Si è svolta a Cagliari, nella sede dell’Assessorato Regionale al Turismo, la conferenza stampa ufficiale di presentazione della tappa italiana del circuito mondiale World Cup di Triathlon - ITU Triathlon World Cup – su distanza sprint (750m nuoto, 20km bici, 5km corsa) che anche quest’anno avrà come campo di gara la città di Cagliari, domenica 4 giugno. Le start list registrano nomi importanti per degli atleti di prima grandezza che hanno scelto Cagliari come destinazione della ITU WORLD CUP, che già l’anno scorso è valsa come qualificazione alle Olimpiadi di Rio. Il valore aggiunto, quest’anno, si esprime proprio in questa conferma del territorio isolano che consolida la sua vocazione di destinazione sportiva per le gare di Triathlon grazie alle caratteristiche tecniche dei percorsi di gara, soprattutto per la sezione di ciclismo, altamente sfidante e selettivo.

Si preannuncia una domenica di gare di alto livello, dunque, con uno spettacolo agonistico senza pari grazi ai 70 nomi per la categoria uomini e ai 65 per la categoria donne provenienti da 34 nazioni di tutti i 5 continenti. Li attendono percorsi di gara impegnativi: il nuoto si svilupperà nelle acque del molo Ichnusa, nel porto cittadino, dove saranno allestiti anche la zona di transizione e l’arrivo; il percorso ciclistico si articolerà in uno scenario suggestivo che porterà gli atleti nel cuore della città storica lungo un tracciato con altimetrie che ricordano altri storici campi di gara; mentre la frazione podistica si svolgerà sul lungomare di Via Roma lato porto.

Partenza alle ore 10:30 dal Molo Ichnusa di Cagliari, quindi, con lo start della gara femminile, cui seguirà alle 12:30 il girone maschile. Dodici gli azzurri in gara. Per gli uomini si parte da Davide Uccellari (G.S.Fiamme Azzurre), olimpico sia a Londra 2012 che a Rio 2016, Dario Chitti (CUS Parma), Gianluca Pozzatti (CUS Trento), Massimo De Ponti (Carabinieri) e Andrea Secchiero. Mentre per la sezione femminile avremo Annamaria Mazzetti (G.S. Fiamme Oro) pluricampionessa italiana di sprint ed olimpico, già portacolori azzurra ai giochi di Londra 2012 e di Rio 2016, Verena Steinhanuser (Cremona Stradivari) che lo scorso anno è stata la migliore tra gli italiani a Cagliari (11°posto) ed è la campionessa italiana di olimpico in carica, e Alice Betto, rientrata nello scenario mondiale quest'anno dopo circa due anni di lontananza a causa di un intervento alla caviglia. E ancora Sara Papais, Alessia Orla e Giorgia Priarone. Tra i concorrenti stranieri, spiccano nomi di rilievo come il britannico Jonathan Brownlee, argento olimpico a Rio 2016, il sudafricano Henri Schoeman, bronzo olimpico a Rio, e in campo femminile la svedese Lisa Norden, argento olimpico a Londra 2012.

Le start list degli atleti elite per la ITU WORL CUP Cagliari sono consultabili all’indirizzo:

http://www.triathlon.org/events/event/2017_cagliari_itu_triathlon_world_cup 

Il ritorno di una tappa del mondiale di triathlon per il secondo anno consecutivo – afferma Barbara Argiolas, assessora regionale del Turismo, Artigianato e Commercio - conferma che la strategia regionale va nella direzione giusta. Infatti, manifestazioni come questa rientrano nella nostra visione della Sardegna meta ideale per le attività sportive e all’aria aperta. Il triathlon, ma anche il ciclismo, la vela, l’ippica, sono sport a bassissimo impatto ambientale che nella nostra isola trovano condizioni ideali e ci possono aiutare a rafforzare il turismo di qualità nei mesi di spalla alla stagione estiva. Con il Giro d’Italia abbiamo dimostrato di poter ospitare eventi sportivi di livello mondiale legati proprio a quella sostenibilità che ci permetta di valorizzare, grazie al contributo delle comunità coinvolte, il nostro ambiente e il nostro paesaggio senza comprometterli ma rendendoli fruibili a tutti: per esempio, puntiamo sullo sviluppo di una rete di ciclovie interne, per le quali sono già stati stanziati circa 15 milioni di euro. L’augurio è che il mondiale di triathlon diventi un appuntamento fisso della nostra primavera e siamo già al lavoro per far sì che questo accada.”

La seconda edizione di coppa del mondo a Cagliari è alle porte – afferma Luigi Bianchi, Presidente FITRI - Non posso nascondere la mia soddisfazione per aver raggiunto un così importante traguardo perché, come nello sport, riconfermarsi è sempre più difficile che la prima volta. Il parco atleti è sempre più completo e lo si evince anche dalla grande richiesta di partecipazione che però vede una starting list calmierata ad un certo numero di atleti. La gara, pur avendo subito qualche piccola modifica nel percorso, manterrà le sue caratteristiche di gara tecnica e spettacolare soprattutto per quanto riguarda la frazione ciclistica. Penso che l’aiutare questo tipo di manifestazioni di così alto livello e di così importante eco internazionale sia uno dei migliori modi per far conoscere sempre più la Sardegna con le sue bellezze e le opportunità turistico ricettive che può offrire. Quest’anno poi la grande novità sarà la gara open a cui potranno partecipare tutti i nostri appassionati sempre più in crescita in tutta Italia. Chi non è ancora un nostro tesserato e vorrà provare un’esperienza di triathlon lo potrà fare con il permesso giornaliero, chiaramente essendo in regola con le certificazioni sanitarie richieste e con un adeguata preparazione. Ringrazio pertanto la Regione Sardegna, il Comune di Cagliari, gli Organizzatori, le Forze dell’Ordine che saranno impegnate a garantire il buon svolgimento delle gare assieme ai tantissimi volontari per l’insostituibile lavoro. Non ci resta quindi che aspettare il 4 giugno per vivere una grande giornata di sport in uno scenario unico che ha già destato l’interesse dei massimi livelli dell’organizzazione mondiale del Triathlon. sarà infatti presente Marisol Casado Presidente ITU e membro CIO.“

Per il secondo anno consecutivo Cagliari ospita una tappa della Coppa del Mondo di Triathlon: un altro appuntamento sportivo importante – afferma Massimo Zedda, Sindaco di Cagliari – per la visibilità internazionale della città e dell’intera Sardegna, per la promozione turistica e per l’economia.” "La frazione di bici nel centro storico – ha aggiunto l’assessore allo Sport Yuri Marcialis – è una vetrina internazionale straordinaria per la cittàche ancora una volta dimostra la sua vocazione sportiva.”

Siamo certi che, così come è accaduto per l’edizione 2016, anche quest’anno i cagliaritani potranno godere di uno spettacolo ai massimi livelli del triathlon mondiale - afferma Sandro Salerno, General Manager del Comitato Organizzatore Locale – Ci eravamo ripromessi di far diventare Cagliari una tappa di World Cup permanente, e stiamo lavorando per consolidare questa sua vocazione di destinazione sportiva per le gare di Triathlon con tutti i soggetti territoriali coinvolti. Grazie a questa proficua collaborazione siamo riusciti ad inaugurare per la stessa tappa anche il Triathlon Cagliari, gara su distanza sprint alla sua prima edizione che permetterà agli atleti Age Group di competere sullo stesso terreno di un evento internazionale unico come la ITU WORLD CUP.”

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter