mastehead

 

I tre muscoli principali del gluteo sono il grande, il medio ed il piccolo gluteo. Il muscolo grande gluteo è il più superficiale e sviluppato dei muscoli della regione glutea. Si divide in due parti, una profonda ed una superficiale, in relazione alla sua origine. La parte superficiale origina dal labbro esterno della cresta iliaca, dalla spina iliaca posteriore superiore, dalla fascia lombodorsale, dalla faccia posteriore dell'osso sacro e dal coccige. La parte profonda origina dall'ala dell'ileo, dietro la linea glutea posteriore, dal legamento sacroiliaco e dalla fascia del muscolo medio gluteo. L'inserzione, invece, avviene sulla tuberosità glutea, per la parte prossimale, e sul tratto ileo-tibiale fascia lata per la parte distale. Il grande gluteo è il muscolo più potente del corpo, il più grosso e naturalmente il più forte. E' costituito prevalentemente (50% circa) da fibre muscolari a contrazione lenta, per il 20 % da fibre muscolari a velocità di contrazione intermedia e per il 30% da fibre muscolari a contrazione veloce. La funzione del grande gluteo è quella di estendere, adducere e ruotare esternamente la coscia. Il muscolo medio gluteo, invece, è un muscolo piatto, robusto e dalla forma triangolare, situato nella regione glutea tra il grande ed il piccolo gluteo. Ha origine tra le linee glutee anteriore e posteriore dell'anca, labbro esterno della cresta iliaca, spina iliaca anteriore superiore, mentre la sua inserzione si colloca nella faccia esterna del grande trocantere. Il medio gluteo è il principale abduttore della coscia; inoltre le fibre anteriori, con la loro azione, flettono e ruotano internamente la coscia mentre le fibre posteriori estendono e ruotano esternamente la coscia. Mantiene l'equilibrio trasversale del bacino in caso di appoggio unilaterale ed ha quindi un ruolo importante nella deambulazione. PRIVATE "TYPE=PICT;ALT=Piccolo gluteo "Il muscolo piccolo gluteo è un muscolo piatto dalla forma triangolare, origina dalla faccia esterna dell'ileo e dal labbro esterno della cresta iliaca; le sue fibre convergono obliquamente verso il basso e si inseriscono sulla superficie anteriore del grande trocantere femorale. Agisce in sinergia con il muscolo medio gluteo abducendo e intraruotando il femore. La sua potenza è circa tre volte inferiore rispetto a quella del muscolo medio gluteo. I muscoli del gluteo intervengono tutti nelle fasi della pedalata, in primis contribuendo a stabilizzare il bacino durante l'azione della pedalata stessa. Il grande gluteo, poi, è impegnato direttamente nella fase di spinta sui pedali, per questo un loro attento allenamento, anche con gli esercizi in palestra, è estremamente utile per migliorare le proprie prestazioni in bicicletta: utili sia all'agonista, che al cicloturista.

FacebookTwitter
X

Right Click

No right click