Primoz Roglic vince la cronometro del Chianti Classico, Brambilla ancora Maglia Rosa per un secondo


Il corridore sloveno Primoz Roglic (Team Lotto NL - Jumbo) ha vinto la nona tappa del 99º Giro d'Italia, la cronometro individuale del Chianti Classico da Radda in Chianti a Greve in Chianti di 40,5 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Matthias Brandle (IAM Cycling) e Vegard Stake Laengen (IAM Cycling).

La corsa è stata caratterizzata da una forte pioggia che è caduta sugli ultimi corridori partiti.

L'italiano Gianluca Brambilla (Etixx - Quick-Step) difende la Maglia Rosa di leader della classifica generale per un secondo.

RISULTATO FINALE

1 - Primoz Roglic (Team Lotto NL - Jumbo) - 40,5 km in 51'45", media 46,956 km/h

2 - Matthias Brandle (IAM Cycling) a 10"

3 - Vegard Stake Laengen (IAM Cycling) a 17"

MAGLIE

Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel - Gianluca Brambilla (Etixx - Quick-Step)

Maglia Rossa, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Algida - André Greipel (Lotto Soudal)

Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Tim Wellens (Lotto Soudal)

Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin - Bob Jungels (Etixx - Quick-Step)

CLASSIFICA GENERALE

1 - Gianluca Brambilla (Etixx - Quick-Step)

2 - Bob Jungels (Etixx - Quick-Step) a 1"

3 - Andrey Amador (Movistar Team) a 32"

Il vincitore, subito dopo il traguardo, ha dichiarato: "Dopo circa dieci chilometri ho perso il computer e la borraccia. Ho detto al mio direttore sportivo di raccoglie il computer ma non credo che mi abbia capito. Ho perso un po' di motivazione e ho deciso di rilassarmi. A quel punto ho realizzato che sulle salite mi sentivo benissimo, ho continuato a spingere per puro divertimento. Sono stato lento e sfortunato nella prima parte del percorso e molto veloce e fortunato nel finale, non ho avuto pioggia se non due gocce. I corridori dopo di me ne hanno presa invece molta. Davvero una gara strana, stranissima".

La Maglia Rosa ha dichiarato: "Ieri ho speso moltissimo nella fuga. Ho attaccato e sono andato a tutta per l'intera tappa. Oggi è andato allo stesso modo: a tutta e niente da perdere. È andato tutto bene, ho tenuto la Maglia Rosa. Fino adesso è stato un Giro perfetto, è una sensazione fantastica".

DOMANI SECONDA GIORNATA DI RIPOSO

PROSSIMA TAPPA - MARTEDÌ 17 MAGGIO

Tappa n. 10 – Campi Bisenzio - Sestola – 219 km

Tappa di montagna dove la pianura è assente se non si contano i primi 25 km. Dopo Pistoia infatti si affronta il Passo della Collina (strade larghe con molte curve) e si attraversa l’Appennino Tosco-Emiliano. Discesa veloce su Porretta Terme e risalita al GPM di Pietracolora che immette nella valle del Samone. Breve tratto pianeggiante fino a Marano sul Panaro dove iniziano 70 km di saliscendi (più o meno impegnativi) che portano ai piedi del GPM di Pian del Falco, che presenta nel finale lunghi tratti con pendenza a doppia cifra (fino al 14%). Gli ultimi 15 km sono divisi equamente tra discesa e salita.

Ultimi km

Ultimi chilometri caratterizzati dalla discesa veloce e impegnativa che dal GPM porta a Fanano; discesa che si divide in due parti (entrambe abbastanza ripide), la prima larga e con poche curve che immette in una seconda articolata e a tratti con carreggiata ristretta fino alla parte dentro l’abitato di Fanano. Segue la salita finale di 7 km al 5-6% su strada larga e serpeggiante fino al rettilineo finale di 100 m su asfalto in salita di larghezza 6,5 m.

PHOTO CREDIT: ANSA - PERI / DI MEO / ZENNARO

Ufficio Stampa Ciclismo RCS Sport

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Ultime News

Ultime Notizie Gare