Alessandra Cappellotto CPA Women e Mauro Vegni, RCS

A seguito di alcuni incontri e di una proficua collaborazione tra l’Organizzatore del Giro d’Italia (RCS) e l’Associazione dei Corridori Professionisti (CPA), i corridori potranno contare, per il Giro d’Italia 2018, su un aumento del Montepremi del 10%.

Mauro Vegni, patron del Giro d’Italia, lo ha reso noto in questi giorni al presidente del CPA Gianni Bugno, in risposta alla richiesta di aumento del Montepremi formulata dal CPA nel corso del 2017.

Sono soddisfatto di questo risultato, che mostra l’interesse degli organizzatori a venire incontro alle richieste dei corridori, anche in momenti non facili per l’economia – ha detto Bugno, che ha aggiunto – “Aumentare il montepremi ha per me un significato economico e allo stesso tempo simbolico perché implica dare importanza al merito sportivo al di sopra di ogni cosa.. Il Montepremi delle corse World Tour era fermo da troppi anni e spero che anche altri organizzatori possano prendere esempio da quanto fatto da RCS quest’anno e da ASO lo scorso anno. Ringrazio vivamente gli organizzatori del Giro d’Italia per questo passo verso i corridori, che consoliderà ancor più la nostra collaborazione e amicizia.”

RCS e il CPA da tempo lavorano insieme su diversi fronti, specie su quello della sicurezza dei corridori. RCS ha sempre supportato le iniziative del CPA e le richieste degli atleti, come, per esempio, il progetto “delegato del CPA alle corse”.

Anche la responsabile della nuova divisione femminile del CPA Alessandra Cappellotto, si dice molto soddisfatta della collaborazione con RCS:

L’incontro con Mauro Vegni, in cui abbiamo chiesto di valorizzare il ciclismo femminile, ha avuto come risultato il raddoppiamento del Montepremi nelle corse femminili organizzate da RCS – ha detto Cappellotto, concludendo: - “Per me è stata una grande soddisfazione e la conferma che dietro certi imprenditori c’è soprattutto una vera passione per il nostro sport. Voglio dire grazie a RCS da parte di tutte le atlete e mi auguro che il loro gesto possa essere preso ad esempio da molti altri.”

Ufficio stampa CPA

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter