fior- Tre giorni per lanciare il 2011

     

    Appena il tempo di voltare pagina che già è tempo di programmi per la Zalf Desirèe Fior targata 2011: ufficializzati gli arrivi di Francesco Manuel Bongiorno, Paolo Simion, Blaz Bogataj e Stefano Tonin, gli agenti di Castelfranco Veneto hanno portato alla corte di patron Egidio Fior e dei fratelli Lucchetta anche il bolzanino di Laives, Diego Florio che va così a completare la rosa di 20 unità ormai pronta a salpare verso una nuova avventura.

    Vent'enne di buone speranze, Florio proviene dalla Palazzago di Olivano Locatelli, con cui in questo 2010 ha conquistato un successo stagionale nella cronometro di Terlano; buon passista, cronoman di razza, Florio è stato riserva azzurra per i mondiali di Melbourne e ha partecipato con il clan della nazionale italiana ai campionati europei su pista.

    "Possiamo dire che siamo ormai praticamente al completo anche se non escludiamo qualche altro possibile innesto proveniente dalla categoria juniores" ha confermato Luciano Rui che mercoledì, nel tradizionale incontro a Salvarosa di Castelfranco Veneto (Tv) incontrerà per la prima volta la formazione che avrà a disposizione per il prossimo anno.

    Intanto, domani sera presso l'Auditorium "Battistella Moccia" a Pieve di Soligo (Tv), a partire dalle ore 18.30, si terrà il consueto incontro autunnale allestito dal Gruppo Euromobil in collaborazione con lo staff di TuttoBici il cui tema di quest'anno sarà "Pieve di Campioni - I segreti di una terra che fabbrica talenti per l'Italia". Sarà questa l'occasione per dare vita ad un imperdibile dibattito sul ciclismo trevigiano del passato, del presente e del futuro grazie anche alla eccezionale presenza di Moreno Argentin, Gianni Bugno, Giorgio Furlan e Stefano Agostini, il tutto coordinato dall'esperienza giornalistica di Giorgio Martino.

    Sempre domani, Enrico Battaglin, riceverà direttamente da Gaspare, Antonio, Fiorenzo e Giancarlo Lucchetta il premio per aver centrato anche la vittoria nell'Oscar TuttoBici, la speciale classifica sostenuta dal Gruppo Euromobil e rivolta ai migliori Under 23 del panorama nazionale.

    A chiudere questo trittico di appuntamenti che faranno calare definitivamente il sipario sulla stagione 2010 per aprire il nuovo ciclo griffato 2011, si terrà giovedì nella straordinaria cornice del Palazzo della Gran Guardia a Verona, la notte degli Oscar TuttoBici che vedrà ancora una volta in prima fila il gruppo Euromobil come main sponsor della manifestazione. Sulla lista dei premiati, oltre ad Enrico Battaglin, anche il tricolore juniores Paolo Simion ormai pronto a vestire la maglia bianco-rosso-verde.

     

    Questa la rosa della Zalf Desirèe Fior 2011:

    Stefano Agostini, Enrico Battaglin, Marco Benfatto, Nicola Boem, Blaz Bogataj, Francesco Manuel Bongiorno, Matteo Busato, Marco Canola, Alberto Cecchin, Sonny Colbrelli, Diego Florio, Davide Gomirato, Matteo Marcolin, Gianluca Milani, Pierre Paolo Penasa, Alberto Petitto, Paolo Simion, Stefano Tonin, Andrea Vaccher e Diego Zanco.

     

    Lo staff tecnico:

    Direttori Sportivi: Luciano Camillo, Gianni Faresin, Giorgio Fiorio, Fabio Mazzer e Luciano Rui

     

    Meccanico: Ivano Gemin

     

    Massaggiatore: Thomas Rech

     

    Troldi, Dalto, Boschetto ed Alvera’ “re d’autunno”

     

    Grande giornata per il G.S. Cicli Olympia a Rottanova di Cavarzere nella sedicesima edizione del G.P. tra Adige e Garzone in provincia di Venezia, ultima prova del Trofeo d'Autunno 2010.

    Ad imporsi nella categoria Open Woman è stata la veneziana Giovanna Troldi che ha allungato la sua serie di vittorie targate 2010, nella categoria Master3 la vittoria è andata a Paolo Alverà, mentre con un imperioso rush finale Daniel Boschetto si è aggiudicato la categoria Elite Sport.

    Grande prestazione anche di Andrea Dei Tos che, nella categoria Elite, si è arreso solo a Johnny Cattaneo, uno dei migliori protagonisti del 2010, quarto posto per Nicola Dalto che ha preceduto il capitano del team Marzio Deho reduce da due settimane di vacanza, settima posizione per Federico Fuser.

    Ottima gara anche di Thomas Meliti che nella categoria Under23 ha conquistato il secondo posto.

    Le tre vittorie e i due secondi posti di giornata si aggiungono alle quattro vittorie finali del circuito conquistate da Giovanna Troldi (Open Woman) Nicola Dalto (Elite), Daniel Boschetto (Elite Sport) e Paolo Alverà (Master3): un bottino davvero ricco per il Team Olympia che è stata in assoluto la squadra dominatrice del Trofeo d’Autunno 2010.

    Con questa gara si chiude la stagione agonistica 2010 tutto lo staff e gli atleti del Team Olympia ringraziano tutti coloro che li hanno sostenuti.

     

     

     

     

     

     

     

  • Video GT Force Carbon Expert 2011

  • Video Corratec Super Leggero Mauro Sannino

    Nel video la bici Corratec Super Leggero Mauro Sannino 2011

      

  • Video Corratec Super Bow 29"

    Nel video la bici Corratec Super Bow 29" 2011

      

  • Seconda prova Cross Cup Lazio 2010-2011

     

     

    Saranno circa un centinaio i partecipanti che domenica 14 novembre p.v. prenderanno parte alla seconda prova del Cross Cup Lazio 2010-2011 agli Altipiani di Arcinazzo (Frosinone) organizzata per l’occasione dall’UC Anagni-Cicli Nereggi. Tornano le due ruote nel territorio di Arcinazzo e degli Altipiani che sono stati teatro lo scorso 29 agosto della prima edizione del Trofeo Comune di Arcinazzo Romano per allievi e sia il comune stesso, sia il sodalizio dell’UC Anagni-Cicli Nereggi si sono impegnati per allestire la gara che è valevole per il circuito laziale FCI di ciclocross: “Il percorso lo abbiamo fatto io e il nostro direttore sportivo Sebastiano Retarvi – afferma l’organizzatore Luigi Nereggi - Misura circa 2 chilometri e presenta alcuni ostacoli artificiali (palanche) e ostacoli naturali con delle salitelle corte ma ripide. Il tutto è ricavato nei prati di questo magnifico posto tanto da coinvolgere anche un tratto della pista ciclabile. Un ringraziamento speciale va a Sandro Biferi, al comune di Arcinazzo Romano, la Protezione Civile di Arcinazzo e al supporto tecnico delle ditte Leda Sport di Ferentino, Linea Oro di Frosinone e Capogna Premiazioni. Non mancate per non perdervi una giornata all'insegna dello sport pulito con tutto il verde che avremo a disposizione domenica".

    Come sempre la gara è aperta a tutte le categorie della FCI e e tutti gli Enti per le categorie amatoriali ma il team di Anagni non è nuovo nell’organizzare gare di ciclocross: “Oramai sono passati molti anni che non organizzavo una gara di ciclocross, l'ultima circa 20 anni fa in località Villamagna di Anagni assieme al mio maestro, mio padre Vittorio ed era valevole come prova di campionato Italiano centro-sud (UDACE) anche perchè la nostra attività di gruppo sportivo era improntata soprattutto nel settore della strada ed era giusto fare un po’ di pausa". conclude lo stesso Luigi Nereggi. Per domenica l’appuntamento (ritrovo alle 7,30 con partenze scaglionate a partire dalle 9,30) è fissato al chilometro 29,5 della strada statale 411 Sublacense. Nella stessa giornata sono previsti lavaggio bici e, presso il punto di ritrovo, il Ristorante Sor Paiolo, sarà possibile pranzare ad un prezzo convenzionato (20,00 Euro) per tutti coloro che volessero rimanere ad degustare prodotti del posto e il tutto fatto in casa.

     

    LEADER DI CATEGORIA CROSS CUP DOPO LA PRIMA PROVA

    Esordienti: Francesco Labbrozzi (Polisportiva Pennese)

    Allievi uomini: Nadir Colledani (Jam's Bike Team Buja)

    Allieve donne: Sara Romanin (Libertas Scorzè)

    Juniores: Andrea Sottocornola (Ucab Biella)

    Open uomini: Domenico Maria Salviani (Gruppo Made)

    Open donne: Deborah Mascelli (Pro Bike Riding Team)

    Master Sport: Stefano Capponi (Acqua&Sapone Moser)

    Master 1: Angelo Mirtelli (Ciociaria Bike)

    Master 2: Massimo Folcarelli (Pro Bike Riding Team)

    Master 3: Paolo Tempestini (Mtb Santa Marinella)

    Master 4: Paolo Casconi (Full Monty Travel)

    Master 5: Armando Mattacchioni (Asd Impredil)

    Master 6over: Marco Valentini (Individuale)

    Master donna: Laura Sopranzi (Centro Bici Team Terni)

     

     

     

     

     

  • Video Pinarello Paris 50-1.5

    Nel video la bici Pinarello Paris 50-1.5 2011

      

  • L’iridata Bronzini pronta a sbarcare negli States, ...

    L’iridata Bronzini pronta a sbarcare negli States

     

    Iniziano a delinearsi gli impegni ed il calendario agonistico 2011 che attende la campionessa del mondo Giorgia Bronzini in Europa e negli Stati Uniti. L’occasione per gettare le basi a quella che sarà la prima stagione da iridata in carica, è stata nell’ultimo weekend la partecipazione alla Fiera Nazionale del Tartufo Bianco del Monferrato a Montechiaro d’Asti, località piemontese e sede storica del team a cui la 27enne piacentina ha appena fatto ritorno, dopo la fortunata militanza nella stagione 2005, gli albori della sua splendida carriera professionistica. Assieme al team manager Franco Chirio e alla ds Rachel Heal, l’ex professionista britannica del team Colavita, Giorgia Bronzini ha potuto mettere nero su bianco quello che sarà il 2011 nell’attività su strada a cui non mancherà proprio nulla: dalle classiche in linea alle corse a tappe, prima del nuovo assalto al trono mondiale di Copenaghen, in Danimarca, del 24 settembre 2011.

    Momenti salienti saranno il periodo a cavallo tra marzo e aprile corrispondente alle prove di Coppa del Mondo e le classiche in linea in Europa, tra Italia, Belgio e Olanda, segnate dall’apertura di World Cup a Cittiglio (Ita) del 27 marzo, Ronde Van Vlaanderen e Gp de Dottingies (3 e 4 aprile) in Belgio, Drentse 8 Ronde Van Drenthe (14 e 16 aprile) in Olanda e Flèche Wallonne (20 aprile) nuovamente in Belgio.

    Prima del Giro d’Italia (1-10 luglio) e Route de France (6-14 agosto) è prevista la trasferta oltreoceano negli Stati Uniti e Canada, dove il clou sarà rappresentato dal 16° Liberty Classic in programma il 5 giugno sulle strade di Philadelphia, dove nell’ultima edizione la tedesca Ina Teutenberg (Ger) ha bruciato allo sprint le americane Shelly Evans e la portacolori della Colavita-Baci Theresa Cliff-Ryan. Proprio quest’ultima, reduce da una decina di successi negli States, la neozelandese Cath Cheately (11. al mondiale strada di Geelong e vincitrice del titolo individuale Nrc negli Usa articolato in 16 prove), la lituana Modesta Vzesniauskaite e l’iridata Giorgia Bronzini, costituiranno la struttura della Forno d’Asolo-Colavita che verrà schierata al Giro Donne.

    Neela foto Bronzini e Chirio alla Fiera Nazionale del Tartufo Bianco del Monferrato a Montechiaro d’Asti con Ezio Greggio e Valerio Staffelli

     

    Sette vittorie in sette giorni per il GS Cicli Fiorin Despar

     

    Si avvicinano gli appuntamenti che contano e cresce la condizione di forma degli atleti della formazione Campione d’Italia Ciclocross… basti pensare che la scorsa settimana, quando si sono corse la 5° e la 6° tappa del Trofeo Lombardia Ciclocross il GS Cicli Fiorin Despar ha conquistato, considerando le due gare, ben 7 affermazioni a livello individuale con 6 atleti diversi ed in 6 categorie diverse, oltre a salire sul podio in quasi tutte le categorie in cui i sevesini si sono schierati alla partenza !!

    In particolare, nella prova di Costamasnaga, in provincia di Lecco, disputatasi il 1° novembre, i sevesini hanno messo a segno un bel “poker” di vittorie… con Matteo Trambaiolli (GS Cicli Fiorin Despar / Ciclamanti Senago) nella categoria Esordienti (ndr: dove il compagno di scuderia Marco Sgrò ha chiuso al 9° posto) precedendo il valtellinese Caneva (Alpin Bike) ed il comasco Viscardi (Alzate Brianza)… con la Campionessa Italiana su Strada Donne Esordienti 2° anno Claudia Cretti (GS Cicli Fiorin Despar Eurotarget Guerciotti Skoda Galimberti FSA) nella categoria Donne Allieve 1° anno (ndr: dove la compagna di scuderia Elisa Silini ha chiuso appena fuori dal podio, al 4° posto) precedendo la valtellinese Galimberti (DD Team) e la brianzola Gariboldi (MTB Lissone)… con la Campionessa Regionale Lombarda a Cronometro Donne Allieve Alice Maria Arzuffi (GS Cicli Fiorin Despar Eurotarget Guerciotti Skoda Galimberti FSA) nella cat. Donne Juniores, giunta addirittura 2° assoluta considerando le Donne Elite !! (ndr: dove la compagna di scuderia Jasmine Dotti ha chiuso sul 3° gradino del podio), precedendo la ex-compagna di scuderia Chiara Mercante (Cristoforetti Cordioli)… e con la Campionessa Italiana Ciclocross Donne Juniores Elena Valentini (GS Cicli Fiorin Despar Eurotarget Guerciotti Skoda Galimberti FSA) nella cat. Donne Under 23... nonché sono saliti sul podio nella categoria Juniores con Riccardo Redaelli (GS Cicli Fiorin Despar / Ciclamanti Senago) alle spalle del valtellinese Samparisi (DD Team) e dove il compagno di scuderia Manuel Cucciniello è giunto al 4° posto, appena fuori dal podio… e nella categoria Donne Allieve 2° anno dove Ilaria Ronchi ed Elena Vittoria Guala (GS Cicli Fiorin Despar Eurotarget Guerciotti Skoda Galimberti FSA) sono giunte rispettivamente al 2° e 3° posto… nonché hanno sfiorato il podio nella cat. Allievi 2° anno con Gabriele Bellan (GS Cicli Fiorin Despar / Ciclamanti Senago), giunto 4°… nella cat. Donne Esordienti con Giorgia De Laurentis (GS Cicli Fiorin Despar Eurotarget Guerciotti Skoda Galimberti FSA), giunta in 4° posizione… così come nella cat. G6 Femminile dove a giungere 4° è stata Allegra Maria Arzuffi (GS Cicli Fiorin Despar) mentre le compagne di scuderia Irene Ronchi e Francesca Mandressi sono giunte rispettivamente al 5° e 7° posto.

