Il mondo Gravel si popola sempre più di nuove soluzioni ed anche Wilier propone per il 2017 le sue biciclette Gravel.

Oggi analizziamo la versione Jareen (ghiaia in dialetto veneto) che va a costituire la base di una gamma che certamente nei prossimi anni si amplierà ulteriormente.

Questo articolo è riservato agli abbonati a Ciclonline Digital, per abbonarti clicca qui.

 

In Wilier per la nuova bici Gravel sono partiti dal nuovo telaio Montegrappa, modificandone il rake della forcella e l’interasse. Rimangono inalterati i tubi in alluminio 6061 a doppio spessore, il passaggio interno dei cavi e la serie di sterzo differenziata.

 

La forcella ha ora il perno passante ed un rake di 50 millimetri. Nuovo l’impianto frenante a disco. Considerando la polivalenza d’uso delle biciclette Gravel, il telaio è predisposto per il montaggio dei parafanghi, mentre la bicicletta può ospitare copertoni fino a 42 millimetri di larghezza.

 

Sei le taglie disponibili, con partenza dalla taglia XXS; tre le differenti combinazioni cromatiche ed assemblaggi che partono da un semplice impianto con freni a disco meccanici.

La Jareen, infatti, nella gamma Wilier Gravel ricopre un ruolo di entry level e vuole porsi come bicicletta polivalente per un uso anche urban, turistico e comunque a 360 gradi, senza eccessivi costi di ingresso. Senza dubbio un telaio molto ben realizzato e con ottime scelte cromatiche, molto personali. 

 

 

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter