Una delle novità di Trek per il 2019 è la nuova Checkpoint SL, bicicletta gravel, vediamo come è fatta, i suoi pregi ed i suoi difetti.

Il nuovo telaio Trek Checkpoint SL è in fibra di carbonio monoscocca, con serie di sterzo differenziata, passaggio dei cavi interno e sistema Isospeed per ammortizzare le vibrazioni ed isolare la sella dai colpi più forti che giungono dal terreno.

L’impianto frenante è a disco, con perno passante da 12 millimetri sia all’anteriore che al posteriore. Presenti gli appositi agganci per i parafanghi. I copertoni hanno larghezza di 35 millimetri, per 28 pollici di diametro.

La bicicletta viene poi assemblata con gruppo Shimano Ultegra (nella versione Checkpoint SL 6) e componenti Bontrager. Oltre alla SL6, è presente anche una versione SL5, una versione Lady ed il kit telaio. I prezzi partono dai circa 2mila Euro del kit telaio fino ad oltre 3mila Euro della versione SL6.

Una bicicletta valida e buona, confortevole, sicura e di buone prestazioni, ma alla fine è una bici da ciclocross meno estrema, ma altrettanto costosa. Su strada è pesante e fuoristrada non ha le prestazioni di una Mtb. Alla fine un compromesso che è bene analizzare, onde evitare di fare un cattivo acquisto.

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter