mastehead


Il nuovo GT Zaskar è immediatamente riconoscibile, ben realizzato nel telaio e ben assemblato, in considerazione dei prezzi di listino.

Il peso di 10 Kg della bici in prova, dimostra la volontà di realizzare un prodotto competitivo, non estremo e costosissimo, ma alla portata di molti.

Molto valido il comfort di marcia, buona la sella e funzionali i comandi. Altrettanto valida la frenata e buone le ruote. La forcella presenta ottimi doti di scorrevolezza. Dal punto di vista della dotazione tecnica, quindi, la bici è molto valida. Il nuovo telaio ha visto aumentare decisamente la sua rigidità e capacità di trasferire la potenza alla ruota posteriore. La maneggevolezza elevata permette ottima velocità nei percorsi più stretti e guidati.

In salita si apprezza la valida trazione della ruota posteriore e la buona direzionalità della ruota anteriore. Giocando con il peso del corpo si riesce sempre a trovare un ottimo equilibrio tra trazione posteriore e stabilità anteriore. Alle alte velocità lo sterzo è appena leggero, ma sempre perfettamente controllabile e sicuro. Una bici molto competitiva su percorsi medio lenti, con molte curve, strette e anguste, dove riesce a sfoderare al meglio le sue doti di guida ed il suo telaio rigido e reattivo, perfetto per continui cambi di velocità, frenate ed accelerazioni. Nell’uso amatoriale è un’ottima bici a cui non si può rimproverare nulla.

 

Aspetti positivi

Rigidità

Comfort

Prestazioni generali

Maneggevolezza

 

Aspetti negativi

Nessuno

FacebookTwitter
X

Right Click

No right click