La bici oggetto del test è assemblata con gruppo Shimano Ultegra Di2, con guarnitura Look e ruote Mavic Cosmic Carbone Ultimate.

 

Attacco Look, mentre la piega è 3T. Così assemblata, la bici ha un peso di 6.3Kg.

Road test

La nuova Look 795 Aerolight 2015 è senza dubbio personale ed immediatamente riconoscibile; ben realizzato il telaio, mentre l’assemblaggio proposto presenta le ottime ruote Mavic a fronte del gruppo Shimano Ultegra Di2, non il top, ma questo non impedisce alla bici di avere un peso molto contenuto. Il reggisella integrato ed il particolare attacco manubrio, rendono leggermente più laborioso trovare il proprio assetto ottimale, nulla di insuperabile, ma il limite, come per altre bici con reggisella integrato, sarà la maggiore difficoltà nel rivendere la bici. Il comfort di marcia è buono, ottimo per una bici con reggisella integrato; gli inserti in elastomero, tra sella e reggisella, svolgono il loro lavoro. Come sempre ottima l’ergonomia dei comandi e perfetto il funzionamento del gruppo Shimano Di2. Molto valida la guarnitura Look, scorrevole e rigida.

La frenata non manca di potenza, ma la modulabilità è perfettibile, comportamento tipico dei freni integrati e non imputabile alle ruote Mavic, che si dimostrano tra le migliori ruote di alta gamma in assoluto: leggere, rigide, scorrevoli e con una buona aerodinamica; condizionano in modo positivo le prestazioni della bici. Il nuovo telaio Look 795 si dimostra molto rigido e dotato di una buona aerodinamica; il peso contenuto, le ruote dalla ridotta inerzia e l’elevata rigidità del telaio, permettono prestazioni notevoli ed al top assoluto in ogni condizione di utilizzo, sia in pianura come in salita.

Buona la stabilità, se pure è una bici più maneggevole che stabile. In velocità, attraversando tratti di strada rovinata, occorre mantenere saldo il manubrio per tenere la corretta traiettoria, così come in curva la bici va mantenuta nella sua traiettoria agendo sullo sterzo; è una di quelle bici che va guidata, in ogni condizione di utilizzo, non è una di quelle bici che “corre su di un binario”. Per contro le prestazioni sui percorsi tortuosi sono ottime. Un modello poco incline al turismo, ma perfetto per le competizioni, in pianura o in salita. Una bici molto competitiva in ogni situazione di utilizzo, se pure non facile da guidare.

Voto alla bici in test 10/10

 

 

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter