mastehead

Bici Decathlon Rockraider pareri opinioni difetti e fregature

migliore bici mtb 2020

Salve Luca, Dopo l'esperienza corsa e carbonio mi sono reso conto che abbiamo in mano mezzi sempre più usa e getta, pertanto non vorrei spendere troppi soldi per la mtb. Ho trovato buoni prezzi su fondi di magazzino intorno ai 2000 euro per bici brand ma montate piuttosto maluccio e poi vedendole dal vivo non mi hanno convinto nemmeno i telai salvo eccezioni.

 

Passando per un negozio decathlon sono rimasto invece colpito dalla rockrider xc 900 a 1600 euro e a breve credo in sconto ulteriore. Ho qualche dubbio su sram; sui freni e il telaio, per il tubo del freno posteriore esterno. Ma questo significa meno problemi di manutenzione. E per le geometrie, in particolare l'altezza del movimento centrale a 32,4 cm come la mia attuale 26. Mediamente le 29 stanno sui 31,2 per abbassare il centro di gravità. Pur vero che la rockrider ha un angolo sterzo più aperto, un carro più lungo e un interasse maggiore. Quindi la stabilità dovrebbe essere garantita perché compensata da ciò. Certo una altezza bb maggiore garantisce piu facilità nelle manovre di alzata per superare ostacoli. Pur vero che parliamo di 1 cm, poca roba e comunque sempre meno di una full da xc. Insomma avrebbe senso buttarsi su questo prodotto? Forse perdendo l'agilità delle 29 front. Certo è strano che in decathlon progettino in maniera diversa rispetto al resto del mercato: errori progettuali o convinzione nelle proprie idee e coraggio a proporle? A lei il responso. Comunque più andiamo avanti e più peggioriamo. La bicicletta e la sua economia di gestione non esistono piu tra gruppi, gomme, pastiglie che durano 2000 km e standard che cambiano ogni 2 anni. La saluto e le auguro buon anno.

 

Marco

 

 

Negli ultimi due anni, non sapendo più cosa inventarsi per far spendere i soldi ai “polli” le aziende hanno tirato fuori il “mantra” delle geometrie ... Con il solido “codazzo” di esperti che ne elogiano questa o quella proprietà “taumaturgica” ...

Oramai vai al bar dello sport ed invece di discutere di rpm, km percorsi e tecnica di guida, si parla solo di geometrie, un mm in più qui, uno in meno li ed ecco che anche un ciclista “scarso” diventa il re del gruppo ...

Fosse vero!!!

In realtà è la scoperta dell’acqua calda ed è chiaro che modificando le geometrie si modifica il comportamento dinamico della bici, ma questo non è detto che sia un bene, anzi ...

Le “nuove geometrie”, non sono per nulla nuove e proposte da tanti artigiani telaisti, in giro per il mondo, da molti anni, per telai che si discostavano dalla massa ... ora queste geometrie sono arrivate alla massa ...

Che poi non è detto che si sia più veloci con un telaio molto maneggevole e reattivo, soprattutto in off road, dove una geometria stabile e precisa infonde maggiore sicurezza, ha una trazione migliore, permette una maggiore facilità di guida e uno stress psicofisico inferiore nel lungo periodo.

Tutti aspetti non secondari e neanche da sottovalutare, ma il ciclista medio segue la massa, tra qualche anno, si tornerà ad altre geometrie, nuove ed inedite, uguali a quelle di un tempo, ma nessuno se ne ricorderà e tutti ad elogiarle, dimenticando il fatto che le avevano rifiutate solo pochi anni prima ...

Decathlon fa ottime bici, ma come ha notato, mai alla moda, sfrutta la massimizzazione delle linee produttive, proponendo al pubblico, a prezzi di saldo, quello che qualche anno fa costava 10 volte tanto ... e che oggi non avrebbe mercato per i top brand.

Ora mi chiedo, se invece di Decathlon ci fosse stato un altro nome famoso, si sarebbe fatto le stesse domande?

No di certo, anzi, forse avrebbe detto che era avanti rispetto alla concorrenza ...

Riguardo Sram riesce a fare prezzi molto competitivi, chiaro che sia il marchio di riferimento per una bici che non costa quanto una macchina premium ...

La funzionalità è identica agli altri concorrenti.

Alla fine le bici Decathlon sono ottime bici e visto che ha compreso appieno come si è ridotto il settore, non mi farei altri dubbi sull’acquisto.

Tra l'altro non capisco questo, la maggioranza dei top brand di bici non ha una sede in Italia, non vi offre alcuna garanzia reale, e le comprate con due calci nel sedere ... Decathlon ha una sede in Italia, vi offre una garanzia vera  e un punto vendita che vi offre assistenza ... però avete mille dubbi ...

Se questo non è marketing che cosa è?

 

Se poi dopo due ore di off road serio dovesse arrivare due secondi dopo il suo compagno con l’ultima costosissima bomba del settore, non credo si getterà da un ponte per il dispiacere …

Purtroppo è difficile far capire che a livello amatoriale non servono le attuali bici, sia da corsa che mtb, ma come fai a far capire alla casalinga di Voghera che per andare a fare la spesa una Panda è meglio di una Ferrari da F1? ...

 

 

 

 

FacebookTwitter
X

Right Click

No right click