FacebookTwitterGoogle Bookmarks

Login Form

Scarica il Numero di Aprile!

Dalla Foto Gallery

Tirreno-Adriati...
Image Detail
Tirreno-Adriati...
Image Detail
Scott-Foil-Team...
Image Detail
Assemblaggio De...
Image Detail
 

Biciclette

Suola in carbonio vs nylon

Spett.le Redazione,

mi vorrei accingere a cambiare le mie scarpe per la bici da corsa, ma ho un dubbio di fondo: scegliere una suola in carbonio o una in nylon? La differenza di prezzo tra i due prodotti è notevole, le mie vecchie scarpe hanno una suola in nylon, quindi optando per questa non avrei dei miglioramenti in termini di rigidità che avrei con la suola in carbonio. Il mio dubbio è però che tali miglioramenti siano così minimi da vanificarne l'effetto. E' consigliabile, quindi, per un utilizzo amatoriale non agonistico l'uso di una suola in carbonio? (lettera firmata)

Egregio Lettore, grazie per la fiducia; effettivamente la differenza di prezzo tra le due suole è notevole. E' vero, però, che con le suole in carbonio vengono solo realizzate le scarpe top gamma, mentre con le suole in nylon c'è la possibilità di una maggiore scelta di modelli, anche di fascia bassa. Effettivamente, comunque, se pur avvertibile la differenza di rigidità non è notevole ed inavvertibile se non si sviluppano grandi potenze. Per questo, in assenza di badget elevati, per un utilizzo non agonistico, si può tranquillamente rinunciare alla suola in carbonio. E' bene precisare, però, che le differenze ci sono, nel senso che effettivamente una suola in carbonio rimane più rigida di un analogo prodotto in nylon e questo permette una migliore trasmissione della potenza dal piede alla pedivella. Comunque è vero che anche le suole in nylon non sono tutte uguali e la loro rigidità è proporzionale alla qualità ed alla fascia di prezzo della scarpa in cui sono adottate. Quindi, una buona scarpa con suola in nylon, che costituisca un top gamma per quella particolare suola, offre già ottime prestazioni anche per un uso agonistico. Importante è poi il sistema di chiusura, che deve consentire al piede di rimanere saldo il più possibile. E' inutile, infatti, avere una suola rigida, quando il piede non è poi ben trattenuto nella scarpa. Per questo una chiusura a tre lacci, con uno di questi a cricchetto, che assicura una chiusura più stabile, è l'elemento fondamentale per una scarpa, che pur non costituendo il top del top, consente ottime prestazioni. Ritengo le suole in carbonio ottime per un utilizzo agonistico di alto livello, ma poco giustificate per un utilizzo amatoriale; poi, visto che tutti gli appassionati guardano al mondo dei professionisti, ecco spiegata la loro grande diffusione anche tra chi difficilmente ne riesce a percepire realmente le differenze. Nel Suo caso specifico quindi mi orienterei, per le ragioni espresse, su di un ottimo paio di scarpe con suola in nylon e chiusura a tre lacci con cricchetto. Così facendo avrà un buon incremento di rigidità rispetto al suo attuale paio di scarpe e riuscirà a rientrare nel budget previsto.