Look accanto al 675, presentato lo scorso anno, affianca nel 2014 la nuova versione 675 Light. Esteticamente uguale al 675, che rimane regolarmente in produzione, viene realizzato con un differente tipo di carbonio, ora con trama 1.5K.

 

 

Il movimento centrale ha cassa e boccola interamente in fibra di carbonio, così come i forcellini. Il peso del telaio scende quindi sotto i 990 grammi. Rimangono inalterate le altre caratteristiche del telaio Look 675, come la serie di sterzo conica, denominata Head Fit 4, con la caratteristica di essere completamente interna al telaio e la forcella, che rimane nella sua sede senza bisogno di essere retta dall’attacco.

L’attacco A-Stem è reversibile e proposto con due differenti inclinazioni +/-5 gradi e +/-15 gradi; è provvisto di un inserto che permette di regolare in avanti o indietro di 1 centimetro la posizione del manubrio.

Il passaggio dei cavi è interno, il movimento centrale ha standard Press Fit BB 86.5 millimetri, il reggisella in fibra di carbonio ha diametro di 27.2 millimetri e la fascetta reggisella è integrata. Il reggisella è compatibile con la batteria Shimano Di2.

Il triangolo posteriore segue la configurazione DCSC2 (Dual Confort and Stiffness Concept), con tubi alti fini e larghi così da migliorare il comfort di marcia. La bici oggetto del test è assemblata con il gruppo Ultegra 11v adottato al completo, ruote Mavic Cosmic Carbone SLE, sella Selle Italia SLR, manubrio 3T Ergonova Team Carbon e pedali Look Keo 2 max. Così assemblata la bici ha un peso di 6.9Kg, come rilevato con la nostra strumentazione.

 

Road test

Il Look 675 Light mantiene la sua inconfondibile linea e ottima realizzazione generale. Difficile, se non impossibile, distinguere il nuovo 675 Light dal 675, anche in considerazione che lo stampo del telaio è il medesimo; ma non così nel peso che scende in modo evidente. Rimane di elevata qualità l’assemblaggio, con il gruppo Shimano Ultegra 11v adottato al completo, le ottime ruote Mavic ed i validi componenti 3T e Selle Italia. Ottima l’adozione di serie dei pedali, manca solo il porta borraccia. Eccellente la funzionalità del gruppo Ultegra 11v, molto potente la frenata, preciso e silenzioso il funzionamento di cambio e deragliatore, molto valida anche la scorrevolezza della guarnitura.

Le ruote Mavic Cosmic Carbone SLE sono dotate di valida scorrevolezza, ma soprattutto di un’ottima aerodinamica che le rende perfette su percorsi pianeggianti e veloci. Buono il comfort generale, con il telaio che assorbe bene le vibrazioni ed i colpi del terreno, una geometria che porta il busto a non essere eccessivamente proteso in avanti ed un’ottima ergonomia della piega 3T. Il peso più contenuto porta a maggiori prestazioni generali, soprattutto in accelerazione, in uscita di curva ed in salita. Ora la bici dimostra di essere si veloce in pianura, ma di essere competitiva anche in salita o su percorsi ricchi di curve. L’assemblaggio proposto continua a privilegiare le prestazioni su percorsi veloci, grazie all’ottima aerodinamica delle ruote ed alla rigidità del telaio, che rimane elevatissima nonostante la “cura dimagrante” a cui è stato sottoposto. Rispetto al precedente modello, però, ora non si è più in difficoltà nelle uscite di curva a bassa velocità, dove la bici reagisce prontamente alle sollecitazioni dell’atleta e in salita, dove ora le prestazioni sono decisamente migliori. Tutto questo ha portato ad una maggiore competitività generale della bici, ulteriormente migliorabile con ruote più polivalenti e leggere delle Mavic, perfette per la pianura, ma meno per la salita. Rimangono inalterate le ottime caratteristiche di guida del modello 675, con inserimenti in curva precisi e veloci, velocissimi cambi di direzione ed stabilità sincera anche alle alte velocità. Le corrette quote del telaio hanno mantenuto inalterate queste caratteristiche di guida, pur a fronte di una bici più leggera, mantenendo un comportamento sempre prevedibile e sicuro anche alle alte velocità. In conclusione il nuovo 675 Light è un bel passo avanti rispetto al conosciuto ed ottimo 675, il peso inferiore e la già nota rigidità del telaio e le ottime doti di guida, ne hanno elevato le prestazioni generali e la competitività; così, mentre il precedente modello da noi testato era maggiormente indicato per percorsi pianeggianti e veloci, il nuovo modello esprime una competitività a 360 gradi, risultando sempre competitivo, non solo in pianura, ma anche in salita e collina. Il prezzo della bici in prova è di circa 5200 Euro e se a prima vista risulta elevato, non lo è per le reali prestazioni espresse su strada, mantenendo il buon rapporto prezzo/prestazioni che già aveva il precedente 675.

Il nostro voto alla bici in test: 9/10

 

Look Cycle

Sito Internet: www.lookcycle.com

 

 

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter