Selle per Crono/Triathlon

Chi svolge queste pratiche sportive si deve dotare di una sella specifica, più corta, con una punta ben imbottita ed una parte superficiale più ruvida, così da trattenere bene il gluteo e fermare la posizione ottimale.

Le selle da crono possono avere un'imbottitura minima, mentre quelle da triathlon, al contrario, devono avere una buona imbottitura per compensare la mancanza di un abbigliamento specifico per il ciclismo.

Selle Full Carbon

Sono le più costose e leggere, sono anche ben più comode di molte selle più pesanti e con imbottiture generose. Vanno comunque unite ad ottimi fondelli, indicate per soggetti che non hanno problemi di dolori ai genitali.

Conclusioni

Come abbiamo visto non esiste una sella perfetta in termini assoluti, perché la sella stessa interagisce con la bici su cui è adottata, la posizione di guida, l'abbigliamento del ciclista (il fondello utilizzato), lo stile della pedalata e le caratteristiche fisiche e antropometriche del soggetto. Una buona sella, quindi, va scelta dopo una attenta analisi delle proprie esigenze, una attenta autocritica (che fondello usiamo?, che posizione di guida abbiamo?) ed anche una analisi delle proprie condizioni fisiche, che contribuiscono in modo determinante a farci preferire un modello di sella ad un altro. Mai come nel caso della sella non può esserci un giudizio assoluto, persino sui materiali o sul prezzo, perchè ogni sella è un caso a se, se pure ora abbiamo gli strumenti per individuare, tra le mille proposte, quale sia una sella che meglio di un'altra corrisponde alle nostre esigenze.

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter