Abbiamo testato il nuovo integratore svizzero Fast and Up; con un basso contenuto di calorie assicura una buona reintegrazione di sali ed energia

  

L'Azienda

 

Fast and Up è un marchio dell'Azienda Farmaceutica svizzera Novelty Pharma, con sede a Lugano. Da 35 anni impegnata nel settore farmaceutico si è concentrata nella ricerca di integratori alimentari; oltre al marchio Fast and Up, produce anche prodotti con il marchio Flexi Fast e Novelty Life, oltre che con l'originale nome di Novelty Pharma.

  

Il prodotto in prova

   Fast and Up è un integratore alimentare completo a basso contenuto calorico, solo tre calorie per ogni dose, distribuito in compresse effervescenti. La sua completa formulazione gli permette di essere usato sia durante la prestazione atletica di lunga che di breve durata, sia durante la preparazione alla gara (alimentazione pre gara) che durante il periodo di recupero (alimentazione dopo gara).

Ogni bustina contiene Acido citrico, Sodio bicarbonato, Creatina Magnesio solfato, Glutammina peptide, Glutamminama, L-Leucina e L Iso Leucina, Maltodestrine, Valina, Lipoxol 6000, Potassio cloruro, Taurina, Vitamina B1, Vitamina B2, Vitamina B6, Vitamina B12, Vitamina C, Vitamina B3. L'Azienda non dichiara le singole percentuali di prodotto contenuto in ogni confezione. L’acido citrico e il sodio bicarbonato cooperano nel regolare l’equilibrio acido base; l’acido citrico impedisce anche l’ossidazione della vitamina B1, mentre il sodio stimola la contrazione muscolare e la trasmissione nervosa, regola l’equilibrio idrico corporeo e gioca un ruolo importante nel mantenimento della pressione sanguigna. La creatina è un derivato degli aminoacidi (acido β-metilguanidinacetico) e incrementa la forza muscolare, promuove in maniera significativa la dimensione delle fibre muscolari senza incrementare i grassi corporei o la ritenzione idrica, riduce l’affaticamento, diminuendo la produzione di acido lattico durante gli esercizi a breve e lunga durata. Il Magnesio stimola la funzione neuromuscolare e normalizza il ritmo cardiaco, promuove le normali funzioni metaboliche (interviene in più di 300 reazioni enzimatiche), interviene nel trasformare gli zuccheri ematici in energia e nell’equilibrio acido-base. La glutammina è un aminoacido che viene convertito in acido glutammico, importante fattore metabolico nel processo di produzione d’energia; lavora in congiunzione con la vitamina B6, la niacina (B3) e il magnesio La L-Leucina è un aminoacido essenziale a catena ramificata indispensabile per la crescita e lo sviluppo muscolare. La Iso Leucina, anch’essa aminoacido essenziale a catena ramificata (BCAA), è utile nel processo di formazione dell’emoglobina e quindi contribuirebbe per via indiretta ad una migliore ossigenazione dei tessuti. Le maltodestrine sono zuccheri complessi ottenuti dall'amido di mais, composte da alcune decine di unità di glucosio, utilissime per l'integrazione degli zuccheri durante le attività muscolari di media e lunga durata. Rispetto ai comuni polimeri di glucosio, le maltodestrine hanno la caratteristica di essere più piccole e solubili in acqua, risultando più facilmente digeribili e assumibili durante l'attività fisica e offrono il vantaggio di liberare gradualmente il glucosio (contenuto nel polimero), garantendo in tal modo un rifornimento di energia prolungato nel tempo e consentono di ripristinare le scorte di glicogeno. La Valina costituisce il terzo aminoacido (insieme alla Leucina ed Iso Leucina) del gruppo noto come aminoacidi a catena ramificata (BCAA). È necessaria per la normalizzazione del bilanciamento di nitrogeno nell’organismo; è vitale per le funzioni mentali, la coordinazione muscolare e le funzioni neurologiche ed è importantissima nella costruzione del tessuto muscolare poiché previene la distruzione muscolare e ne promuove il recupero. Il β-carotene è il caroteneoide biologicamente più attivo della vitamina A (Axeroftolo o Retinolo). Ha un’efficace azione antiossidante ed è in grado di ostacolare l’ossidazione della vitamina C. Il Lipoxol 6000  è un legante inerte utilizzato nell'industria farmaceutica come umettante e solvente. Il potassio partecipa alla trasmissione degli impulsi nervosi, alla contrazione muscolare, scheletrica e, soprattutto, cardiaca, alla produzione di energia, alla sintesi degli acidi nucleici, al metabolismo glucidico e all’equilibrio acido-base. La Taurina è un aminoacido (anche se con struttura chimica diversa dagli aminoacidi) che partecipa attivamente a numerose funzioni fisiologiche legate all’attività neuronale, del sistema nervoso e dell’attività di impulso-contrazione del sistema neuro-muscolare in genere, intervenendo anche come regolatore dell’attività elettrica delle membrane cellulari, ottimizzando le sostanze nutrienti in entrata e le sostanze di scarto in uscita dalle cellule stesse. Altra importantissima proprietà della Taurina è la sua capacità di esplicare una potente azione detossificante delle sostanze metaboliche di scarto accumulate durante allenamenti e sforzi intensi. In ambito sportivo l’integrazione con Taurina ha un effetto benefico sull’attività cardiaca, sulla contrattilità muscolare e sul recupero fisico. La Vitamina B1 (Tiamina), sottoforma di tiamina pirofosfato (TPP), costituisce il coenzima che interviene nella decarbossilazione ossidativa degli α-chetoacidi, quali l’acido piruvico e l’acido α-chetoglutarico, ed in reazioni simili che comportano eliminazione di anidride carbonica associata ad una ossidazione. In associazione con adenosina trifosfato forma il Co-enzima A necessario per le funzioni metaboliche. La Tiamina mantiene regolari le funzioni del sistema nervoso, dei muscoli e del cuore e previene la fatica. La Vitamina B2 (Riboflavina) è necessaria per la sintesi di due coenzimi, il FAD (Flavina Adenina Dinucleotide) e l’FMN (Flavina mononucleotide) necessari per la degradazione di vari substrati (acidi grassi, purine,…) ed in particolare intervengono nelle reazioni di ossido-riduzione entrando, così, a far parte della catena respiratoria mitocondriale. La Vitamina B2 è un attivatore della piridossina (vitamina B6). Quindi la Riboflavina favorisce l’utilizzazione energetica degli alimenti, mantiene sane le mucose respiratorie, digestive e dei vasi in associazione alla vitamina A, conserva l’integrità del sistema nervoso, della pelle ed esplica un’azione antossidante. La Vitamina B6 (Piridossina) entra a far parte, quale coenzima, di un numero elevato di enzimi che partecipano a numerose reazioni di essenziale importanza nella sintesi e nel catabolismo degli aminoacidi. Inoltre è necessaria per la sintesi dell’acido δ-aminolevulinico dal succinil–CoA e glicina, che è la prima tappa della sintesi delle porfirine e quindi dell’eme. Oltre che a promuovere la formazione dei globuli rossi, la Piridossina stimola le funzioni cerebrali, mantiene il bilancio elettrolitico e l’omeostasi, regola l’escrezione dell’acqua e partecipa alla costruzione e riparazione dei muscoli. La Vitamina B12 (Fattore antipernicioso o Fattore estrinseco di Castle) è una molecola complessa che comprende alcune sostanze come la cianocobalamina, la idrossicianocobalamina, la nitritocobalamina, la acquocobalamina, la metilcobalamina (metil-B12) e la 5’-desossiadenosilcobalamina (coenzima B12). La Vitamina B12 agisce come coenzima per regolare la sintesi del DNA; promuove un regolare metabolismo dei grassi e carboidrati e la sintesi delle proteine; favorisce lo sviluppo regolare dei globuli rossi, la produzione della mielina ed il mantenimento della funzione regolare del sistema nervoso. La vitamina C (Acido ascorbico) è necessaria per il metabolismo della fenilalanina, tirosina, acido folico, ferro. Partecipa alle reazioni di ossido-riduzione, è utile per la formazione del collagene e la riparazione dei tessuti, coopera all’utilizzazione dei carboidrati, alla sintesi dei grassi e delle proteine, alla conservazione ed integrità dei vasi sanguigni. Agisce in sinergia con la vitamina A e le vitamine del gruppo B nell’azione anti-radicalica. La Vitamina B3 (Niacina o Vitamina PP Pellagra Preventing) è l’amide dell’acido nicotinico anch’esso con proprietà vitaminiche. La niacina è necessaria per la sintesi del NAD (Nicotinamide Adenin Dinucleotide) e del NADP ((Nicotinamide Adenin Dinucleotide Fosfato) che sono necessari per le reazioni di ossido-riduzione. La Vitamina B3 concorre alla sintesi del DNA ed aiuta a trarre energia dagli alimenti ed è sinergica delle vitamine del gruppo B mantenendo regolari le funzioni metaboliche. Le compresse sono disponibili nel gusto arancia.

