mastehead

Specialized S-Works Epic SRAM XX1 Eagle AXS opinioni pareri pregi difetti

specialized epic 2020 prezzi

Leggi anche: Specialized S-Works Epic SRAM XX1 Eagle AXS 2020 opinioni pareri

 

La nuova Specialized S-Works Epic SRAM XX1 Eagle AXS 2020 in realtà ha ben poco di nuovo. Chi aveva vociferato un telaio nuovo fino ad oggi è stato smentito, ma questo non significa che non ci sia un nuovo telaio, ma quale migliore occasione per smaltire i fondi di magazzino con un nuovo gruppo, rimandando l’uscita del telaio nuovo di qualche mese?

Questo è il primo dubbio che sorge, quanto e per quanti giorni rimarrà in catalogo, o verrà tra poco sostituita da un telaio completamente nuovo con ovvia svalutazione del modello che si è appena acquistato a caro prezzo?

Quisquiglie? Come dicono tanti? Ci ballano oltre 20 milioni di vecchie lire, fate voi ...

Il conosciuto telaio Specialized S-Works Epic è leggero, rigido, maneggevole e sicuro, un ottimo prodotto, non economico, ma con ottime geometrie. Peccato che le taglie siano sempre limitate al minimo sindacale e che la qualità effettiva della realizzazione del telaio non sia al top assoluto, nonostante un prezzo non indifferente.

Ottime le sospensioni, con il conosciuto sistema Brain 2.0, ottimo, ma anche ben sostenuto dal marketing, sicuramente sopravvalutato e non privo di problematiche che affronteremo in separata sede, in un ulteriore approfondimento.

In questa versione è tutto al top, ma è chiaro che non occorre un ottimo gruppo elettronico per andare forte, ma delle ottime gambe.

Cosa apporta in più l’elettronica? La precesione? La velocità? Le prestazioni?

Tutto e nulla, anzi anche il contrario.

In condizioni normali un gruppo elettronico è molto veloce, ma questo non si traduce per forza in maggiori prestazioni in off road ed espone al rischio di maggiori inconvenienti meccanici.

La precisione dei gruppi elettronici è un altro falso mito ... Sono precisi è vero, ma è anche vero che un gruppo meccanico lo è altrettanto.

Poi i problemi possono sorgere su uno o l’altro gruppo, ma quando succedono con l’elettronico è peggio.

Ben realizzato il passaggio interno dei cavi.

Lo standard dei mozzi è da 110 e 142 mm, con perno passante da 15 e 12 mm, con ruote da 29er.

La bici è in se ottima, ma non è un afare economico ed il fatto che forse a breve il telaio sia sostituito con uno nuove la rende ancor meno un affare.

FacebookTwitter
X

Right Click

No right click