Le proprietà del miele ed il suo uso come integratore alimentare nel ciclismo

Si ringrazia +Watt per avere messo a disposizione il suo prodotto +Watt Miele




Il miele è un alimento noto sin dall’antichità, prodotto dalle api tramite la trasformazione del nettare dei fiori. A seconda del tipo di nettare raccolto dalle api possiamo avere miele monoflora, come miele di acacia, castagno, tiglio, ecc., oppure miele millefiori, quando il nettare raccolto dalle api proviene da differenti specie botaniche. Il nettare raccolto caratterizza le successive proprietà organolettiche del miele ed il suo colore. Per ottenere un determinato tipo di miele è determinante la zona dove si trova l’alveare ed il periodo di fioritura. A seconda del nettare raccolto, il miele varia il suo colore dal giallo paglierino al bruno scuro; di conseguenza può variare molto anche la sua composizione. In media il miele è composto da zuccheri semplici, sali minerali (calcio, magnesio, potassio, rame, fosforo, silicio, manganese, ferro ), vitamine (tutte le vitamine del gruppo B), proteine, enzimi, sostanze ed aromi dei fiori. Cento grammi di miele contengono circa 300 KCal, una quantità trascurabile di proteine (0.3 grammi) e di grassi, mentre hanno circa 80 grammi di carboidrati, di cui 3 grammi di saccarosio e circa 36 grammi di fruttosio e 36 grammi circa di glucosio. Ha un indice glicemico molto variabile, in base all’origine botanica del miele; quelli ricchi di fruttosio come il miele di acacia o di castagno hanno indici glicemici molto bassi, simili a quello del fruttosio, mentre altri mieli hanno indici glicemici simili al saccarosio. Il miele, dopo la sua estrazione, viene filtrato e lasciato decantare; si ottiene così un prodotto naturale al 100%. Il processo di cristallizzazione del miele è un processo naturale di indurimento dello stesso che dimostra come ci troviamo di fronte ad un miele assolutamente naturale. Il miele maggiormente diffuso in commercio, invece, è il miele pastorizzato, che permette di avere un miele liquido e facilmente conservabile. In commercio esistono diversi tipi di miele: oltre a quelli artigianali, esistono quelli industriali, puri o miscelati con diversi mieli, di differenti nazionalità. I migliori mieli sono quelli provenienti da agricoltura biologia, che possano assicurare l’assenza di coloranti, conservanti, antimicrobici, allergeni, OGM, pesticidi, antibiotici e sulfamidici, tutte sostanze usate per aumentare la produzione di miele in modo artificiale. L’elevata digeribilità ed assimilazione del miele ne fanno un valido alimento nell’integrazione alimentare sportiva. Infatti il suo contenuto di zuccheri semplici dà all’organismo energia immediatamente disponibile, ad opera del saccarosio e del glucosio, (per alcuni secondi) e disponibile per un tempo più lungo ad opera del fruttosio, (alcuni minuti). Il fatto di poter trovare miele in forma liquida permette di ingerirlo con facilità e di essere immediatamente disponibile come energia per l’organismo.

Grazie a +Watt abbiamo testato l’efficacia del suo prodotto “Miele”, traendo diverse considerazioni sull’uso del miele come integratore alimentare nel ciclismo.

Per prima cosa il miele è liquido, ma a basse temperature tende a cristallizzarsi; in estate non ci sono problemi, ma in inverno non è difficile trovarsi con una consistenza molto compatta, questo non ne pregiudica la qualità o l’efficacia, ma la velocità di ingestione. In condizioni di temperatura mite (primaverile), il problema non sussiste. L’assimilazione è molto rapida ed avvertibile, permettendo di avere una immediata disponibilità di energia. Più consistente di un integratore di carboidrati liquidi, appena più lento nell’assimilazione totale del prodotto. In compenso c’è un maggior apporto di energia, immediatamente utilizzabile, che si associa ad una discreta durata dell’energia apportata all’organismo (abbiamo stimato un 15 minuti a forte intensità di prestazione fisica). Rispetto alla classica barretta energetica l’apporto energetico è inferiore, ma più rapidamente assimilabile. Il vantaggio ed il miglior uso del miele è quindi ben delineabile. Nel momento in cui abbiamo bisogno di un adeguato apporto di energia disponibile nel breve e brevissimo tempo, non riusciamo ad ottenere tale obiettivo nè con una bevanda energetica, nè con una barretta energetica alla frutta. La soluzione,quindi, può essere quella del miele, che può costituire una valida alternativa ad altri integratori similari (carboidrati liquidi per esempio). In questo caso il vantaggio del miele è il fatto di essere un prodotto naturale ed assolutamente tollerabile da tutti, senza alcuna controindicazione. Ovviamente non po’ essere visto come un sostituto di altre forme di alimentazione, (barrette energetiche, integratori liquidi, ecc), ma un complemento degli stessi. La sua efficacia è comunque certa e si rivela utilissimo, per esempio, all’inizio di una salita, dove fornisce l’immediata energia necessaria per affrontare il percorso, oppure in presenza di un calo glicemico, dove permette una rapida reintegrazione. Inoltre il suo uso è perfetto come integratore post gara, quando permette una prima ed immediata ricostruzione delle riserve di energia. Nel complesso, quindi, un prodotto molto valido. Si può trovare in pratiche confezioni monodose al costo di circa 1.5 Euro.

 

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter
X

Right Click

No right click