 

  

La metodologia del test

 

Per valutare, nei limiti del possibile e con le dovute cautele, l'efficacia di questo integratore ci siamo avvalsi, come sempre, della strumentazione Polar CS 600 Power. Abbiamo effettuato una serie di allenamenti con diversi atleti che hanno svolto medesimi cicli di allenamento alternando l'integrazione con solo acqua a quella con il prodotto Fast and Up. Il CS 600 Power ci ha permesso di fare in modo che ogni atleta svolgesse un identico carico di lavoro durante il test e soprattutto che il carico di lavoro durante l'integrazione con la sola acqua fosse uguale a quello con l'integrazione con il prodotto Fast and Up. Tutti gli atleti si sono presentati, nei limiti del possibile, agli allenamenti dopo una alimentazione simile, in quanto tutti si sono sottoposti ad un medesimo regime alimentare, e ad una distanza uguale dall'ultimo pasto. Il test consisteva in una prima fase di riscaldamento, quindi in un test massimale, in cui si è individuata la massima potenza sviluppata dall'atleta, poi in un allenamento consistente nel pedalare ad una frequenza cardiaca corrispondente alla soglia anaerobica ed a potenza il più possibile costante. Quindi in una nuova serie di test massimali, che sono stati effettuati dopo 1 ora, 2 ore, e 3 ore di allenamento. Tutti gli atleti hanno effettuato questo protocollo in giorni diversi sia con l'integratore Fast and Up che ingerendo acqua semplice. Il percorso, ovviamente, era per tutti uguale, un anello pianeggiante per consentire un andamento omogeneo del test, ed uguale l'orario e le condizioni meteo dell'allenamento, identico anche l'abbigliamento, la divisa della squadra, così da minimizzare le differenze dovute ad una maggiore o minore sudorazione dovuta al differente abbigliamento. E' stata quindi calcolata la differenza di prestazioni tra gli allenamenti effettuati con Fast and Up e senza. Il primo test massimale indica quale è la potenza massima espressa dall'atleta quel giorno, i successivi indicano il decadimento di tale prestazione con il passare del tempo. Tanto minore è il decadimento delle prestazioni in riferimento ad un singolo atleta, tanto maggiore è l'efficacia dell'integratore Fast and Up. Infatti, non dobbiamo dimenticare che il decadimento delle prestazioni nel tempo è direttamente in funzione delle capacità atletiche del ciclista, ma a parità di ciclista, di preparazione, di condizioni ambientali e di sforzo, all'interno della zona aerobica, il decadimento dipende dalla riduzione delle scorte di energia, riduzione che può essere rallentata con una corretta integrazione alimentare. Nel test, una volta gli atleti praticamente non si sono alimentati, quando hanno usato solo acqua, una seconda volta si sono alimentati correttamente. E' bene sottolineare, e ribadire, che il test, se pur realizzato in forma scientifica e scrupolosa, non può rilasciare dati assoluti e quindi confrontabili con precedenti test; questo perché diverse sono le condizioni ambientali ed i testers.

 

  

I risultati del test

 

Questo il risultato del test: il primo valore, per tutti 100, indica la massima potenza sviluppata dall'atleta, che è stata ricondotta al 100%, gli altri dati indicano la potenza espressa dall'atleta nei successivi test, sempre ricondotta in termini di %.

  

Test con acqua



Atleta--------Inizio------dopo 1h-------dopo 2h-------dopo 3h

1---------------100----------88-------------85---------------75

2---------------100----------96-------------90---------------79

3---------------100----------90-------------86---------------84

  

Test con Fast and Up



Atleta--------Inizio------dopo 1h-------dopo 2h-------dopo 3h

1---------------100----------99-------------98---------------97

2---------------100----------98-------------94---------------90

3---------------100----------96-------------93---------------88



Commento al test

 

  

Il test è stato svolto in condizioni ambientali di temperatura elevata, questo ha aumentato la sudorazione degli atleti e la differenza tra chi si è integrato con acqua e chi con l'integratore Fast and Up. Così praticamente tutti gli atleti che si sono dissetati con acqua hanno portato a fatica a termine la prova, con un sensibile calo di prestazioni, nonostante fossero tutti allenati per affrontare l'impegno richiesto. Diverso è stato il test con gli atleti che si sono alimentati con Fast and Up. In questo caso la completa formulazione del prodotto ha permesso una efficace reintegrazione dei sali minerali persi. Nonostante il basso contenuto calorico, poi, è da notare come gli atleti abbiano mantenuto una elevata capacità di performance, anche alla fine del test. Il particolare sapore dell'integratore, però, non è stato tollerato da tutti, come testimonia l'atleta numero 3, che pur essendosi integrato con Fast and Up, ha ottenuto performance di poco superiori agli atleti che si sono integrati con solo acqua. Il sapore leggermente amaro di Fast and Up, infatti, non piace a tutti e questo può portare a bere di meno, vanificando la sua azione. Si può ovviare, almeno in parte, a questo problema preparando la bevanda la sera prima, in questo modo il sapore amaro diminuisce notevolmente fino a scomparire. Inoltre, vista la sua particolare formulazione, con pochissime calorie e zuccheri, ma con una rapida e veloce capacità di assimilazione è un prodotto che va sorseggiato con una certa frequenza e non a distanza di 20-30 minuti come si fa con altri normali integratori idro-salini. Anche questo aspetto può non incontrare il favore di tutti, andando, poi, a compromettere l'efficacia del prodotto stesso. Sbagliato, poi, aggiungere del dolcificante al contenuto, in questo modo si modifica tutta la formulazione e si rallenta in modo considerevole la sua velocità di assimilazione, il suo principale pregio. Infatti, con questo prodotto non è necessario iniziare una integrazione di liquidi 20-30 minuti prima dell'inizio dell'allenamento, ma è sufficiente qualche minuto (circa 50 i secondi dichiarati dall'azienda svizzera) affinché il prodotto sia assimilato dall'organismo. Se pur non abbiamo potuto constatare i reali secondi necessari per la sua assimilazione, abbiamo notato come le prestazioni, sia assimilandolo a partire da 20 minuti prima dell'allenamento o da qualche minuto prima, non varino in modo significativo, segno che effettivamente il prodotto dovrebbe essere rapidamente assorbito. Abbiamo detto come, a differenza di altri prodotti, Fast and Up ha un basso contenuto calorico, preferendo affidarsi all'integrazione di principi alimentari che migliorano ed agevolano la produzione di energia attingendo alle normali e naturali riserve dell'organismo. Il test ha messo in evidenza come questo processo sia effettivamente instaurato, tanto che gli atleti non hanno sofferto la mancata integrazione di carboidrati pur in presenza di una prova di lunga durata. Questo aspetto può essere importante soprattutto per coloro che si trovano al di sopra del preso forma e che possono trovare in questo prodotto un valido aiuto. Qualche dubbio emerge però nell'efficacia di questa soluzione in atleti già al peso forma ideale ed impegnati in prove di lunga durata, in cui l'elevato dispendio calorico richiesto è difficilmente reperibile dall'organismo tramite la mobilizzazione dei pochi tessuti adiposi presenti. Si rischia, in tali casi, un sensibile decadimento delle prestazioni in gara, ed anche una deplazione del tessuto muscolare, che in tali casi viene utilizzato per la produzione di energia. Si tratta di casi limite, è vero, ma da tenere in considerazione in funzione delle caratteristiche della competizione da affrontare e delle condizioni fisiche dell'atleta. Nella maggioranza dei casi, comunque, soprattutto in competizioni amatoriali di non lunga durata e con atleti che certamente non si trovano in condizioni di vero peso forma (quindi con un bassissimo spessore dell'adipe) l'adozione di Fast and Up non pone problemi, anzi può essere consigliato proprio per il suo moderato apporto calorico. Nei casi residuali il suo utilizzo è possibile nelle prime fasi della gara e nelle fasi finali, in cui la sua veloce assimilazione viene certamente in aiuto, lasciando la parte centrale della gara ad altre forme di alimentazione, magari solide.

  

Conclusioni

Fast and Up ha dimostrato di essere un prodotto molto particolare, con diversi aspetti positivi, che possono risultare vincenti. La sua elevata velocità di assimilazione lo rende ideale come alimento pre-gara e nelle parti finali della gara. Il suo basso contenuto calorico è perfetto per quegli atleti che non si trovano in condizioni di peso forma; mentre la sua completa formulazione aiuta effettivamente l'organismo a mobilizzare le naturali riserve energetiche. Nonostante la temperatura elevata in cui si è svolto il test nessun atleta ha sofferto di crampi, segno di una efficace reintegrazione di sali minerali. Più difficile quantificare la promessa di un più rapido recupero dopo gli allenamenti intensi. Tutti gli atleti hanno dichiarato di recuperare meglio, ma ci è mancato un vero riscontro (magari con un placebo). Già in passato abbiamo notato, come spesso, l'effetto psicologico abbia il sopravvento sui reali benefici. Dal punto di vista teorico, comunque, i principi alimentari contenuti nel prodotto sono idonei a garantire un rapido recupero delle energie perse, una ricostruzione dei tessuti muscolari danneggiati ed una rimozione dell'acido lattico. Il suo particolare sapore, leggermente amaro, non è stato tollerato da tutti, così come la necessità di bere di frequente la bevanda, rispetto ad altri prodotti. Un prodotto, quindi, che può risultare molto valido ed efficace, ma la cui adozione va attentamente valutata dopo un adeguato periodo di sperimentazione lontano da gare o allenamenti pre-gara.

  

Aspetti positivi

 

Completa formulazione del prodotto

Efficacia dell'integrazione

Velocità di assorbimento

Basso contenuto calorico

  

Aspetti negativi

 

L'azienda non specifica le percentuali dei componenti presenti nel prodotto

Il sapore amaro può risultare non gradito a tutti

Il basso contenuto calorico può essere un ostacolo in gare di lunghissima durata con atleti al peso forma ottimale

  

Per chi è adatto

 

Ci sembra un integratore ideale in gare di breve e media durata, soprattutto con atleti non ancora la peso forma minimo. Perfetto per l'amatore che usa la bici per perdere peso.

  

Il prezzo

  

Il tubetto con 20 compresse effervescenti costa circa 14,70 Euro, in linea con altri prodotti.

  

Per saperne di più

 

Sito Internet: www.fastandup.com

      

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter