Trek ha presentato la nuova gamma di biciclette Checkpoint 2019, con due telai: uno in carbonio (SL) ed uno in alluminio (ALR), vediamo le caratteristiche ed i difetti.

Il telaio Trek Checkpoint 2019 ha una geometria Gravel, adatta alla strada, ma anche a strade bianche e sterrati non impegnativi. Il telaio Checkpoint SL utilizza il carbonio OCLV e gli elementi IsoSpeed per migliorare l’assorbimento delle vibrazioni. Il passaggio dei cavi è interno, la serie di sterzo differenziata e non mancano i punti di ancoraggio per i portapacchi; i copertoni sono di generosa sezione (700x35), mentre l’impianto è costituito da due freni a disco con ruote con mozzi a perno passante da 12 millimetri.

Una bici ottima, ma di difficile utilizzo, va bene per il turismo, ottima, ma nelle altre condizioni la bici risulta pesante, il fuoristrada si deve limitare a strade bianche, dove comunque una Mtb si comporta meglio, mentre in salita si fatica molto.

Le Gravel, dopo una prima fiammata, hanno dimostrato i loro limiti, ma al pari delle Fat Bike, continuano ad essere spinte sul mercato.

Se volete un consiglio, lasciate perdere, poco dopo vi stanchereste ed optereste o per una Mtb o per una bici da corsa.

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter
X

Right Click

No right click