KTM presenta per il 2017 una nuova gamma di biciclette elettriche, con differenti escursioni di sospensioni. Il modello Lycan ha un travel da 125 millimetri. Vediamo come va e quali sono i suoi pregi e difetti.

 

La Bicicletta in test

Il nuovo KTM Lycan ha un telaio in alluminio progettato per il motore Bosch CX, con batteria integrata nel telaio ed una geometria specifica per le sospensioni da 125 millimetri di travel. La bicicletta viene assemblata con ruote DT Swiss, copertoni Schwalbe Rocket Ron 27x2.25. La sella è Selle Italia SL; attacco, manubrio e reggisella sono in alluminio. I freni sono Shimano XT, mentre il cambio è Sram.

 

 

Qualità costruttiva - Voto 9

La qualità costruttiva è medio alta, ben realizzato il telaio, buone le ruote e la sella, validi i freni e la sella. Buone anche le sospensioni. Nessun componente è al top assoluto, ma non vengono utilizzati prodotti mediocri. Nel complesso la qualità dei componenti è omogenea, e non ci sono critiche evidenti da sottolineare.

 

Comfort di marcia – Voto 10

Il comfort di marcia è molto elevato e senza dubbio ottimo in termini assoluti e nei confronti con i concorrenti. Valida la sella e l’ergonomia dei comandi, buona la capacità delle sospensioni di assorbire i colpi del terreno. Nel complesso, quindi, il comfort di marcia è valido per assicurare lunghi giri in bicicletta senza fastidi.

 

 

Forcella – Voto 9

La forcella Fox è risultata a punto, sufficientemente scorrevole e ben tarata per l’utilizzo a cui è destinata. Non sensibilissima sulle piccole sconnessioni, ma buona nel complesso.

 

Ammortizzatore – Voto 9

L’ammortizzatore Fox è ben accordato con il funzionamento della forcella; anche in questo caso non è sensibilissimo sulle piccole buche, ma capace di assorbire bene i colpi più grandi. Un prodotto valido, non al top assoluto, ma in linea con la qualità generale della bicicletta.

 

 

Ruote e copertoni – Voto 9

Le ruote assemblate con mozzi e cerchi DT Swiss sono scorrevoli ed affidabili, non leggere, ma con le e-bike è anche difficile creare ruote leggere; nel complesso un prodotto valido ed una buona scelta. I copertoni Rocket Ron sono risultati scorrevoli e veloci, adatti a fondi duri e scorrevoli, leggermente meno idonei a fondi bagnati e fangosi. Un prodotto che andrà sostituito se si pedala in inverno.

 

Cambio Sram – Voto 9

Il gruppo Sram offre un buon funzionamento, non silenzioso sotto sforzo, ma sempre preciso ed affidabile. Un componente valido ed affidabile.

 

Freni Shimano XT – Voto 9

I freni Shimano XT sono ottimi per modulabilità e frenata e durante il test non hanno avuto inconvenienti. Al pari di altri concorrenti, siamo sempre più convinti che si dovrebbero adottare impianti frenanti di derivazione DH.

 

 

Dinamica di guida – Voto 9

La KTM Lycan evidenza una notevole stabilità di guida, con una sicurezza irreprensibile alle alte velocità, ma anche con una certa lentezza negli inserimenti in curva e nei cambi di direzione. Perfetta nelle lunghe discese veloci, è lenta nei tracciati tortuosi e guidati. La sua geometria è più adatta ad una guida pulita che non ad una aggressiva. Per questo chi cerca una bicicletta dalle reazioni fulminee può rimanere deluso; senza dubbio è una bicicletta competitiva contro altre bici elettriche similari, ma il comportamento di guida è ben differente da altre bici senza pedalata assistita. Ottima la trazione in salita e nel complesso la facilità con cui si superano tratti tecnici difficili. Perfetta quindi per l’amatore ed il ciclo-escursionista, che troveranno una bicicletta facile da guidare e sicura; chi vuole anche nelle e-bike le prestazioni e l’adrenalina di un telaio scattante, farà bene a trovare altri modelli, purtroppo.

 

 

Prestazioni – Voto 9

Nel complesso le prestazioni sono allineate alle altre biciclette elettriche. Il motore Bosch è una garanzia per affidabilità e potenza, magari non tanto graduale nella spinta, ma ottimo nel complesso. Il valido telaio ed i buoni componenti portano a prestazioni senza dubbio competitive. La complessiva facilità di guida, permette di superare salite impegnative senza particolari problemi, così come in discesa è senza dubbio vincente. Purtroppo è anche vero che il peso e la geometria del telaio impediscono una vera guida aggressiva e veloce. Ottima bicicletta, che va conosciuta a fondo per riuscire a sfruttarla appieno.

 

 

Giudizio complessivo – Voto 9

La KTM Lycan è una bicicletta elettrica di buona qualità e valide prestazioni. Molto facile da guidare e confortevole, estremamente sicura. Senza dubbio non è la bicicletta più veloce su di un percorso lento e tortuoso, ma è certamente la più stabile e sicura, oltre che veloce, su di una lunga discesa veloce. Una bicicletta che soddisfa al 100% le esigenze del ciclo-escursionista o del semplice appassionato che vuole una bicicletta facile e sicura da guidare, assolutamente affidabile. Questi sono i suoi pregi ed i suoi vantaggi.

Costituirà, invece, una piccola delusione per coloro che cercano una bicicletta reattiva e veloce, per cui ci sono altri modelli più adatti, anche nel catalogo KTM.

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter