mastehead

 

 LEMBEEK DISC LED02

 

Squadra che vince non si cambia, ma la Guerciotti Lembeek Disc 2020, continua nella sua evoluzione tecnica.

 

Confermato il telaio da 1150 grammi, con serie di sterzo differenziata, passaggio interno dei cavi e perni passanti per i mozzi, ed ovviamente i freni a disco.

 

Il telaio è predisposto per essere assemblato, senza problemi tecnici, con qualsiasi gruppo, meccanico o elettronico, di qualsiasi produttore.

 

Viene confermata anche la geometria, con sei taglie disponibili.

 

Da anni Guerciotti non modifica le sue geometrie, classiche, il motivo? Finchè si vince perchè cambiare? Che cambino gli altri, che tanto arrivano dietro ....

 

In realtà, poi, senza tanti clamori, il telaio è stato sempre aggiornato ed evoluto, sulle indicazioni degli atleti, ma si stratta di dettagli.

 

Arriviamo così all'edizione 2020, che si aggiorna nelle grafiche e negli assemblaggi, ma rimane sempre disponibile il kit telaio, indispensabile per chi partecipa alle gare con i propri sponsor tecnici.

 

La bici assemblata, per il 2020, si presenta con la possibilità di scegliere tra tre differenti gruppi, rispetto all'unico dello scorso anno.

I nuovi gruppi rispecchiano il nuovo posizionamento di questo telaio all'interno della gamma Guerciotti, sempre attenta ad offrire il meglio ai suoi atleti.

Così un telaio top gamma come questo, per il 2020, viene relegato a prodotto di medio alta gamma ...

D'altro canto anche una Ferrari 488 non è il top gamma Ferrari ....

 

Ora si può scegliere tra Shimano Ultegra, Sram Force X1 e Shimano 105.

 

I componenti sono sempre scelti tra Deda Elementi, ruote Ursus e sella Selle Italia.

 

Anche se gli anni passano ed i concorenti aumentanto, arrivano nuove mode e nuovi "santoni", questa rimane tra le migliori bici al mondo da ciclocross.

 

Poco importa che non sia più il top gamma di Guerciotti ...

 

Il resto è fumo, marketing e giocattoloni per bimbi viziati e saputelli ...

FacebookTwitter
X

Right Click

No right click