Il corridore tedesco Roger Kluge (IAM Cycling) ha vinto la diciassettesima tappa del 99º Giro d'Italia, da Molveno a Cassano d'Adda di 196 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Giacomo Nizzolo (Trek - Segafredo) e Nikias Arndt (Team Giant - Alpecin).

Steven Kruijswijk (Team Lotto NL - Jumbo) indossa ancora Maglia Rosa di leader della Classifica Generale.

RISULTATO FINALE

1 - Roger Kluge (IAM Cycling) - 196 km in 4h31'29", media 43,317 km/h

2 - Giacomo Nizzolo (Trek - Segafredo) s.t.

3 - Nikias Arndt (Team Giant - Alpecin) s.t.

MAGLIE

Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel - Steven Kruijswijk (Team Lotto NL - Jumbo)

Maglia Rossa, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Algida - Giacomo Nizzolo (Trek - Segafredo)

Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Damiano Cunego (Nippo - Vini Fantini)

Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin - Bob Jungels (Etixx - Quick-Step)

CLASSIFICA GENERALE

1 - Steven Kruijswijk (Team Lotto NL - Jumbo)

2 - Esteban Chaves (Orica Greenedge) a 3'00"

3 - Alejandro Valverde (Movistar Team) a 3'23"

4 - Vincenzo Nibali (Astana Pro Team) a 4'43"

5 - Ilnur Zakarin (Team Katusha) a 4'50"

Il vincitore, subito dopo il traguardo, ha dichiarato: "Sono professionista da sei anni e questa è la grande vittoria che ho sempre cercato. È un sogno. Non era assolutamente programmata. Stavo lavorando per Heinrich Haussler, ho chiuso il buco per lui ma ho visto la possibilità di rimanere davanti. La linea d'arrivo era molto vicina. È una sensazione strana. Ieri eravamo molto dispiaciuti per aver scoperto che la squadra avrebbe chiuso a fine anno ma abbiamo deciso di fare gruppo ed è meraviglioso ottenere una vittoria per cancellare il dispiacere".

La Maglia Rosa ha dichiarato: "È stata una giornata lunga ma piacevole. Mi sono goduto la Maglia Rosa in gruppo quanto potevo perché sapevo che sarebbe stata l'ultima giornata semplice prima delle tappe più dure, a cominciare da domani. Sarà un finale di tappa difficile e spettacolare con una discesa complicata ma sono pronto".

TAPPA DI DOMANI

Tappa n. 18 – Muggiò - Pinerolo – 240 km

Tappa dal finale difficile dopo i primi 170 km pianeggianti. Nella prima parte si attraversa tutta la pianura Padana nord-occidentale da Milano fino a Torino lungo strade prevalentemente rettilinee e dalla carreggiata ampia. Si attraversano alcune città di discrete dimensioni ed è necessario segnalare la presenza dei comuni ostacoli al traffico. Giunti a Pinerolo (unica asperità la Colletta di Cumiana) si passa sul traguardo per scalare una prima volta il Muro di via dei Principi d’Acaja e quindi affrontare Pramartino (4,6 km al 10,4% medio) per poi, dopo una discesa molto impegnativa, ritornare a Pinerolo per gli ultimi 3 km.

Ultimi km

Ai 2500 m dall’arrivo si svolta a sinistra e si sale per via Principia d’Acaja (450 m al 14% con punte del 20%, su pavé e carreggiata stretta). Segue una discesa ripida e impegnativa fino all’abitato di Pinerolo. Ultimi 1500 m piatti con alcune curve e un breve tratto in lastricato. L’arrivo è posto al termine di un rettilineo largo 8 m e lungo 350 m su fondo asfaltato.

PHOTO CREDIT: ANSA - PERI / DI MEO / ZENNARO

Ufficio Stampa Ciclismo RCS Sport

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter