Il telaio Trek Superfly 9 è realizzato in alluminio idroformato, con passaggio interno dei cavi, movimento centrale PressFit, forcellini posteriori compatibili con perno 142x12, serie di sterzo differenziata. La bici oggetto del test è assemblata con gruppo Shimano XT, componenti Botranger e ruote DT Swiss. Così assemblata la bici ha un peso di 10.6Kg.

 

 

Off road test

Il Trek Superfly è una bici razionale, ben assemblata, senza particolari soluzioni tecniche, ma alla fine con un peso ridotto e paragonabile a tanti telai in carbonio. Positiva l’adozione del gruppo Shimano XT al completo e delle valide ruote DT Swiss. Discreti i componenti Bontrager. Buono il comfort generale, leggermente penalizzato da una sella poco confortevole e dalla ridotta capacità del telaio di filtrare le vibrazioni. Più che valido il funzionamento del gruppo Shimano XT, altrettanto buone le prestazioni delle ruote DT Swiss. La rigidità del telaio è valida per la sua categoria e buona in termini assoluti. Il peso relativamente contenuto agevola le prestazioni generali. In salita la bici si comporta bene, se pure lo sterzo leggero impone una certa attenzione per mantenere la giusta traiettoria. La maneggevolezza è elevata e permette alla bici di essere molto veloce su percorsi tortuosi e stretti. In velocità la precisione dello sterzo è sufficiente, rimane leggero e occorre concentrazione e decisione per mantenere la giusta direzione. Le ruote da 29er rendono facile affrontare tratti tecnicamente difficili, se pure, a volte, l’elevata maneggevolezza può risultare eccessiva portando a delle imprecisioni di guida se non si è sempre concentrati. Nel complesso, nonostante le ruote da 29 pollici, la bici non è meno intuitiva e facile da condurre rispetto ad altri concorrenti. Permette prestazioni maggiori su percorsi lenti, ma in cambio di un maggior impegno nella guida in tutte le altre condizioni. Pur essendo un prodotto sostanzialmente entry level, richiede una certa esperienza e capacità di guida per ottenere prestazioni competitive; un limite in determinate situazioni. Una buona bici, proposta ad un prezzo onesto, circa 2300 Euro, ma con evidenti limiti per poter essere consigliata indistintamente a tutti i ciclisti. Richiede, infatti, una certa esperienza di guida e va bene su percorsi lenti, negli altri casi non è così competitiva.

Il nostro voto alla bici in test: 8/10

 

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter