Era il 1946 quando Wilier Triestina esordì nel mondo del ciclismo professionistico.

Una scelta importante per l'epoca, non solo per la visibilità di cui avrebbe goduto l’azienda. Quel W Italia LIbera E Redenta (acronimo di Wilier appunto) cucito sulle maglie rosso amaranto dei corridori aveva un significato unico per il periodo: la seconda guerra mondiale era appena finita, Trieste era ancora territorio conteso tra Italia e Jugoslavia, il resto del Paese si stava ricostruendo, le strade erano prevalentemente sterrate, le bici erano in acciaio.

Sono passati 70 anni da quel 1946. Il mondo è cambiato, il ciclismo pure ma l’entusiamo di Wilier per le grandi corse è rimasto intatto. Dopo decine di stagioni passate come sponsor tecnico al fianco di squadre importanti quali Mercatone Uno, Liquigas, Gerolsteiner, Cofidis, Lampre, il marchio di Rossano Veneto nel suo 110° anno di storia ha deciso di tornare in Gruppo in grande stile, come main sponsor e primo nome, a supporto del team Southeast. La squadra diretta da Scinto e Citracca ora si tinge di rosso, colore istituzionale Wilier. Una nuova maglia e una nuova immagine di squadra con l’inconfondibile firma Wilier Triestina.

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter