Il telaio 101XB è realizzato in fibra di carbonio ad alto modulo, con serie di sterzo differenziata e forcella dal travel di 100 millimetri; il movimento centrale è di tipo  PressFit BB con ampia zona di irrigidimento e chain catcher integrato.

Il passaggio dei cavi è interno e compatibile con i futuri gruppi elettronici. Il triangolo posteriore è realizzato con tubi asimmetrici e presenta forcellini intercambiabili, con la possibilità di utilizzare differenti standard. La geometria è stata ottimizzata per le ruote da 650B (27.5er). La bici oggetto del test è assemblata con il gruppo Shimano XT, adottato per i comandi, i freni, il cambio, il deragliatore, il pacco pignoni e la catena. La guarnitura è FSA, mentre i componenti sono Ritchey Pro e forcella RockShox. Le ruote sono Miche. Tutta nuova, poi, la geometria, appositamente realizzata per le ruote da 650B. Così assemblata la bici ha un peso di 10.3Kg.

 

Off Road Test

 

Il telaio Wilier 101 XB richiama nelle forme il telaio 101 XN con linee dei tubi tese, di buone dimensioni, ma ora con una geometria molto più compatta. Le ruote più piccole permettono di realizzare una bici più piccola e leggera, visivamente, ma anche nella realtà visto il peso raggiunto senza un assemblaggio di particolare qualità. Come sempre ottima l’ergonomia dei comandi Shimano XT e valida la loro funzionalità, perfetta la frenata, almeno nell’esemplare in test. Peccato per la guarnitura, leggermente inferiore al resto del gruppo; buone le ruote Miche, non leggerissime, ma scorrevoli, rigide ed affidabili (almeno durante il nostro uso).  La rigidità del telaio è molto elevata, superiore, ci è sembrato, al 101 XN; più che i tubi o il carbonio, sostanzialmente identici, influisce la geometria più compatta. La valida rigidità, unita alla buna scorrevolezza delle ruote, porta ad ottime prestazioni su percorsi veloci e compatti. La geometria molto maneggevole permette rapidi cambi di direzione e consente ottime prestazioni nei sentieri più guidati. La forcella è buona, se pure non molto scorrevole nell’esemplare in prova. Molto valida la distribuzione dei pesi, con un comportamento molto neutro che facilita il controllo in ogni condizione, ma soprattutto in salita e nei tratti più tecnici, dove il controllo della bici è molto intuitivo e facile, se pure non al livello del 101 XN. Se le doti di guida sono molto valide, le prestazioni assolute sono ottime, con una grande capacità di accelerare fuori dai tornanti, veloce nei cambi di direzione e di ritmo, non facile da guidare in assoluto, ma capace di ottime prestazioni assolute in mani esperte. Una bici, quindi, meno facile da guidare rispetto al 101 XN, ma più intuitiva e semplice del 101 XC, e con prestazioni migliori del 101 XN e 101 XC. Un’ottima evoluzione ed un deciso passo in avanti rispetto al 101 XC ed una valida alternativa rispetto al 101 XN, più votata alle prestazioni, più competitiva ed in assoluto ottima rispetto ai migliori concorrenti del settore. Il prezzo del kit telaio è di circa 1500 Euro, allineato ai migliori concorrenti, ma valido per le prestazioni espresse e la qualità costruttiva del telaio.

 

Il nostro voto al modello in test: 8.5/10

 

 

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter