mastehead

 

 

 

La bici oggetto del test è assemblata con sospensioni RockShox,

ruote assemblate con cerchi Mavic, gruppo Sram X0-1 11x1, con guarnitura FSA, freni Shimano SLX, componenti Ritchey e sella Selle Italia. Così assemblata la bici ha un peso di 12.8Kg senza pedali, come rilevato con la nostra strumentazione.

 

 

 

Off Road test

 

Il nuovo telaio Wilier 603TRB 650B è ben realizzato e con una grafica curata e personale. Nonostante il telaio in alluminio, il travel di 140 millimetri ed un assemblaggio di buona qualità ma non al top assoluto, il peso della bici è contenuto e competitivo. Ottima la funzionalità del gruppo Sram X0-1, buoni i freni se pure avremmo preferito una frenata più potente, mentre la modulabilità è ottima. Buone anche le ruote e le sospensioni. Da rilevare che l’ammortizzatore si trova in basso e non è proprio agevole raggiungere la leva per selezionare le tre posizioni: Open, Lock, Trail. Un lock out al manubrio è senza dubbio auspicabile. Se pur presente il porta borraccia, è difficilmente utilizzabile perché c’è poco spazio, meglio di gran lunga uno zaino idrico. Ottimo il comfort di marcia, del tutto equivalente alla versione 901 con telaio in fibra di carbonio e ruote da 29 pollici. Se pure la bici condivide con il 901 il medesimo progetto, il differente materiale del telaio, la differente geometria, il diametro delle ruote ed il travel delle sospensioni, portano ad un comportamento su strada molto differente. La bici è molto reattiva, con un telaio rigido ed un comparto sospensioni a punto. Nei tratti pedalati le prestazioni sono ottime e lo continuano ad essere anche dove il percorso si fa guidato, con inserimenti in curva veloci e grande velocità nei cambi di direzione. In salita la trazione è ottima così come buona è la direzionalità della ruota anteriore; c’è un po’ meno facilità di guida rispetto alla 29er, ma c'è molta maneggevolezza in più. In discesa si apprezzano le sospensioni a lunga escursione, che consentono di affrontare con tranquillità qualsiasi ostacolo, una maneggevolezza molto elevata ed una buona stabilità alle alte velocità. Le prestazioni generali sono molto elevate perché agevolate da un peso comunque non eccessivo, un’ottima maneggevolezza e buona facilità di guida. In termini assoluti le sue prestazioni sono persino maggiori della versione 901, per via della sua maggiore maneggevolezza, che la rendono più competitiva in percorsi stretti e guidati; questo a scapito di una minor facilità di guida, se pure rimane una bici facile e sicura da guidare. Una bici che soddisferà appieno chi cerca un mezzo non eccessivamente costoso, ma dotato di ottime prestazioni generali, soprattutto in discesa, dove le sue prestazioni sono ottime in assoluto, maneggevole e dall’ottimo comfort di marcia.

 

 

 

Il nostro voto alla bici in test: 9

 

 

 

FacebookTwitter
X

Right Click

No right click