    Per quanto concerne invece la prova di Cava Manara (Pavia), disputatasi domenica 7 novembre, il Team sevesino è andato a segno per ben tre volte… con la Donna Esordiente Giorgia De Laurentis (GS Cicli Fiorin Despar Eurotarget Guerciotti Skoda Galimberti FSA), autrice di una prova superlativa che l’ha portata a giungere 4° assoluta con la categoria superiore delle Donne Allieve… ancora una volta nella categoria Donne Juniores, dove è stata messa a segno una “doppietta” grazie alla vittoria di Alice Maria Arzuffi (GS Cicli Fiorin Despar Eurotarget Guerciotti Skoda Galimberti FSA) ed al 2° posto di Jasmine Dotti… e nella categoria Juniores, dove è stata messa a segno una seconda “doppietta” grazie alla vittoria di Riccardo Redaelli (GS Cicli Fiorin Despar / Ciclamanti Senago) ed al 2° posto di Manuel Cucciniello… nonché hanno conquistato il posto d’onore con Gabriele Bellan (GS Cicli Fiorin Despar / Ciclamanti Senago) nella categoria Allievi 2° anno, preceduto solo dal Campione Italiano di specialità Bertolini (DD Team)…nella categoria Donne Allieve 2° anno dove Ilaria Ronchi ed Elena Vittoria Guala (GS Cicli Fiorin Despar Eurotarget Guerciotti Skoda Galimberti FSA) sono giunte rispettivamente al 2° e 3° posto… sono saliti sul podio nella cat. Donne Allieve 1° anno dove Claudia Cretti (GS Cicli Fiorin Despar Eurotarget Guerciotti Skoda Galimberti FSA) e la compagna di scuderia Elisa Silini sono giunte rispettivamente al 3° e 4° posto ed hanno sfiorato il podio nella cat. G6 Femminile dove, come 7 giorni prima, Allegra Maria Arzuffi (GS Cicli Fiorin Despar) è giunta 4°, mentre le compagne di scuderia Irene Ronchi e Francesca Mandressi sono giunte rispettivamente al 5° e 7° posto. Da segnalare infine anche il 10° posto di Alex Quartini (GS Cicli Fiorin Despar / Ciclamanti Senago) nella cat. G6 maschile.

    Grazie a questi risultati, i sevesini hanno fatto “bottino pieno” a livello di società conquistando la palma di miglior sodalizio sia a livello maschile che a livello femminile.

    Tuto ciò fa ben sperare, fatti i dovuti paragoni, naturalmente, per la prova di Campionato Italiano a Squadre nonché Giro d’Italia Ciclocross che si disputerà domenica 14 novembre a Lucca, in Toscana.

     

     

     

     

     

     

  • FIAB a Exposcuola di Padova

    FIAB sarà presente con un proprio stand all'interno di "EXPOSCUOLA-YOUng 2010" giunta alla sua XIII edizione. L'iniziativa, che si tiene a Padova da giovedì 11 novembre a sabato 13, prevede un'area specifica per il Turismo Scolastico Sostenibile.

    Nell'ambito di tale area, che rappresenta un'importante risorsa per l'offerta formativa delle scuole - da vivere con entusiasmo e senso di responsabilità seguendo modalità sostenibili - FIAB parteciperà all'incontro tematico su: "VIAGGI DISTRUZIONE O VIAGGI D'ISTRUZIONE", attraverso un intervento della sezione FIAB di Mestre "Senza freni" costituitasi all'interno del Liceo Scientifico Morin.

    Per la FIAB, EXPOSCUOLA-YOUng 2010 rappresenta una grande vetrina in cui farsi conoscere e confrontarsi sui temi del Turismo scolastico in bicicletta con i maggiori protagonisti dell’offerta di turismo scolastico e sostenibile a livello locale, nazionale ed europeo, oltre che momento di incontro con insegnanti, ragazzi e famiglie.

     

     

     

     

     

  • Video Corratec Air Tech Mutant

    Nel video la bici Corratec Air Tech Mutant 2011

      

  • Katusha in Turkmenistan

    Il team Katusha riprende l’attività in vista della nuova stagione agonistica. Una rappresentanza della squadra e del suo management sarà impegnata dal prossimo 15 al 28 novembre in Turkmenistan, per uno stage di lavoro. Il Presidente Tchmil e i direttori sportivi konychev e Mikhailov accompagneranno i corridori Arguelyes, Brutt, Galimzyanov, Gusev, Hoste, Ignatenko, Ignatyev, Ivanov, Kuchinsky, Kritskyi, Mironov, Ovechkin, Pliuschin, Porsev, Silin Trofimov, Trusov, Vandenbergh, Vantomme, Vorganov, che si alleneranno nei dintorni della capitale.

     

     

     

     

     

  • Grande successo per Puch Green Bike al salone EICMA

     

     

    Anche Bianchi era presente al salone del ciclo e motociclo EICMA di Milano, dal 2 al 7 novembre, con Puch Green Bike, innovativa bicicletta ibrida a pedalata assistita.

    Esposta all’interno di Green Planet – l’area espositiva interamente dedicata ai veicoli ibridi ed elettrici, Puch Green Bike ha riscosso enorme successo tra il pubblico internazionale presente alla fiera milanese. “986 visitatori ci hanno raggiunto allo stand per provare la nostra bici elettrica e ricevere informazioni e dettagli tecnici”, ha detto Alessandro Antoniani - Productor Manager Puch Green Bike. “Un successo eccellente, che conferma le nostre attese di mercato. Puntiamo infatti ad una distribuzione di circa 5000 pezzi nei prossimi sei mesi sul mercato italiano”.

    In particolare i consumatori sono stati catturati dal motopropulsore del sistema tecnologico Panasonic e dal design accattivante ed elegante al tempo stesso della bicicletta ibrida proposta da Bianchi.

    A disposizione del pubblico di EICMA c’era anche un nuovissimo modello Bianchi Oltre (il top di gamma per il settore strada appartenente alla famiglia HoC), esposto presso lo stand Mic-Shimano a rappresentare uno dei marchi italiani di biciclette più prestigiosi.

    Comunicato stampa

     

     

     

  • Anche la Felice Gimondi festeggia l’Unità d’Italia

    La 16ª edizione si tinge di verde, bianco, rosso: la maglia tricolore della vittoria di Felice Gimondi al Campionato italiano del 1972 è stata scelta per la rievocazione del 2011.

    In linea con i festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia, il Comitato Organizzatore della Felice Gimondi ha deciso di dedicare la prossima granfondo al successo ottenuto dal grande campione di Sedrina al Campionato italiano (Giro dell’Appennino) del 1972. Tutto ciò anche per sottolineare il ruolo avuto da Bergamo nel lontano 1860, ruolo che, un secolo dopo, le consentì di fregiarsi del titolo di “Città dei Mille” grazie al maggior numero di volontari che presero parte alla spedizione di Giuseppe Garibaldi.

    Per questo domenica 15 maggio la Felice Gimondi si tingerà di verde, bianco, rosso: migliaia di appassionati delle due ruote porteranno il tricolore nelle valli bergamasche, per una giornata di sport sano. Alla 16ª edizione, infatti, si pedalerà prestando particolare attenzione alla salute dei partecipanti e al rispetto dell’ambiente, secondo i principi della neonata Five Stars League alla quale appartiene la manifestazione bergamasca. Il sodalizio, a cui hanno aderito altri quattro eventi prestigiosi come la Nove Colli, la Maratona dles Dolomites, la GF Sportful e la Pinarello Cycling Marathon, punta ad eliminare inutili eccessi agonistici e a far riscoprire il bello della natura che ci circonda.

     

     

     

     

     

  • Scarselli-Dalla bicicletta all'ammiraglia, ...

    Scarselli-Dalla bicicletta all'ammiraglia

     

    Leonardo Scarselli ha smesso di correre. La notizia potrebbe avere un gusto amaro per uno che in sella c'è stato 24 anni, che ha corso al fianco di Bettini, Boonen, Pozzato, Visconti e tanti altri grandi campioni, che ha vinto in Senegal e tirato per i suoi capitani in ogni altra parte del mondo. Ma per Scarselli l'uscita dalla scena agonistica combacia con un repentino rientro sul palco del ciclismo, in un ruolo tanto importante quanto delicato, quello del direttore sportivo: "Quest'anno è stato un calvario, partito con i migliori propositi sono caduto alla Tirreno senza riuscire a finirla. Ho faticato a riprendermi, anche a causa dell'influenza rimediata subito dopo la corsa, e poi sono andato in Messico, per guidare i giovani della nostra squadra in trasferta. E in quella occasione, mi sono beccato un brutto virus, che mi ha scatenato sfoghi allergici a più riprese fino a fine stagione. Insomma, una stagione no, che sarebbe comunque stata la mia ultima. Avevo già deciso di smettere, anche se mi spiace non aver battezzato l'abbandono in una corsa ben precisa (…). Già dall'estate però Angelo e Luca (Citracca e Scinto, n.d.r.) mi avevano proposto di pensare al ruolo di ds, e oggi sono felice di provarci. Con tutta l'esperienza che ho fatto in carriera penso di poter dare tanto alle nuove leve, ovviamente imparando da chi, come Scinto, ha già fatto il passaggio diversi anni fa". Per mettersi subito in regola, Leonardo sta già svolgendo il corso per il 3° livello da D.S. e come spalla di Luca Scinto è già al lavoro per un super 2011 della Farnese Vini – Neri Sottoli, una squadra che ha molto a cuore le responsabilità che il tricolore impone, soprattutto nel 150° anniversario dell'unità d'Italia. Dalla bicicletta all'ammiragli a dunque, per non perdere il filo con il mondo cui Leonardo appartiene, e per continuare a nutrire la passione per il ciclismo che in Toscana – e nel Pisano, dove “Leo” abita – non manca di certo. Per festeggiare l'uscita – e l'entrata nel ciclismo professionistico, dunque, non poteva mancare la festa di fine anno, che il Fans Club di Scarselli ha fissato per mercoledì 8 dicembre, dove nell'occasione verrà organizzata una partita di beneficenza il cui ricavato andrà direttamente alle famiglie dei bambini disabili del Pisano, per poi continuare con la “canonica” cena e relativi festeggiamenti, omaggiando uno degli ultimi veri gregari del ciclismo che conta.

     

    Il GIANT Italia Team è sempre più grande, con l'ingaggio del talentuoso Pietro Sarai

     

    Dopo l'accordo siglato con Giacomo Antonello, è la volta di parlare del giovane sardo che dal 2011 farà parte della compagine diretta da Gianfranco Bechis. Pietro Sarai, classe 1990, è una delle giovani promesse della mountain bike nazionale. Scoperto dallo staff di Reparto Sport durante uno stage invernale svolto in Sardegna lo scorso febbraio, è stato a lungo "sotto osservazione" per capirne potenzialità e attitudini.

    Pietro Sarai di Asuni è il nuovo ingaggio del GIANT Italia Team, la formazione internazionale di mountain bike diretta da Gianfranco Bechis. Non è la prima esperienza internazionale per il giovane sardo, classe 1990, poichè ha già avuto modo di confrontarsi con atleti di tutto il mondo nell'Internazionale di Lugagnano e nella recente Roc d'Azur a Fréjus.

    Sarai è un giovane ambizioso, ma con la testa sulle spalle. "Il GIANT Italia Team è un punto d'arrivo importante per la mia carriera, un passaggio fondamentale per chi vuole crescere in questo panorama. Sogno di vincere i Campionati Nazionali Cross Country con questa maglia, in sella ai prodotti Giant, con i quali mi sento molto a mio agio".

    Con un passato da batterista - Sarai si è avvicinato da alcuni anni alla mountain bike, ottenendo buoni risultati sia a livello regionale sia in contesti nazionali. L'incontro con il GIANT Italia Team nel giorno del suo 20° compleanno è stato, come lo definisce lui stesso, "la ciliegina sulla torta.Disputavo la prima prova Cross Country a Guspini, dopo lo stage tecnico svolto con gli atleti del GIANT Italia Team in ritiro in Sardegna. Al termine della gara, Gianfranco Bechis mi ha avvicinato confermandomi che avrei avuto un futuro nelle fila della sua squadra, quando e se avessi voluto". Il tutto in accordo con la precedente squadra, Piscine Irgas 3C.”

    Dopo un anno di allenamenti, preparazione tecnica e valutazioni ecco la firma del contratto con il GIANT Italia Team, senza però dimenticare la precedente squadra, "che mi ha permesso di crescere con serenità, senza pressioni o imposizioni".

    Il programma agonistico di Pietro Sarai sarà incentrato sugli appuntamenti internazionali in Italia e all'estero per valutarne meglio le possibilità in competizioni di alto profilo.

     

    Vannucci & Confalonieri-ripartono i collegiali con la Nazionale su Pista

     

    Baruccana di Seveso (MB) – Vacanze terminate per le due “azzurre” sevesine Maria Giulia Confalonieri & Chiara Vannucci (GS Cicli Fiorin Despar-Eurotarget-Guerciotti-Skoda Galimberti FSA) che quest’oggi, mercoledi 10 novembre, sono state convocate dal CT della Nazionale Salvoldi & collaboratori al ritiro in svolgimento presso il Velodromo bresciano di Montichiari per un allenamento collegiale nonché per pianificare l’attività 2011.

    Le due portacolori di patron Guido Fiorin infatti, almeno sulla carta, dovrebbero essere due punti fermi della Nazionale Donne Juniores “edizione 2011” visto che, in questo 2010, pur essendo solo al primo anno nella categoria, hanno vestito l’azzurro sia ai Campionati Europei su Pista di San Pietroburgo (Russia), dove hanno conquistato entrambe la medaglia d’argento nella specialità dell’Inseguimento a Squadre, oltre a due quarti posti ottenuti da Maria Giulia Confalonieri (GS Cicli Fiorin Despar-Eurotarget-Guerciotti-Skoda Galimberti FSA) nelle specialità dell’Inseguimento Individuale e della Gara a Punti (ndr: dove l’atleta di patron Fiorin ha corso in appoggio alla compagna di Nazionale Cecchini, laureatasi poi Campionessa d’Europa !!!) ma soprattutto dove Chiara Vannucci (GS Cicli Fiorin Despar-Eurotarget-Guerciotti-Skoda Galimberti FSA) si è laureata Campionessa d’Europa nella specialità dell’Omnium... sia ai Campionati Mondiali su Pista di Montichiari (Italia) dove Maria Giulia Confalonieri ha chiuso al 5° posto nell’Inseguimento a Squadre mentre Chiara Vannucci ha chiuso al 13° posto, facendo segnare il proprio personale, nella specialità dell’Inseguimento Individuale.

    Una stagione quella 2010, per le due giovani atlete sevesine, ricchissima di soddisfazioni già durante l’inverno, quando si sono laureate entrambe Campionesse Italiane Ciclocross a Squadre, ed hanno conquistando la medaglia d’argento ed il 5° posto rispettivamente con Maria Giulia Confalonieri (ndr: giunta alle spalle della compagna di scuderia Elena Valentini) e Chiara Vannucci nel Campionato Italiano Ciclocross a livello individuale, salendo tra l’altro entrambe sul podio nella Classifica Finale del Giro d’Italia Ciclocross vinto dalla compagna di scuderia Elena Valentini, con Chiara Vannucci e Maria Giulia Confalonieri rispettivamente sul 2° e 3° gradino del podio… e continuata al meglio anche nella stagione estiva dove, oltre alle convocazioni in azzurro, a livello nazionale si sono distinte ai Campionati Italiani su Pista svolti a Mori (Trento) dove sono state assolute protagoniste, conquistando ben 11 medaglie (!!) in due: infatti Maria Giulia Confalonieri si è laureata Campionessa d’Italia sia nella specialità dell’Inseguimento Individuale che nella specialità dell’Omnium, conquistando poi l’argento nella specialità dello Scratch e dell’Inseguimento a Squadre (ndr: corso con le compagne di squadra Valentini e Vannucci) ed il bronzo nella specialità della Gara a Punti… mentre Chiara Vannucci ne ha conquistate addirittura 6, laureandosi Campionessa d’Italia nella specialità della Velocità a Squadre (ndr: vinta con la compagna di scuderia Silvia Epis) nonché conquistando la medaglia d’argento nelle specialità dell’Inseguimento a Squadre (ndr: corso con le compagne di squadra Valentini e Vannucci), del Keirin e della Gara a Punti nonché quella di bronzo nelle specialità dei 500 mt con partenza da fermo e dell’Inseguimento Individuale.

     

    Monia Baccaille-Operazione alla clavicola riuscita

     

    Operazione perfettamente riuscita. Monia Baccaille è uscita nel primo pomeriggio di ieri, 9 novembre, dalla sala operatoria del professor Castellacci a Lucca, dopo un intervento durato circa tre ore per rimettere in sesto la frattura scomposta alla clavicola sinistra rimediata sabato scorso durante la seconda prova dell'Omnium agli Europei su Pista che si stavano svolgendo in Polonia. Una scodata di un'avversaria davanti a lei e Monia era finita inevitabilmente a terra, procurandosi il più classico degli infortuni per un ciclista. Quello che preoccupava maggiormente era il fatto che l'infrazione si presentava in maniera scomposta e la cosa ha portato ad un naturale allungamento dei tempi di operazione, comunque conclusasi nel migliore dei modi.

    «Un infortunio è tra le cose che un atleta preferirebbe non commentare - racconta Monia - ma fa parte del nostro mestiere. È bastato un attimo di distrazione dell'atleta che mi precedeva in quel momento ed io mi sono ritrovata a terra, con la clavicola rotta. In ogni caso l'operazione è andata bene, tornerò a casa venerdì ma dovrò stare immobile per 25-30 giorni, e poi potrò riprendere la mia preparazione. Originariamente era in programma di essere presente alle ultime due prove di Coppa del Mondo su pista, ora non so se riusciremo a farcela, di certo la voglia di tornare in sella è già fortissima».

     

     

     

     

     

  • Conad rinnova il suo sostegno alla FIAB per "Bimbimbici"

    Si rafforza il rapporto tra FIAB e CONAD per la realizzazione del progetto Bimbimbici, sotto il patrocinio del Ministero dell’Ambiente. Anche per l'edizione 2011, infatti, l’azienda darà un prezioso contributo per sostenere l’organizzazione, il coordinamento e la realizzazione dei materiali a livello nazionale.

    "Bimbimbici", Giornata nazionale FIAB che per il secondo anno coinciderà con la Giornata nazionale della Bicicletta, è la storica iniziativa della Federazione Italian Amici della Bicicletta, che nel 2010 ha coinvolto 260 città italiane, per promuovere il diritto alla mobilità sicura e sostenibile dei bambini nelle strade del proprio quartiere con particolare riferimento ai percorsi in bicicletta casa-scuola.

    Conad si riconosce negli obiettivi dell’iniziativa: incentivazione dell’utilizzo della bicicletta come mezzo di spostamento quotidiano, a favore della salute e dell’ambiente. Bimbi in bici, e non in auto come dei pacchi postali, per andare a scuola, a casa degli amici e anche al supermercato con la mamma!

    Come lo scorso anno, i punti vendita locali CONAD, laddove presenti, avranno la possibilità di intervenire nelle singole città con ulteriori contributi (ad esempio supportando il ristoro). In molti casi, in occasione della scorsa edizione, si è instaurata una collaborazione proficua e vantaggiosa con gli organizzatori locali: ci auguriamo che altri punti vendita prendano esempio per sviluppare ottime sinergie!

    Comunicato stampa

     

     

     

     

  • Coppa Piemonte 2011

    Si è svolta domenica 7 novembre a Verbania, all'interno del Ristorante "Il Chiostro", la grande festa di chiusura della Coppa Piemonte 2010.

    Sono stati ben 302 i commensali che hanno partecipato al pranzo, offerto dal circuito ai premiati e agli abbonati. Il clima di festa è stato introdotto dall'aperitivo servito sotto il porticato del ristorante.

    Ben più gremito l'Auditorium nel quale il presidente Renato Angioi ha illustrato il consuntivo della stagione appena conclusa, per dare la parola agli organizzatori delle prove, tra cui le "new entries" GF Ultrapadum e GF Colnago.

    Al termine si sono svolte le premiazioni, che hanno visto salire sul palco tutti i vincitori di categoria, sia per le granfondo sia per le mediofondo, ad indossare la maglia da leader.

    Per le granfondo, la Coppa è andata a Miculà Dematteis, Leonardo Viglione, Valery Kurtyak, Tazio Pavanel, Tommaso Ciurlino, Maurizio Piacenza, Roberto Fila, Aldo Calvo, Cristina Leonetti e Olga Cappiello.

    Nelle mediofondo, la Coppa se la sono aggiudicata Giacomo Greco, Davide Gallo, Roberto Napolitano, Silvio Schiari, Marco Giusto, Letterio Lo Galbo, Renato Tessitore, Raffella Palombo e Cinzia Scardellato.

    I leader della Lui&Lei, per le tre categorie, sono state le coppie Degiovanni-Montaldo, Sesiani-Knutti, Borretta-Belardi.

    Tra le società, la stagione è stata dominata dal Team Fantolino, seguito dall'ASD Jolly Europrestige e dal Team Cinelli Glass'nGo. Quest'ultimo si aggiudica anche la categoria Società Femminile.

    Una stagione chiusa con un buon successo, nonostante una flessione sugli abbonamenti, che ha però visto un aumento dei brevettati, a dimostrare, come si era previsto ad inizio stagione, che si sono abbonati solo i ciclisti sicuri di potere partecipare a tutte le prove utili per il brevetto, evitando così il rischio di spendere dei soldi, senza la sicurezza di potervi prendere parte.

    Un grande ringraziamento va a tutti gli abbonati per avere contribuito a raccogliere la somma di 5 mila Euro, da devoluta all’Unione Genitori Italiani contro il tumore dei bambini, che opera presso l’Ospedale Regina Margherita di Torino.

    Sono sicuramente attese le novità dell'edizione 2011, delle quali diamo un rapido "flash", mentre daremo tutti i dettagli nei prossimi giorni.

    Annullata la Stockalper

    La ASD Domobike DLF Domo, preso atto delle innumerevoli difficoltà di ordine burocratico, legate anche alle molte concomitanze che quest'anno hanno costretto piu' volte allo spostamento di data della 11`edizione della Gran Fondo Stockalper “Giro della Provincia del VCO”, svoltasi non senza innumerevoli difficoltà, lo scorso 30 Maggio, considerata anche l'inadeguato sostegno economico sia pubblico che privato, che non garantirebbero l'abituale e riconosciuto alto standard organizzativo, comunica di aver deciso di porre la parola “fine” a questa gara di ciclismo amatoriale, considerata la “Regina” delle Gran Fondo Piemontesi e certamente una delle meglio organizzate e piu' apprezzate Gran Fondo che si disputano oggi in Italia.

     

    Calendario 2011

    03 Aprile: G.F. Dolci Terre di Novi a Novi Ligure (AL)

    01 Maggio: G.F. Bra – Bra a Bra (CN)

    15 Maggio: G.F. dell’Acquese ad Acqui Terme (AL)

    29 Maggio: Giro delle Valli Monregalesi a Mondovi’ (CN)

    05 Giugno: G.F. Saint Vincent a Saint Vincent (AO)

    19 Giugno G.F: “Prologo - Giovanni Lombardi” ex “Ultrapadum” a Voghera (PV

    10 Luglio: G.F. Prealpi Biellesi a Biella

    04 Settembre: Gran Fondo Colnago a Piacenza

     

    Abbonamento selettivo

    In via sperimentale, con il coraggio dei pionieri, si potrà scegliere la formula di abbonamento più consona alle proprie esigenze. Ci si potrà infatti iscrivere a 6 gare, oppure a 7 o, ancora, a tutte 8.

    Annullamento della classifica Lui&Lei

    A causa della scarsa partecipazione da parte dei fondisti, viene annullata la speciale classifica Lui&Lei.

    Doping

    Senza andare a inventare arzigogolati regolamenti per accettare la partecipazione alle prove della Coppa Piemonte, chiunque sarà trovato positivo ad un qualsiasi controllo antidoping (anche esterno al circuito), verrà immediatamente estromesso dal circuito e dalla classifica, e non potrà mai più accedere alla Coppa Piemonte, indipendentemente dalla misura della pena effettivamente inflitta.

    Ristori ecologici

    Al fine di evitare lo sparpagliamento di bottigliette e cartacce per incontabili - e incontrollabili - chilometri da parte dei ciclisti, ai ristori non verrà più effettuato il passaggio volante di bottigliette d'acqua. Ai ristori ci si dovrà quindi fermare per accedere ad ogni tipo di bevanda, che sarà disposta nei bicchieri o con la quale ci si potrà riempire la borraccia. Eventuali cartacce di merendine o barrette dovranno essere gettate negli appositi contenitori disposti all'interno della Green Zone.

     

     

     

     

     

     

  • La GF Stockalper termina, dopo molti anni, la sua tribolata esistenza

    La ASD Domobike DLF Domo, preso atto delle innumerevoli difficoltà di ordine burocratico, legate anche alle molte concomitanze che quest'anno hanno costretto piu' volte allo spostamento di data della 11`edizione della Gran Fondo Stockalper “Giro della Provincia del VCO”, svoltasi non senza innumerevoli difficoltà, lo scorso 30 Maggio, considerata anche l'inadeguato sostegno economico sia pubblico che privato, che non garantirebbero l'abituale e riconosciuto alto standard organizzativo, comunica di aver deciso di porre la parola “fine” a questa gara di ciclismo amatoriale, considerata la “Regina” delle Gran Fondo Piemontesi e certamente una delle meglio organizzate e piu' apprezzate Gran Fondo che si disputano oggi in Italia.... “nemo profeta in Patria”?

    Nel chiudere questa lunga e travagliata esperienza, ma che ha portato migliaia di appassionati a conoscere e a apprezzare questo angolo di Piemonte, la Domobike vuole ringraziare gli Amministratori che le sono stati vicini ed in particolare il Senatore Walter Zanetta, a cui si deve il merito di esser stato un convinto sostenitore della Gran Fondo Stockalper, alla quale ha sempre garantito il massimo sostegno e messo a disposizione la sua autorevolezza per superare tutti gli ostacoli che, inevitabilmente, una manifestazione di questo tipo poteva incontrare . Un sincero e caloroso ringraziamento a tutta la Val Vigezzo ed al Comune di Santa Maria Maggiore, sede storica della manifestazione, per la straordinaria disponibilità e per il sostegno dato a questa iniziativa, per mano anche della Pro Loco di Santa Maria, che è stata una delle Associazioni il cui apporto è sempre stato determinante per la riuscita di questa manifestazione.

    Un ulteriore ringraziamento alle Istituzioni, alle Forze dell'Ordine, a tutti i Sindaci dei 40 Comuni attraversati ed a quelli che nel corso degli anni l'hanno ospitata, alle varie Polizia Municipali, ai Volontari (RAV, Squadre di Protezione Civile, ecc) ed a tutti coloro che con grande senso di collaborazione hanno sempre garantito ottimali condizioni di sicurezza e la massima diponibilità e affidabilità in ogni ambito della manifestazione. Il ringraziamento và esteso anche a quelle Associazioni ed a quelle persone, che pur avendo collaborato in precedenti edizioni della Stockalper, quest' anno invece hanno, incomprensibilmente, disertato in massa la manifestazione ma che, ne siamo certi, rivedremo pienamente operativi al passaggio del Giro d'Italia del 2011.

    L'augurio è che una domenica senza biciclette sulle strade possa servire a riportare quella voglia di ordine e di normalità nella viabilità della nostra Provincia, per troppo tempo violata da quelli che qualche zelante funzionario ha definiti “ i soliti furbi” incapaci pero' di far rispettare il Cds da parte di coloro che pensano di essere i “padroni della strada”.

    Comunicato stampa ufficiale ASD Domobike DLF Domo

     

     

     

     

     

  • Video Felt Edict

    Nel video la bici Felt Edict 2011

      

  • Granfondo mtb Alta Valtellina 2011

    Dopo un 2010 da record, il Comitato organizzatore sta lavorando sodo già da due mesi per riproporsi a tutti i biker con una 4^ edizione ricca di “esclusività” che la renderanno ancora più straordinaria ed avvincente.

    Per la granfondo valtellinese in calendario il 31 luglio 2011, “bollono in pentola” davvero tante iniziative e novità a partire dal già spettacolare percorso, che mantenendo inalterata la prima parte, rappresentata dal percorso classic, è stato ulteriormente arricchito di contenuti tecnici ed ambientali nella seconda parte del marathon. Grazie alla realizzazione di alcuni interventi di collegamento fra le valli, ed alcune varianti attentamente studiate seguendo anche i consigli dei numerosi biker che classificavano questa parte poco valorizzata, il tracciato ha potuto così acquisire un identità ben precisa e riconosciuta. Un percorso definito “dei Panorami” per la meraviglia dei luoghi in cui è inserito, che caratterizzerà e proietterà nel futuro la granfondo Alta Valtellina.

    Anche l’ edizione 2011 come da tradizione vuole lasciare ai bikers un ricordo significativo presentandosi con un ricco ed esclusivo pacco gara. La felpa riservata ai primi mille iscritti lo scorso anno è stato un successo, ma quest’anno lo vuole essere ancora di più, ed ecco in cantiere un altro inedito capo d’abbigliamento griffato Gran fondo Alta Valtellina che stupirà tutti per il design, il comfort e la qualità.

    Per dar la possibilità a tutti i biker che vogliono assicurarsi la partecipazione ed il prezioso pacco gara abbiamo il piacere di comunicarvi che a breve si apriranno le iscrizioni, e attenzione, perché a garanzia dell’alta qualità tecnica ed organizzativa sarà previsto un tetto massimo alle adesioni, state sintonizzati!

    Confermandosi un grande evento la granfondo Alta Valtellina ha in serbo una serie di proposte legate anche all’ospitalità, ai soggiorni e alle probabili vacanze estive che i biker potrebbero programmare col pretesto della gara.

    Una serie di attività collaterali grazie alle innumerevoli opportunità offerte dalla nostra località (Terme, Parco Nazionale dello Stelvio, Golf, impianti di risalita, sci estivo, rifugi, alpinismo, storia, folklore) saranno a completamento di un’ indimenticabile trasferta a Bormio.

     

     

     

     

     

     

  • Dominio del G.S.Cicli Olympia a S.Anna di Chioggia, ...

    Dominio del G.S.Cicli Olympia a S.Anna di Chioggia

     

    Grande dominio del Team Olympia nella 10^ Prova del Trofeo Autunno disputato a S.Anna di Chioggia: tre ori, due argenti e un bronzo per la squadra diretta da Marino Pizzo.

    Nella categoria Elite i due mattatori sono stati Andrea Dei Tos e Nicola Dalto che hanno impresso un ritmo forsennato al quale non ha saputo reggere nessuno: il più esperto Dalto ha lasciato gioire alla prima vittoria stagionale il più giovane Andrea Dei Tos.

    Quinto posto per Agostino Andreis, sesto Federico Fuser.

    Vittoria anche nella categoria Femminile con Giovanna Troldi e tra i Master3 con il “cannibale” Paolo Alverà.

    Tra gli Elite-Sport seconda posizione per Daniel Boschetto e terzo posto per Meliti Thomas tra gli Under23.

    Domenica 14 Novembre il capitano Marzio Deho e tutto il Team Vi aspetta ai nastri di partenza dell’ultima tappa del Trofeo d’Autunno a Rottanova (VE).

     

    Le donne del Biciclo e i Galletti Fans Bike Fondi dominano la scena alla staffetta del vino novello

     

    Oltre 150 appassionati delle due ruote si sono dati appuntamento domenica 7 novembre scorso a Lanuvio (Roma), nella cornice della tenuta Solonio per partecipare alla “Staffetta del Vino Novello-XC Madonna delle Grazie” organizzato dal Team Civita Bike in collaborazione con il Biciclo Team New Limits e il patrocinio del comune di Lanuvio. In sella alla propria mountain bike, gli atleti erano raggruppati in squadre da quattro divisi per categoria: Under 140 (dove veniva sommata l'età dei quattro concorrenti iscritti per ogni singola squadra), Over 140, Escursionisti e Donne-misti. Ciascuna squadra, a gruppetti di due alla volta, doveva percorrere i nove chilometri del circuito per tre volte all’interno della Tenuta che in passato è stata una villa romana ai tempi di Cicerone per lasciare spazio a partire dal dopoguerra alla produzione di vino e prugne.

    Su un percorso suggestivo e appassionante l’organizzazione ha contato circa 40 squadre provenienti da tutto il Lazio. Il simbolo della manifestazione è stato il grappolo d’uva che veniva scambiato tra una coppia e l’altra al momento del cambio.

    La vittoria assoluta è andata alla Nw Conte Fans Bike I Galletti che schieravano per l’occasione Guido Cappelli, Giovanni Pensiero, Luca Adipietro e Alessio Porcari. Il quartetto vincitore ha deciso la gara a quattro giri dalla fine riuscendo a recuperare il gap che avevano dalle due formazioni che li precedevano: il Team New Limits Under (Marco Rotelli, Giovanni Paluzzi, Maurizio Spalletta, Francesco Polidori), il Team New Limits Over (Mauro Petrolati, Daniele Quaglietti, Vladimiro Gentilini, Daniele Sellati) e la Nw Conte Fans Bike I Lupi (Antonio Fusco, Luciano Spada, Salvatore Maggiacomo, Francesco Mellozzi).

    Da 40 secondi di svantaggio, i Galletti hanno rifilato all’arrivo oltre 3 minuti di distacco sulle formazioni Under ed Over del Team New Limits e sulla Nw Conte I Lupi.

    In campo femminile il successo assoluto è andato al Biciclo Donne che schierava Alessandra Baroncini, Tamara Merolle (in prestito dall’Acqua&Sapone Moser) e le new entry del sodalizio di Ciampino con le sorelle Emanuela e Sabrina Di Lorenzo.

    In campo giovanile è salita alla ribalta la formazione The Animals-Il Biciclo Team New Limits con gli ex allievi Luca De Nicola, Simone del Giovane, Marco Fabiani e l’ex juniores Riccardo Ridolfi.

    Proprio l’uva e il vino sono stati il mezzo di promozione dell'evento come evidenziato dal vice-sindaco di Lanuvio Umberto Morelli assieme all’Assessore allo Sport Sandro De Caterini: “Un successo pieno sotto tutti i punti di vista sia per aver scelto la location della tenuta e per questo va ringraziato il Team Civita Bike per l’idea sia perchè vogliamo promuovere il concetto di enoturismo come biglietto da visita e di promozione della nostra città che vanta il vigneto più grande dei Castelli Romani ovvero 1000 ettari il doppio di quello presente a Frascati”.

    Presenti nel corso della gara e della cerimonia di premiazione per il comitato FCI Lazio il consigliere Paolo Imperatori, il responsabile del settore fuoristrada Enrico Rizzi, il direttore di corsa Pasquale Di Lorenzo e il presidente del comitato FCI Latina Enrico Lo Sordo.

    Per gli amanti delle ruote grasse e dentate, anche se è calato il sipario sulla stagione agonistica del cross country per lasciare spazio al ciclocross, domenica 21 novembre p.v. è in programma a Sperlonga (Latina) il Trofeo San Leone-Sperlonga Bike organizzato dalla Sperlonga Eventi con il supporto tecnico della Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi.

     

    ORDINE D’ARRIVO ASSOLUTO

    1° Nw Conte Fans Bike I Galletti (Giovanni Pensiero, Guido Cappelli, Luca Adipietro, Alessio Porcari) tempo 2.00’05”

    2° Team New Limits Under (Marco Rotelli, Giovanni Paluzzi, Maurizio Spalletta, Francesco Polidori) a 3’21”

    3° Team New Limits Over (Mauro Petrolati, Daniele Quaglietti, Vladimiro Gentilini, Daniele Sellati) a 4’01”

    4° Nw Conte Fans Bike I Lupi (Antonio Fusco, Luciano Spada, Salvatore Maggiacomo, Francesco Mellozzi) a 5’28”

    5° Il Biciclo Team New Limits The Animals (Simone Del Giovane, Marco Fabiani, Luca De Nicola, Riccardo Ridolfi) a 6’00”

    6° I Magnifici 4 (Paolo Lanari, Gianpiero Vulpiani, Sandro Belvisi, Alessandro Bucci) a 11’15”

    7° Zagarese Team (Dario Di Ianni, Francesco Zagarese, Claudio Scafetta, Giancarlo Pagano) a 11’19”

    8° Team Astolfi Bike 1 (Roberto Danieli, Fabio Deodati, Claudio Astolfi, Massimo Soprano) a 16’00”

    9° I Lupo Bikers (Stefano Coscia, Fabrizio Pasquini, Simone Cesarini, Michele Tamburlini) a 17’11”

    10° Team Astolfi Bike 2 (Massimo Crocetti, Alberto Lungarino, Marco Derosas, Sandro Sanbucci) a 19’47”

    11° Gigante Bike (Fabrizio Brighenti, Giovanni Rinicella, Gabriella Mollari, Renzo Panzetta) a 19’55”

    12° I Ciociari (Marco Lombardi, Massimo Severa, Enzo Gatta, Alessandro Tagliaferri) a 20’43”

    13° I Novelli 2000 (Alessandro Corrado, Riccardo Donati, Giovanni Gatti, Alessandro Todrani) a 21’07”

    14° Team Astolfi Bike 3 (Patrizio Bagaglini, Stefano Mammuccari, Marco Braghini, Andrea D’Ariano) a 21’29”

    15° Full Bike 1 (Mattia Maiolati, Francesco Scipione, Andrea Pagliaroli, Alfredo Schioppa) a 21’49”

    16° La Capanna Bruciata (Graziano Clementi, Stefano Roma, Giovanni Ciccacci, Massimiliano Nicoletta) a 22’28”

    17° Full Bike 3 (Gianfranco Mandatori, Paride Marconi, Guido Roma, Alfonso Terracciano) a 23’42”

    18° Nw Conte Fans Bike Grandi&Piccoli (Franco Maria Di Russo, Federico Di Vozzo, Vincenzo Bruno, Paolo Nunziante) a 24’45”

    19° Ruote Quadre (Fabrizio Gismondi, Pietro Marchetto, Fabio Middione, Roberto Serini) a 27’01”

    20° Drago on Bike (Stefano Castellini, Gianluca Sarrecchia, Gianni Brancaloni, Giorgio Di Crescenzo) a 28’30”

    21° Pedala Piano Piano (Andrea Paolucci, Daniele Stati, Francesco De Felice, Pier Giorgio Negrini) a 28’39”

    22° I Desperados-Sc Aprilia (Celestino Chierchia, Andrea Manciocco, Gabriele Terrafina, Gianpiero Vulpiani) a 30’01”

    23° I Civitani (Massimo Brizzarelli, Massimo Furzi, Michele Boglione, Andrea Bussoletti) a 30’14”

    24° Innescio mm71 (Maurizio De Felice, Piero Rosati, Sandro Centracchio, Michele Cocco) a 31’06”

    25° I Moseriani (Fabio Icuchi, Massimiliano Mastracco, Simone Cardinali, Angelo Cologgi) a 32’41”

    26° Monte Cavo Team (Gianluca Ercoli, Daniele Tulin, Luigi Graziano, Germano Morlacchetti) a 33’07”

    27° Conti del Nord Est (Stefano Antonelli, Walter Tricarico, Eligio MAscagna, Michele Fornasiero) a 34’13”

    28° Il Biciclo Donne (Alessandra Baroncini, Sabrina Di Lorenzo, Emanuela Di Lorenzo, Tamara Merolle) a 35’13”

    29° Team Astolfi Bike 4 (Marco Mancini, Simone Puccia, Giampiero Bagaglini, Massimiliano Corini) a 35’26”

    30° Belli&Impossibili (Federico Campoli, Alice Galloppa, Fabio Pitotti, Enrico Rizzi) a 39’39”

    31° I Desperados-Biciclo (Fernando Fiordalice, Maurizio Grossi, Luciano Cocciolone, Marcello Sgreccia) a 45’38”

    32° I Solitari Accoppiati (Oreste Alonzi, Germano Marchitti, Caetano Adeilson Pereira, Giovanni Graziano) a 45’45”

    33° I Fantastici 4 (Luciano Giordani, Arianna Pagotto, Simone Paniccia, Daniela Pelella) a 46’35”

    34° Tanto pe’ Fa (Mariano Marinelli, Massimiliano Monterubbianesi, Marco Ferri, Alfredo Leoni) a 51’09”

    35° I Vecchi sul Biciclo (Luca Petrolati, Andrea Quinto, Roberto Nataloni, Stefano Antonelli) a 2 giri

    36° Quelli del Vino Novello (Serenella Bortolotto, Mauro Di Michele, Anna Maria Casciani, Giulia Scaglietta) a 2 giri

    37° Full Bike 4 (Vincenzo Iannarelli, Riccardo Pappi, Giuseppe Pucci, Gianmario Stocco) a 4 giri

    38° Full Bike 2 (Matteo Mandatori, Luca Pappi, Patrick Iannarelli, Piercarlo Pucci) a 5 giri

     

     

     

     

     

  • Domani la festa di fine stagione del Pozzovivo Fans Club

     

     

    Si terrà nel napoletano, a Sant'Antonio Abate, luogo che spesso rappresenta la base degli allenamenti invernali di Pozzovivo vista la vicinanza strategica alla mite Costiera Amalfitana, la cena di fine stagione del Domenico Pozzovivo Fans Club. La festa, organizzata dal Team D'Aniello, nucleo fondatore del Fans Club che ha base proprio nella cittadina partenopea, vedrà come protagonista indiscusso lo scalatore lucano della Colnago-Csf Inox, ma non solo: ci sarà difatti la pizza napoletana accompagnata dalla mozzarella di bufala e dai pomodori di San Marzano, con l'immancabile sfogliatella a concludere la serata. In pratica sarà una cena, come si usa dire oggi, "a km 0".

    E tra un bicchiere di Lacrima Christi del Vesuvio e una fetta di pizza il Fans Club rivivrà i tanti momenti belli della stagione di Domenico Pozzovivo appena conclusa, «e che il 2011 possa regalarci altrettante vittorie e minore sfortuna», è l'auspicio del presidente del Fans Club Sabatino D'Aniello.

     

     

     

     

     

     

  • Il neonato Team Colpack pedalerà con biciclette Ridley

    La neonata squadra dilettanti Team Colpack nella stagione 2011 correrà su biciclette Ridley.

    Si è formalizzata ieri l’importante partnership tra la società presieduta da Giuseppe Colleoni e la nota azienda belga produttrice di biciclette che già da diversi anni è vicina alle squadre dirette dal team manager Antonio Bevilacqua.

    Gli atleti del Team Colpack avranno a disposizione i due nuovi modelli di top gamma NOAH ed HELIUM.

    Luca Brischetto, bergamasco di Cenate Sopra, è il Responsabile Commerciale Europa dell’azienda belga e ci spiega i motivi di questo fortunato binomio: “Come azienda siamo molto soddisfatti del rapporto che si è instaurato negli ultimi anni con il gruppo di Bevilacqua. Oltre ai risultati sportivi, che sono per noi lusinghieri, c’è un ottimo rapporto umano ormai consolidato anche a livello personale e con grande entusiasmo abbiamo accettato di essere a fianco anche al nuovo progetto del Team Colpack. Con questa squadra sappiamo che ovunque andranno ci faranno fare una bella figura. La mia scelta, poi, è stata dettata anche da un senso di orgoglio per la terra di appartenenza. Essendo io bergamasco mi ha fatto piacere essere al fianco di un team orobico anche per poterlo seguire da vicino quando ne ho occasione”.

    Ridley è un’azienda belga che commercializza nel mondo circa 25.000 biciclette all’anno. Produce solamente modelli da gara. La sede centrale è nelle Fiandre che è il cuore del ciclismo su strada e ciclocross. Per questo è azienda leader per biciclette da ciclocross e sta crescendo sempre più anche nel mondo della strada anche grazie a importanti collaborazioni con team professionistici e dilettanti come il Team Colpack.

     

     

     

     

     

     

  • Damiano Cunego festeggiato dai tifosi dei suoi Fans Club

     

     

    Oltre duecento tifosi hanno partecipato domenica alla festa annuale che riunisce tutti i Fans Club di Damiano Cunego. I sostenitori del Piccolo Principe si sono ritrovati per celebrare il loro idolo all’ora di pranzo all’Hotel “Al Fiore” di Peschiera del Garda (Vr).

    L’evento, organizzato dal direttivo del coordinamento nazionale dei Fans Club di Cunego, è stata l’occasione per ribadire a Damiano l’affetto e la vicinanza di tutti i tifosi, per fargli capire che per loro resta il migliore anche se non ci sono vittorie da festeggiare. Una dimostrazione d’affetto tale da emozionare Damiano, che ha ringraziato così i suoi tifosi: “Sono davvero felice di vedere una sala così colma di gente. Essere a contatto con i miei fans mi riempie sempre di gioia. Nel 2011 vorrei regalarvi tante emozioni, come quelle che ogni volta voi trasmettete a me”.

    Alla festa hanno presenziato anche i manager di Cunego, Alex e Johnny Carera, che lo seguono fin dall’inizio della carriera e di recente hanno lavorato al rinnovo del contratto del campione veronese con il Team Lampre. A questo proposito, il d.s. blu-fucsia Fabrizio Bontempi, in rappresentanza di Giuseppe Saronni, della famiglia Galbusera e di tutto il personale del Team Lampre, ha letto un messaggio indirizzato a Damiano e ai suoi fans, in cui si sottolinea che per la Lampre “è stata una grande soddisfazione il fatto che Damiano abbia voluto accettare la nostra proposta per continuare a correre con noi: l'ambiente blu-fucsia ha valutato Cunego non per i risultati raggiunti, ma per il valore della persona e per ciò che può e potrà rappresentare per il ciclismo, ovvero un volto pulito e affidabile”.

    Infine un augurio perché “sappiamo che gli sforzi di Cunego per migliorarsi saranno pari a quelli che la squadra farà per offrire il miglior supporto possibile: Damiano, con queste premesse potremo regalare insieme, tu e il Team Lampre, a tutti i tuoi tifosi, ancora splendide soddisfazioni!”.

     

     

     

     

     

     

     

  • Video Corratec Air Tech Revolution

    Nel video la bici Corratec Air Tech Revolution 2011

      

  • Granfondo Città di Garda - Trofeo Paola Pezzo

    Le temperature miti che il Lago di Garda assicura, sono un richiamo irresistibile per chi ama pedalare anche nel “fuori stagione”, ma nel circondario di Garda ora c’è un’opportunità in più.

    Gli organizzatori della Granfondo Città di Garda – Trofeo Paola Pezzo in programma il 17 aprile 2011, appena chiuso il capitolo dell’edizione 2010 con un nuovo e concreto successo, si sono messi al lavoro per migliorare ulteriormente l’offerta di una granfondo in mtb che racconta la storia delle ruote grasse in Italia.

    La location è sempre la stessa, le rive del Lago di Garda, l’organizzazione pure, quella collaudata del Velo Club del Garda. Ciò che cambia è il tracciato, ora rinnovato, rivisto e corretto grazie anche ai consigli della “Paola olimpica”, è completamente pronto e ormai quasi tutto segnalato.

    È in pratica un ritorno al passato, con l’imperativo di offrire ai bikers l'emozione di pedalare lungo un percorso davvero emozionante. Ora la distanza si attesta sui 38,5 chilometri, 5 in meno della precedente edizione, lungo un tragitto più scorrevole ma non per questo meno suggestivo, con 1200 metri di dislivello.

    La consueta partenza sul lungolago di Garda è irrinunciabile, per l’originalità e per gli scorci che il lago più grande d’Italia regala.

    Nel 2011 ci saranno ben 5 griglie per non creare intoppi nelle fasi della partenza, ed il limite massimo di ammessi è confermato a 2.500 unità. Ma dopo poche pedalate c’è subito la prima salita di 3 km, su asfalto, e qui ecco la prima grande novità: invece di girare a sinistra e addentrarsi sul Monte Luppia come in passato, ora si piega a destra e si sale sul Monte Lenzino, una salita che nella precedente edizione si trovava a metà percorso. Fin dalle prime pedalate questa variante regala panorami affascinanti e dopo la salita… si sa, c’è la discesa. Il nuovo percorso incanala la gara lungo la discesa verso la Val Longa.

    Poi una salita che intervalla tratti in piano riporta la “GF Città di Garda – Trofeo Paola Pezzo” a monte dell'abitato di Albisano e con lo sfondo di nuovi scorci del Lago di Garda c’è da pedalare verso la Spighetta (la zona era “dimenticata” da quattro edizioni). Lasciata alle spalle Località Spighetta, la gara si tuffa in picchiata in una lunga ed inedita discesa che conduce nell'abitato di Crero, dove è situato il primo ristoro dei quattro previsti.

    A questo punto inizia l’ascesa, come nella precedente edizione, che porta verso l'abitato di San Zeno di Montagna, la salita più impegnativa del percorso ma per questo non meno spettacolare ed apprezzata. Prima di arrivare a San Zeno, però, la gara rientra nel bosco e scende, inizialmente su un tratto tecnico, poi su sterrato, nuovamente verso il complesso residenziale della Spighetta.

    C’è ancora una ripida ma breve salita del tutto inedita che traghetta verso una discesa (con un primo tratto spettacolare con panorama su tutto il basso Lago di Garda) che porta ai piedi del Monte Canforal (zona del secondo ristoro). Per gli amanti del cross country c’è pane per i propri denti: un bel tracciato tecnico, nervoso ma “double track” con mulattiere e strade sterrate, che farà scoprire la pineta della zona che, con i suoi paesaggi quasi surreali, è stata dipinta come la "pineta morta".

    Con l’alternanza di brevi discese e brevi salite la gara va a lambire, come in passato, il Golf Club Ca' degli Olivi e affida i bikers ad un tratto collinare dove le salite non sono mai troppo severe. Dalla cima di Val dei Mulini gli appassionati si possono poi fiondare in un'emozionante discesa verso Garda. È uno sterrato ben noto, con alcuni spettacolari salti che i più arditi affrontano a manetta. C’è poi da affrontare l'ultima asperità, la Rocca di Garda, che in questa edizione verrà conquistata con una nuova salita molto più scorrevole della precedente. Prima una mulattiera, poi una strada sterrata e un ultimo tratto breve su asfalto, riportano la gara sulla Piana di Affi in zona Costermano. È lì che è previsto il terzo ristoro del percorso, prima di affrontare in piano le stradine che si immergono nei vigneti del vino Bardolino per avvicinarsi velocemente agli antichi boschi della Rocca di Garda.

    A quel punto la fatica è quasi finita... e da quel punto il percorso rimane immutato come nelle precedenti due edizioni. Si sale prima dolcemente su double track e strada sterrata, per poi iniziare a scendere all'interno della fitta vegetazione della Rocca fino ad affrontare la breve salita della "Sella"... lunga solo poche centinaia di metri ma assolutamente da non sottovalutare.

    La fatica a quel punto è davvero finita. Prima la "Sputabudelle" che fortunatamente si fa in discesa, poi all'interno del Camping La Rocca ed infine sul lungolago con il consueto breve tratto di spiaggia fino all'arrivo nell'abitato di Garda, dove bisogna trovare le ultime energie per portarsi sotto lo striscione d’arrivo.

    Per il 2011 quella del percorso non sarà l’unica novità. Lo staff guidato da Maurilio Cavalieri è più agguerrito che mai, la GF Città di Garda – Trofeo Paola Pezzo vuole conquistare una fetta sempre maggiore di appassionati anche per far conoscere le bellezze di Garda e dei suoi graziosi dintorni.

    E per dimostrare che si fa sul serio, da oggi il sito aggiornato è on line, e domenica 28 novembre chi non avrà ancora messo in soffitta la mtb potrà pedalare con Paola Pezzo, Mirko Celestino, Marzio Deho, Filippo Belloni, Alessandro Checuz e Camilla Bertossi sulle orme del nuovo percorso. Partenza alle 9.30 dalla piazza del Municipio di Garda, sul lungolago.

     

     

     

     

     

     

  • Tre Valli gara d'apertura 2011

    Dopo il cambio di data avvenuto lo scorso anno e l'enorme successo ottenuto, la Tre Valli rappresenterà anche nel 2011 il primo grande appuntamento della stagione off road nazionale. Confermato Tregnago, nel cuore della Val d'Illasi, come luogo di partenza ed arrivo, ma con una nuova suggestiva location piu' adatta ad ospitare i 2.000 bikers attesi.

    Continuerà la collaborazione con il main sponsor Lex Italia, il quale fornirà il “solito”, per modo di dire, gadget tecnico: nel 2010 ottenne enorme apprezzamento la maglia intima traspirante. Per il 2011 è in via di definizione un articolo esclusivo, utile e di un valore che coprirà per quasi la totalità il costo di iscrizione.

    In via di completamento il sito internet, nel quale, comunque, è già disponibile il regolamento integrale della manifestazione. Sul fronte tracciato, nessun sconvolgimento particolare ma solo qualche aggiustamento atto a rendere ancora più piacevole, divertente e sicura la partecipazione dei bikers, veri e propri protagonisti dell'evento.

    Per quanto riguarda i tanto attesi “circuiti”, dopo la decisione di non partecipare più al circuito Fizik e al circuito Nobili, confermatissimo l'inserimento nel rinnovato Lessinia Tour, che a giorni si presenterà con un'inedita e completa offerta “tutta veronese”. Una proposta che catalizzerà sicuramente l'attenzione sia dei bikers di casa ma anche di quelli “stranieri” : un pacchetto di cinque gare di qualità, che permetteranno di partecipare ad alcune delle piu' belle manifestazioni del panorama off road d'Italia. In omaggio a tutti gli iscritti, un ulteriore gadget di valore che sarà svelato non appena verrà pubblicato il nuovissimo sito internet.

     

     

     

     

     

  • Granfondo Città di Camogli 2011

    L’Associazione Sportiva Dilettantistica Bici Camogli in collaborazione con il Comune, la Pro Loco, con il patrocinio della Provincia di Genova e della Regione Liguria presenta la sesta edizione della gara ciclistica amatoriale Granfondo Città di Camogli che si svolgerà Domenica 27 Febbraio 2011.

    Nonostante le condizioni meteorologiche avverse della passata edizione i riscontri sono stati positivi, riproponiamo quindi la data ad inizio stagione. Quest'anno ci sarà l’inserimento nel Circuito Dalzero.it e la riconferma della partecipazione al Circuito/Brevetto Coppa Liguria e al Campionato Italiano Fondo Udace. La base operativa sarà suddivisa tra il centro di Camogli e l'Hotel Portofino Kulm.

    La gara si disputerà sul medesimo tracciato dello scorso anno della lunghezza di 106 Km per 1650 metri di dislivello che essendo più vicino al mare garantisce migliori condizioni climatiche.

    L’ASD Bici Camogli informa che dal 1 Novembre sono aperte le iscrizioni e fino al 30 Novembre

    sarà possibile iscriversi al prezzo promozionale di 25 €.

     

     

     

     

     

  • Tre Fiumi di Romagna 2011

    1) La manifestazione che si articola su 2 percorsi: percorso corto di km 40 e percorso gran fondo di km 60, è aperta a tutti

    i cicloturisti e amatori in possesso di regolare licenza rilasciata dagli enti della Consulta. Vige il regolamento U.I.S.P.

    2) QUOTA DI ISCRIZIONE : € 4,00 .

    3) RITROVO E ISCRIZIONI: dalle ore 8 presso la sede della U.C. Baracca, piazzale Gubbio, 35 (bar Stuoie) oppure ad

    ALFONSINE presso il ristoro dalle ore 9.00 !!!

    4) PARTENZA: dalle ore 8,00 alle ore 9,00 per il percorso gran fondo, dalle ore 8,00 alle ore 10,00 per il percorso corto.

    5) ARRIVO: presso il campo sportivo di Madonna delle Stuoie, c/o Bar Maracanà dove ci sarà la possibilità di lavare la

    bicicletta e usare le docce presenti nell’impianto sportivo.

    6) RISTORI

    Sono presenti due ristori nel percorso lungo, un ristoro nel percorso corto e il pasta-party all'arrivo.

    7) SICUREZZA

    E’ obbligatorio l’uso del casco.

    8) PREMI

    Saranno premiate le prime 10 Società classificate.

    La classifica sarà stilata in base al numero degli iscritti di ogni società indipendentemente dai percorsi effettuati, inoltre

    verranno sorteggiati alcuni premi fra tutti i partecipanti.

    10) NORME GENERALI

    Tutto il percorso sarà segnalato da frecce direzionali.

    I partecipanti sono tenuti al rigoroso rispetto del codice della strada.

    La manifestazione si svolgerà con qualsiasi tempo, a meno che, essendo il percorso quasi interamente sulla riva dei fiumi, per motivi di sicurezza o di impraticabilità, sia necessario sospenderla.

    L'organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali incidenti che dovessero verificarsi prima, durante o dopo la manifestazione.

    Per quanto non contemplato nel presente regolamento si fa riferimento a quanto previsto dal regolamento U.I.S.P. in materia di cicloturismo.

    La manifestazione e assicurata “UC SPORT E SICUREZZA” ASSOCIAZIONE SP.

     

     

     

     

     

     

  • Nuova organizzazione e cambio di data per la sesta edizione della Valleogra Mtb Race

    La sesta edizione della Valleogra Mtb Race cambia data, e partirà il 29 Maggio 2011, ma le novità non finiscono qui.

    Da quest’anno la gara vicentina verrà organizzata dalla nuova società sportiva ASD Alto Vicentino MTB: una nuova realtà nata dalla volontà di tre associazioni sportive, l’ASD Bikers For Ever, l’ASD Team Ecor MTB Schio ed il Veloce Club Torrebelvicino Vallortigara.

    Le tre storiche squadre dell’Alto Vicentino,formate da ciclisti appassionati delle ruote grasse che praticano la mountain bike da molti anni, hanno deciso di collaborare tra loro per promuovere la mountain bike, unendo le forze, l’esperienza e la grande passione che le contraddistingue.

    Tante le attività che la nuova organizzazione ha già messo in piedi: per promuovere la mountain bike tra i più piccoli verrà infatti allestito un bike camp di 1.900 m2 al confine tra i comuni di Schio e Santorso dove saranno predisposte gimkane, salti, drop, percorsi ad ostacoli, tutto in totale sicurezza per far giocare ma anche insegnare i sani valori dello sport.

    Non solo Valleogra Mtb Race ma anche un Cross Country in programma per il 20 Marzo 2011, il XC Città di Carrè, giunto alla sua terza edizione con numeri in forte crescita.

    Il C.O ha già mosso i primi passi per offrire ai bikers un evento di alto livello: rispetto al percorso dello scorso anno ci saranno meno chilometri di asfalto, giusto quelli necessari per uscire da Schio, e si pedalerà subito strade sterrate e sentieri con ottime possibilità di sorpassi, che renderanno la gara spettacolare fin dalle prime battute.

    Alcune salite lasceranno spazio a numerosi single track e sentieri impegnativi ma che divertiranno certamente i bikers. Altre novità, davvero tante, saranno svelate più avanti.

    Il cambio di data al 29 Maggio consentirà di avere un percorso Marathon meno innevato, dove si potrà ammirare la spettacolare Busa Novegno ma soprattutto permetterà agli atleti di arrivare ancora più in forma per affrontare una gara bella, a detta dei bikers, molto bella e interessante.

    Valleogra Mtb Race ha ingranato la marcia giusta per partire fin da subito forte e arrivare al massimo per una sesta edizione che rappresenta la consacrazione di una gara da segnare in calendario.

     

     

     

     

     

  • Mondiale Marathon: aperte le iscrizioni

    Un'occasione che senz'altro non capiterà spesso: partecipare ad un mondiale di mountain bike, viverne le emozioni, respirarne l'atmosfera ma, soprattutto, divertirsi. Saranno gli amatori i primi ad avvantaggiarsi di questo grande evento della mountain bike italiana frutto della professionalità di Pedali di Marca. Dopo un Europeo, un Italiano Marathon, un italiano Cross Country e Downhill, un Campionato d'Inverno oltre che promotore della Serenissima Coppa Veneto, il Team di Massimo Panighel, si congeda proprio con il Mondiale. Una grande festa, dunque, dove tutti gli eventi collaterali saranno riconducibili esclusivamente al mondo del fuoristrada. Un grande Happening della mountain bike sullo stile dei più grandi eventi che si organizzano all'estero ma con in più la qualità tecnica ed organizzativa che ha sempre contraddistinto Pedali di Marca.

    Partiamo dalle iscrizioni che sono già aperte dal 1° settembre e continueranno fino al 31 dicembre al prezzo di euro 30,00, poi scatta il sovrapprezzo e si passa a 40,00 euro. Consensi arrivano dall'estero come l'Australia e il primo in assoluto ad iscriversi è proprio un norvegese, conterraneo dalla nostra madrina Gunn Rita.

    Poi gli eventi collaterali “Only off road” che saranno tanti e ancora in via di definizione. Per ora è stata confermata la doppia gara del venerdì sera, Urban Cross (stile americana su pista) e Street Bike (gara a 4 ad eliminazione). Sabato dedicato ai bambini con la Scuola di mountain bike e il "Mundialito", una serie di gare dedicate ai giovanissimi.

    La Gunn Rita Marathon Gf del Montello, è sta riconosciuta dagli stessi bikers come una delle gare più belle e meglio organizzate in Italia. Sarà il quarto mondiale, quello del Montello, ad essere ospitato dalla Provincia di Treviso dopo quello su strada del 1985 Giavera, la crono del 1999 a Treviso e il ciclocross del 2008 a Spresiano Le Bandie.

    Un mondiale che avrà meno risorse di quelli citati, causa la crisi economica di questi ultimi anni, ma non di certo meno professionalità e competenza organizzativa. Non dimentichiamo che la mountain bike è uno sport giovane, sempre in evoluzione, particolarmente attento alle nuove tecnologie e sempre alla ricerca di nuove emozioni. Caratteristiche che lo contraddistinguono dalla strada.

    Ricordiamo poi i campioni, che saranno davvero tanti al via per conquistare la maglia iridata, ora sulle spalle di Alban Lakata e Esther Suss. Mirko Celestino, secondo lo scorso anno, punterà senz'altro ad entrare nell'albo d’oro dei grandi campioni: Roel Paulissen, Ralph Naf, Christoph Sauser e riportare il titolo in Italia dopo quello del 2004 di Massimo de Bertolis.

    Tra le Donne la madrina Gunn Rita Dahle vorrà diventare penta campione, ma Sabine Spitz, Esther Suss, Pia Sundstedt e molte altre non staranno certo a guardare

    Ricordiamo che i primi Mondiali Marathon si svolsero nel 2003 a Lugano (Svizzera), dopodiché seguirono le località di Bad Goisern (Austria, 2004), Lillehammer (Norvegia, 2005), Oisans (Francia, 2005), Verviers (Belgio, 2007) Niederdorf/Villabassa (Italia, 2008), Graz/Stattegg (Austria 2009), Sankt Wendel (Germania 2010).

     

     

     

     

     

  • Prosecchissima 2011

    La Prosecchissima 2011, in programma il 10 Aprile a Miane (Tv), riparte da una settima edizione che l’ha consacrata come appuntamento d'inizio stagione tra i più gettonati d'Italia.

    Il Miane Bike Team, con la competenza e passione che lo contraddistinguono da sempre, ha già iniziato a lavorare strenuamente per rendere ancor più interessante e appetibile un evento che non ha bisogno di presentazioni. 1.200 bikers sono un traguardo importante ma l'obiettivo minimo è di arrivare a 1.500.

    Il percorso sarà quello classico di 43 chilometri con 1350 metri di dislivello, salvo qualche piccola variante in corso d'opera.

    Le novità di quest’anno saranno molte, alcune già definite come la salita cronometrata della Fontana Arnera, una corsa podistica in notturna il Sabato, il Prosecco hour in piazza con musica oltre al riconfermatissimo ristoro folkloristico presso il "Cortivo dei Assi" a Campea.

    La quota di iscrizione è confermata a 25,00 euro con pacco gara storico e sempre gradito: una confezione personalizzata di Prosecco di Valdobbiadene DOCG e un calice da degustazione Wine Stopper. Ricordiamo anche il pranzo del dopo gara con tanto di dolce finale, tutto compreso nella quota d'iscrizione.

    La Prosecchissima, che farà parte della Coppa Veneto Zero Wind, sarà l’occasione di pedalare su un percorso ricco di bellezze naturali con possibilità di visitare la Strada del Prosecco, la Villa Bellati a Campea, il Santuario della Madonna del Carmine che si trovano vicino a Miane.

     

     

     

     

     

     

  • De Rosa Ceramica Flaminia-Una squadra di giovani talenti

    Il team De Rosa Ceramica Flaminia di Fabio Bordonali ufficializza la sua rosa per la stagione 2011. Un gruppo di 16 atleti in gran parte rinnovato e puntando molto su i giovani, dando la possibilità a quattro atleti di passare al professionismo: Fedi Matteo (Hopplà Magis Mavo), Maggiore Gianluca (Cicli Casati NGC Perrel), Piscopiello Fabio (Vega Pref Montappone) e Rocchetti Federico (Casati Ngc Perrel) che insieme a Stefano Borchi , Giorgio Brambilla e Oleg Berdos sono 7 gli atleti che il team del cuore in un anno a portato al professionismo, proponendosi dunque, come una squadra che punta a far sbocciare i giovani talenti, svezzandoli con una scuola che li guida professionalmente, permettendoli di mettersi in luce sulle strade del calendario ciclistico internazionale, e avendo la possibilità di passare far parte delle squadre di prima fascia.

    In 18 anni di esperienza come Team Manager, le squadre di Bordonali, sono state il trampolino di lancio de tanti atleti che hanno chiuso la carriera da grandi professionisti. “Io ci metto il cuore e la serietà alla grande fortuna di fare della mia passione il mio lavoro e vorrei continuare ad aiutare i giovani a vedere un bel futuro.” Conclude orgoglioso il Team Manager.

    A completare la squadra saranno:

    Baggio Filippo Nato il 05-06-1988

    Bailetti Paolo Nato il 15-07-1980

    Benenati Cristian Nato il 15-07-1982

    De Maria Giuseppe Nato il 30-08-1984

    Girardi Edoardo Nato il 22-10-1985

    Laganà Sergio Nato il 04-11-1982

    Margutti Damiano Nato il 07-03-1986

    Merlo Michele Nato il 07-08-1984

    Vila Errandonea Patxi Xavier Nato 11-10-1975

     

     

     

     

     

     

  • Giro d’Italia: cittadinanza onoraria di Saltara

    Presso la Villa museale del Bali', alla presenza del presidente della Provincia di Pesaro e Urbino, dottor Matteo Ricci, la giunta comunale di Saltara, in seduta straordinaria e retta dal sindaco Fabio Cicoli, ha conferito la cittadinanza onoraria e le chiavi della citta' a Ivan Basso, maglia rosa nel 2006 e nel 2010, e ad Angelo Zomegnan, direttore del Giro d'Italia.

    Saltara, che ha gia' ospitato i campionati italiani di ciclismo e tappe della Tirreno-Adriatico e del Giro d'Italia, si e' candidata attraverso la Polisportiva Omicioli ad aprire un nuovo ciclo di sponsorizzazione del Giro sul territorio della provincia di Pesaro e Urbino.

     

     

     

     

     

     

  • Video Colnago CX-1 Evo

    Nel video la bici Colnago CX-1 Evo 2011

      

  • Video Felt Virtue

    Nel video la bici Felt Virtue 2011

      

  • Video Colnago World Cup

    Nel video la bici Colnago World Cup 2011

      

  • La Colnago-Csf Inox 2011 è pronta a salpare verso la nuova stagione

     

     

    Con la conferma arrivata lo scorso martedì della licenza Professional per la prossima stagione, è iniziato a tutti gli effetti il secondo anno di vita della Colnago-Csf Inox, formazione che permetterà al team manager Bruno Reverberi di toccare quota 30 anni di ininterrotta attività agonistica professionistica.

    La settima stagione con bici Colnago, e la seconda che vedrà la storica azienda di Cambiago (Milano) come main sponsor del team, vedrà in maglia biancoazzurra 16 corridori come nell'anno passato. Ai dieci confermati Domenico Pozzovivo, Marco Frapporti, Federico Canuti, Gianluca Brambilla, Sacha Modolo, Stefano Pirazzi, Manuel Belletti, Simone Stortoni, Filippo Savini e Alberto Contoli si aggiungono sei nuovi arrivi: quattro neoprofessionisti e due innesti.

    I già annunciati quattro neopro' saranno i classe '88 Angelo Pagani (proveniente dalla Trevigiani Dynamon Bottoli) e Andrea Pasqualon (dalla Zalf Désirée Fior) e i classe '89 Paolo Locatelli (dalla De Nardi Colpack Bergamasca) e Omar Lombardi (dalla Lucchini Ski Maniva Ecovalsabbia), che portano in dote ben 15 vittorie complessive in gare nazionali ed internazionali per élite e under 23.

    I due ingaggi provengono rispettivamente dalla Zheroquadro Radenska e dalla Carmiooro NGC: il ligure classe '86 Manuele Caddeo si è messo in luce alla Settimana Lombarda dopo aver colto lo scorso anno il 2° posto al GiroBio e la vittoria in una tappa del Giro della Valle d'Aosta, mentre l'ultimo arrivo è il trentino classe '87 Andrea Piechele, che ha colto ottimi piazzamenti in classiche veloci come il GP Costa degli Etruschi, la Ronde van Drenthe e il Circuito de Getxo.

    «Gli obiettivi - segnala il direttore sportivo Roberto Reverberi, che sarà coadiuvato in ammiraglia da Giuseppe Lanzoni - sono rappresentati sicuramente dal far bene nelle corse storiche italiane, sperando di ricevere l'invito dopo le buone prestazioni dello scorso anno. I tanti arrivi in salita del Giro d'Italia sembrano fatti su misura per uno scalatore come Domenico Pozzovivo, un corridore che nelle ultime due stagioni ha raggiunto un livello di maturità ed una continuità che solo un grave infortunio durante la corsa rosa non ci hanno permesso di vedere all'opera già nel recente Giro d'Italia. Inoltre - continua Reverberi - il vincitore della tappa del Giro d'Italia a Cesenatico Manuel Belletti e Sacha Modolo sono pronti a confermare quanto di buono hanno fatto vedere lo scorso anno a partire dalla Tirreno-Adriatico, appuntamento fondamentale verso la Milano-Sanremo. Ricordiamo che nella Classicissima dello scorso marzo il trevigiano ha conquistato il 4° posto al primo anno da professionista».

    Il debutto agonistico della Colnago-Csf Inox 2011 dovrebbe avvenire il prossimo 23 gennaio sulle strade della Malesia con il Tour de Langkawi, mentre l'esordio italiano è previsto il 29 gennaio al Giro della Provincia di Reggio Calabria-Challenge Calabria.

     

     

     

     

     

     

     

  • Il Team Fullmonty parte subito bene nel ciclocross nel segno di Paolo Casconi, ...

    Il Team Fullmonty parte subito bene nel ciclocross nel segno di Paolo Casconi

     

    Roma Master Cross e Cross Cup Lazio: comincia col piede giusto la stagione ciclocrossistica di Paolo Casconi che tra fine ottobre ed inizio novembre ha cominciato a raccogliere successi e piazzamenti d’onore. Domenica 24 ottobre scorso nella prima tappa del Roma Master Cross dell’US Acli presso il centro commerciale i Granai ha raccolto un secondo posto nella seconda fascia A7-A8-A9 dietro Massimiliano Fraiegari (Acqua&Sapone-Moser).

    Risultato migliore nella seconda tappa ad Albano Laziale e sempre nella sua fascia di appartenenza si è reso protagonista di un bel duello con Giuseppe Zamparini (Cicli Montanini) durato per i primi quattro giri poi Casconi ha cambiato marcia ed è giunto solitario al traguardo: “Oggi dopo tanto ho azzeccato tutto e sto prendendo affidabilità con il fango e il mezzo. Un successo che dedico a un amico e grande atleta Fabrizio Di Somma (vittima di un incidente stradale in allenamento ed ora in ospedale) anche se è poco la mia vittoria è tutta per te”.

    Il giorno dopo si è reso protagonista di un duello serrato con Fraiegari al Memorial Bianca Maria Rigoni (prima prova del Cross Cup) disputato all’interno del Villaggio Camping Sant’Anastasia al Salto di Fondi (LT). Nella batteria di 40 minuti assieme agli juniores e alle donne con il successo assoluto di Andrea Sottocornola, Casconi ha prevalso su Fraiegari in un testa a testa per pochissimi centimetri conquistando la prima vittoria di categoria in cui è passato quest’anno ovvero la master 4: “Due giorni, due vittorie si va avanti. Chi è velocista come me ha sempre l'asso nella manica e si è così duri a mollare fino al colpo di reni finale”

    Alla kermesse organizzata dall’Asd Sant’Anastasia hanno preso parte anche Vincenzo Scozzafava (secondo tra i master 5), Roberta Galvani (seconda tra le master woman 2), il nuovo acquisto del team Stefano Papi, Vincenzo Cestra (secondo tra i master over) e Valentino Zufferli.

    "Complimenti ai miei compagni e al nostro Folletto e come sempre la Fullmonty c’è" ha commentato soddisfatto il Presidente del sodalizio pontino Orlando Battisti, che ringrazia gli affezionati partner Youtour, Civerchia, Enzaldo, Carrozzeria Di Vito, Tecnarreda, Vivai Capuani, Cicli Conte e Drake System.

     

    Staffetta del vino novello-XC Madonna delle Grazie

     

    All’insegna dello sport e del buon gusto culinario torna domenica 7 novembre p.v. la Staffetta del Vino Novello giunta alla undicesima edizione abbinata alla XC Madonna delle Grazie (seconda edizione) organizzata del Team Civita Bike con la collaborazione degli storici organizzatori de Il Biciclo Team New Limits che avrà luogo presso la Tenuta Solonio di Lanuvio (Roma).

    È una manifestazione che prevede la partecipazione di squadre formate da 4 corridori le quali si dovranno dividere in due coppie di atleti che procederanno insieme con il tempo che verrà preso sul secondo. Ogni coppia percorrerà 3 giri da 9 chilometri (interamente sterrati ed è già segnato) il testimone è un grappolo d'uva che verrà distribuita nella zona cambio. In questo modo gli organizzatori vogliono "esaltare l'agonismo, ma anche la solidarietà tra gli atleti e il divertimento in una gara che per molti sarà a conclusione della stagione". Potranno iscriversi anche i singoli che l'organizzazione si riserverà di accorpare in squadre.

    Le squadre partecipanti saranno composte non solo per sesso ma anche per date di nascita: nella “under 140” interamente maschile in cui la somma delle età dei partecipanti, calcolata in base al millennio di nascita, è uguale al massimo a 140 anni; nella “over 140” anch’essa maschile in cui la somma delle età dei partecipanti calcolata in base al millennio di nascità è maggiore di 140 anni; le “donne” senza limiti di età; infine gli “escursionisti” formati da tesserati cicloturisti o non tesserati in possesso di certificato medico non agonistico. Le squadre miste (3 uomini e 1 donna, 2 uomini e 2 donne, 1 uomo e 3 donne) verranno incluse nelle categorie precedenti secondo il seguente criterio: nella corrispondente categoria maschile (3 uomini ed 1 donna), nella categoria femminile negli altri casi. Nel caso di 2 donne e 2 uomini le coppie devono essere miste.

     

    A tutt'oggi hanno aderito 25 formazioni provenienti da quasi tutto il Lazio. Il termine delle iscrizioni è previsto alle ore 20,00 di oggi, venerdì 5 novembre, tramite al numero di fax 06-79359343 o all'indirizzo e-mail info@gfcollialbani.it. oppure sancipr@tin.it. La quota d'iscrizione è di euro 60,00 per ogni team, euro 40,00 per i team escursionistici e di sole donne, per i team misti il costo delle donne sarà di euro 10,00 quello degli uomini di euro 15,00 (per esempio un team con 2 donne e 2 uomini pagherà euro 50,00). Comprende, per ciascun atleta della squadra, pacco gara con integratori e prodotti locali, ristoro in gara e pasta party finale.

    Il ritrovo è fissato presso la Tenuta Solonio in via Astura 98 a Lanuvio (parcheggio alla partenza) dalle ore 7,30 alle ore 9. A partire dalle ore 9 giro di prova per tutti i partecipanti con partenza prevista alle ore 9,30. Saranno garantiti servizio bar (a circa 1 chilometro di distanza presso il Centro Sportivo Ponte Loreto), doccia dopo gara, e pasta party finale con possibilità di parcheggio. Per gli accompagnatori possibilità di buono pasto a euro 5. Disponibile la degustazione dei Vini DOC e IGT locali.

    Per raggiungere Lanuvio il riferimento è l’uscita 23 del Grande Raccordo Anulare sulla via Appia direzione Castelli Romani. Si attraversano le cittadine di Santa Maria delle Mole, Albano Laziale, Ariccia, Genzano. Da qui si prende la Via Appia Vecchia e dopo 5 km si trova il bivio per Lanuvio.Per le provenienze dall'Autostrada A1 Roma-Napoli Diramazione Roma-Sud l’uscita di riferimento è quella di Monteporzio oppure San Cesareo per attraversare in successione Rocca Priora, Pratoni del Vivaro, Nemi e Genzano.

     

     

     

     

     

     

  • Giro for Ghisallo-Paolo Bettini dona la Maglia Rosa conquistata nel 2005, ...

    Giro for Ghisallo-Paolo Bettini dona la Maglia Rosa conquistata nel 2005

     

    Cresce l’attenzione intorno all’iniziativa storico – sportiva – culturale “Giro for Ghisallo”, il progetto targato Rcs Sport e Giro d’Italia che mira a ricostruire l’intera collezione di Maglie Rosa dal 1931 ad oggi per riunire e rendere pubblico, nella casa di tutti i ciclisti, un pezzo di storia italiana.

    Il primo ad aver aderito al progetto è stato Ivan Basso, la Maglia Rosa più recente, che lo ha visto trionfare all’Arena di Verona lo scorso 30 maggio al termine dell’ultimo Giro.

    Anche l’olimpionico e due volte campione mondiale di ciclismo su strada, attuale commissario tecnico della nazionale italiana di ciclismo, Paolo Bettini, ha voluto contribuire donando una delle Maglie Rosa conquistate nel corso del Giro d’Italia 2005.

    La Rosa di Bettini è la sesta casacca donata al Museo del Ghisallo dall’esordio del progetto dopo quelle di Ivan Basso, Fiorenzo Magni, Ivan Gotti e la Maglia donata da un appassionato e sulla cui origine è in corso un’approfondita ricerca storica (dovrebbe collocarsi sul finire degli anni ’50).

    La consegna è avvenuta nell’ambito della Fiera Internazionale del Ciclo e del Motociclo (EICMA) in corso a Milano, durante il brindisi in onore dei prossimi novanta anni di Fiorenzo Magni, gloria del ciclismo italiano e presidente del Museo del Ghisallo. Per l’occasione all’interno del padiglione 4 è stata allestita una mostra dedicata al tre volte vincitore del Giro d’Italia, intitolata “Fiorenzo il Magnifico”.

    Giro for Ghisallo si rivolge ai campioni del Giro d’Italia ma anche a tutti i tifosi ed appassionati con un patto di simpatia: “il ciclismo ti ha regalato tanto, è tempo di ricompensarlo” che ha scatenato una romantica caccia alla Maglia Rosa.

     

    2010, si è chiusa una stagione ricca di soddisfazioni

     

    E' un'annata decisamente ricca di soddisfazioni quella che si è chiusa ormai da qualche settimana per la Contri Autozai Cicli Tagliaro: "Il 2010 ci ha confermato tra le migliori società in Italia e credo che questo si possa accogliere come un importante risultato nonostante i numerosi infortuni che ci hanno colpito nel corso dell'intera stagione" ha commentato il presidente Gianni Tebaldo scorrendo il tabellino dei risultati.

    13 vittorie, 10 secondi posti, un campionato italiano e una maglia azzurra ai mondiali di categoria, questo il bottino messo insieme dai ragazzi diretti da Giuseppe Cusini, Mauro Bissoli, Emiliano Donadello, Matteo Costanzi e Lino Milani: risultati di prestigio tra cui spicca senza dubbio il Giro di Toscana vinto da Luca Ceolan e la maglia tricolore ottenuta in pista da Daniele De Danieli.

    "Non è mai facile confermarsi al vertice, noi possiamo dire di avercela fatta anche quest'anno" ha aggiunto il dottor Lucio Cordioli che ha sottolineato come "Abbiamo vinto la prima gara del calendario veronese con Luca Angelini e siamo stati in grado di vincere anche l'ultima a San Giovanni Lupatoto con Andrea Meggiorini, segno che i nostri atleti hanno corso per l'intera stagione mantenendo uno stato di forma ottimo. Ciò è stato possibile grazie alla buona volontà dei ragazzi, che in più di un'occasione si sono dimostrati un gruppo davvero unito, e anche grazie all'incessante lavoro svolto in maniera egregia dall'intero staff della nostra società".

    Inutile chiedere quale sia la vittoria più bella a Mauro Bissoli o Giuseppe Cusini che, nonostante una carriera in ammiraglia costellata di successi, non hanno fatto l'abitudine ai trionfi: "Ogni vittoria ha un sapore particolare" rispondono "E' stato importantissimo rompere il ghiaccio subito a Caselle, poi al Toscana con Ceolan abbiamo confezionato un autentico capolavoro. Una delle sorprese più gradite le ha regalate Andrea Canovi al Gp Vini del Roero, ma anche i successi regalati da Meggiorini, Guadagnini e De Danieli non sono stati certo da meno in quanto ad emozioni."

    Negli occhi di tutti gli appassionati della Val d'Illasi rimane senza dubbio il podio tutto griffato Contri Autozai Cicli Tagliaro messo a segno nella gara di Orgiano (Vi) che ha sancito una volta di più la superiorità dei ragazzi scaligeri; "La soddisfazione che ci ha regalato questo fine settimana è quella di vedere ben cinque nostri atleti approdare tra i dilettanti in altrettante squadre di vertice, segno che le formazioni della categoria superiore credono nel lavoro che svolgiamo con i nostri ragazzi" ha concluso il presidente Gianni Tebaldo commentando i passaggi di Luca Ceolan alla Colpack, di Marco Guadagnini alla Palazzago, di Andrea Meggiorini alla Generali, di Daniele De Danieli alla Mantovani e di Luca Angelini al Team Brilla.

    Un 2010 che si chiude dunque ancora una volta con le braccia al cielo per i colori della Contri Autozai Cicli Tagliaro già pronta a guardare verso la nuova stagione, quando saranno una decina gli effettivi che andranno a comporre l'organico che avrà il compito di superare in quantità e qualità i risultati ottenuti in questa lunga annata. Ma quello relativo al 2011 è tutto un altro capitolo...

     

    Chiara Vannucci debutta & vince in maglia di Campionessa Europea

     

    Il Trofeo Comune di Montichiari, prima gara su Pista della stagione invernale 2010/2011 al Velodromo coperto di Montichiari (Bs)… ridenominato “Nazionale Day” in quanto dedicato alla Nazionale di Ciclismo su Pista Femminile in partenza per i Campionati Europei Élite di Pruszkow (Polonia), presente alla manifestazione bresciana con Monia Baccaille, Rossella Callovi, Elisa Frisoni e Tatiana Guderzo… non poteva avere epilogo migliore visto che nella categoria principe, quella delle Donne Open, l’intero podio è stato occupato da tre atlete che in questo 2010 hanno vestito la maglia azzurra della Nazionale a livello Juniores.

    Poche ma buone… non saranno infatti state in molte ai nastri di partenza, ma di certo non mancava la “qualità” dei partecipanti, visto che erano presenti al via sia la Campionessa Europea che la Campionessa Italiana Donne Juniores della specialità… la vittoria, al termine delle tre prove componenti l’Omnium in programma (250 mt lanciati – Scratch e Velocità Prolungata), è andata alla Campionessa Europea dell’Omnium su Pista Chiara Vannucci (GS Cicli Fiorin Despar Eurotarget Guerciotti Skoda Galimberti FSA), al suo debutto con la maglia “azzurro-stellata” di campionessa continentale, che ha sopravanzato le compagne di scuderia Maria Giulia Confalonieri (GS Cicli Fiorin Despar Eurotarget Guerciotti Skoda Galimberti FSA), Campionessa Italiana della specialità (ndr: oltre che Campionessa Italiana Inseguimento e Ciclocross a Squadre nonchè azzurra ad Europei e Mondiali su Pista Donne Juniores), anche lei al suo debutto in maglia tricolore e salita sul secondo gradino del podio… ed Elena Valentini (GS Cicli Fiorin Despar Eurotarget Guerciotti Skoda Galimberti FSA), Campionessa Italiana Ciclocross & Ciclocross a Squadre nonché azzurra in questa stagione agli Europei su Strada di Ankara (Turchia), salita sul terzo gradino del podio… mentre ai piedi del podio sono giunte altre due portacolori del team sevesino, la Campionessa Italiana Velocità a Squadre Silvia Epis (ndr: titolo conquistato in coppia con la compagna Chiara Vannucci) e Jasmine Dotti, Campionessa Italiana Ciclocross a Squadre nonché Campionessa Lombarda su Strada.

    Categorie giovanili… fra le Donne Allieve invece la vittoria, al termine delle tre prove in programma, è andata è andata alla veneta Linda Fattori (Val d’Illasi Officine Alberti) davanti alla compagna di scuderia Ilaria Bonomi (ndr: medaglia d’argento al Campionato Italiano Inseguimento) ed alla sevesina Alice Maria Arzuffi (GS Cicli Fiorin Despar Eurotarget Guerciotti Skoda Galimberti FSA), autrice di un’ottima prova, che riesce a salire sul terzo gradino del podio avendo totalizzato ben 2 secondi ed un 6° posto nelle tre prove in programma.

    Ai piedi del podio la bresciana Ana Maria Covrig (Pianeta Rosa), atleta prossima al passaggio nelle fila del Team Donne Juniores di patron Guido Fiorin in vista della stagione 2011... mentre al 6° posto si è classificata l’altra atleta sevesina al via, Ilaria Ronchi (GS Cicli Fiorin Despar Eurotarget Guerciotti Skoda Galimberti FSA).

    Molto alta la qualità delle partecipanti anche nella gara delle Donne Esordienti, grazie alla presenza della Campionessa Italiana su Strada del 2° anno nonché Campionessa Italiana Gara a Punti, la milanese Martina Alzini (Cesano Maderno Servetto / Busto Garolfo) e della Campionessa Italiana Velocità, la mantovana Elena Bissolati (Scuola Ciclismo Mincio-Chiese) poi terminate rispettivamente al 1° e 2° posto, precedendo le bresciane Gasparini e Baronchelli (Pianeta Rosa), classificatesi rispettivamente al 3° e 4° posto.

    Fra i maschietti invece, da segnalare, per quanto concerne i sevesini, oltre all’assenza del Campione Lombardo Gara a Punti e Velocità Esordienti Fazzolari (Ciclamanti / Cicli Fiorin Despar) che sta osservando un meritato periodo di riposo, l’esordio su Pista dei compagni di scuderia del Team Esordienti Marco Sgrò, Riccardo Carraro e Matteo Trambaiolli… quest’ultimo, in particolare, ha ottimamente chiuso in 5° posizione l’Omnium dopo essersi piazzato 6° nella Eliminazione, 5° nello Scratch ed aver addirittura vinto l’ultima prova in programma, la Gara a Punti !! mentre Riccardo Carraro ha solo sfiorato il risultato piazzandosi al 7° posto nella Classifica Finale Omnium.

    Vittoria finale andata al bergamasco Brescianini (Barblanco) che ha preceduto il compagno di scuderia Cretti ed il ligure Lochtmans (Genoa Bike).

    Infine, fra gli Allievi vittoria finale del milanese Terruzzi (Ped. Senaghese) su Brugna (Cavenago) e sul ligure Gori (Levante Eurothermo) con il sevesino Riccardo Redaelli (Ciclamanti / Cicli Fiorin Despar) a sfiorare il risultato (7°) dopo aver disputato tre buone prove, fra cui da segnalare il 3° posto nell’Eliminazione.

     

     

     

     

     

     

  • Video Trek Madone 5 Series

    Nel video la bici Trek Madone 5 Series 2011

      

  • Il Trofeo Senini Città di Sirmione muove i primi passi

     

     

    L’ Italiasporteam di Paolo Novaglio è pronta per una nuova sfida: la prova degli Internazionali d’Italia a Sirmione (Bs) in programma l’11, 12 e 13 Marzo.

    La gara bresciana, al suo debutto, succede a Montichiari dopo tre edizioni che hanno sempre attirato l’attenzione del grande pubblico. Sirmione avrà un’eredità importante da raccogliere, ma il fascino del Lago di Garda e la sua grande storia e cultura sapranno non essere da meno del suo predecessore.

    Il programma del weekend di gare è davvero ricco: si partirà il Venerdì con l’apertura dell’area Expo alle 09.00, mentre dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 17.00 ci saranno due turni di prove libere del tracciato. Alle 20.00 spazio alla spettacolare crono squadre in notturna che darà il via alle competizioni.

    Sabato tutto di gare: si parte alle 10.30 con i Master 2-3-4, alle 12.30 spazio agli Elite Sport e Master 1, alle 15.30 al via la gara delle donne con le categorie Elite, Master e Junior che partiranno insieme.

    Alle 21.30 grandi eventi collaterali con un’esibizione di Trial e Bike Trial nell’Area Expo.

    Domenica, la tre giorni bresciana entrerà nel vivo con le gare degli agonisti: alle 09.00 partiranno gli Esordienti, seguiti alle 12.30 dagli Allievi, mentre alle 12.30 gli Junior Maschili saranno l’antipasto per la gara regina degli Open prevista alle 15.30.

    I primi passi per un'edizione che vuole "lasciare il segno" sono stati compiuti, molti altri ne seguiranno per creare un grande evento per tutti.

     

     

     

     

     

  • Calendario CROSS CUP LAZIO 2010-2011

    14 novembre: Altipiani di Arcinazzo (Frosinone)
    28 novembre: Roma-Prima Porta (campionato regionale master ed agonisti)
    8 dicembre: Lariano (Roma)
    12 dicembre: Roma-Pineta Sacchetti

  • La famiglia Pantani e quell’asta che non convince

    Non senza stupore e dopo profonda riflessione, la famiglia Pantani prende atto del contenuto di un’intervista rilasciata dal signor Franco Corsini e pubblicata sulla Voce di Romagna in data 26 ottobre 2010, nella quale avrebbe dichiarato di voler vendere all'asta, partendo da un prezzo base di 250.000 euro, la bicicletta con cui Marco Pantani avrebbe corso (e vinto) la mitica tappa delle Deux Alpes al Tour del 1998, nonché, nel 1999, la Vuelta Murcia e la Milano-Sanremo.

    «Ho avuto la Bianchi direttamente da Marco nel 2003 - racconta Corsini al quotidiano romagnolo - ero a caccia a Predappio assieme a lui e ad altri amici. Prima di tornare a casa mi prese da una parte e mi disse a bruciapelo “Vai a vedere nel bagagliaio della mia macchina che c'è qualcosa per te”. Non riuscii neanche a scaricarla tanta era l'emozione.

    Quel giorno Marco mi disse che con quella Bianchi aveva vinto la mitica tappa di Les Deux Alpes del Tour del '98 e la Vuelta Murcia del '99 e aveva corso la Milano-Sanremo sempre nel '99 quando mise il gruppo in ginocchio con uno scatto sulla Cipressa ».

    Periodo a dir poco particolare quello vissuto da Marco a Predappio nel 2003... E in quel contesto scopriamo ora che si inserisce anche un rapporto di amicizia (e non di semplice conoscenza ed occasionale frequentazione, dovuta alla comune passione per la caccia) col signor Corsini. Un’amicizia tale da giustificare addirittura il regalo di quella straordinaria bicicletta.

    Ma sfortunatamente la bicicletta ritratta nelle foto apparse sul giornale e su vari siti internet non è abbinabile a quei ben noti eventi sportivi, così come descritti nell’annuncio dell’asta.

    Fatte infatti le opportune verifiche tecniche e documentali, pur non contestando la circostanza che quel telaio sia stato utilizzato da Marco Pantani e che facesse parte della dotazione della Mercatone Uno per la stagione 1998, la famiglia Pantani esclude categoricamente che possa trattarsi della bicicletta con cui è stata corsa la celebre tappa del Tour da Grenoble a Les Deux Alpes, entrata ormai nella leggenda, e tanto meno la Milano-Sanremo dell’anno successivo.

    Pur non avendo modo di dubitare che il signor Corsini, in considerazione del suo dichiarato rapporto di amicizia con Marco Pantani, avrebbe devoluto in beneficenza alla Fondazione che porta il suo nome una quota consistente del ricavato della vendita all'asta, riteniamo ugualmente di dover precisare quanto scritto non solo per corretta informazione, ma anche per scongiurare che possano ripetersi episodi, anche se incolpevoli, di un impiego improprio - anche nella ricostruzione della sua straordinaria avventura sportiva - del nome di nostro figlio.

    In fede,

    Tonina Belletti

    Paolo Pantani

     

     

     

     

     

  • Eurobike 2010: 9^ Parte

  • Video Giant Anthem X Advanced

    Nel video la bici Giant Anthem X Advanced 2011

      

  • Dal Veneto Giacomo Antonello raggiunge il GIANT Italia Team, ...

    Dal Veneto Giacomo Antonello raggiunge il GIANT Italia Team

     

    Giacomo Antonello è il nuovo ingaggio del GIANT Italia Team. La conferma arriva direttamente dal management della formazione diretta da Gianfranco Bechis. Il General Manager piemontese punterà per il 2011 alla selezione e formazione di giovani esponenti del Cross Country nazionale, in collaborazione con Reparto Sport – Centro di preparazione per il ciclismo.

    Al suo primo anno da Juniores, Giacomo esordisce con il Team ADV, concentrando la sua attività agonistica nell’area del Triveneto, conseguendo importanti risultati come 4 vittorie di categoria alla Granfondo dei Cimbri, alla Folgaria Megabike, alla Civetta Superbike e all’Adamello Bike di Ponte di Legno.

    Nel 2008 il passaggio alla MC2 Racing. Giacomo si dedica con maggiore frequenza a manifestazioni nazionali chiudendo al 5° posto assoluto la Challenge Juniores e conseguendo il 7° posto assoluto all’Internazionale di Montichiari. Da lì la prima esperienza con la Nazionale Italiana a Lugagnano.

    Nel 2009 il passaggio ad U23 con il Team Bike Pro Action.

    La maturità e i conseguenti impegni scolastici rendono difficile il passaggio di categoria.

    Per Antonello il 2010 rappresenta il ritorno alla vittoria. Campione Veneto Marathon, vittoria della Granfondo dei Cimbri e 3° posto assoluto, 7° Under23 ai Campionati Europei Marathon a Montebelluna, 9° ai Campionati Nazionali Cross Country (4° U21) e 1° assoluto nella 4a tappa dell’Alpe Adria Internazionale. Con questi risultati si mette in mostra e Gianfranco Bechis decide di ingaggiarlo per la stagione 2011.

    "L’ emozione è davvero tanta, non sono mai entrato in contatto con una realtà così grande. Dopo aver parlato con Gianfranco ho capito che, con il supporto di un Team di tale caratura, avrei potuto raggiungere quelle motivazioni e quella concentrazione che mi serviranno per affrontare una stagione agonistica di primissimo livello” è il primo commento a caldo del giovane veneto.

    Ambizioso, ma determinato Giacomo, che si ispira “ad Andy Schleck, è lui il mio punto di riferimento. Se dovessi scegliere un atleta con la A maiuscola, non avrei dubbi: Cadel Evans. Un corridore capace di vincere tutto in mountain bike e su strada, forte sia in gara sia fuori dalle competizioni".

    Giacomo Antonello gareggerà in sella alla Giant XtC ADVANCED SL PRO TEAM EDITION.

    Obiettivo in carriera dichiarato? Beh, ovviamente il Campionato del Mondo Cross Country.

     

    Il Gs Domus regala una scultura di Don Nicoli al Museo del Colle Gallo

     

    La prossima domenica 7 novembre in occasione della S. Messa al Santuario del Colle Gallo che secondo tradizione conclude la stagione ciclistica bergamasca, il Gruppo Sportivo Domus regalerà al Museo dei Ciclisti del Colle Gallo una speciale scultura dedicata alla memoria di Don Aldo Nicoli per anni presidente onorario della società organizzatrice della Settimana Lombarda by Bergamasca, ideatore del santuario dei ciclisti del Colle Gallo e al quale il museo è dedicato.

    L’opera in bronzo (nella foto), commissionata dalla Domus all’artista bergamasco Cav. Luigi Oldani, ritrae in primo piano il volto di Don Nicoli e sullo sfondo alcuni ciclisti ed il Santuario della Madonna dei Ciclisti del Colle Gallo, le sue due più grandi passioni. L’esemplare numero 1/20 della scultura era stato consegnato lo scorso marzo al Governatore della Regione Lombardia, Roberto Formigoni con il quale il Gruppo Sportivo Domus sta lavorando per la candidatura di Bergamo per i Mondiali di Ciclismo del 2015.

    A poco più di un anno dalla scomparsa di Don Nicoli il Gruppo Sportivo Domus vuole ricordare con questo gesto in primis un amico e un grandissimo appassionato di ciclismo, con un opera molto bella che rimarrà a disposizione di tutti all’interno del museo simbolo per il ciclismo orobico.

    Martedì 16 novembre, invece, sempre i rappresentanti del Gruppo Sportivo Domus incontreranno il vescovo di Bergamo Monsignor Francesco Beschi al quale, con la collaborazione della gloriosa azienda bergamasca Bianchi, regaleranno in segno di grande stima una bicicletta da corsa nuova vista la risaputa passione del vescovo per le due ruote.

     

    G.S. Cicli Olympia protagonista nella 9° prova del Trofeo d’Autunno

     

    Il freddo e la pioggia sono stati gli elementi caratterizzanti della 9^ prova del circuito Autunnale disputato a S.Maria di Sala (VE).

    Grande prova di Nicola Dalto che ha conquistato un ottimo secondo posto al termine di una generosissima gara, alle spalle di un bravissimo Mike Felderer.

    Ottima anche la prova di Andrea Dei Tos che conquista il terzo gradino del podio, quinto Federico Fuser e sesto Agostino Andreis.

    Quarto posto per Daniel Boschetto nella categoria Master Elite che ha conquistato anche la seconda posizione nel Trofeo SPEED CUP.

    Ennesima vittoria del “sempre verde” Paolo Alverà che non ha avuto rivali nella categoria Master3.

    Domenica 7 Novembre a S.Anna di Chioggia (VE) appuntamento con la penultima tappa del Trofeo d’Autunno – 8° Trofeo Club Alessandra il Sorriso.

     

     

     

     

     

     

  • L'ACCPI risponde a “Striscia la Notizia”

    L’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani in data odierna ha inviato ai responsabili del programma televisivo Striscia la Notizia una richiesta di rettifica del servizio di Max Laudadio dal titolo “Non si arresta il doping nel ciclismo” andato in onda nella trasmissione di ieri sera 2 novembre.

    Milano, 03/11/2010 – Amedeo Colombo (presidente ACCPI) e Federico Maria Scaglia (segretario generale ACCPI) a nome degli atleti che rappresentano hanno scritto al direttore di Striscia la Notizia Antonio Ricci e al direttore generale dell’informazione Mediaset Mauro Crippa in merito al servizio di Max Laudadio dal titolo “Non si arresta il doping nel ciclismo”, andato in onda nel corso della trasmissione Striscia la notizia di ieri sera.

    Regola fondamentale per un buon e serio giornalismo d'inchiesta è avere fonti attendibili e, laddove si accusi qualcuno, sentire anche la voce del soggetto o, come in questo caso, della categoria accusata.

    Nel servizio in questione purtroppo si è dato solo ed esclusivamente spazio a dichiarazioni tanto grossolane quanto infamanti di un soggetto incappucciato che, oltre a essere rimasto anonimo, non ha nemmeno chiarito se, quando e a quale livello abbia corso in bicicletta.

    Circa le dichiarazioni recentemente rese dal dott. Torri (Procuratore Capo della Procura antidoping del CONI) e richiamate nel servizio, l’ACCPI ha ritenuto opportuno informare i responsabili della trasmissione che l’Associazione ha avviato un’azione legale, sia in ambito disciplinare sportivo sia in quello civile, a tutela dell’onorabilità e dell’immagine della categoria dei corridori professionisti italiani. Analogamente, in mancanza di un’adeguata rettifica al servizio di ieri, non potrà che promuovere un’azione legale che accerti se quanto affermato nel servizio di Striscia la Notizia corrisponda effettivamente al vero.

    Da ufficio stampa ACCPI

     

     

     

     

     

  • Nove Colli-Oltre 3mila pettorali assegnati nelle prime 3 ore

    Un quarto dei 12mila pettorali disponibili per la Nove Colli “bruciato” solo nelle prime tre ore d’apertura delle iscrizioni. Questa mattina, mercoledì 3 novembre, si sono aperte ufficialmente alle 9, le iscrizioni alla 41ª edizione della Gran Fondo Nove Colli, in programma il 22 maggio 2011.

    Il più veloce a compilare il modulo on-line per la pre-iscrizione (sul sito www.novecolli.it) è stato Antonio Dei Giudici, 45 anni di Sonnino (Lt) che alle 9,01, ossia un minuto dopo l’apertura delle adesioni, era già inserito nell’elenco dei partecipanti alla competizione. Solo 6 minuti più tardi, alle 9,07 è arrivata anche la prima donna, Isabella Mitrotti, 40 anni di Milano.

    Il ritmo delle iscrizioni è stato serrato, tanto che alle 12,30 i pre-iscritti erano già 3.108 sui 12mila pettorali disponibili. La regione più rappresentata era la Lombardia (509 iscritti), seguita dall’Emilia Romagna (481) e dal Lazio (394), mentre le nazioni più presenti sono risultate la Germania (68 iscritti), il Belgio (62) e la Regno Unito (36). Tra gli iscritti, al momento della raccolta del dato, spuntava anche un ciclista proveniente dalle Isole Vergini.

     

     

     

     

     

     

     

  • Video Ridley Helium Flandrien

    Nel video la bici Ridley Helium Flandrien 2011

      

  • GF Liotto Cittá di Valdagno-Nuovi percorsi e sfide frizzanti per il 2011

    La “Granfondo Liotto Città di Valdagno” 2011 è già realtà. Dopo il significativo successo dello scorso anno, la 13.a edizione della gara in provincia di Vicenza è in calendario il 10 aprile e gli organizzatori dell’Asd Team Granfondo Liotto si sono già messi al lavoro per costruire un nuovo primato.

    Nel 2010 la Granfondo Liotto ha sfondato il tetto dei 2200 partecipanti, in rappresentanza di ben 500 teams provenienti da tutte le regioni del nord Italia, dall’Emilia Romagna e dalla Toscana, e ora l’Asd Team Granfondo Liotto, che da quattro anni propone la manifestazione di inizio stagione, sta già alacremente lavorando per migliorare l’offerta della propria gara e proporre novità allettanti per gli appassionati del pedale.

    Sono confermati i due tracciati, ma “rivisti” per rendere la GF Liotto ancora più frizzante. Il percorso granfondo 2011 sarà di 138 chilometri e 2400 metri di dislivello, mentre la mediofondo conterà 102 chilometri e 1450 metri di dislivello. Con l’inserimento della salita Valbianca-Marana, chiamata non a caso “la trappola”, la granfondo sarà più impegnativa rispetto alle precedenti edizioni visto che la nuova ascesa di 12 chilometri presenta una pendenza media del 6,5% e punte massime del 20%. Nel 2011 il GPM è collocato al termine di questa ascesa, a 800 metri s.l.m.

    Anche la mediofondo è stata “ritoccata” nel percorso: i ciclisti affronteranno la salita del castello di 3,3 chilometri, una pendenza media del 7% e punte massime al 12%.

    Rimangono parte integrante della corsa le salite del Passo Xon con 4 km e pendenza media del 6%, la salita Monte Magrè di soli 2,5 km ma molto nervosa e con una pendenza media del 7,9%, quella di Torresella di 4 km con pendenza media del 9,2% e quella di Quargnenta, 7 km e 6,9% di pendenza media.

    Ma le novità non si fermano alle due salite new entry, infatti è cambiata anche la logistica di partenza e d’arrivo, vista l’eccezionale partecipazione e che per il 2011 si annuncia ancora più consistente. La partenza, è già stato deciso, sarà data alle 9.00 in punto da Piazza Cavour in centro a Valdagno, centro che sarà poi attraversato dalla lunga colonna dei corridori con originali passaggi fra le vie dell’abitato, per chi ancora non lo sapesse, alle pendici delle Piccole Dolomiti.

    La cura fin quasi maniacale degli organizzatori anche nei piccoli dettagli, colloca la “Granfondo Liotto Città di Valdagno” in pole position tra gli eventi più ambiti dagli appassionati, con i due percorsi ideali in un periodo ad inizio stagione, pedalabili, piacevoli, con suggestivi scorci e salite adeguate ai chilometri che gli appassionati possono avere nelle gambe dopo la stagione invernale.

    La manifestazione mantiene nuovamente come punto fisso l’appartenenza all’apprezzato challenge Giordana, e aprirà quindi la serie dei cinque appuntamenti del circuito con a seguire la GF Fi’zi:k, pure nel territorio vicentino, la Marcialonga Cycling sulle Dolomiti, la GF Damiano Cunego di Verona e la GF Eddy Merckx di Rivalta (VR). Grazie al successo riscosso in passato, è stata pure chiamata a rivestire il ruolo di terza prova del Campionato Italiano Granfondo e Mediofondo Udace.

    Anche nel 2011 la manifestazione sarà “Memorial Gino Liotto”, giunto alla terza edizione, per ricordare il “patron” della Cicli Liotto, prima corridore e poi costruttore particolarmente amato nel Triveneto.

    L’Asd Team GF Liotto offre a tutti gli appassionati delle granfondo la possibilità di iscriversi alla gara del 10 aprile ad un prezzo particolarmente vantaggioso fino a tutto il mese di dicembre, alla quota ridotta di € 25. Un’occasione da non perdere per farsi il regalo di Natale.

    Lo staff organizzatore è in continua attività. Ora si stanno definendo il pacco gara, che sarà di certo allettante, e tutti gli altri minimi dettagli per una gara d’èlite.

     

     

     

     

     

     

  • Si aprono domani le iscrizioni per la 41ª edizione della Granfondo Nove Colli

    Al via domani, 3 novembre, le iscrizioni per la 41esima edizione della Granfondo “Nove Colli”. La manifestazione che schiererà nelle griglie di partenza, il prossimo 22 maggio 2011, ben 12mila ciclisti, apre da domani alle 9 del mattino le adesioni con qualche novità in più.

    Innanzitutto quelle derivanti dall’adesione alla “Five Stars League”, la “Champions League” delle Granfondo (vi aderiscono anche a Maratona delle Dolomiti, Granfondo Sportful, Granfondo Pinarello e Granfondo Felice Gimondi) che detta regole chiare e condivise tra le cinque Granfondo più importanti.

    Lo scopo è quello di rimettere al centro dell’intero movimento il partecipante, cicloturista o cicloamatore che sia, mosso dalla “pura” voglia di divertirsi e lasciando spazio alla festa ed a quel pizzico di sano agonismo, mai esasperato, che non guasta. Al bando, quindi l’ossessione della vittoria a tutti i costi, anche talvolta ricorrendo a qualche “aiutino” che avvelena l’intero movimento e va perciò respinta con forza e decisione.

    Da ciò discendono modifiche al regolamento della Nove Colli che, da questa edizione, proprio sulla base del protocollo della “Five Stars League” – le stesse disposizioni sono condivise anche dalle altre quattro Granfondo – non ammetterà i ciclisti Master Gold, vale a dire ex professionisti ed ex Under 23 ed Elite, i quali dovranno attendere un periodo di cinque anni dal termine della loro attività agonistica, prima di poter prendere parte alle Granfondo, 3 anni invece per le donne Elite, salvo invito da parte dell’organizzazione.

    Altra novità riguarda l’accesso in griglia rossa, all’interno della quale saranno fatti confluire i primi mille ciclisti che nelle ultime due edizioni hanno optato per il percorso lungo, sulla base del tempo impiegato.

    Restano immutate le altre griglie, ossia la bianca, la blu, la gialla, la rosa, l’arancione e la verde.

    Le iscrizioni potranno essere effettuate solo ed esclusivamente tramite il sito internet www.novecolli.it, unico organo ufficiale della Granfondo Nove Colli e del comitato organizzatore del G.C. Fausto Coppi e sarà data la possibilità di sottoscrivere tre diverse opzioni: la prima riguarda l’iscrizione singola, ossia per il singolo ciclista, la cumulativa, ovvero per più concorrenti (nel caso per esempio di squadre), nonché l’opzione pacchetto, vale a dire hotel+pettorale.

    In ogni caso il tetto massimo delle iscrizioni resta fermo a 12mila e l’organizzazione si riserva di chiudere le iscrizioni al raggiungimento di tale quota.

     

     

     

     

     

     

  • Giro d’Italia 2011 a San Pellegrino

     

     Nel 2011 il Giro d’Italia tornerà a battere le strade della bergamasca e l’entusiasmo sembra già contagiare i paesi toccati dalla corsa rosa. È quanto emerso dal sopralluogo di questa mattina organizzato da Promoeventi Sport, la società titolare del comitato tappa, con i responsabili del Comune di San Pellegrino Terme e con i tecnici di RCS Sport.

    «È con piena soddisfazione che abbiamo lavorato a fianco dei responsabili del Giro d’Italia – ha commentato il sindaco Gianluigi Scanzi – e con loro abbiamo condiviso le scelte logistiche e organizzative legate all’accoglienza di un evento importante come l’arrivo della maglia rosa nel nostro comune, dopo così tanto tempo». Il Giro d’Italia infatti ritorna nella località termale della Valle Brembana dopo un’assenza di 34 anni: l’ultima volta che San Pellegrino ha ospitato un arrivo della competizione risale al 9 giugno 1977 con la tappa partita da Pinzolo e vinta da Renato Laghi.

    Il prossimo 26 maggio, invece i “girini” partiranno da Morbegno e dopo 147 chilometri arriveranno sul traguardo di San Pellegrino Terme, esattamente davanti al Municipio. Sarà un arrivo allo sprint? Gli organizzatori hanno assegnato due stelle di difficoltà su cinque, ma ogni soluzione pare essere possibile, poiché la salita a Ganda a 30 chilometri dall’arrivo, potrebbe consentire una fuga in salita. Chissà. Intanto si lavora per ospitare al meglio l’arrivo della diciottesima tappa in calendario il 26 maggio. «Per noi l’arrivo del Giro d’Italia rappresenta un’opportunità importante per il rilancio della località – aggiunge Ivan Gotti, vincitore di due maglie rosa e tra i cittadini più illustri di San Pellegrino Terme – e la comunità è pronta per sostenere l’evento con molte iniziative che ci vedranno sempre più coinvolti». L’occasione è così importante che il quartier tappa, cuore nevralgico della manifestazione itinerante, verrà ospitato nel Casinò Municipale di San Pellegrino Terme: giornalisti, tecnici, giuria, manager e tutti gli addetti al seguito potranno ammirare la bellezza dello stile liberty dell’edificio.

    «Sarà l’occasione per mettere in vetrina una delle bellezze della provincia bergamasca – ha aggiunto Giovanni Bettineschi, presidente di Promoeventi Sport, giunto alla sua quinta esperienza come responsabile di comitato tappa – e la recente storia ci ha insegnato che il Giro d’Italia rappresenta un veicolo promozionale estremamente efficace».

    Il giorno dopo i girini riprenderanno la corsa con la terzultima tappa, la Bergamo – Macugnaga di 211 chilometri, con partenza dal centro di Bergamo. «E’ una location ormai collaudata da tempo e i tecnici Rcs Sport conoscono molto bene - ha concluso Bettineschi – perché qui a Bergamo il Giro è di casa». Nel pomeriggio infatti il gruppo di lavoro si è spostato a Bergamo dove è stato accolto dal primo cittadino Franco Tentorio, dall’assessore allo sport Danilo Minuti e da Lorenzo Mapelli come responsabile della viabilità il giorno in cui il Giro d’Italia lascerà la provincia orobica. Nello staff Promoeventi sport, coordinato da Bettineschi, non mancherà anche quest’anno la presenza di numerosi ex professionisti su strada o sportivi bergamaschi legati al ciclismo: questa mattina oltre a Ivan Gotti hanno partecipato al sopralluogo anche Beppe “Turbo” Guerini e Dario Acquaroli, ex iridato under 23 della mountain bike.

    Nella foto: L’avvio dei lavori nella sala consiliare di San Pellegrino Terme. Da sinistra Ivan Gotti, Giovanni Bettineschi, il sindaco Gianluigi Scanzi, Stefano Allocchio di Rcs Sport e Nazareno Balani regista RAI.

    Photo credits: COMetaPRess/Brena/Canon