mastehead

Ciclodestrine ciclismo pericoli e danni per l’organismo

allenamento ciclismo salita 3

 

Se in ambito farmacologico l’utilizzo delle ciclodestrine è oramai consolidato, in ambito sportivo permangono vari dubbi ed una serie di problematiche, già note, legate alla loro assunzione.

La tossicità delle ciclodestrine è minima, poichè sono ben tollerate, ma questo non significa che la loro assunzione sia priva di rischi.

Infatti la tossicità è inesistente a valori farmaceutici, ma questo non significa che sia presente a valori di assunzione più alti, tipici dell’integrazione nello sport.

Se pure, infatti, sono più tollerate dall’organismo, rispetto ad altre forme di carboidrati, il loro essere essi stessi dei carboidrati non ne limita le problematiche in presenza di assunzioni elevate o protratte nel tempo.

Infatti ad assunzioni elevate permangono i problemi di diarrea, nausea, vomito e dolori addominali, tipici di una elevata assunzione di zuccheri, che, se protratti nel tempo, contribuiscono e sono la causa di sovrappeso, obestità e l’isorgenza di disturbi metabolici, in primis iperglicemia e diabete.

Proprio per questo la loro assunzione è sconsigliata in presenza di soggetti affetti da iperglicemia o sottoposti a cure farmacologiche ipoglicemizzanti.

Allo stesso modo la loro assunzione è sconsigliata durante la gravidanza e in soggetti di giovane età.

FacebookTwitter
X

Right Click

No right click