mastehead

 Colline

 

 

La colazione pre gara riveste un ruolo importante per poter esprimere il massimo delle proprie prestazioni, ma spesso gli atleti commettono molti errori, il primo dei quali è copiare quello che fanno gli altri!

 

Fosse così semplice affrontare il problema della colazione pre gara bici!

 

 

Molti sono gli errori, dalla pasta condita alla mattina, all’eccesso di carboidrati, alla errata scelta degli alimenti da ingerire, ai tempi di ingestione, senza considerare le specifiche necessità individuali che fanno si che se un Pro si mangia un piatto di spaghetti ben conditi con pomodoro non è affatto detto che lo stesso beneficio lo possa avere il dilettante, l’amatore o un altro Pro.

 

Ecco quindi che un approccio scientifico e personalizzato diventa non importante, ma fondamentale e condizione “sine qua non” per affermare di aver fatto una corretta pianificazione della colazione pre gara.

Altrimenti abbiamo semplicemente fatto una colazione abbondante, senza bisogno di “scimmiottare” nessuno … che poi spesso porta più svantaggi che vantaggi.

 

Sull’alimentazione pre gara, sulla colazione pre gara e sull’alimentazione prima della gara, abbiamo scritto diversi saggi che trovate nella sezione alimentazione, QUI un rimando diretto

 

La colazione pre gara bici riveste un ruolo altrettanto importante che in ogni altra colazione pre gara.

 

Purtroppo, molto spesso, ci si affida a consigli del tutto errati, in primis copiando quello che fanno gli altri …

 

Nello specifico ora vediamo cosa mangiare a colazione prima della gara mtb, per le quantità ognuno dovrà far riferimento alle proprie razioni quotidiane.

 

La colazione va assunta 2 ore e mezza -3 ore prima dell’inizio della gara.

 

Se questa si svolge di mattina:

Latte, caffè, te, fette biscottate, marmellata, miele (da preferire), aminoacidi, proteine, guarana, carboidrati in polvere.

 

Se si svolge nel primo pomeriggio:

pasta, riso, pane, bresaola, frutta, caffe, guarana, aminoacidi, proteine, carboidrati in polevere.

 

Concludo ribadendo la necessità di provare a lungo questo particolare regime alimentare, lontano da competizioni importanti, per adattarlo alle proprie esigenze e stili di vita.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FacebookTwitter
X

Right Click

No right click