mastehead


Mancava nella gamma Mountain Bike di Wilier una bicicletta full da XC.

D’altronde il 101X ha riscosso un ottimo successo di vendite, al pari del resto della gamma da mountain bike, ed è quindi intenzione di Wilier procedere ad un ampliamento della gamma, andando ad occupare tutti i vari settori che compongono il variegato mondo delle ruote grasse. Anche in considerazione dell’impegno di Wilier nelle competizioni, si sentiva la mancanza e c’è stata una precisa richiesta di una nuova bici da XC full, che affiancasse la front 101X. A tal punto il nome 101FX è stato naturale, così come partire dal telaio 101X, per poi sviluppare un progetto tutto nuovo, per una bici che fosse al top nelle competizioni XC. Vediamo come è fatta la nuova bicicletta e quali sono le sue caratteristiche.

Questo articolo è riservato agli abbonati a Ciclonline Digital, per abbonarti clicca qui.

 

Partiti dal telaio 101X, si è proceduto ad una sua evoluzione in chiave full suspension, con una sospensione posteriore che segue lo schema swingarm 4 bar linkage (senza Horst link); con questo schema, la parte inferiore del carro posteriore è fissata vicino alla scatola movimento centrale, sul tubo verticale, senza link, mentre la parte superiore si collega con un link al tubo orizzontale; viene eliminato poi lo snodo sopra i forcellini posteriori e la sua funzione viene svolta dalla flessibilità della fibra di carbonio dei tubi superiori.

Il travel della sospensione posteriore è di 100 millimetri ed il telaio è progettato per un travel della forcella di 100 millimetri. Il telaio è disponibile in 4 taglie: S, M, L e XL, con angoli del tubo di sterzo che variano da 69.5°a 70°; il carro posteriore ha una lunghezza di 455 mm ed è progettato per poter ospitare le coperture più larghe.

Il passaggio dei cavi è interno e la bicicletta è progettata per ospitare anche gruppi elettronici (wireless e non). La scatola movimento centrale del 101FX è una Pressfit da 92 mm, mentre la serie di sterzo è differenziata. L’attacco per il deragliatore anteriore è di tipo DIRECT MOUNT e nel tubo obliquo è presente il foro per far uscire la guaina in caso di deragliatori SIDE SWING; il tubo idraulico del freno posteriore ed il cavo del cambio posteriore escono vicino alla scatola movimento centrale e corrono esternamente fino a destinazione. Il disegno generale del triangolo principale riprende quello del 101X, comprese le fibre di carbonio ad alto ed altissimo modulo utilizzate.   

 

 

FacebookTwitter
X

Right Click

No right click