Come scegliere il miglior integratore ciclismo

Leggi anche:Come scegliere il migliore integratore per il ciclismo e non farsi fregare dal marketing

Prendendo spunto dalla richiesta di un nostro lettore, vediamo come scegliere gli integratori migliori, lasciando agli altri il marketing tanto di moda …

 

Gli integratori non sono proprio tutti uguali, ma è anche vero che non ci sono differenze abissali.

Cioè non è che vi vendono alimenti tossici, però è vero che magari non sono il meglio per il nostro sport, oppure non sono il meglio per voi.

Dimenticatevi che ci sia un integratore perfetto: non esiste, nè tanto meno esiste il prodotto che vi dà un vantaggio sugli altri.

Anche a livello di prezzi, diffidate da prezzi troppo elevati, i costi base sono sempre simili e chi ha costi molto bassi spesso tiene alto il prezzo per guadagnare di più …

Tutti gli integratori sono prodotti con gli stessi alimenti di base, quindi la differenza la può fare solo la composizione o il mix di alimenti.

Questo mix può dare un maggiore apporto di calorie, o proteine, o carboidrati o grassi.

Nulla è sbagliato a prescindere, ma se fate una gara di un'ora, inutile mangiare una barretta con il 20% di grassi … li assorbireste solo una volta finita la gara.

Ecco quindi che è sempre bene leggere attentamente i valori nutrizionali, poi testare sempre le barrette e gli altri integratori in allenamento, quindi dopo un periodo di test potrete passare all’uso in gara.

Ogni individuo assorbe e digerisce gli alimenti in un modo personale, ovviamente simile, ma non uguale ad un’altra persona. A tal punto è chiaro che un integratore X perfetto per un atleta può essere del tutto sbagliato per un altro atleta.

In generale è meglio scegliere prodotti il meno complessi possibile, con pochi grassi e ricchi di carboidrati semplici e proteine.

Non è possibile dire questo o quel marchio, ma leggete la composizione e cercate alimenti naturali di facile assorbimento.

Per esempio il miele è meglio di un banale gel di zuccheri, una barretta alla frutta meglio di una alle mandorle, un integratore idrosalino al limone meglio di uno al cioccolato o alla banana.

Piccoli dettagli che fanno la differenza.

Infine il “Gatorade” era buono negli anni 80 ed è ottimo oggi, ma non ha lavorato sul marketing ed è stato superarto dalla concorrenza … superato per il marketing non per la qualità ed efficacia del suo prodotto!

Dal Gatorade ad oggi ripensate a quanti marchi di integratori andavano per la maggiore negli anni indietro e guardate cosa va per la maggiore oggi, la risposta sul perché è sempre uguale …

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter