Rispondiamo al nostro lettore Alberto, che ci chiede quali siano le ruote migliori e più performanti in base alle condizioni meteo ed al tipo di fondo, e quale preferire tra le varie soluzioni tecniche oggi disponibili per le bici da corsa.

Caro Alberto, se hai una Ferrari devi mettere in conto che non ci puoi fare tutto e la sua manutenzione ordinaria non è ne facile ne economica.

Ora, se vuoi un impianto frenante efficiente anche sotto la pioggia, i freni a disco sono la soluzione migliore ed hanno anche il vantaggio di non rovinare il cerchio in carbonio. Certo, pesano di più e vanno di meno in salita, però hanno i loro pregi.

Per contro, se vuoi le prestazioni a tutti i costi, prendi un ottimo cerchio in carbonio e lo unisci ad un telaio tradizionale; poi ti servono i pattini freno specifici per i cerchi in carbonio. Se piove, la soluzione migliore è cambiare cerchio e mettere uno in alluminio, con i relativi pattini specifici, cerchio che ti consiglio di usare anche in allenamento e nelle gare con fondo molto rovinato. A tal punto lasci la ruota in carbonio solo per le gare importanti e per la rifinitura dell’allenamento (un paio di settimane prima della gara).

Ovviamente, tutto questo presuppone che tu abbia due coppie di ruote e relativi pattini (carbonio e alluminio) e che sappia fare tutto da solo.

Ovviamente, nulla ti vieta di usare sempre e solo la ruota in carbonio, se il fondo è rovinato vai piano e stai attento a dove metti le ruote, se piove vai piano, si vive bene lo stesso ….

A tal punto, forse conviene orientarti su di una bici road disc, magari il Cannondale Supersix Evo Disc, che è un bel upgrade rispetto alla tua Synapse Disc, così non hai problemi di cerchi, pattini, pioggia e quant’altro...

 

 

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Accedi per commentare

Discuti questo articolo

INFO : Stai postando il messaggio come 'Guest'