mastehead

Cosa è, a cosa serve e la sua reale efficacia nel ciclismo

Conclusioni

L'HMB ha messo in evidenza la sua efficacia, ma non la sua assoluta superiorità ed indispensabilità come integratore alimentare.

In atleti poco allenati permette di avere un più rapido incremento delle prestazioni, mentre in atleti ben allenati l'incremento di prestazioni è veramente minimo, spesso nullo e comunque non così significativo da indicare l'HMB come il responsabile del miglioramento delle performance. Scarsa se non nulla la sua efficacia nella perdita di peso, così come la sua efficacia quando non è associato ad un allenamento specifico. Infatti gli atleti, che per vari motivi, non sono riusciti a portare a termine il ciclo di preparazione atletica, alla fine, pur avendo continuato ad assumere l'HMB, non hanno avuto nessun incremento di prestazioni. Nel ciclismo la sua utilità è più che rilevante nella preparazione atletica, perché permette un piccolo incremento delle prestazioni di resistenza che consentono carichi di lavoro maggiori ed una maggior efficacia dell'allenamento stesso. Questo si traduce, poi, in maggiori prestazioni in gara, in cui anche un solo secondo di vantaggio è determinante. La sua efficacia ed utilità ci sembra quindi scontata, ma solo per atleti che svolgono attività agonistica e seguono programmi di allenamento scientifici, altrimenti l'utilità dell'integratore è veramente minima se non nulla. Riguardo la sua assunzione, è corretta la dose dei 38 mg per peso corporeo da assumersi in due dosi, prima e dopo l'allenamento. Dosaggi maggiori non hanno rilevato effetti differenti, così come differenti tempistiche di assunzione. Riguardo il periodo di assunzione, questo dovrebbe essere compreso tra le 6 e le 8 settimane che precedono una gara importante, periodo in cui si deve associare una corretta alimentazione ed una preparazione atletica scientifica e basata sulla gara in programma. Altri usi dell'HMB ci sembrano del tutto inutili e dannosi per l'organismo.

X

Right Click

No right click